martedì, dicembre 18, 2012

I 60's dietro la Cortina di Ferro: Cecoslovacchia



Credo che in pochi immaginino la presenza di una scena “beat” o vagamente rock nell’Europa dell’est comunista degli anni 60, in cui il controllo sulla società (e la cultura) era particolarmente rigido ed ottuso e le uscite discografiche erano consentite SOLO attraverso le etichette di stato.

Dopo l'UNIONE SOVIETICA,la BULGARIA,la GERMANIA EST,la ROMANIA l'UNGHERIA, la POLONIA, tocca oggi alla CECOSLOVACCHIA.

La Cecoslovacchia ha avuto una delle scene più prolifiche in ambito 60’s nella parte comunista dell’ Europa pur con le consuete restrizioni.
I dischi e l’influenza dei Beatles crearono verso i mid 60’s un giro underground piuttosto vivace e tollerato dal regime e una visita a Praga di Allen Ginsberg nel marzo del 1965 (le cui critiche al leader del paese Novotny non furono particolarmente gradite e il poeta arrestato) portò la “moda” dei capelli lunghi e di un abbigliamento estremo.
C’è chi descrive il 67 e il 68 di Praga non troppo diversi da una San Francisco, Londra o New York dei tempi.
Inutile dire che i “fatti del 1968” con l’invasione sovietica repressero del tutto ogni forma di libertà anche in ambito musicale.

Uno dei primi gruppi a calcare i palchi cecoslovacchi ci sono i KOMETY già in pista nel 1959 con classici rock n roll e rhythm and blues e parecchio attivi fino alla fine dei 60’s.
Una delle più conosciute è senza dubbio quella dei MATADORS, fondati nel 1965 con un repertorio a base di Kinks, Small Faces e Who, suonarono fino al 1966 solo in Germania Est. Tornati in patria oltre ad una serie di 45 ed ep realizzarono l’album “Matadors” prima di perdere vari componenti nel 1968 e proseguire fino ai primi 70’s prima di evolversi nel prog con il nome di Emergency.
Dai Matadors provenivano membri dei BLUE EFFECT (già attivi nei 60’s con i nomi diM. Efekt, Modrý efekt e The Special Blue Effect in uno stile rhythm and blues) più orientati verso il prog e la jazz fusion (vedi il primo album “Meditace” del 1969).
Gli The Hippopotamuses conosciuti meglio come The HIPP’S partirono nel 1965 suonando beat, soul e easy listening, realizzando alcuni dischi (tra cui To vadí cover di Ob-La-Di Ob-La-Da, prima di trasformarsi nella prog band Apollobeat.
Dal 1964 al 1966 operarono in Slovacchia i BEATMEN (nati dalla fusione dei FONTANA e JOLANA) con tre singoli all’attivo e un concerto a Monaco di Baviera con Manfred Mann che avrebbe voluto portarli in Inghilterra in tour.
Ma molto spesso ciò che veniva dalla Slovacchia era discriminato rispetto alle produzioni della Repubblica Ceca. Si cercò di imporre gli Olympic al loro posto e il tutto finì senza che nessuno dei due usufruisse dell’opportunità.

Dalle ceneri dei BEATMEN nacquero i SOULMEN, attivi tra il 1967 e il 1968, un EP come testimonianza discografica (Sample Of Happiness/Wake Up/I Wish I Were/Baby Do Not Cry,).
Dopo alcuni cambi di formazione proseguirono ancora fino al 1969 con il nome di New Soulmen ma senza lasciare tracce sonore.

Tra i gruppi più seguiti anche gli OLYMPIC di Praga, partita come backing band pubblica nel 1965 il primo singolo Dej mi víc své lásky e il primo album Želva in piena primavera di Praga.
Durante l’invasione sovietica del 1968 la band è in tour in Francia ma decide di tornare in patria e incidere il secondo LP Pták Rosomák.
Il gruppo si sposta negli anni 70 verso sonorità prog, continua l’attività tra alti e bassi ed è tuttora in azione (dopo una serie di tour in Europa e Usa).

I FRAMUS FIVE nacquero a Praga nel 1963 e viseero fino al 1971 lasciando l’album “Framus Five+Michal Prokop" nel 1968.
Dopo la reunion nel 1978 hanno continuato a produrre album e a suonare live. Segnaliamo anche i FLAMENGO , nati nel 1967 e in attività anche nei 70’s, gli spycho beat JUVENTUS (vissero tra il 1963 e il 1969) , i SINKOPY 61, PRUDY, BLUES FIVE e BLUESMEN.

THE PRIMITIVES GROUP fu fondato nel 1967 e si sciolse nel 1969 con un repertorio molto vario di brani di Doors, Jimi Hendrix, Fugs, Velvet Underground, Animals .
Alcuni membri entrarono nei PLASTIC PEOPLE OF THE UNIVERSE, molto influenzati da Frank Zappa e Velvet Underground, attivi dal 1968, marcatamente invisi al regime da cui subirono parecchi stop e censure e tuttora in attività.

L’artista Cecoslovacco più conosciuto all’estero è però senza dubbio IVAN KRAL, membro fisso nella band di Patti Smith ma collaboratore anche di Iggy Pop, David Bowie, U2.
Che restò in patria fino al 1966, quando aveva diciotto anni, ma che incominciò a suonare a 12 a Praga in una band, chiamata SAZE con cui girava piccoli club suonando rock n roll, blues e ispirandosi ai Rolling Stones (che si riuscivano as ascoltare attraverso Radio Luxembourg)

76 commenti:

  1. http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=6oafD2z0t18

    RispondiElimina
  2. nice article
    thanks for sharing

    RispondiElimina
  3. Pheega Radio Luxembourg è stata fondamentale su ambo i lati della Cortina di Ferro.

    RispondiElimina
  4. 'Ma molto spesso ciò che veniva dalla Slovacchia era discriminato rispetto alle produzioni della Repubblica Ceca'.

    Ma nulla potè fermare in epoca beat il tremendo Spartak Trnava del bomber Adamec campione Cecoslovacco nel 1968 e 69 e poi ancora nel 1971 72 e 73 e ad un passo da una storica eliminazione dell'Ajax nella semifinale di ritorno di Coppa dei Campioni 1969 dopo lo 0-3 subito in Olanda si portarono sul 2-0 sfiorando ripetutamente il terzo gol, senza riuscirci, secondo alcuni giocatori dell'Ajax l'unica volta in cui fummo veramente messi sotto! Nello stesso periodo la grande squadra slovacca dello Slovan Bratislava dei fratelli Capkovic conquistava gli scudetti del 70 e del 74, ma soprattutto vinse la Coppa delle Coppe 1969 battendo 3-2 in finale nientemeno che il sommo Barcellona.

    Da bravi lottizzatori i dirigenti del partito avranno fatto un po per ciascuno, ha ha ha ha ha ha

    Vive la revolutiòn....

    RispondiElimina
  5. Bellissima la copertina dei Soulmen

    W

    RispondiElimina
  6. Copertina dei Soulmen bellissima davvero, Manfredmanniana.

    RispondiElimina
  7. alcune somiglianze..

    foto 1 secondo da sx Mick Mills dei REM
    foto 2 primo a sx Belushi
    foto 3 terzo da sx Mick Fleetwood
    foto 4 primo da dx Ricky Shaine
    foto 5 primo da dx cantante dei Corneshop

    C

    RispondiElimina
  8. Quando ho vsito la foto dei Framus Five ho verificato che non fosse un fotomontaggio o avessi sbagliato qualcosa...quello E' identico a Mills dei REM , ma identico !!!

    RispondiElimina
  9. ahaha! vero eh?

    io ieri ho visto e colloquiato con Nedved
    C

    RispondiElimina
  10. Che a sua volta è uguale all'attore Patrick Swaizie (come cazzo si scrive) in Point Break! ahahaah! A proposito di rep. Ceca, eh!

    Effettivamente Mills dei R.E.M. ha una faccia "dell'est"...

    Vero, Sir, anche io ho pensato subito a M.Mann.

    W

    RispondiElimina
  11. haha lo S. Trnava?? :) what about il Lokomotiv Kosice??,..Viktor/Nehoda/Panenka/Masny ,..mejo der quartetto cetra,...Skuhravy del Genoa, great,..Vycpalek?? :),...la Kratochkilova? :)

    RispondiElimina
  12. Eh, anche qui nomi di prima grandezza.
    Pensa che dal 1961 al 93 la finale della Coppa Cecoslovacca era la partita tra le vincenti della Coppa Ceca e di quella Slovacca, il campionato invece era unico. Mi par di ricordare che alla fine degli anni 70 il Lokomotiv Kosice vinse una coppa, non venne a S.Siro a giocare col Milan in Coppa delle Coppe?

    RispondiElimina
  13. Grande la cecoslovacchia dell'Europeo 76! Coi mitici Nehoda Viktor Pivarnick ed il grande "cucchiaio" di Panenka!
    In der kulen ai krukki..che fa sempre pèiacere!
    C

    RispondiElimina
  14. Cris, se rivedi Nedved digli di prendersi una Fender Mustang, che la prossima volta che i Nirvana si riuniscono ci mettiamo lui al posto di Cobain...anche perchè con Paul McCartney non li poteva proprio guardare!
    :-

    RispondiElimina
  15. Ahahaha Pibio! ma mi sa che dovrei spiegargli tutto da capo..cos'e' una Mustang,chi erano i Nirvana,chi era Kurt Cobain..forse a Mc Cartney ci arriva (tramite Ivan Kral probably)
    Comunque abita qui vicino e lo si vede in giro con la moglie..al mio saluto da tifoso con augurio x scudetto mi ha risposto scaramanticamente "Ancora No!" mentre la moglie mi lanciava sguardi lascivi..
    C

    RispondiElimina
  16. boh non rocordo,sarà l'età:),..ricordo lo Slovan Bratislava quando il Becca beccalossi sbagliò 2 rigori:)

    RispondiElimina
  17. dal 1937 al 1948 i cannonieri li vinse sempre il mitico Joseh Bican:),..però io tenevo il Banik Ostrava (per il nome)

    RispondiElimina
  18. ma anche lo Zbrojovka Brno non era malaccio

    RispondiElimina
  19. Lo Zbrojovka Brno era tra le mie preferite vinse il campionato dell' 80 o forse del 79 prese il nome da una fabbrica d'armi(hahahahahaha che caso) tipo CZJena. Certo il Dukla era pure fenomenale, tra le maglie e lo stadio, assi del tipo Stambacher, Nehoda, Luhovy, ecco in tutta verità questi qua li preferisco scorrazzare per i campi d'Europa irreggimentati nelle loro poderose squadre di calcio dai nomi roboanti

    RispondiElimina
  20. lol diavolo di un Sir, Stambacher e Luhovy me li ero dimenticati anch'io,...e il tennista Polacco Fibak?? e com'è che si chiamava lo slalomista Bulgaro?? Popangelov?=,..e il tipo che faceva il ventrale,..Yaschenko? :)

    RispondiElimina
  21. io ho fatto 1,60 col ventrale a 14 anni..mica malaccio eh? :) bello stile però

    RispondiElimina
  22. Pheega, un gran salto!! Bello stile altro che, anch'io saltavo di pancia a scuola ma mi sarò fermato al metro e trenta. Mi sembra fosse Popangelov, si.
    C'era poi Chaloupka che giocava nel Bohemians Praha, con Panenka mi pare, ma forse venne dopo, mi ricordava un po' Awana-Ghana ha ha ha ha

    RispondiElimina
  23. Fibak polacco e Korda Cecoslovacco....
    Yashenko sarà stato ucraino.
    La grande Ackermann saltava due metri col ventrale! ma la DDR era un'altra storia...sarà cresciuta nello SpielVereingung Turbine Halle!! Tremendissimi!

    RispondiElimina
  24. sì Chaloupka ricordo:),...yeh Ackermann e quella gran 'bernarda' di Ulrike Meyfarth:),..gran bella fig..liuola:),..poi c'era il mitico Don Quarrie(JAM_aica) sui 200 mt e Borzov:),..granda anche Herbert Plank in discesa:), e i gemelli Mahre in slalo...beh tempi irripetibili

    RispondiElimina
  25. 'grande' e 'slalom' sorry,..tastiera

    RispondiElimina
  26. comunque una compilation lp con gli OLYMPIC ce l'ha un mio amico,..m'ha fatto la cassetta,..c'erano anche gli Juventus (tsk) :)

    RispondiElimina
  27. Tempi fenomenali, lo sci raccontato dall'inimitabile Guido Oddo, del quale conservo gelosamente 'Il libro dello sci' regalo del Natale 1975. Foto splendide Klammer, Plank il nostro discesista, ma anche Gros, ken Read e Steve Podborski gli spericolati discesisti canadesi più l'idolo incontrastato Franz Klammer!
    Tempi di Tyrrel 6 ruote, e James Hunt campione mondiale di F1, il Fortuna Dusseldorf in finale di Coppa delle Coppe. Borzov e Mennea.
    Gli Juventus voglio la cassetta, gruppo spalla Plastika Nitra o Skhoda Plzen?

    RispondiElimina
  28. Ad ogni modo tanto per deragliare ancora un po dal topic, con buonapace del boss, constato sempre come nessuno (a parte me e pochi altri) riferisca all'Impero Austro-Ungarico come l'autentica culla del foot-ball continentale.

    RispondiElimina
  29. Tempi fenomenali, lo sci raccontato dall'inimitabile Guido Oddo, del quale conservo gelosamente 'Il libro dello sci' regalo del Natale 1975. Foto splendide Klammer, Plank il nostro discesista, ma anche Gros, ken Read e Steve Podborski gli spericolati discesisti canadesi più l'idolo incontrastato Franz Klammer!
    Tempi di Tyrrel 6 ruote, e James Hunt campione mondiale di F1, il Fortuna Dusseldorf in finale di Coppa delle Coppe. Borzov e Mennea.
    Gli Juventus voglio la cassetta, gruppo spalla Plastika Nitra o Skhoda Plzen?

    RispondiElimina
  30. Articolo davvero molto interessante e atipico! Ti lascio il mio blog, se hai tempo e voglia fai un salto, sei il benvenuto :D http://raisedonmelodies.blogspot.it/

    RispondiElimina
  31. haha è vero, Read e Podborski:)io c'ho la cartolina autografata di Alex Giorgi :),..poi c'era Sbardellotto:),..e Stig strand,..grande Oddo e Paolo Rosi che faceva il 5 nazioni di rugby,e eurogoal con Giorgio Martino:),..è vero la Mitropa Cup nei 30 era come la CL

    e Giorgio Bubba ? lol

    RispondiElimina
  32. la cassetta da qualche parte dovrei averla

    RispondiElimina
  33. sì ma ce le avevo quelle macchinine, Hunt ,la Lotus, la Brabham etc.,.però il capello di Juantorena è imbattibile:)

    RispondiElimina
  34. e le coscie dellaKrtochkilova

    RispondiElimina
  35. Klammer era un fenomeno in discesa,..a me faceva spanzare furio Focolari,tipico accento della val rendena:),..grandioso:)

    RispondiElimina
  36. cmq eurogoal era fantastico perchè allora non era come oggi che ci sono solo gli squadroni,.c'erano in CL il Glentoran ,il Tatabanya , il Dundalk , il Reipas lahti , lo Sliema wanderers ecc.,era più 'poetico' , no?..io personalmente tifavo lo IA Akranes,....

    RispondiElimina
  37. Grande l'islandese Akranes !
    E mi ero dimenticato della Tyrrel a 6 ruote.

    E nessuno ha citato il nome più bello dello sci dei tempi: MALGORZATA TLALKA con la sorella DOROTA !

    RispondiElimina
  38. Ha ha ha ha che spasso! Incredibile ma vero vidi il Glentoran a Torino in Coppa dei Campioni 5-0 da bambino, e poi nel 1984 l Haka Valkeakoski 1-0 gol di Tardelli che rai incredibilmente approdata ai quarti di Coppa delle Coppe

    RispondiElimina
  39. Ricordo a proposito di grandi islandesi un'articolo del Guerin Sportivo in occasione di un sorteggio di Coppa Campioni della Juventus: 'Quanto vale il Valur?' spettacolare! Poco comunque perchè poi a Torino prese sette gol..

    RispondiElimina
  40. Il Glentoran da allora è la mi asquadra preferita nel campionato (di tutto rispetto) nordirlandese.

    RispondiElimina
  41. Avevo un modellino McLaren e un paio di Shadow nere, una la guidava il mio idolo di allora Jean Pierre Jarier.

    RispondiElimina
  42. Si, Eurogol (e Mercoledì Sport), erano delle cape trasmissioni, si vedeva di tutto, ha sempre girato degli squadroni della madonna, lo svilimento delle competizioni conseguente la creazione della Champions League è stato enorme, ed è purtroppo irreversibile. si vedevano quei famosi gol con tiri da lontano, che erano sempre prerogative di squadre del Nord-Europa da cui si è mutuata l'espressione ancora oggi in voga 'Tizio segna un eurogol!

    RispondiElimina
  43. Une delle mie migliori fu in vacanza a Malta quando piantai tutti e andai a vedere un preliminare di Coppa dei Campioni Hibernians Pawla-Dinamo Minsk 4-3 andata 0-1 coi maltesi sull'orlo di una qualificazione storica 4-2 in vantaggio ai supplementari, lo stadio Ta' Ali in subbuglio e sti coglioni bielorussi che azzeccano il tiro della disperazione a tempo scaduto da 30 metri, classicamente all'incrocio, da non credere!

    RispondiElimina
  44. Ha ha ha ha ha l'accento di Furio Focolari, decisamente fuori posto sulle piste della Val Gardena, l'avrei visto meglio nei Mostri di Dino Risi...

    RispondiElimina
  45. Danilo Sbardellotto, già...ad ogni modo lo sci in tv è stato sci fino a quando c'era Guido Oddo, e il Ct azzurro Mario Cotelli?

    RispondiElimina
  46. Io mi davo malato e saltavo la scuola per poter vedere lo sci.
    Con Thoeni, Gros, Erwin Stricker (il mio preferito), Radici, Pietrogiovanna...

    RispondiElimina
  47. haha infatti volevo citare Stricker, una leggenda, con l'orecchino, anch0io facevo finta di avere la febbre e stavo a casa apposta,.ma un volta vidi su iq una che era di Akranes,..le scrissi ' wow great IA Akranes' e lei tipo ' how damn u know it? ',...m'ha detto che è un villaggio di 5.000 abitanti, un paesotto, ci son rimasto male,credevo fosse New York:)

    oh troppe robe da dire sulle robe che avete citato,..torno più tardi.haha Focolari:)

    RispondiElimina
  48. Radici, grande Tony chi era quello con un occhio di vetro, Paolo De Chiesa? Memorabile la discesa libera in cui Thoeni, bisognoso di punti per la Coppa del Mondo finì secondo (Kitzbuhel?).
    Domenica prima manche in casa, seconda al Bar Sport dopo esser sgattaiolati fuori da messa (ancora obbligatoria all'epoca) approfittando del movimento comunione, ha ha ha ha ha che fenomeni....

    RispondiElimina
  49. Cosa sono gli Spycho Beat, La sezione musicale del Tatran Presov?

    RispondiElimina
  50. c'era anche Roland Thoeni haha,...Confortola,ricordo lo svizzero Luscher...beh quella partita dell'Hibernians deve essere stata spettacolare ..io da piccolo ero in vcanza in Trentino e vedemmo l'Atalanta (in ritiro ) battere una selezione locale,..non ricordo il risultato,..tipo 14-0,...segnò 5-6 reti Garritano

    RispondiElimina
  51. Si Roland Thoeni, cos'era il cugino, o il fratello? Gerritano col baffone,era il centravanti della Ternana in serie A dove segnava poco infatti andarono giù a piombo.

    IBV Vestmanneayer? o IBK Keflavik?

    RispondiElimina
  52. Coppa UEFA anni '80:

    Ajax- Red Boys Differdange 14-0

    RispondiElimina
  53. Che spettacolo di post che nasce sulla musica Cecoslovacca e poi casulamente deraglia col footie ceco slovacco islandese e maltese. Terzomondismo pallonaro d'autore! Intanto x Natale voglio in regalo la maglia da trasferta del Dukla Praha.....citazione d'obbligo. Charlie

    RispondiElimina
  54. ohh yeh il Keflavik sempre:),,..esatto, Garritano giocò anche nella Ternana (col terzino destro Rosa),...

    haha,..esatto, ricordo i goals di Ajax-Red Boys 14-0 su eurogoalm,,,chi segnò 4-5 reti il Mitico Johnny Bosman no?? o era Van basten pre-Milan?

    RispondiElimina
  55. 5 gol di Van Basten

    www.youtube.com/watch?v=iHc6yhtonHc

    RispondiElimina
  56. Ne ho contati anche quattro di Rambone Koeman eroe genoano di riflesso che affondò i ciclisti nella partita più importante della storia del calcio!

    RispondiElimina
  57. Il terzo mondo del calcio è il Manchester City proprietà di uno sceicco, non il Sliema Wanderers o il Valur Rejkiavik

    RispondiElimina
  58. Anche Giorgio Mastropasqua con Garritano alla Ternana

    RispondiElimina
  59. haha è vero Mastropasqua,..yeh ricordo inter-Turun 0-1,...grande partita di aaltonen :),..e il mitico Peter Withe col polsino??,..io giocavo col polsino da tennis per imitarlo:)ero ( e sono) veramente scemo:)

    RispondiElimina
  60. Peter Withe rimane il mio non plus ultra (visto che tengo il Villa (e sono scemo), mise dentro la palla che affondò il Bayern anch'io lo imitavo, con condotte di gara a volte poco urbane per i campionati di quaggiù

    RispondiElimina
  61. Grande IA Akureyri. Le squadre islandesi hanno il nome composto da sigla la cui ultima lettera è l'iniziale della città, molto più verosimilmente il paese nella quale si trova. Prima c'è quasi sempre una I che stà per Idrottsqualchecosa che vuol dire sport o società sportiva o roba del genere. Un bel derby Valur-Vikingur ?

    RispondiElimina
  62. Ci fu un Torino-KR Reykjavik, forse?

    RispondiElimina
  63. Oppure robe da primo turno UEFA

    Ballymena United-Rch Chorzow

    hai ragione Mich, ma come si fa ad abolire delle Coppe del genere? Criminali.
    Platini ha già pronta nel cassetto pure l'abolizione della Europa League che fra una o due stagioni verrè inglobata nella Champions League per un totale di tremilioninocentosttantamilatrecentodieci squadre partecipanti e quasi un miliardo di partite che nessuno vedrà e alla fine ai quarti arriveranno sempre le solite 10/12 squadre in 5 stagioni. Agli sponsor non piace l?Euriopa League. Cioè la stessa partita con un marchio diverso diventa meglio (per quelli della tele), siamo alla pazzia totale.
    Coi ricavati del libro so(ul)cialista ributtiamo in piedi prima la Mitropa Cup e poi la Coppa delle Coppe, dopodichè Platini verrà ad implorarci in ginocchio di smetterla o accorparci alla sua King Kong Cup che nel frattempo si giocherà in campo neutro a Dubai in inverno, in Lussemburgo d'estate le solite 10 squadre mentre tutte le altre squadre del cazzo (pensa lui) giocheranno solo in campo neutro punitivamente a Ulaan Bataar, Taskhent o Phnomm Penn dove (secondo lui) il livello di quella gente è così basso che li innalzeremo noi con la Nostra Champions League di settima fascia, tanto loro non lo sanno....
    ma vai a cagare....

    RispondiElimina
  64. ma vai a cagare tu..ahaha!

    RispondiElimina
  65. Cos'è vuoi tenerti i ricavati del libro? hahahahaha

    RispondiElimina
  66. me li bevo e me li fumo

    RispondiElimina
  67. Petet Withe eroe assoluto....ha un figlio folk singer che canta come un cane, lo fecero esibire al VP 3 anni fa prima di una gara del MIGHTY VILLA...imbarazzante situazione, mi sarei sotterrato io direttamente dalla holte end x lui. Ah x favore nn roviniamo questo post leggendario citando la Ternana....sta brutto. Charlie

    RispondiElimina
  68. Sir, coi ricavati del tomo so(ul)cialista saccheggiamo il mercato dell'Est e mettiamo su la Dinamo Càsula per fare incetta di Mitropa!
    Simobolo della società: lo snap della Stax su fondo "rosso barbera".

    W

    RispondiElimina
  69. Maglia della Dinamo Càsula

    http://www.youtube.com/watch?v=5eApd14g_hg&feature=youtu.be

    RispondiElimina
  70. Ah, no, pheeega link sbagliato

    Ecco maglia Dinamo
    http://omnisitecreations.com/upwrite/allshirts/STAXRECORDS-ebay.gif

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails