lunedì, novembre 09, 2009

Berlin Wall





In alto i Not Moving al Muro nel febbraio del 1984

9-11-1989
9-11-2009

Governmennts crack and systems fall
'cause Unity is powerful -
Lights go out - walls come tumbling down!


(Style Council - The walls come tumbling down)

23 commenti:

  1. momento tra i piu' importanti di tutta la storia moderna.
    un amico era li e mi dono' una scheggia del muro. che conservo ancora.
    C

    RispondiElimina
  2. Io l'ho comprata l'anno dopo...chissà se è vera o farlocca.
    Però ce l'ho.

    RispondiElimina
  3. Il mondo è cambiato nel giro di una notte...
    io mi ricordo che all'epoca ho pensato:
    "cazzo che merda gli Scorpions!"

    RispondiElimina
  4. parole sante,fratello
    C

    RispondiElimina
  5. e pure gli Iron Maiden!

    RispondiElimina
  6. Anche se , anche se "Run to the hills" ai tempi fece un certo effetto

    RispondiElimina
  7. peccato che quel muro sia stato prontamente rimpiazzato in altri luoghi della terra (tra cui la palestina); che il mondo non sia andato incontro a magnifiche sorti, anzi è drammaticamente aumentato il divario tra i pochi che hanno sempre di più e la miseria e l'impotenza del resto dell'umanità; che le guerre non siano affatto diminuite, anzi; che l'invadenza della chiesa cattolica e delle altre confessioni religiose ci abbia rigettato indietro di decenni nei diritti civili; che a 20 anni da quella caduta il mondo è finito in una spaventosa crisi economica che non vedeva da 80 anni e milioni di persone non abbiano più un lavoro.

    peccato anche che il nostro pianeta sia più o meno nelle condizioni in cui versava la ddr alla fine degli anni 80.

    certamente brindiamo alla fine di un fottuto regime autoritario e militaresco (tra l'altro, mentre scrivo mi viene in mente "le vite degli altri", un bellissimo film sulla realtà della ddr e non solo).

    l'unica cosa che trovo insopportabile è la vuota retorica dei potenti.

    m.

    RispondiElimina
  8. O.T.

    Ray Davies, nuovi pezzi con i Kinks. Ma Dave non c'è.

    Di reunion dei Kinks si parla da anni. Ray Davies la invoca, il fratello Dave nicchia. Nel marzo dello scorso anno Ray aveva detto: “So che tre quarti del gruppo vuole la reunion, può farcela ed è disponibile. L’altro quarto, un quarto molto vitale, mio fratello, ci sta pensando perché si sta rimettendo da una brutta malattia. La sua mano destra non è ancora perfettamente a posto ma mi sembra che stia andando molto meglio”. E' passato un anno e mezzo (abbondante) e cosa è cambiato? Poco. Ray continua a pensarci, Dave non pare molto interessato. E così Ray deve accontentarsi di una versione annacquata dei Kinks. "Sono stato in studio con un paio di ex Kinks", ha detto il musicista. "Il batterista Mick Avory, con noi dall'inizio, più il bassista Jim Rodford e il tastierista Ian Gibbons che arrivarono più tardi. Abbiamo quattro o cinque nuovi pezzi. Vediamo come vengono, perché è da otto o nove anni che non suono con i Kinks. Adesso vediamo cosa dice Dave, anche se non so come potrebbe essere messo fisicamente. Però io e lui ci sentiamo al telefono, vediamo". Un eventuale album dei Kinks, sorti nel 1963 e specialmente famosi per "You really got me", sarebbe il loro primo da "Phobia" del 1993

    RispondiElimina
  9. spero non si riuniscano mai. sarebbe come reincontrare 40 anni dopo la ragazza carina che trombavi quando eri 18enne...

    che tristezza

    m.

    RispondiElimina
  10. minchia, abbiamo mica tutti 58 anni, qua!!

    RispondiElimina
  11. Mio fratello si,io non ancora...calma un attimo !

    RispondiElimina
  12. ahaha Pibio!vero..

    m: e se la ragazza,40 anni dopo, fosse nel frattempo diventata una BELLA DONNA?(succede...succede..).

    E se fosse invece lei a chiedersi cosa ti e' successo visto che anche con te il tempo potrebbe non esser stato gentile?

    mumble mumble..

    Cristiano

    RispondiElimina
  13. w le donne w le belle donne che sono le colonne dell'amor..
    e noi guardiamoci allo specchio..va

    RispondiElimina
  14. inoltre..ho sentito lo stesso atteggiamento (personale,x carita9 sugli WHO ad esempio..e meno male che si sono riuniti!
    la lista sarebbe lunga..in altri casi non me ne e' fregato nulla
    C

    RispondiElimina
  15. Il rock "vecchio" sa può ancora dare parecchio.
    Nella mia classifica dei migliori album del decennio (di cui avevo vagamente anticipato qualcosa qualche post fa) ci saranno sicuramente "Endless wire" degli Who, "A bigger bang" degli Stones e "Love" dei Beatles.

    RispondiElimina
  16. la metafora della ragazza rappresentava quello che succede quasi sempre. certo, può anche essere che a 50 anni una donna (o un uomo) sia meglio che a 20 e può essere che i kinks a 60 ci facciano dimenticare you really got me. però sono...come dire...eccezioni? quasi sempre quello che accade, almeno per me, è un gusto amaro e quello che comunemente si definisce nostalgia. comunque se hanno qualcosa ancora da dire ben vengano. le mie aspettative sono nulle. preferisco non rovistare sempre nel baule dei ricordi.

    m.

    RispondiElimina
  17. IN effetti per tre album che ho citato ce ne sono una lista infinita di altri (frutto di reunion) assolutamente senza significato (a partire dal ritorno degli Stooges - qualcuno se ne ricorda ? - ai vari Deep Purple etc etc)

    RispondiElimina
  18. solo per precisare e senza alcun intento polemico: guardandomi allo specchio non mi trovo affatto migliorato rispetto a 20 anni fa. avrò acquisito altre qualità (esperienza, saggezza, e così via) ma più bello non direi... :-)

    inoltre era ben lungi da me l'idea di una metafora anche solo vagamente sessista.

    m.

    RispondiElimina
  19. love (cirque soleil) più che reincontrare la ragazza 40 anni dopo, è un pò come ritrovare le vecchie foto nel cassetto ed elaborarle un pochino con photoshop. il risultato può anche essere spettacolare ed emozionare molto, ma non è che i fab2 abbiano qui dimostrato 'sta gran vena creativa. secondo me parte del mito che circonda i beatles è dovuto alla loro sacrosanta decisione di non aver mai fatto alcuna reunion. chapeau.

    m.

    RispondiElimina
  20. d'accordissimo
    Il mito resiste perchè si ferma al 1970.
    Una carriera perfetta, che inizia nei primi 60's e muore negli ultimi giorni della decade.

    "Love" non è un gran disco, anzi, ma a me piace un casino, pur se hanno violentato (senza nessun scopo) un repertori oche si poteva pur lasciare lì com'era.

    RispondiElimina
  21. appunto..puo' essere come eccezione che si migliori,come non e' detto che si debba cosi peggiorare x forza.
    m, giustamente, parla di baule dei ricordi..nessuna aspettativa,certo. ma neanche prevenzione toutcourt ne' x i Kinks ne' x nessun altro (i dischi e nomi che cita Tony dimostrano proprio questo)
    C

    RispondiElimina
  22. Genial dispatch and this enter helped me alot in my college assignement. Say thank you you as your information.

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails