martedì, novembre 24, 2009

Mod Generations



Antonio “Tony Face” Bacciocchi

Mod Generations
Storia, musica, rabbia & stile


Collana: contrasti
Formato: 14x21
Pagine: 200 circa con decine di illustrazioni
Prezzo: 15 euro
ISBN: 978.88.89035.27.6
Uscita: Novembre 2009



Un viaggio, rigorosamente in Vespa super accessoriata, tra le tortuose strade della musica
dei mods, cultura che da mezzo secolo è diventata stile di vita per migliaia di ragazzi e
che si è conservata, evolvendosi, fino ai giorni nostri.

Dal be bop di Charlie Parker, dal blues di John Lee Hooker, attraverso soul, rythm and blues, ska e northern soul, fino
a Who e Small Faces, Jam e Oasis, la cultura Mod viene sviscerata dall'interno facendo piazza pulita di luoghi comuni
e fraintendimenti.

Scritto da uno dei più importanti esponenti del movimento italiano, il testo è accompagnato da decine di illustrazioni
originali. Un intricato e appassionante percorso discografico alla scoperta di una musica che con rabbia e stile
continua ad essere la miglior colonna sonora di una vita cool.

Antonio “Tony Face” Bacciocchi, tra i primi a portare la cultura Mod in Italia alla fine degli anni ‘70, autore della
prima modzine della penisola, Faces, factotum della scena negli anni ‘80 e profondo conoscitore della musica dei
Mods in tutte le sue sfaccettature, ha selezionato, con minuziosa cura, decine e decine di dischi fondamentali, ne ha
ripercorso la storia musicale dalla fine degli anni 40 ai giorni nostri, dedicando una preziosa appendice alla
produzione italiana.

www.ndanet.it

PRIME PRESENTAZIONI (seguiranno costanti aggiornamenti)

sabato 28 novembre : Faenza "MEI" - Casa di Booklet ore 15.45
sabato 05 dicembre : Fidenza (PR) - "La Vecchia Talpa" , via Gramsci . ore 18 - Presenta: Luca Frazzi
martedì 08 dicembre : Torino - "Caffè Basaglia" ore 19 via Mantova 34 - Grazie a Torino Mods

IN COPERTINA LELE CATALE , mods Torino
Un grazie particolare a Massimo Roccaforte e Nda Press Oskar Giammarinaro, Luca Frazzi, Salvatore D’Urso, Andrea “Lord Cumiana” Franchino, Francesco Ficco, Fabrizio “Pallino” Carrieri per il prezioso aiuto.

“Amavo i vestiti, la musica, gli scooters.
Mod era qualcosa che mi ha catturato e non puoi dire da dove sia venuta.
E’ come qualcosa che proviene da una vita precedente.
(Paul Weller 2004)


103 commenti:

  1. grande Lele! ho ben presente quella foto!
    C

    RispondiElimina
  2. a Piacenza niente presentazione in programma, per ora?

    pibio

    RispondiElimina
  3. Era su un libro dedicato ai "giovani contro" di Torino, uscito negli 80's (in cui compare anche Ursus in versione punk 77)

    RispondiElimina
  4. A Piacenza in gennaio alla Fahrenheit

    RispondiElimina
  5. AZZ...io quel libro l'ho perso,chissà dove si è cacciato.
    Infatti quelle foto risalgono al periodo 77-82 e le fece Dario Lanzardo,un bravo fotografo che ha poi curato parecchie mostre interessanti.

    RispondiElimina
  6. infatti..lo ricordo bene in biblioteca e lo intravidi in bancarella anni fa..poi il nulla.
    purtroppo non ce l'ho
    C

    RispondiElimina
  7. in copertina c'era una specie di indiano metropolitano..e all'interno,appunto, tante facce conosciute
    C
    (tony, c'e' anche una foto dei telephone live!!)
    C

    RispondiElimina
  8. Ciao!

    Bellissima (ed attesissima) notizia.

    Come posso fare per ordinarlo in Spagna? me ne puoi spedire una copia e ti pago libro + spese sped con PayPal?

    Per ulteriori chiarimenti, la ia mail è albertovalle77@hotmail.com. Ci terrei proprio ad averlo questo libro.

    Grazie di cuore!

    AlbertzzZZZzz

    RispondiElimina
  9. aspetto la data di piacenza, spero in un fine settimana

    RispondiElimina
  10. a Piacenza è il 16 gennaio alla fahreneit di via legnano (sabato alle 18 )
    da confermare ma dovrebbe essere quella

    RispondiElimina
  11. scaricato il nuovo singolo di paolino, il video a pieno schermo è qui

    http://www.paulweller.com/splash_7and3isthestrikersname.swf

    non ho ancora il testo sotto mano che -magari- contribuirà ad alzarne il livello... per il resto..........



    ..........mi fa schifo

    RispondiElimina
  12. mmm, no dai schifo no
    C'è qualcosa di "Funeral pyre" (molto alla lontana) , tante seghe alle "22 dreams" (album inizialmente sorprendente e dopo un po di ascolti mediocre e confuso).
    Sembra un tentativo di modernizzarsi (mai parola fu usata peggio ) ma con esiti "discutibili"

    RispondiElimina
  13. ovvio che il mio "schifo" è comparato alle altissime aspettative che ho quando esce qualcosa di weller. anche se negli ultimi tempi (forse anche giustamente dopo 30anni) le mie aspettative sono calate, pur restando il mio n.1

    RispondiElimina
  14. confesso anch'io, mai avrei pensato di dover dire che un pezzo di paolino nostro non mi piace per niente.
    Marco MODS Trieste

    RispondiElimina
  15. Concordo con Tony, "22 Dreams" è una sega mentale dove PW cerca di toccare diversi stili, senza peraltro riuscire ad avvicinarsi (soprattutto i momenti pseudo-Krautrock sono agghiaccianti).

    Canzoni di Weller che fanno cagare? Ve ne servo subito due, belle fumanti, e risalenti a 25 anni fa:

    "A Gospel" (Paul coll'hip-hop non c'è la proprio mai fatta)

    "Down in the Seine" (Buonissime intenzioni, per carità, ma quella parlata frances con l'accento da pescivendolo eastender fa proprio male...)

    RispondiElimina
  16. Boh, io sarò rimbambito ma trovo che 7+3 sia un ottimo pezzo.
    Sapete? Forse è solo un po' vecchio. Altro che "rinnovarsi", il buon paolino QUI s'è rifugiato nelle atmosfere un po' madchester degli anni 90... Ma c'è anche da dire che buona parte di quel movimento lo ha sempre considerato un ispiratore...quindi, il cerchio si chiude.
    Su 22Dreams, concordo anche io. Era un po' troppo sbrodolone. Però ricordo che i primi ascolti mi avevano entusiasmato... Poi ho cominciato a sentire i difetti. E sapete quando è successo? E' stato subito dopo che Paul ha rilasciato dichiarazioni allucinanti sul file-sharing. ROba che manco Gigi D'Alessio... Mi ha fatto girare le palle e mi è stato antipatico al punto che ho cambiato opinione sul suo disco.
    Questo è il dramma dell'essere fan. Si tende a perdonare anche le puttanate più madornali. E infatti poi m'è passata e Paolino l'ho perdonato... Talmente che trovo il nuovo singolo addirittura carino!
    Volevo ordinare il 7" ma.. il sito parla chiaro: SOLD OUT!
    :-(

    RispondiElimina
  17. Beh non è che Long hot summer fosse un capolavoro, nè il tex mex caraibico di "The Planner's Dream Goes Wrong" da The Gift

    RispondiElimina
  18. Dài, cercate di capirlo, povero Paul! Lo sapete che ha un figlio emo? :)

    http://www.thisislondon.co.uk/showbiz/article-23408946-say-hello-to-it-boy-natt-son-of-the-modfather.do

    http://www.youtube.com/watch?v=fQoJlNTWgW4

    RispondiElimina
  19. arghhhh !
    povero Paul che dispiacere deve essere.
    Un figlio hooligan e drogato come tutti, no ?

    Comunque è terribile ! Inguardabile.

    RispondiElimina
  20. la sorellina leah è uno spettacolo. non prendetemi per pedofilo... anzi mi sa che ormai ha 18 anni anche lei

    concordo con albertzz sulle seghe mentali senza eiaculazione di 22 dreams, disaccordo su down in the seine.. bellissima

    planner dreams aveva un testo stupendo, ma sembra che weller non sia riuscito ad insegnare a buckler come suonare la batteria con quel tempo e l'incisione è andata un po a puttane.. :)

    non ho cambiato idea sul nuovo singolo, fra l'altro ieri sera ha esordito con questa "canzone" nel nuovo tour, ma ci ha schiaffato dentro nel setlist anche strange town, pretty green e start!

    RispondiElimina
  21. Il nuovo singolo di Paolino mi suona un po' come Echoes round the sun ma senza Gallagher, non so se mi spiego... Detto questo, c'e' un post sul blog dei Morning Sun (cover band milanese degli Oasis) su Mod Generations lo trovate qui.

    RispondiElimina
  22. mi sa che sono l'unico qui a cui 22 Dreams non fa cagare...

    Quanto al figlio (s)emo giustifica forse l'attaccamento del padre alla bottiglia...

    RispondiElimina
  23. eheheh..caro Captain,lei ha ottimi gusti! quanto a Nat..povero..un po di calcinculo no?

    Fratelli,io non l'ho ancora sentito ma mi spaventate..

    Banalmente mi accondo a voi sul giudizio di 22 segh..ehm..dreams

    Down in the Seine a me piaceva (AlbertZZZ che ne pensi del francese di The Paris Match???)

    Cristiano

    RispondiElimina
  24. Precisiamo..St,a me 22 dreams non fa cagare..solo che a distanza di un po di tempo ho anche io cominciato a trovarlo eccessivamente lungo,un po scucito e francamente autoindulgente
    Ma Paolino lo amo tanto li stess
    C

    RispondiElimina
  25. purtroppo sti emo non hanno tutti genitori bottigliofili..so' ragazzi..massi!!
    C

    RispondiElimina
  26. Per me "22 dreams" NON è un brutto disco, anzi, ce ne vorrebbero.
    Ma su 22 brani ce ne sono una decina decisamente trascurabili, pretenziosi e masturbatori.

    Ne avesse messi 12, "12 dreams" sarebbe stato un piccolo gioiello della sua carriera e un album al top della sua produzione.

    RispondiElimina
  27. che poi tutti a prendersela con Paolo..e la mamma DC non dice niente??
    C

    RispondiElimina
  28. si ma paolo sembra bello soddisfatto del figlio (sc)emo.
    Ogni scarraffone è bello a mamma sua ma qui si esagera.
    Dal barbiere !!!

    RispondiElimina
  29. cuore di daddy,daiii



    Chi mi illumina?
    I due pezzi del single "Shine on me/Judgment song" oltre che sul singolo (ovvio) sono inseriti da qualche parte..compilation..ecc??
    grazie
    C

    RispondiElimina
  30. x cristiano: sì in questa compirlation

    http://web.archive.org/web/20021201232118/http://milanomods.itgo.com/about.html

    uscita solo in 5 copie (very limited familiar edition :))


    x tony: concordo completamente per il "12 dreams" sarebbe stato un ottimo ottimo album

    RispondiElimina
  31. il bello di avere la funzione skip sui cd oppure farsi un podcast su misura è proprio evitare di sorbirsi i pezzi che non piacciono. orami non posso più farne a meno...

    m.

    RispondiElimina
  32. Ciao Cristiano!

    Azzz... mi sembra che mi sono confuso. Comunque la parlata francese welleriana è abbastanza repellente.

    Riguardo alla sua produzione da solo, comincia a dincantarmi da Illuminations in poi. Sembrava riprendersi con As is Now, ma con 22 Dreams (forse, se fossero stati 12, sarebbe in effetti stato molto, ma molto, meglio) mi ha deluso tantissimo.

    la canzone del nuovo video linkato da Flavio non mi piace. Non mi sembra della rumenta, ma Weller dimostra d'aver perduto quel suo tocco brillante.

    Il figlio emo(rroide) è inguardabile. Nell'intervista del youtube linkato è da prendere a sberle.

    A.

    PS: No idea sui brani del 45 dei Prisoners. Manco conosco l'etichetta, Deceptive...

    Alberto

    RispondiElimina
  33. E infatti mi sono fatto "12 dreams" a parte
    1 Lights nights
    2 22 dreams
    3 All I wanna do
    4 Have You Made Up Your Mind
    5 Song for Alice
    6 Push it along
    7 A dream reprise
    8 Echoes round the sun
    9 Black river
    10 Sea spray
    11 Empty ring
    12 Invisible

    RispondiElimina
  34. quello dei Prisoners ce l'ho, non è male, ma abbastanza prevedibile. Non mi sembra si trovi altrove

    RispondiElimina
  35. Nessuno però che parla delle BBC sessions uscite in sontuoso cofanetto l'anno scorso.
    Ecco, un disco come quello... fa dimenticare ogni cosa. Perfino il figlio (sc)emo

    RispondiElimina
  36. effettivamente la resa live per la BBC è ottima, se si sentissero di più i fiati per me sarebbe ancora meglio !!
    Ma va bene così.

    RispondiElimina
  37. Grazie Flav!

    AlbertZZ:haha!!! dai! sberloni et calcinculo..nessuna pieta? hahah!!
    ciao!

    Joyello:appunto..ma noi da very lovers siamo irrazionali, fumini,spietati,ma capaci del perdono piu' sincero..

    Tony, pero' non varrebbe "farsi" i dischi a proprio piacimento..dove sta l'etica? dove stanno i nostri martirii da Revolution n.9?

    e il sacrificio umano dell'ascolto integrale di sandinista? (come sapete a me piace tutto davvero, ma c'e' qualcuno che se lo ridusse in una c-90 vero capt? :-)

    eh no eh..troppo comodo,smidollati

    C

    RispondiElimina
  38. no va bè, di Sandinista e Album Bianco si ascolta tutto anche all'incontrario.
    Cose tipo "22 dreams" è meglio ridurle un po'...

    RispondiElimina
  39. suvvia...un pò di creatività! gli autori propongono il loro disco, ma noi ascoltatori diventiamo soggetti attivi e cambiamo le carte in tavola! he he he....

    proprio il white album (che è il disco che preferisco dei beatles), sarebbe per me stato un disco fantastico se avesse avuto questa selezione:
    1back in the urss
    2dear prudence
    3glass onion
    4while my guitar
    5blackbird
    6rocky raccoon
    7birthday
    8everybody's got something to hide
    9sexy sadie
    10helter skelter
    11revolution1
    12savoy truffle
    13cry baby cry

    a parte rev.9, don't pass me by, wild honey pie, piggies e good night i quali mi fanno comunque, con rispetto parlando, piuttosto cagare, gli altri "scarti" sono pezzi normali o belli, che però ammosciano la genialità dei 13 pezzi di cui sopra. ogni tanto mi riascolto anche gli "scarti", la selezione originale, ecc. però il "mio album" lo trovo fottutamente migliore!

    m.

    RispondiElimina
  40. ho dimenticato il fucile caldo...fanno 14.

    m.

    RispondiElimina
  41. A me l'Album Bianco piace tutto, c'è poco da fare.
    Perfino Revolution 9...di solito salto Rocky Racoon, Long Long Long e Don't pass me by ma ad esempio "Wild honey pie" mi piace tantissimo (tanto che l'ho rifatta recentemente in studio per un altro progetto discografico - attaccata alla STUPENDA Can you take me back ? (il frammento alla fine di "Cry baby cry")

    RispondiElimina
  42. bellissima Can You Take Me Back!
    Credo di intuire anche il nuovo progetto in atto,Tony..


    NO NO NO..non mi convincete,pero'!

    Io sono assolutamnente x un approccio "tafazziano" ai vari albi.

    Bam Bam Bam..bottigliate sui maroni e via

    C

    RispondiElimina
  43. Il nuovo progetto avrà una lunga gestazione ma al momento consta di"I see you" (Byrds), "Can you take me back?/Wild Honey pie" (Beatles) e "The night rnr broke" oltre a "Within you without you" (Beatles ammo')

    RispondiElimina
  44. beatles ammo'?????

    RispondiElimina
  45. A proposito di Beatles
    Ai fans consiglio questo sito (di cui curo quotidianamente le news) www.pepperland.it)

    RispondiElimina
  46. sono un romanticone l'album bianco senza I will non sarebbe la stessa cosa...

    Giampaolo

    RispondiElimina
  47. il doppio bianco, sì... anche io lo ascolto tutto e mi sta bene. Certo, il tedio di "while my guitar..." è piuttosto tremendo... ma poi arriva "happiness" e tutto torna a posto! ;)
    Di "Sandinista" io feci una riduzione su una C-46, altro che C-90! E feci pure fatica a trovare pezzi per riempire il lato 2! :-)
    E infatti la riduzione in CD dura poco meno di 40' :-)... però il triplo LP ce l'ho, eh? Sta lì, da allra. I Clash non si discutono! :)

    RispondiElimina
  48. Tony! Stupendo pepperland! L'ho scoperto qualche giorno fa e sono impazzito! Non avevo idea che ci fossi dietro pure tu! Bravo!

    RispondiElimina
  49. REVOLUTION NR.9 fa parte integrante di tutto il discorso "concept" di cui sono stati maestri i Beatles:è un omaggio doveroso a JOHN CAGE,STOCKHAUSEN e ai padri della sperimentazione del 900.
    I FAB 4 sono stati grandi proprio per questo,nel fondere insieme tutti i linguaggi musicali del loro tempo,compresi quelli più colti e ostici al grande pubblico...io li amo IN TOTO,non riesco veramente a discernerne i vari aspetti,perchè ognuno di questi completa l'altro e pochissimi,dico pochissimi,altri gruppi della storia sono riusciti ad essere così eclettici,ma in modo assolutamente coerente.
    Così come ritengo un capolavoro WONDERWALL di George Harrison nel suo essere straordinario punto d'incontro tra i suoni d'oriente e d'occidente:una delle caratteristiche peculiari del movimento psichedelico è proprio questa,che ritengo tutt'ora ATTUALISSIMA.
    A proposito,Tony,non mi hai detto se hai già visto il nostro video del 6 Novembre....

    RispondiElimina
  50. Sul nuovo singolo di Paul devo dire che dopo averlo considerato piuttosto mediocre,dopo vari ascolti non lo trovo poi cosi brutto,anzi il contrario.Non si puo certamente annoverare tra le cose migliori,ma considerando quello che offre il panorama musicale mi accontento della song di mr.Weller.

    RispondiElimina
  51. Concordo con Ursus sui Beatles e anche su "Wonderwall" , un disco bellissimo e pressochè sconosciuto.

    Non ho ancora visto il video dei NoStrange perchè qui ho bloccati gli accessi a MySpace, YouTube etc.
    Rimedierò presto

    Dopo un po' di ascolti in effetti il singolo di Paolino non è poi così male. Niente di miracoloso ma decente.

    RispondiElimina
  52. Tony,il video te l'ho spedito sulla posta di facebook...se poi vuoi commentarlo mi farebbe piacere,sia Joyello che Pibio lo hanno apprezzato molto.
    Certo che venire a PC ci piacerebbe molto,ma ho paura che i gestori di quella zona abbiano tutt'altre idee,mi par di capire...

    RispondiElimina
  53. number nine, number nine, number nine, number nine, number nine, number nine, number nine, number nine, number nine, number nine, number nine, number nine, number nine, number nine, number nine, number nine, number nine, number nine, number nine, number nine...

    RispondiElimina
  54. Lele Catale mi consegnò un pacco di fotocopie dell’aspetto di fanzina intitolato ‘Emetico’. Non riuscì a leggere più di due pagine. Mi dissuase anche dall’assumere una colla di una nota marca che se ingerita essiccata avrebbe dato secondo alcuni grandi benefici allo spirito. Era il 1983.
    Obiettivamente è inutile negare che i pezzi dell’album bianco siano tutti allo stesso livello. Magari aggiungendo Hey Jude e Revolution versione elettrica e tagliando di qua e di la si ottiene l’album singolo perfetto, ma io quando lo ascolto non voglio perdermi nemmeno le ultime tre sviolinate del pezzo di Ringo è più forte di me.

    RispondiElimina
  55. "Emetico" era la fanzine che faceva Alex di Torino (che verrà ricordato dopo la mia presentazione al caffè Basaglia di via mantova l'8 dicembre)

    Ho ancora le copie.
    Era abbastanza illeggibile in effetti, molto particolare e cerebrale.

    RispondiElimina
  56. Per Ursus
    Piacenza è ormai una città bruciata per le date dal vivo
    Pochissima roba e esclusivamete i nambito locale o al massimo del giro garage/rock n roll.
    Per il resto neanche Gino Paoli arriva più da queste parti

    RispondiElimina
  57. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  58. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  59. Joyello..una c 46 x sandinista?!?!
    ma robe da matti!!

    In quanto alle autoriduzioni dei dischi..mi ripeto:
    credo sia una cazzata ,poi ognuno faccia cio che vuole ci mancherebbe (ma "tagliare pezzi dal BIANCO proprio non lo concepisco..)..cioe' il disco SINGOLO ideale??????
    ma mi faccia il piacere, qualcuno di voi esce al mattino con una scarpa sola?

    C

    RispondiElimina
  60. Lo stesso George Martin fu visto uscire nell'autunno londinese del 1968 con un piede nudo.

    RispondiElimina
  61. come già detto sono fiero sostenitore di abiti su misura. da sempre sono sinonimo di stile.

    però, prima di fare "riduzioni" bisogna:
    1) possedere l'album
    2) averlo ascoltato parecchio e ben digerito

    non sono di quelli che scarica 3 pezzi famosi da itunes store per metterli sull'ipod.
    il bianco ce l'ho da trent'anni e sandinista l'ho preso quando è uscito. trovo parecchio interessante ascoltarli per intero, perchè gli autori così li hanno concepiti ed esiste un senso per ogni cosa.

    detto questo esistono i gusti e la possibilità di scegliere (che uno può esercitare o meno, fatti suoi). se dei pezzi li trovo insopportabilmente noiosi, brutti, inutili riempitivi, ecc, non vedo perchè subire lo strazio di continuare a flagellarmi al loro ascolto.
    caro C. davvero non capisco. ritieni tutti gli album sacri e da ascoltare sempre per intero? è forse un atto di lesa maestà quella di tirare su la puntina dal vinile e passare al brano successivo? boh...

    m.

    RispondiElimina
  62. Secondo me, ribadisco, ci sono album "intoccabili" dove l'ascolto intero è funzionale all'album stesso (Il bianco, Quadrophenia, London Calling, Sandinista. Tommy, Electric Ladyland, Blonde on blonde , Exile on main strett etc)

    Altri dove è opportuno saltare qua e là (da "22dreams" a "Ummagumma" ad esempio, "Wheels of fire" dei Cream, "Psysical graffiti " dei Led Zep , "All things must pass" di George o "Sometimes in NYC" di John)

    RispondiElimina
  63. m, stavo esagerando ovviamente x scherzo..e mi divertono questo discorso e tutti i pareri espressi.

    mi piace cio' che dici riguardo alla volonta' espressiva degli autori. secondo me un "perche" c'e' sempre ( o perlomeno mi piace pensarlo)dalla tracklist,alla copertina, alle note,ai ringraziamenti..

    ed ora vado a flagellarmi con un bel quadruplo di..boh?!

    Tafazzianamente vostro

    Cristiano

    RispondiElimina
  64. ed aggiunggo,sempre citando m:
    indispensabile la conoscenza in toto..

    RispondiElimina
  65. Vorrei dire una BANALITA' ma penso che la questione riguarda sempre i gusti personali,vabbè si fa tanto per parlare...
    tornando invece alla storia dei concerti:mi sono reso conto della situazione attuale proprio leggendo qui e la sui vari forum,blog ecc...e in effetti quanto dici è verissimo,ma io purtroppo ero a digiuno da anni dall'ambiente.
    Non che la situazione negli anni 80 fosse meravigliosa,lo sappiamo bene,ma oggi mi pare proprio che ci sia un'appiattimento ed una omlogazione di fondo a cui è veramente dura sfuggire.
    E mi spiace constatare che questo non riguarda solo i soliti locali con le cover-band da 4 soldi,ma pure alcuni dei cosidetti posti alternativi.
    Riguardo al giro "garage" ne parlavamo proprio con Pibio giorni fa:temo che stiano facendo lo stesso percorso ottuso e settario come i punx duri e puri di un certo periodo,in quel caso c'era di mezzo l'ideologia politica ma oggi si creano pregiudiziali simili nei confronti di chiunque esprima suoni e ricerche espressive fuori da certi schemi:se non si hanno i requisiti classici dei 3 accordi sparati e tutti rubati da "psycho" dei Sonics (cover o non cover che siano,tanto si somigliano tutti)non si entra in certi posti.
    Per fortuna qualcuno di ampie vedute esiste ancora,ma fino a quando?

    RispondiElimina
  66. Aggiungo un commento che non c'entra un cazzo ma che piace ai giovani! :-)
    Ah no... il motico è che vorrei che questo thread arrivasse almeno a 70 commenti... quanto manca?

    Con ciò detto: The Beatles e anche Sandinista io li ho comprati quando sono usciti. The Beatles è consumato. Sandinista è pressocché intonso.
    Un motivo ci sarà. :)

    RispondiElimina
  67. exile on main street ha solo grandi canzoni. perchè saltarne qualcuna?

    blonde on blonde è un doppio strepitoso, lasciamolo integro.c'è poco o niente da ridurre. tra l'altro su questo album c'è il clone di norvegian wood (o non è forse il contrario?la questione in merito è sempre stata controversa tra dylan e lennon).

    electric ladyland sarebbe stato un altro SINGOLO da paura: fuori vodoo chile da 15 minuti, dentro voodoo chile (slight return), skip su 1983, all the gods, moon turn the tides ed have you ever been. all along the watchtower è INCREDIBILE. la migliore cover di questo pezzo mai registrata. migliore persino dell'originale (c'erano riusciti solo i byrds a fare meglio di dylan).

    m.

    RispondiElimina
  68. 70 è mio
    l'ho visto prima io !

    RispondiElimina
  69. Signora maestra !!! C'è Stax che dici le parolacce,ha sentito lo sporcaccione??? BUUHHH !

    RispondiElimina
  70. Ecco,lo sapevo...come al solito si degenera.
    Vergogna !

    RispondiElimina
  71. Siete dei Teddy Boys!

    RispondiElimina
  72. Cpt come al solito arrivi tardi..Ursusse e' un marpione,ma che dico..un centravanti di rapina..alla Gerd Muller..una distrazione e via..te lo mette nel FRAC!!

    Che figo questo post,Tony!

    A che number siamo di commenti? Number 9..ninety?

    m,mi rinfreschi la diatriba su Blonde on Blonde?

    Cristiano

    RispondiElimina
  73. no Joyello teddy boys NO!!

    RispondiElimina
  74. BLONDE ON BLONDE è il capolavoro di Dylan,insieme a "Bringing it all back home" e "Highway 61 revisited" !!!
    Non ci sono cazzi,non vogliamo mica metterci a discutere su questi dischi,cazzarola...piuttosto con tutta la monnezza che si sente oggi in giro è più facile indicare quelle 2 o 3 cose che si salvano,nel panorama attuale così desolante.
    Se devo mettermi a pensare cosa vorrei bocciare in quell'epoca,invece,faccio veramente fatica...lo confesso.

    RispondiElimina
  75. infatti, ho detto che blonde on blonde è un disco strepitoso. per me, oltre a quelli che citi ti -ursus- tra i migliori di dylan metterei sicuramente anche blood on the tracks, disco del quale sono innamorato perso, sia nella versione più conosciuta che nelle cosiddette "new york sessions". capolavoro assoluto.

    cristiano: in blone on blonde c'è 4th time around, un pezzo che somiglia molto a norvegian wood. si dice sia la risposta di dylan al pezzo di john, il quale si era ispirato proprio a dylan per scrivere sia la musica che il testo di norvegian wood. i più maligni dicono che lennon abbia rubato norvegian wood a dylan, il quale gli fece ascoltare una prima versione di 4th time around in privato nel 1965. altri suggeriscono che quel pezzo fosse proprio un avvertimento a john di smetterla di copiare (la paranoia di lennon fu stimolata anche dal testo che pare una parodia di quello dei beatles e da un verso in particolare "I never asked for your crutch / Now don't ask for mine").
    credo che moriremo non conoscendo mai la verità. però chissenefrega? ci sono rimaste due belle canzoni, no?

    m.

    RispondiElimina
  76. "Highway" , "blonde on blonde" , "Subterannean homesick blues" sono i capolavori dei 60's, ma quello che ascolto più volentieri è "Desire" con "hurricane" e "Isis"

    RispondiElimina
  77. m, tanx..tutto torna alla memoria!

    Il Dylan elettrico periodo beat e' anche secondo me il migliore.
    Successivamente adoro "TANGLED UP IN BLUE2,c'ho proprio un'ossessione.

    Io ho HURRICANE 45 in vinile che era in regalo con Ciao 2001..altri tempi

    C

    RispondiElimina
  78. "Tangled up in blue" è uno dei pezzi preferiti di sempre in assoluto.
    Da mettere in top con "Lust for life" di Iggy Pop, "London calling" dei Clash, "Hey bulldog" dei Beatles, "You really got me" dei Kinks, "Town called malice" dei Jam , "My Sharona" dei Knack" , "Abba" dei Paragons, "Get ready" dei Temptations....
    Ma proprio tra i primi 10 o 20.

    Farò un post su Dylan

    RispondiElimina
  79. e dylan fara' un post su di te

    RispondiElimina
  80. Tra l'altro il singolo del nuovo album dedicato al Natale è fighissimo. Sembra Tom Waits con i Pogues e Dylan alla voce.
    Notevole.
    Più invecchia e più spacca

    RispondiElimina
  81. Dylan ha fatto meglio di "Desire", buon album ma certo non il suo migliore, anzi

    RispondiElimina
  82. d'urso quale dei due ?

    RispondiElimina
  83. Sicuramente "Highway 61 revisted" e "blonde on blonde" sono superiori artisticamente ma "Desire" è quell oche ascolto più voentieri

    RispondiElimina
  84. d'urso junior o d'urso senior?

    RispondiElimina
  85. sono entrambi senior

    RispondiElimina
  86. che spaccano..i cxxxxxxx

    RispondiElimina
  87. senior era un tastierista degli Statuto

    RispondiElimina
  88. Proto-punk geniuses The Who will help sell useless consumer goods to millions of citizens in more than 230 countries around the world by performing at the Super Bowl XLIV halftime show Feb. 7.
    The halftime show is sponsored by rubber 'n' tire king Bridgestone Corp. and will provide relief from the Oakland Raiders vs. Dallas Cowboys - or whatever - game. The Who is hawking its Greatest Hits CD, due Dec. 22.

    RispondiElimina
  89. e junior quello prima,oltre che un giocatore del turino

    RispondiElimina
  90. dai che si arriva a 100,bischeri

    RispondiElimina
  91. dai che si arriva a 100,bischeri

    RispondiElimina
  92. 100 allora l'ho beccato IO...
    vi ho fatto fessi di nuovo !!!

    Ma si vince qualcosa in sto gioco ?

    RispondiElimina
  93. Mi spiace URSUS. E mi spiace per due cose:
    1) Non si vince niente
    2) Fessi non ci hai fatti: il 100 l'ho preso io!

    :-)

    RispondiElimina
  94. ursussse ritirati!!

    RispondiElimina
  95. Quello che ha detto 99 ha sbagliato prima di me,però !

    RispondiElimina
  96. ciao tony sono mauro (giallognolo) da campobasso ho bisogno di contattarti perchè avrei intenzione di presentare "mods generations" qui a cb
    la mia mail è mauro.minervini@mercurioscarl.it e cell. 346.3942114
    grazie

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails