giovedì, novembre 05, 2009

Mod Heroes - Randy Cozens






Randy Cozens fu uno dei rari mods dei 60’s che restò in contatto con la scena della fine dei 70’s.
Collezionista, cultore del mod sound, fondò con Ady Croadsell il 6t’s Rythm and Soul Club a Covent Graden (per poi trasferirlo al 100 Club ad Oxford St). E’ scomparso nel 2003.
Nell’agosto del 1979 la rivista “Sounds” pubblico’ la sua lista delle 100 top mod records, cambiando radicalmente il mondo del mod sound , fino ad allora relegato ai classici Who, Jam, Small Faces e a qualche nome famoso del soul.

Eddie Piller (prime mover del mod inglese e fondatore dell'Acid jazz records oltre che scopritore di Prisoners, Makin Time e Jamiroquai tra gli altri) lo ricorda come un compulsive tape maker.
Era il suo modo di educare chiunque volesse aspirare ad una conoscenza di quello che era il 60’s soul.
Scriveva continuamente lettere alle riviste musicali incitando i nuovi mods a scoprire il vero soul e le radici del mod sound. Tanto che “Sounds “ gli chiese di compilare la famosa lista.
In cui, per evitare (e scoprire) qualcuno che rivendicasse il merito di averli tutti, inserì un brano fasullo (facilmente identificabile)

1. What’cha Gonna Do About It – Doris Troy (Atlantic)
2. So Far Away – Hank Jacobs (Sue)
3. Come See About Me – Nella Dodds (Pye Int)
4. Hole In The Wall – George Stone (Stateside)
5. Que Sera Sera- The High Keys (London)
6. Getting Mighty Crowded – Betty Everett (Fontana)
7. I Don’t Wanna Fuss – Sugar Pie Desanto (Pye Int)
8. Walking The Dog – Rufus Thomas (London)
9. Hold What You Got – Joe Tex (Atlantic)
10. Time Is On My Side – Irma Thomas (Liberty)
11. I Can’t Believe What You Say – Ike And Tina Turner (Sue)
12. The Drifter – Ray Pollard (UA)
13. Any Day Now – Chuck Jackson (Stateside)
14. The Monkey Time – Major Lance (Columbia)
15. La De Da, I Love You – Inez And Charlie Foxx (Sue)
16. The Cheater – Bob Kuban And The In Men (Stateside)
17. I’m In Your Hands – Mary Love (King)
18. The Jerk – The Larks (Pye Int)
19. I Had A Talk With My Man – Mitty Collier (Pye Int)
20. Oh No Not My Baby – Maxine Brown ((Pye Int)
21. Gotta Have Your Love – The Sapphires (HMV)
22. Everybody Needs Somebody To Love – Solomon Burke (Atlantic)
23. La La La La La – The Blendells (Reprise)
24. Ride Your Pony – Lee Dorsey (Stateside)
25. Selfish One – Jackie Ross (Pye Int)
26. Tired Of Being Lonely – The Sharpees (Stateside)
27. El Watusi – Ray Barretto (Colombia)
28. Treat Her Right – Roy Head (Vocallion)
29. Who’s Cheating Who? – Little Milton (Chess)
30. Out Of Sight – James Brown (Phillips)
31. Mercy Mercy – Don Covay (Atlantic)
32. Open The Door To Your Heart – Darrell Banks (Stateside)
33. A Little Piece Of Leather – Donnie Elbert (Sue)
34. Go Now – Bessie Banks (Red Bird)
35. Searching For My Love – Bobby Moore (Chess)
36. You Can’t Sit Down – Phil Upchurch Combo (HMV)
37. The Duck – Jackie Lee (Fontana)
38. Doctor Love – Bobby Sheen (Capitol)
39. She Blew A Good Thing – The American Poets (London)
40. Watch Your Step – Bobby Parker (Sue)
41. Love Ain’t Nothin’ – Johnny Nash (Pye Int)
42. Randy – Earl Jean (Colpix)
43. Rancid Polecat – Ian And The Clarks (Liberty)
44. Oowee Baby I Love You – Fred Hughes (Fontana)
45. A Touch Of Venus – Sandy Wynns (Fontana)
46. Don’t Let Me Be Misunderstood – Nina Simone (Phillips)
47. Ain’t Love Good, Ain’t Love Proud – Tony Clark (Pye Int)
48. I’ve Got A Woman – Jimmy McGriff (Sue)
49. Candy – The Astors (Atlantic)
50. Smokie Joe’s La La – Googie Rene Combo (Atlantic)
51. Mr Bang Bang Man – Little Hank (London)
52. It’s Rough Out There – Jerry Jackson (Cameo)
53. Oh How Happy – Shades Of Blue (Sue)
54. Ain’t Nobody Home – Howard Tate (Verve)
55. Dimples – John Lee Hooker (Stateside)
56. Long After Tonight Is Over – Jimmy Radcliffe (Stateside)
57. Twine Time – Alvin Cash (Stateside)
58. Lipstick Traces – The O’Jays (Liberty)
59. Let The Good Times Roll – Bunny Sigler (Cameo Parkway)
60. There’s Nothing Else To Say Baby – The Incredibles (Stateside)
61. Peaches And Cream – The Ikettes (Stateside)
62. What’s Wrong With Me Baby – The Invitations (Stateside)
63. Hole In The Wall – The Packers (Pye Int)
64. Finders Keepers – Gloria Jones (Stateside)
65. Nothing Can Stop Me – Gene Chandler (Stateside)
66. See You At The Go Go – Dobie Gray (Pye Int)
67. Love Makes The World Go Round – Deon Jackson (Atlantic)
68. Cool Jerk – The Capitols (Atlantic)
69. The In Crowd – Ramsey Lewis Trio (Chess)
70. Rescue Me – Fontella Bass (Chess)
71. 60 Minutes Of Your Love – Homer Banks (Liberty)
72. Sweetest Thing This Side Of Heaven – Chris Bartley (Cameo)
73. A L’il Loving Sometimes – Alexander Patton (Capitol)
74. You’ve Got To Pay The Price – Al Kent (Track)
75. Make Me Yours – Bettye Swann (CBS)
76. The Pain Gets A Little Deeper – Darrow Fletcher (London)
77. Talk Of The Grapevine – Donald Height (London)
78. Always Something There To Remind Me – Lou Johnson (London)
79. Steal Away – Jimmy Hughes (Pye Int)
80. Yes I’m Ready – Barbara Mason (London)
81. Gee Whiz – Carla Thomas (Atlantic)
82. My Girl Sloopy – The Vibrations (London)
83. Gypsy Woman – The Impressions (HMV)
84. You Don’t Know Like I Know – Sam And Dave (Atlantic)
85. I’ll Take Good Care Of You – Garnett Mimms (UA)
86. Nothing Takes The Place Of You – Toussaint McCall (Pye Int)
87. The 81 – Candy And The Kisses (Cameo)
88. Mr Pitiful – Otis Redding (Atlantic)
89. This Can’t Be True – Eddie Holman (Cameo)
90. You Got Too Much Going For You – Jimmy Beaumont (London)
91. Help Me – The Spellbinders (CBS)
92. Higher And Higher – Jackie Wilson (Coral)
93. That’s Enough – Rosco Robinson (Pye Int)
94. I Wanna Be – The Manhattans (Sue)
95. Spring – Birdlegs And Pauline (Sue)
96. Peace Of Mind – The Magnificent Men (Capitol)
97. Hey-Sah-Lo-Nay – Mickey Lee Lane (Stateside)
98. Mercy – Willie Mitchell (London)
99. Gypsy Woman – Derek And Patsy (Island)
100. Dr Kitch – Lord Kitchener (Jump Up)

18 commenti:

  1. a me in realtà piacerebbe sapere qual'è la canzone fasulla...
    Marco MODS Trieste

    RispondiElimina
  2. forse mi sbaglio ma sto giochino l'avevi gia' proposto..e se non erro Flav aveva sgamato il brano FAKE, isn't it?

    C

    RispondiElimina
  3. Si era tra i commenti di un altro post, non mi ricordo quale.
    Il brano è riconoscibile perchè ha un titolo quanto mai IMPROBABILE

    RispondiElimina
  4. Mr. Bang bang man ?

    RispondiElimina
  5. In effetti abbastanza improbabile anche quello, ma però esiste eccome. E' un altro.

    RispondiElimina
  6. Risposta esatta.

    racconta eddie piller che ogni tanto si trova ancora gente che lo cerca disperatamente....

    Ma anche che Randy era un tipo pazzesco.
    Piller gli disse che da tempo cercava uno di questi 45.
    Il giorno dopo gli arrivò a casa direttamente dalla collezione di Randy, che lo aveva comprato nel 1965.

    RispondiElimina
  7. Ciao Tony, l'altra sera in sala prove Pibio mi ha dao una copia di "Old Soul Rebel".Oltre ad essere onorato per la presenza l'ho già macinato più volte nel lettore.
    Complimenti per a carriera,le idee,l'energia che hai e che fai muovere;questo soprattutto ho sentito nelle poche ore di lavoro condiviso!
    E grazie ancora per la chiamata!
    Andrea "Smilzo"

    RispondiElimina
  8. al di là della bellezza di questa leggendaria top 99 (che è stata da un lato fonte di ispirazione per generazioni di mods e dall'altro a volte criticata all'interno della scena per omissioni, ma come qualsiasi top 99 che potremmo tentare di assemblare!!) quello che fa effetto è anche il fatto che nel 79 un mod 31enne era considerato una anomalia, un pesce fuor d'acqua.

    se mi metto nei miei panni e nella mia testa di 18enne (nel 79) era proprio cosi'! io mi sentivo già "vecchio" figurati trovarsi un 30enne in compagnia.

    viceversa anche i mods originali (cosenz una rara eccezione) non lo concepivano come "way of life" ma una moda legata ad un certo preciso momento della loro adolescenza.

    cioè sia gli originals che la successiva ondata 79esca avevano un range dai 15/16 anni ai 18/19. e, specialmente la prima ondata, mollava "lo stile" prima di essere maggiorenni.

    adesso non è per niente strano trovarti a parlare alle feste di cose che ti accomunano con gente dai 17 ai 50...e più :)

    bene male? boh

    RispondiElimina
  9. Leggevo un Rolling Stone del 1980 in cui si parlava di ROCK SENATORIALE parlando di Who , Kinks e Pretty Things.
    Townshend e Ray Davies all'epoca avevano 35 anni.

    E comunque anch'io quando avevo 18 anni (1979) e vedevo dei punks o dei mods di 22/23 anni mi chiedevo come potessero essere ancora nella "scena" a quell'età lì.

    In questo senso ricordiamoci che i mods originali dei 60's , nel 1979 avevano poco più di 30 anni, ma nessuno di loro lo ritrovammo all'interno del mod revival.

    E' totalmente cambiata la percezione dell'età, rispetto ai tempi. Siamo la prima generazione che passati (chi da molto chi da poco) i 40 anni, mantiene i legami con l'adolescenza strettissimi.

    RispondiElimina
  10. Ps: grazie mille Andrea per i complimenti.
    Vale il mio commento precedente, che tradotto suona come "a lè tam me un ragass" (è rimasto un bambino)

    RispondiElimina
  11. Infatti credo proprio che si ricolleghi a quanto già detto prima:questo presente è talmente povero di novità da indurre chiunque,giovane o maturo che sia,alla coltivazione dei ricordi...ci vuole il pollice verde,comunque,ogni tanto bisogna dargli un'annaffiata.
    Stasera al Caffè Basaglia suoneremo tutti insieme,giovani e meno giovani:noi ovviamente siamo nella lista dei vecchietti,ma accompagneremo pure il reading poetico di GIANNI MILANO,esponente della beat generation che ha oggi 71 anni...avercene di vecchietti così !!!

    RispondiElimina
  12. io non credo di essere "rimasto" cosi x mancanza di nuove idee,ursusse..
    semplicemente seguo la mia indole, il mio stile, i miei gusti..e se riguardo foto di venticinque anni fa (sono del 66) mi vedo vestito uguale, con gli stessi (ma meno) dischi, concerti ecc..perche' abbandonare cio' che amo da praticamente da sempre?

    may you stay forever young..

    massimo rispetto x il grande Gianni MIlano!
    avercene davvero..il problema e' farlo smettere!!

    Cristiano

    (Ursus, buon concerto,saluta Tony..un abbraccio NOSTRANO)

    RispondiElimina
  13. "Mancanza di nuove idee" non era rivolto a noi qui presenti,ovviamente...mi riferivo in generale alla grande massa di fruitori,commercianti e diffusori di musica.
    Pure io sono rimasto fedele al mio stile,chi ha ancora qualche dubbio in merito dovrà ricredersi...sopratutto ascoltando i prossimi concerti ed il nuovo album.

    RispondiElimina
  14. avevo inteso bene,ovviamente non qui..chiaro.
    quanto alla tua coerenza e ispirazione credo non ci possa proprio esser nessuno che abbia di che dubitare
    C

    RispondiElimina
  15. l'altro, a me il 45 giri della numero 87 mi dovrebbe arrivare lunedì o martedì... speravo mi arrivasse ieri o oggi, che la mettevo alla serata che facciamo qua a trieste, e invece niente...
    Marco MODS Trieste

    RispondiElimina
  16. Quella di 'Rancid Polecat' fu una sottilissima manovra per collegare la scena Soul (Cozens non usò mai il termine Northern Soul, ma solo e soltanto Soul) alla (ri)emergente scena Mod.

    Il fake era ovvio per qualsiasi frequentatore delle allnighter soul dell'epoca (Stafford, 6ts Society...), in quanto il gruppo, ian & the Clarks, faceva riferimento al dancer/ DJ Soul Ian Clark, responsabile di molte belle copertine di Kent Rds.

    Un'altra curiosità, le prime allnighter della 6ts Society si tennero in un locale al 79 Oxford St., proprio lo stesso spazio che nei 60 ospitava il Last Chance saloon, a detta del proprio Cozens, il miglior mod club londinese dell'epoca.

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails