venerdì, settembre 02, 2011

Calcio Pulito: Le Maglie particolari





Calcio Pulito è una nuova rubrica che parlerà di quel calcio che non ha nulla (comunque poco) a che fare con quello attuale, destinato a televisione, faccendieri, veline etc.
Parleremo di aspetti, avvenimenti, personaggi che lo rendono pur sempre il gioco più bello del mondo.

Esordiamo alla prima di campionato con una carrellata sulle Maglie più particolari del calcio italiano.
Maglie ormai sfigurate da sponsors e da improbabili modifiche ma che conservano invece un fascino speciale nella loro accezione originaria.

Il viola della Fiorentina, il rosa nero del Palermo e il “blu cerchiato” della Sampdoria sono buoni esempi di una certa creatività cromatica.
A cui replicano il lilla del Legnano e il grigio nebbia dell’Alessandria.
Ricordo nei 70’s il Derthona (di Tortona) con una maglia a scacchi grandi in bianco e nero.
Stesso colore del Casale ma che su sfondo nero ostenta sul petto una grande stella bianca.
Anche la Sestrese (Ge) ha una stella bianca ma su sfondo verde.
L’amaranto azzurro del Rieti è molto inglese e particolare, tanto è ardito l’accostamento grigio rosso della Cremonese.
Può sembrare scontato il bianco azzurro a strisce della Spal ma ha quel sapore “antico” che lo rende subito riconoscibile.
Infine segnalo che il Gragnano Calcio (dove gioca mio figlio) ostenta un particolare nero verde e che a Fidenza (Pr) si fronteggiano due divise anche da una scelta dei colori sociali piuttosto particolare.
Bianco e nero per il Fidenza, granata per la Fidentina.

Buona parte delle notizie contenute sono estratte da un articolo di Peter Fleming sulla fanzine cartacea “Il Giro”


111 commenti:

  1. metto anche il giallo - azzurro della carrarese,ale'!!

    RispondiElimina
  2. vado un po fuori dal vaso.. quando ero piccolo mi affascinavano le maglie dei club inglesi per certe scelte cromatiche impensabili in italia. ricordo un club di londra con maglia totalmente nera. poi le magliette con corpo di un colore e maniche di un altro, tipo la stupenda maglia del west ham. anche queste in italia non esistevano. lo shock irreparabile poi nel 74, mondiali con il primo tv a colori (pal e secam... tonalità improbabili) dal bar tabacchi di fronte alla casa dei nonni (lo stesso che ancora adesso frequentiamo io ed il cugino, e la stupenda maglia degli orange col portiere in giallo/pantaloncini bianchi!

    RispondiElimina
  3. quella del River (e anche del Perù) con la banda rossa trasversale!

    RispondiElimina
  4. La "crociata" del Parma non può mancare, con quel tocco volendo un po' macabro... Da piccolo, negli anni 80, quelle della Roma, con lo stemma della lupa e la scritta 'Barilla', e del Verona, blu con righine gialle oblique, mi avevano colpito l'immaginazione...


    Wite

    RispondiElimina
  5. il neroverdearancio del Venezia!
    (bella da dio quella del Verona blu a righine gialle!)

    RispondiElimina
  6. Ma a Legnano, per avere quella tonalità di Lilla lì, si saranno rivolti a un pottore?

    W

    RispondiElimina
  7. Bella neroverdearancio del Venezia, indosso al casula Recoba faceva faville!

    W

    RispondiElimina
  8. neroverdearancio e' casulissima..
    ma biancoenera a strisce verticale e' OP-Art e quindi la meglio!
    C

    RispondiElimina
  9. Le maglie a strisce verticali non vengono prese in considerazione, Spal a parte

    RispondiElimina
  10. neanche il leggendario Pescara di Galeone??

    RispondiElimina
  11. la ternana aveva la maglia a strissie verticali più brutta al mondo.

    RispondiElimina
  12. Piccola parentesi Nazionali: vi ricordate la divisa dell'Algeria anni 80 di Rabah Madjer?

    W

    RispondiElimina
  13. e la pettinatura di Valderrama?
    C

    RispondiElimina
  14. verde arancio ternana bruttissima

    RispondiElimina
  15. chi sono quelli in nero con stella della foto?

    RispondiElimina
  16. Valderrama usava una pottura per capelli apposta

    W

    RispondiElimina
  17. e la rugbistica Propatria?
    C

    RispondiElimina
  18. W,pensa se fosse stato pure chirattista..che star!
    C

    RispondiElimina
  19. Fermi !!!!
    Qui si parla di maglie italiane.
    Poi andremo sulle straniere e su quelle delle nazionali....e che cazzo !!!

    RispondiElimina
  20. AhAhAh! Valderrama Superstar! Ce lo vedo anche a suonare il sax o quella tastiera elettronica a tracolla!

    W

    RispondiElimina
  21. Oddio che topic da sbrocco totale!!! Allora andiamo con ordine: Quotissimo per Csl Stax, la maglia della Ternana è la più brutta al mondo...ma io lo dico per motivi di campanile :-) La maglia del Villa, che poi ispirò la divisa Hammers per una antica storia di scommesse perse(trattasi di una corsa tra due persone quindi nulla di illegale), è stato il motivo per cui mi sono innammorato dell'AVFC alla tenera età di 10 anni. L'effetto cromatico e l'originalità mi colpirono molto. Rilancio con l'arancio con bordi blu della vecchia Pistoiese, il rosso fuoco con grifone bianco sul petto del Perugia di fine anni 70 con Castagner in panca ed il super Casula Sollier in campo, il tutto bianco della Pro Vercelli(è storia poco da dire) e pure il Granata del Toro. La maglia del Casale è fantastica. Domanda: i claret and blue in foto sono i giocatori del Rieti?
    UTV
    Charlie
    Ps: capitolo nazionali: il verdissimo Eire di Italia '90, qualsiasi maglia della Celeste, il rosso fuoco dell'Inghilterra campione del mondo ed il blu-notte della DDR a Germania '74.
    Pps: capitolo "strisciate": il giallo-nero Penarol...strepitoso

    RispondiElimina
  22. ..ooops non avevo letto il post di Tony
    sorry

    charlie

    RispondiElimina
  23. Maglia Viola e pantaloncino nero; Fiorentina 1968-69, secondo scudetto.
    Alè Viola ! ;o)

    RispondiElimina
  24. W, grande Valderrama superstar con la tastiera a tracolla e dietro di lui un batterista tozzo in canotta senza maniche che rulla una bella fila di rototom..!
    C

    (Tony stavo rilanciando il mitico casula D KIPIANI e la seconda maglia del Tiblisi,a strisce verticali ma diverse all'altezza spalle..vedere foto,difficile spiegare)

    RispondiElimina
  25. L'Udinese ai tempi di Zico aveva una maglia fantastica. Strana quella biancorossa del Rimini tipo bandiera nautica...

    Splendida Penarol! Nel parmense, lo Zibello aveva la maglia uguale. Invidiatissimi! Tra l'altro, a Zibello ci ho perso 12 a 0 una domenica mattina d'inverno, con diluvio e rischio esondazione argine del Po. Fanculo.

    W

    RispondiElimina
  26. wite June e' Matteo o Roberto?

    RispondiElimina
  27. la maglia di pippo franco e' casula ma non calcistica

    RispondiElimina
  28. Matteo.

    Roberto fa il pottore

    RispondiElimina
  29. Il verde della maglia dell'Avellino (con collo a v bianco)ai tempi della serie A era più bello anche di quella degli irlandesi!
    A Napoli c'è una band che si chiama
    Valderrama 5...

    RispondiElimina
  30. e' tony che t'ha chiamato roberto, ormai rincoglionito

    RispondiElimina
  31. grande pibio! valderrama 5!!!!
    Casula!
    C

    RispondiElimina
  32. Io l'ho chiamato Roberto ?? Ma siamo matti ?? Io lo chiamo Wite e basta.
    Si chiama così, altro che Roberto o Matteo.
    Sulla carta d'identità c'è scritto Wite e basta...

    RispondiElimina
  33. Casula Siempre!
    ecco, che ne dite della netiquette ufficiale Casula? eccola qui:

    :-

    RispondiElimina
  34. Allora "Roberto" sarà il mio nome di battaglia da partigiano casula!

    grandi Valderrama 5, ci sarà anche quello vero in mezzo?!

    Pibio, ma Avellino anni 80, quando si scontrava con il celeste Empoli, che effetto era?!

    W

    RispondiElimina
  35. eh, ma l'Avellino aveva i calzoncini bianchi!
    :-

    RispondiElimina
  36. Ma Avellino e Empoli negli anni '80 mi sa che non si sono mai incrociate in seria A, la scalata dei toscani avvenne quando già gli Irpini erano tramontati dal grande calcio(se di grande calcio si può parlare). La maglia del Catanzaro del grande(piccolo)Palanca era fantastica: rossa con bordoni gialli!
    Charlie

    RispondiElimina
  37. Si, Charlie, mi confondo con il Como? Possibile?
    Massimo Palanca idolo incontrastato!

    Scusate, ma non posso NON menzionare le divise calsalinghe Scapoli-Ammogliati del primo Fantozzi. Portiere e Calboni con maglia del Milan su tutti...e spronerei i fratelli maggiori casula ad elaborare una divisa per eventuale Rappresentativa Casula.

    Matteo "Roberto" (White) Bianchi

    RispondiElimina
  38. AhAhAH, Pibio, l'ho capita adesso!

    :-

    e quando non se possiamo più

    8-

    RispondiElimina
  39. Alla tastiera Valderrama e alla chitarra Higuita...TOP

    SGT

    RispondiElimina
  40. Si era il Como del grande dottor Volpi, uno dei pochi giocatori degli anni '80 che si laureò in medicina sportiva
    Charlie

    RispondiElimina
  41. E prima di lui il grande Boranga (che adesso abita più o meno dalle tue parti), ex portiere del Parma anni 70, quello che una volta prima di rinviare ha fatto rimbalzare la palla sulla traversa...uno dei primissimi a denunciare doping e cocaina nel calcio...

    W

    RispondiElimina
  42. Boranga un idolo:

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/08/22/calcio-torna-in-campo-a-69-annisara-portiere-in-seconda-categoria/152910/

    Se se ne era già parlato chiedo scusa! In fondo errare è umano ma perseverare è casula.

    RispondiElimina
  43. Pibio:

    8===)
    oppure
    8=========)
    a seconda del pathos

    RispondiElimina
  44. Essendo rincoglionito io 'sti simboli non so cosa vogliono dire...

    RispondiElimina
  45. 8===) (O(
    SEGNALE DI PERICOLO!

    RispondiElimina
  46. Borangone per diversi anni, quando giocavo nelle giovanili della squadra del mio paese, mi ha fatto il certificato di idoneità sportiva perchè era medico sportivo della mia ASL: confermo che è il classico Casula, arrivava in ambulatorio in ritardo, toccava il culo a qualche infermiera ed in modo ruvidissimo ti intimava di soffiare sullo spirometro....un mito. Ancora gioca in porta a Papiano, periferia di PG, in seconda categoria!!
    Charlie

    RispondiElimina
  47. Tony:
    8 means le balle
    ==== means l'asta

    RispondiElimina
  48. E RAMON QUIROGA OVVERO "LA MARMELLATA PERUVIANA"?
    rOBERRtO WITER

    RispondiElimina
  49. DA NON CONFONDERSI CON RAMON QUIRATTISTA "EL POTTOR"

    Ah, e la maglia alabardata della Triestina?

    RispondiElimina
  50. e quella "muscolare" di pippo franco?

    RispondiElimina
  51. Ricordi personali di maglie da clacio che faranno rabbrividire Galletti e Cortez: quando fondammo la squadra amatoriale Cuba Libre la prima muta ce la fornì il bar di ritrovo: maglia verde sponsorizzata "La Tua Birreria". Quando il gestore ha saputo che la squadra non avrebbe portato il nome del suo bar ha voluto indietro le maglie proprio alla vigiglia della prima di campionato. Si gode, eh? Ma questo è solo l'antefatto. Un nostro compagno, che lavorava in un magazzino di articoli sportivi, riuscì ad avere ad una cifra irrisoria una rimanenza di magazzino, una muta di maglie bianche con banda centrale rossonera, riedizione omaggio alla storica Andrea Doria! Ahi...

    W

    RispondiElimina
  52. Grande W: CLACIO!! altro neo-casulismo, il calcio dei casula!
    E chi non gioca a clacio o e' un chirattista o pottura x hobby
    C

    RispondiElimina
  53. AhAh! E tanto per non farmi mancare niente ci ho piantato anche un bel 'vigiGlia'. Per il casula, grammatica e sintassi sono - come del resto la matematica - un'opinione!

    Quiroga al basso con Valderrama e Higuita!

    RispondiElimina
  54. Arriveremo ad incontraci parlando una Nostra lingua, incomprensibile ad altri se non ai veri Casula.
    Una lingua improbabile in circostanze alcoliche.

    RispondiElimina
  55. il Clacio è pulito (quasi), il Calcio no

    RispondiElimina
  56. Il casula gioca a clacio con gli zoccoli del dr. Scholl's a tacchetti

    RispondiElimina
  57. http://www.juventinavalpantena.it/contents/images/Image/figurine2010/3%5E%20categoria/CasulaBruno.jpg

    RispondiElimina
  58. Ha il perfetto psysique du role Casula Bruno, il cui nome di battesimo rieccheggia poi quello di Pasquale Bruno detto O Animale, ottimo esemplare di Casula

    RispondiElimina
  59. Bruno Casula!


    Non so come altro fare, per cui lancio qui un messaggio in bottiglia al Casula Galletti che voleva venire domani a vedere i June a Pavia: purtroppo il meteo prevede circostanze discutibili per suonare, per cui rischiamo di rimanere a casa... speriamo di no. Nel caso, noi suoneremo ora aperitivo dalle 18.30 circa fino alle 19.30 circa in p.zza Vittoria...poi tutti a cena, per cui, wellcome casulas!...

    casulamente vostro,

    Wite

    RispondiElimina
  60. @C! beccati questo sassofonista, chi ti ricorda?
    http://www.youtube.com/watch?v=-dfByPAeEE4&feature=related

    RispondiElimina
  61. Maglia bianca con banda centrale rossonera e pantaloncini neri, Sampierdarenese

    maglia bianco blu verticale e pantaloncini blu, Andrea Doria

    nel 1946 si fusero insieme e ne sortì la maglia di Fausto Coppi, non è una battuta
    http://www.pianetagenoa1893.net/?action=read&idnotizia=8228

    la AC Sampierdarenese rinacque come US Sampierdarenese 1946 adottando la storica casacca, gioca in Promozione, è stata anche in Eccellenza. Al Campo Morgavi ho giocato con una squadra di scappati di casa, la Us Cella, piccolissima società sportiva sampierdarenese che fà riferimento ad una parrocchia antichissima dell'angiporto, retta da un parroco che fu il cappellano partigiano della Brigata Pinan Cichero

    Sempre Casula

    maglia più bella quella rossoblu verticale con stemma del grifone

    cortez

    RispondiElimina
  62. Grazie White

    se riesci a lasciarmi un messaggio qui appena sai se partirete o no, così avviso qualche amico.

    A.G.

    RispondiElimina
  63. La maglia della Fiorentina è viola perchè lavando le originali della Libertas a strisce verticali bianco-rosse (e sbagliando) andò tutto insieme e quello fu il risultato, se le tennero giocoforza (sono orrende, aggiungo io!)

    Le maglie del Casale sono nere perchè odiavano così tanto i vercellesi che vestivano il bianco che per ovvia contrapposizione scelsero il nero. La stella venne aggiunta dopo la vittoria del campionato nel 1914.Per anni sono andato alla partits Pavia-Casale solo per vederli con indosso quelle divise splendide capitanati dal mitico Luxoro! Nerostellati erano anche gli istriani del Grion di Pola finiti poi in Jugoslavia ma credo che fecero un'apparizione nella massima serie pre-girone unico, sicuramente in serie B. La Ternana con grosse strisce verticali rosso-verdi calzoncini neri la ricordo in A da bambino col bomber Garritano diretti dal profeta della zona ante-litteram Corrado Viciani (2 retrocessioni sparate!), il Perugia di Vannini e Frosio aveva il colletto a righe bianco-rosso bello per l'epoca col grifone ricamato sul petto, un'altra rarità oltra al casula Casarsa che tirava i rigori da star fermo (e li segnava!).
    Unica da noi anche la Pro Patria (et Libertate) a strisce orizzontali bianco-blu (anni fa vidi un Alessandria-Pro Patria in campo neutro a Pavia con maglie da spettacolo, e pure la partite, un 2-3 mi pare).
    Il Chieti veste nero-verde a strisce verticali.
    Il Savoia completo bianco con scudettone rosso-bianco sul petto e calzettoni neri,li vidi a Marassi contro il Genoa,in Serie B trascinato dal fascino del ricordo della finale scudetto del 1924.
    Le maglie della Cremonese portano i colori dello stemma della città.
    Degna di nota l' Internazionale FC Torino che vestiva un arancio-nero verticale pantaloni e calzettoni neri, molto british, contesero la finale dello scudetti 1898 al Grande Genoa e confluirino poi nel F.C. Torino nel 1906. Della Juve ho già detto.
    L'Alba Roma progenitrice dell' attuale AS Roam vestiva il verde-bianco che fu soppiantato dai colori del Comune all'atto della fusione nel 1927, contesero comunque lo scudetto 1926 alla Juventus con quelle gloriose maglie.
    Cromaticamente notevole il Lecco a strisce verticali blu-azzurre, pantaloni e calze blu.
    Il Derthona gioca alternativamente in completo nero oppure bianco.
    Le maglie a strisce sottili della SPAL sono famosissime, ma ricordo che nel loro periodo di maggior splendore a cavallo tra i '50 e i '60 la maglie erano azzurre con le maniche bianche.
    Famose all'estero (ma non necessariamente belle):
    Boavista Oporto maglia a scacchi piccoli bianco-neri, pantaloni neri, calzettoni bianchi.
    Arsenal, rossa con maniche bianche
    Austria Wien viola con maniche bianche
    Racing Strasbourg Azzurro con banda trasversale bianca
    Rayo Vallecano come il River Plate
    Boca Jrs blu con banda orizzontale bianca.
    MTK Budapest bianca con banda trasversale blu, calzoncini blu.
    Willem II maglia a strisce verticali bianco-rosso-blu, calzoncini bianchi, spettacolare!
    Feyenoord, maglia a quarti bianco-rossa calzoncini e calzettoni neri.
    Airdrieonians maglia bianca con V rossa, pantaloni bianchi calzettoni rosso-neri (spettacolari, ce l'ho del subbuteo prima edizione). Famoso il purtroppo defunto Racing Club Paris a strisce orizzontali bianco-azzurre, calzoncini neri.
    Hamilton Academicals strisce orizzontali bianco rosse, calzoncini bianchi.
    Le maglie del Barcellona sono così perchè il fondatore Joan Gampèr, svizzero di Basilea, le volle uguali a quelle della squadra della sua città, nata 6 anni prima (1893).

    Valderrama lo vidi a Milano contro la Germania a Italia 90 gli avrei dato una fila di calci nel culo, zero casula

    A.G.

    RispondiElimina
  64. Errata corrige:

    Boca Juniors: Maglia blu con banda orizzontale gialla, calzoncini blu, calzettoni gialli.

    A.G.

    RispondiElimina
  65. Rimini a scacchi bianco-rossi
    Vasco da Gama nero con banda trasversale bianca e croce di malta rossa sul petto.

    A.G.

    RispondiElimina
  66. Alberto, noi partiamo, maltempo scongiurato. Tony tu che fai?... Dalle 17.00 circa siamo in piazza per sound check ecc...

    casula!

    W

    RispondiElimina
  67. ...ma se il falegname delle Faer Oer invece di prendere la traversa la metteva, che figata era??

    RispondiElimina
  68. maglia arancione della Pistoiese... nei primi anni '80 (tra l'82 e l'85) me la regalò Roberto Parlanti (se non erro era della NR) sceso in Abruzzo a sostenere da privatista gli esami di terza media nella scuola dove insegnava mia madre...

    RispondiElimina
  69. E' Lui!!!!
    L'eclettico chirattista e tastierista a tracolla qui dal vivo con i Pink Floyd al sax della bontempi.
    Valderrama Rules!
    C

    RispondiElimina
  70. Grande prestazione di The June ieri sera a Pavia e mini-happening casula a 5.

    Il maltempo scongiurato si è invece manifestato e per le 6 del pomeriggio un diluvio si è abbattuto sulla città allagando tra le altre cose il palco in piazza futuro teatro delle gesta dei Nostri con performance rinviata di alcune ore e scalette ridotte.
    Comunque suonan per primi e a quel punto la piazza è praticamente gremita, chi si aspettava (quasi tutti) un revival-beatles di maniera è rimasto "fogonato" invece dalle note di "Feel the sunshine" (credo, ma chiedo scusa ai ragazzi, non ho preso appunti per cui col cervello che mi ritrovo, arranco parecchio tra i ricordi), la mia intima soddisfazione è grande: un attacco da veri casula! ha ha ha ha
    Impianto scarso, problemi per i musicisti e sibili fastidiosi per la folla, ma i grandi , si sa, san giocare su qualsiasi campo.
    In ordine sparso: gran versione di Love is gone, di On fire e un housmartinesca versione di I sholud have known better dgli Scarafaggi.
    Digressioni nel primo album con menzione per quel "un po' di psichedelia" e relativa esecuzione (qui oltre a non aver preso appunti non ero neppure preparato, ma le colpe della band sono innegabili).
    Mi è parso di aver sentito una splendida "Satellites like butterflies" a questo punto il fonico si era un po' ripigliato e una ritrovata coralità a rimesso le cose per il verso giusto. Strepitosa "Waterfall in the woods"
    (it's real good!), diretta, fresca e potente,grandi!!! Ho trattenuto a stento l'entusiasmo tutta sera, e ancora una grandissima versione di Taxman.
    Alla fine pacche sulle spalle, complimenti, birre, digressioni musicalfutbalcasulistiche confusi tra la folla e grande amicizia.

    Ci rivedremo presto.
    Per il momento grazie, un ora di puro divertimento musicale a grande livello.
    C'MOOOOOON!!!

    Presenti tra gli altri:
    The June
    Carlo
    A.G. e un paio di amici qualificati e potenzialmente casula.

    A.G.
    currently listening The June - Smile

    RispondiElimina
  71. A.G post calcistico totale!!! da applausi...magari quando trovi due minuti spiega ai casula HAMMERS perchè hanno la maglia come il Villa :-)
    Ps: maglia Pistoiese originale del tempo della B, circa dieci anni fa: righe orizzontali arancio-blu, me l'ha procurata una mia amica che conosceva Bisolone(papabile Casula secondo me)..quindi ho pure il suo nome stampato sulle spalle ed il logo della lega ricamato su braccio: reliquia casula!
    UTV
    Charlie

    RispondiElimina
  72. @Tony: scusa per le invasioni di campo, non me ne ero accorto (un po' in ritardo), mi rimetto alle decisioni della commissione disciplinare...

    Visto che ci siamo: le maglie dell'Alessandria sono grige perchè vennero regalate loro da una squadra di ciclismo (Olmo?), erano le stesse che indossavano loro per correre, forse perchè ci correva Girardengo che era di Novi. Nonostante ciò li amo lo stesso e il dispregiativo ciclisti rimane appannaggio unico dei "cugini" doriani. Le prime maglie erano azzurre con banda centrale bianca (tipo Ajax, ooops...) pantaloncini (o meglio mutande) nere, calzettoni neri con bordi bianco-azzurri,anche il nome era diverso all'inizio, era un motto tipo Forza e Coraggio o roba del genere.

    A.G.

    Larry Page - I took my baby home

    RispondiElimina
  73. Ha ha, grande Charlie.
    Mi son scusato prima col Boss per aver sconfinato all'estero, qui c'era da parlare solo di squadre italiane. Tengo la storia del West Ham guarda caso la squadra del Boss e non solo da queste parti per la prossima puntata, ti anticipo però che il fatto avvenne ma riguardava ancora il Thames Ironworks F.C. e l'evolversi delle divise non pare correllato all'episodio, comunque un esempio fenomenale dell'originalità, romanticismo ed eccentricità che han sempre caratterizzato la grande epopea del calcio nella Madrepatria Albione

    UTV

    A.G.

    RispondiElimina
  74. grande A.G. dovresti scrivere un libro sulla storia del calcio inglese, con un taglio decisamente casula già l'approccio sulle maglie va benissimo, pensaci su seriamente mi impegno a trovare un editore, sicuro venderebbe parecchio

    peccato per la serata casula di Pavia, alla prossima

    W King Kenny (Dalglish) e W i Reds

    cortez

    RispondiElimina
  75. Tranquillo AG, qui è tutto consentito, as ever....

    RispondiElimina
  76. Arrivo mo'....Questi cazzoni di Parma sono veramente bravi. Nella soporifera Piazza della Vittoria di Pavia hanno sbattuto in faccia al folto pubblico catalettico un set tosto, veloce, belle canzoni (che di quelli si tratta). Sono bravi ragazzi, molto alla mano, che meriterebbero molto di piu'. Ma siamo in itaglia, porca.....Se riesco li butto dentro in qualche locale dove anche noi spariamo le nostre cartucce. Lo meritano. Tornando a Piazza della Vittoria, benissimo che abbiamo cominciato loro....dopo e' calata la notte, nel senso che la senzazione di Beatles meets Tavor ha preso il sopravvento. Ma va bene cosi'.

    RispondiElimina
  77. Ciao AGalletti come sempre in grande spolvero!
    Grazie x il reportage dei JUNE (spero anch'io di sentirvi live presto,magari featuring Valderrama,eh Wite?)

    Da Hammer come Tony attendo la riproposizione del "WestHam shirts affair" allora..

    C

    RispondiElimina
  78. Hey Alberto e Carlo, grazie per la serata di sabato e per le belle parole! Un vero piacere incontrarvi di persona. Bella situazione grazie a Furio, Paolo, Turi e gli altri beatlesiani pavesi che si sono sbattuti fino all'ultimo per asciugare il palco (a colpi di mocho!) e salvare la serata in barba alla pioggia: questo è spirito casula!

    Saluti dai June

    RispondiElimina
  79. Valderrama-lama-fa-fa-fa!

    RispondiElimina
  80. Bravi come sempre everywhere i beatlesiani: besame mOcho!

    Valder-rama lama ding dong

    C

    RispondiElimina
  81. Too Mocho of Anything

    W

    RispondiElimina
  82. OT

    Intanto venerdì con New Zealand - Tonga si inaugura la VII Rugby (Union) World Cup.
    Favoriti:
    New Zealand
    Australia
    England
    South Africa
    Italia seria candidata ad un eliminazione immediata.
    Home before postards

    A.G. ovale

    RispondiElimina
  83. Abbiamo dimenticato il Brescia azzurro con V bianca (chevron o diamond direbbero gli inglesi), agli albori indossarono anche un blu-arancione a strisce verticali con pantaloni bianchi.

    A.G.

    RispondiElimina
  84. i June non mi dispiacerebbe farli venire anche qui a trieste, prima o dopo...
    Marco MODS Trieste

    RispondiElimina
  85. Ciao Marco
    e la Ponziana Trieste cosa veste? Bianco-azzurro a strisce verticali?

    A.G.

    RispondiElimina
  86. Urca. IL Ponziana veste bianco azzurro a strisce versticali tendenzialmente larghe, pantaloncini neri, calzettoni neri. EX gloriosa squadra, con un passato in serie B se non sbaglio, ma potrebbe essere anche in A, mi sa che era un bel po' di anni prima che io nascessi...
    Marco MODS Trieste

    RispondiElimina
  87. Credo arrivò al massimo in Serie D nei primi '70.
    La cosa bestiale e che l'anno in cui furono promossi, l' Unione retrocesse dalla Serie C. Vinsero il derby d'andata al Grezar davanti a oltre 20000 spettatori, credo resti il loro punto più alto. Mi pare che Giorgio Ferrini si formò al Ponziana, forse anche Maldini padre ma non sono sicuro.

    Per tutti i casula martelli (e non):

    L'origine del West Ham United risiede nei Thames Ironworks e Shipyards una acciaieria con annesse costruzioni navali. Nel 1895 l'amministratore, ardente sportivo decise di formare un football club per i lavori dipendenti. Scelsero un completo blu con Union Jack cucita sul petto.
    Alcuni anni dopo le maglie divennero azzurrine con calze color vermiglio, nel 1900 comunque il club chiuse i battenti in quanto la ditta tagliò i fondi.
    La storia in questione risale all'anno prima (1899) quando uno sprinter di fama nazionale che era anche l'allenatore degli Ironworks fu sfidato in una corsa veloce da quattro giocatori dell'Aston Villa alla fiera di Birmingham, ovviamente per la classica scommessa in puro stile british con relativa posta in palio.
    L'allenatore vinse, ma i quattro non avevano i soldi per saldare il debito di gioco, così uno dei quattro propose al vincitore una muta di maglie dell' Aston Villa (che egli aveva a casa in quanto in carica del lavaggio) e questi visto il suo impegno calcistico accettò. Non esiste ad ogni modo nessun riscontro che le maglie in questione siano mai state indossate, in quanto il club chiuse i battenti. L'ex presidente riformò una squadra che continuò a giocare sul campo di proprietà della fabbrica che concesse un prezzo di assoluto favore col nome di West Ham United maglia azzurra alla quale venne aggiunta tre anni dopo una banda granata orizzontale sul petto. Nel 1906 si passò all'attuale granata con maniche azzurre che tutti conosciamo. A mio avviso un'altro fattore che sconfessa la leggenda è che le maglie del Villa erano di lana e lo rimasero fino alla 1° guerra mondiale con il famoso doppio rigone girocollo e lacci abbondanti neri all'atto di fondazione degli hammers le maglie degli altri foot-ballers erano con tutta probabilità già di cotone.

    A.G.

    Bernard Purdie - Autumn leaves

    RispondiElimina
  88. Ha ha ha, siete una realtà subalterna.

    A.G.

    RispondiElimina
  89. :-) Villa vera squadra Casula con maglia di lana mentre le altre si erano già convertite a divise con tessuto coton-checca :-)

    UTV

    Charlie

    RispondiElimina
  90. giocare tutto l'anno (inizio estate compresa) con le maglie di lana e' da coglioni,non da casula
    West ham!
    C

    RispondiElimina
  91. Si trattava di un fine tessuto di lana, molto più morbido del grezzo cotone usato per i camicioni dei calciatori "comuni" come voi. Infatti in inglese noi vestivamo jerseys cioè maglie e gli altri shirts ovvero camice comuni,o meglio ancora ruvide bluse, questo finchè il calcio è stato una cosa seria.
    Ti rammento inolre che ai tempi la stagione calcistica finiva a metà aprile quando il tempo è tutt'altro che mite. Ricordo di aver giocato l'ultima partita di cricket su suolo inglese un 20 luglio e di essere andato in battuta con il maglione a maniche lunghe.

    UTV

    A.G.

    RispondiElimina
  92. By the way, stasera torna un classico in competizione ufficiale Inghilterra-Galles valevole per le qualifiche all'Europeo. Me lo sparo in diretta su ITV1, dragoni annunciati in gran forma e arrembanti, noi solidi e convinti, faremo polpette!

    A.G.

    RispondiElimina
  93. .seeee...polpette...e chi sei poldo sbaffini?

    RispondiElimina
  94. ha ha ha Poldo Sbaffini le polpette le mangia, qualcun altro le fa...

    A.G.

    RispondiElimina
  95. Voi al massimo fate i biscotti (cookies,brownies and so on)

    RispondiElimina
  96. chi fa 100 e' un minchia

    RispondiElimina
  97. Anche la Giacomense, sconosciutissima compagine ferrarese che milita in Lega Pro II Divisione (ex-C2) veste il grigio-rosso

    RispondiElimina
  98. Però Tony, credo di poter affermare con una certa sicurezza che il Gragnano veste il nero-azzurro a strisce verticali, devo averci anche giocato contro mille anni fa, han cambiato le maglie?
    A.G.

    RispondiElimina
  99. No no nero verde. Ho a casa maglia, divisa etc
    E sono due anni che mi becco tutte le partite....

    RispondiElimina
  100. Mah la maglia dei 3 Leoni color Blu Notte non fa troppo Scozia? Che dici mr Galletti? Di base non è malissimo secondo me anche se il colore è quello di quelli oltre il vallo....
    Charlie

    RispondiElimina
  101. Di base non è malissimo, no (è la terza comunque).

    Ad ogni modo io ammiro e amo la Scozia (lo so che è un po' un controsenso ma non posso farci niente)

    A.G.

    RispondiElimina
  102. Pure a me gli scozzesi vanno a genio, come i gallesi,come gli irlandesi e pure come gli inglesi.......a proposito di controsenso...
    Charlie

    RispondiElimina
  103. Ecco forse io mi limito alle prime due.

    Ad ogni modo il blu (un po più chiaro) era già stato usato negli anni '30 e nella sciagurata partita di Belo Horizonte ai mondiali '50, strano che lo abbiano riesumato, son più superstiziosi dei napoletani.
    Ricordo poi io di aver visto un azzurrino chiaro a Mexico 86 e anche dopo.

    UTV

    A.G.

    RispondiElimina
  104. pare che F.A abbia giustificato il blu-scozia dicendo che quel colore è il colore originale dei caps che i giocatori chiamati in nazionale ricevevano in regalo dopo ogni presenza con i 3 Leoni

    Charlie

    RispondiElimina
  105. E' vero. Il cap lo danno ancora ad ogni convocazione, identico al primo (1872)

    A.G.

    RispondiElimina
  106. Adesso che ci penso, il Legnano è una delle squadre non mie che ho visto di più, (a Pavia e col Pavia in trasferta)incluso un derby perso in casa con la Pro Patria 0-1 per un rigore inventato allo scadere e incidentoni al fischio finale. Orribile nella foto, il colore è più delicato e va abbinato con calzettoni neri o blu-scuro bordati di bianco-lilla

    A.G.

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails