lunedì, luglio 29, 2013

Blur Live a Milano 28/7/2013



BLUR LIVE
Ippodromo di S.Siro 28/07/13


A cura di Alberto Galletti

Grande concerto dei BLUR ieri sera nella calura africana di S.Siro (alla fine si conteranno una quarantina di collassi portati fuori dal servizio di sicurezza).
Al ritorno sulle scene dopo un decennio circa, la famosa band inglese ha sfoderato una prestazione di altissimo livello, carichi ispirati e belli in palla, hanno trascinato un pubblico numerosissimo e motivatissimo, valutabile in 6/7000 unità secondo un amico della security che mi ha detto che è stato l’unico sold-out della stagione all’Ippodromo.

Nessun gruppo spalla (grazie al cielo) e avvicinamento al palco graduale con birrette eccetera ed un bell’incontro con un caro amico (che speravo di trovare), chiacchiere sulle solite storie calcio e musica guarda un po’ e partenza alle 21,30 con ‘Boys and girls’ tanto per mettere subito le cose in chiaro, esecuzione eccellente pubblico subito scatenato e trend della serata già fissato ad alti livelli fin dal principio.
Presenza sul palco in perfetto stile Blur: Damon Albarn in jeans clarks , camicia (Ben Sherman?) e giaccone blusa blu che si toglierà a metà esibizione (come ha fatto a risestere non so) Graham Coxon in maglietta bianca a striscine orizzontali blu tipicamente nel suo stile, Fredd Pery blu (o nera?) per Dave Rowntree e camicia bianca, bermuda di jeans per quel gran cazzone di Alex James che è scalzo, direi che anche visivamente son proprio loro.

Albarn rovescia una quantità di bottigliette d’acqua addosso a quelli delle prime file con il suo solito fare, spregovol-irrivevrente punk, il pubblico gradisce e si esalta , si passa a "Popscaene" e poi ‘There’s no other way’ esecuzioni cariche, ben eseguite trascinanti, personalmente sono abbastanza esaltato e completamente trascinato dall’ensemble band/pubblico che funziona a meraviglia , Damon Albarn canta benissimo con grande impegno per tutta la sera a pieni polmoni e senza un cedimento.
Boato per l’attacco di "Beetlebum" versione eccellente e un finale tiratissimo (con un uno due alla Dear Prudence che dura minuti sul quale Coxon spara una fila di suoni deraglianti che mi mandano in orbita, alla fine rimango di sasso, versione da paura!) Seguono ‘Out of time’, ‘Tribb Trabb’ e si arriva a ‘Caramel’ anche qui tiratissima una versione ipnotica con passaggi psichedelici, la band sul palco impegnatissima a suonare noncurante del publico, un viaggione; uuuuffff alla fine tiro un sospirone!

Ci vorrebbe ‘Coffee and TV’ mi fa a ‘sto punto il dott. Borghi, ‘pheega’ gli rispondo altro che!’ accontentati, splendida, canzone davvero splendida, accattivante, ritmo trascinante e un fuori programma divertentissimo con un fan che stava in un cartone del latte che si fa largo verso il fronte del palco e ancor prima di arrivare alla transenna viene invitato ad ampi gesti da Damon a salire sul palco, fantastico!

Lo fanno passare e va sul palco tra il visibilio del pubblico (pure il mio) divertentissimo, alla fine canta gli ultimi corertti al microfono con Albarn.
Direi un buon esempio sullo spirito della serata, divertimento, e divertimento sia!
Dopo ‘Tender’ ecco ‘Country House’, Albarn scende dal palco scavalca le transenne a viene issato in trionfo da queli delle prime file e canta l’intero pezzo da lassù formidabile noi che eravamo già abbastanza vicini (posizione Weller, per chi c’era) veniamo risucchiati fino alle prime file letteralmente a due passi da lui e restiamo li fino alla fine, la calura diventa aquasi insopportabile, l’aria è praticamente irrespirabile, ma non importa.

Seguono Parklife nel tripudio generale, cominciano ondeggiamenti e spintoni poi ‘End of the Century (splendida? E ‘This is a Low chiude il concerto. Una scaletta fantastica.
Rientrano per i bis, la qualità è eccelsa, riattaccano ‘Under the Westway’, ‘For tomorrow’, The Universal è il tripudio totale (dimenticavo anche tre coriste e un corista di colore e tre ottoni, mi pare tromba e un paio di tromboni) e potrebbe essere la giusta conclusione trionfale, ma lo stronzone ha in serbo un ‘ultimo regalo ‘Song 2’ il pubblico perde completamente la testa l’intensità del pogo è devastane un altro minuto e sarei collassato pure io, ma il vecchio rugbista viene fuori e resta in pista fino all’ultimo secondo, by the way un’altra esecuzione come si deve, la nuvola di polvere che si è alzata è enorme e non si vede più niente visibiltà tre metri.
Restano la band in attività che preferisco, direi càsula al 100% anche negi atteggiamenti, strepitosi!
Buon divertimento a Charlie che stasera li vedrà a Roma, spero che ripetano la performance.


ROMA 29/7/2013
A Roma i tempi sono stati meno milanesi e Girls and Boys ha scosso l'Ippodromo delle Capannelle verso le 22.10 e da li è stato un tripudio continuo.
Band in condizione strepitosa che con l'ausilio di 4 coriste e tre fiati ha dato vita ad un'ora e mezza di magia brit trasportando i presenti (non so quanti fossimo MA eravamo tanti davvero) in un viaggio spazio temporale a cavallo tra gli anni 90 e gli anni zero. Il mio picco della serata: The Universal, senza se e senza ma; esecuzione che mi ha procurato un brivido lungo la schiena nonostante ci fosse un caldo boia ed un tasso d'umidità tipo L'Avana ad agosto.

CHARLIE

49 commenti:

  1. Il boss non c'era?

    Se no i tromboni sarebbero stati tre... :-)


    Jeanpaul

    RispondiElimina
  2. ha ha ha ha ha ha ha ha, ha demandato...........

    RispondiElimina
  3. Whoohooo! When I feel heavy Galloooo!
    ahahahahah! grande reportage!

    W

    RispondiElimina
  4. Grande Albe!! sembrava di esserci tanx
    e buon concerto a Charlie!
    Casula
    C

    RispondiElimina
  5. Grande Cris!
    E' stata la reunion casula perfetta, l'abbiam fatta io e Borghi

    RispondiElimina
  6. Confermo il clima Brit
    Sembrava d essere ad un festival uk
    Mitici tutti e 4
    Damon Albarn fantastico !!!!
    Kk

    RispondiElimina
  7. Grandi Blur e ottima recensione del Gallo

    Sir, quando senti il Borghi cerca di strappare qualche news di mercato sul fronte rossoblu

    reunion casula la facciamo???

    buona estate a tutti

    cortez

    RispondiElimina
  8. Era con me ieri sera, non ci sono novità per noi, gli amici della rado romana che mi hanno intervistato sabato pomeriggio mi han detto che che Borriello può tornare soto la Lanterna ma parecchi capoccia della roma non sono per niente convinti di dovergli pagare il 60% dell'ingaggio.

    RispondiElimina
  9. CASULA!!!!
    (Cortez io vado in ferie dal 10 e gia in tasca un biglietto x DUBLINO!!...fosse tipo ultima agoisto,prima settembre? prima e' dura..)

    C

    (apprezzato molto i riferimenti a G Coxon,uno dei miei chitarrai preferiti)

    RispondiElimina
  10. Al..BARN,..mi ricorda il cognome di mia bisnonna,..BERN,..bel cognome,....but '(the)BLURred Crusade' dei Church anche non era malaccio, anzi, great lp...
    anche una band di' free-jazz-wave' chiamata BLURT non era affatto male nel suo genere di 'nicchia' come direbbe un 'ufficio stampa'

    RispondiElimina
  11. cmq ottimi Blur,..ma veramente The Blurred crusade dei Church rimane un grandissimo disco , mia opinione,..come il primo dei Rain Parade, grandissimi,..o Gas, Food and Lodging dei Green On red,o Medicine Show dei Dream syndicate...great bands,.

    RispondiElimina
  12. Il giro del Paisley Underground fece uscire cose eccellenti

    RispondiElimina
  13. d'accordissimo con voi..e col Pasley e coi Blur (?!)
    C

    RispondiElimina
  14. I Church sono fra i miei gruppi preferiti di sempre. I primi sono tutti belli, ma anche le produzioni piu' recenti contengono pezzi da volar via!

    GMV

    RispondiElimina
  15. this is a looooooooooooooowwwwwwwwwwwwwwwwwwwwwww
    (galletti singalong)

    RispondiElimina
  16. ahaha! me lo vedoooo
    C

    RispondiElimina
  17. but it wont'y hurt yooooooooooouuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu..........

    RispondiElimina
  18. ahahahah! eccolo il Sir ancora sull'onda lunga!
    mitico gallo e salut al Borghi
    C

    RispondiElimina
  19. Ahahahahah! Clima beach-casula!

    W

    RispondiElimina
  20. Raduno casula estivo al bagno Tonino! OdG: i meglio gruppi paisley, Blur, Calciomercato, varie ed eventuali. Golden Ale per tutti!

    W

    RispondiElimina
  21. You can count me in!
    C

    RispondiElimina
  22. Ahahahaha! Grande Cris! E un saluto a Cortez!

    W

    RispondiElimina
  23. Cris settembre ok si può fare....si può fare!

    Ci vuole solo una scintilla, un innesco, una sporca dozzina, un'occasione, tutti in Val Tidone?

    cortez

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ripropongo una location molto scomoda ma di sicuro effetto: Centenaro (a 6 km da Ferriere, tra Piacenza e Genova).
      Osteria ultra casula dove mangi di ogni a 15 euro al massimo, fotografie del Re (il tipo è monarchico) dappertutto e campetto da calcio a 100 metri. Quota 900 metri , aria buona.

      Elimina
  24. esatto, il Paisley è uno dei generi più 'sottovalutati', ma realizzarono grandi cose,...anche i True West,..great bands,..riportarono il rock alle sue origini più 'autentiche', dopo le menate 'dark' di tanti gruppi pallosi e tutti uguali,...Long Ryders grandissimi

    RispondiElimina
  25. sottovalutati non direi pero'..le fanze e giornali all'epoca (parlo dei ns preferiti che leggevamo) ne han parlato a bomba..infatti li abbiamo conosciuti tutti!
    poi il "movimento" si e' sgonfiato (ad opera degli stessi protagonisti,che ne hanno sempre rifiutato la "definizione"..e in molti casi l'associazione reciproca)..
    Francamente,e da ammiratore,direi che hanno avuto il lustro giusto..poi niente e' per sempre 8le band stesse per prime)
    W il Pasley!!

    C

    RispondiElimina
  26. A Roma i tempi sono stati meno milanesi e Girls and Boys ha scosso l'Ippodromo delle Capannelle verso le 22.10 e da li è stato un tripudio continuo. Band in condizione strepitosa che con l'ausilio di 4 coriste e tre fiati ha dato vita ad un'ora e mezza di magia brit trasportando i presenti (non so quanti fossimo MA eravamo tanti davvero) in un viaggio spazio temporale a cavallo tra gli anni 90 e gli anni zero. Il mio picco della serata: The Universal, senza se e senza ma; esecuzione che mi ha procurato un brivido lungo la schiena nonostante ci fosse un clado boia ed un tasso d'umidità tipo L'Avana ad agosto.

    CHARLIE

    RispondiElimina
  27. clado è la versione casula di caldo of course...

    Charlie

    RispondiElimina
  28. Grande Charlie!
    Magica esecuzione 'The Universal', fine del cantato ritorna sul palco, pausa riprende il finale pugni alti al cielo, boato della folla da finale di Coppa dei Campioni i pugni colpiscono l'aria, la folla è estasiata, concordo emotivamente mi ha messo a soqquadro! La pelle mi si arriccia ancora adesso lungo le braccia......

    RispondiElimina
  29. Per chi non c'era, ma anche per chi c'era: l'emozione surclassa di gran lunga la scarsa qualità del filmato:

    https://www.youtube.com/watch?v=6GZ1nrrMQF4

    che trionfo!

    RispondiElimina
  30. Matteo Cruccu, che tanto ha fatto per la promozione del nostro libro, ha scritto ieri sul Corriere che a S.Siro c'erano diecimila persone.

    RispondiElimina
  31. Messa sulla pagina anche la rece romana di Charlie

    RispondiElimina
  32. Tony, Centenaro va bene, ottima scelta, ci vengo in Vespa

    cortez

    RispondiElimina
  33. vabeh Cris,..sottovalutati dall'utente medio di materiali 'fonografici',...ricordo 'compagne di squola' che se parlavi loro di Three 'O Clock pensavano parlassi di 'campanili ' post-messa,...:)

    RispondiElimina
  34. o, come direbbe Bill Alley(..cats): 'rock around the claque',..al massimo di musica 'capivano 'Galactica'dei Rockets,..o 'rokkin'rollin' di Sc-alpi:),...altrochè i Rain Parade

    Tiger Jack the 'scalp-fan' :)

    RispondiElimina
  35. MERAVIGLIOSO reportage Charlie!
    E per bissare sir Galletti ci immaginiamo anche casula Charlie col singalong (and the karaoke songs...)

    Well just let them gooooooooooooooooo........!!!!!

    Mich: ah beh si..in quel senso hai ragione (infatti io alle compagne cantavo Karma Chameleon..un successone!! ahahah!)

    C

    RispondiElimina
  36. haha,...a proposito di 'rockers' d'epoca, come si chiamava quel tipo che cantaba 'noi ragasi di ogi, noi',...Luis Suarez? :),..di Sc-alpi m'è venuto in mente perchè ho visto 2-3 mesi fa un vecchio Mucchio o Rockstar dove c'era un'intera pag. pubblicitaria su di Lui,...un mio compagno di squola 'niù-uehi-ver' l'aveva 'riempita' di scritte e dsegni non proprio da educanda,diciamo così..haha,..vabeh' documenti di un'epoca

    RispondiElimina
  37. Scialpi cxantava Rockin Rollin e un'altra che si chiamava l'IO e l'Es..proprio un inteletuale
    C

    RispondiElimina
  38. Attenzione ! Scialpi è appena tornato sulla scena con il nuovo nome SHALPY e con un look e un sound "country" (!!!!!!! ma m i faccia il piacere !)
    http://www.youtube.com/watch?v=iHRischws2A

    RispondiElimina
  39. @ C: in effetti singalong a bestia nella speranza, tra l'altro vana, di far piovere un pochino :-)

    Scialpi mr Botox, lo vidi in tv un pò di tempo fa, sembrava Thomas Brolin invecchiato.

    Charlie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah ah commento da volar via ... Hai ragione
      Kk

      Elimina
  40. haha , ma veramente Scialpi/Shalbi è tornato??,...ora attendiamo il Duo di Piadena ( che ,tra l'altro ,era muy meglio musicalmente, mia humble upiniùn ) ospite da Fazzio:),...e i Novecento??,..a quando una reunion? :)


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande il Duo di Piadena! Ho il disco 'I canti del Po' che è ovviamente di mio padre ma ho ascoltato parecchio da ragazzo, tra l'altro 'Meglio sarebbe' è stato un cavallo di battaglia del venerando genitore e del suo gruppo folk, altri tempi...attendo ora una versione elettrificata di 'Reggio Emilia' in stile Byrdsiano qualcuno già sa....

      Elimina
  41. I Novecento sono ancora (molto) attivi (Fratelli Nicolosi)nel 2010 hanno scritto e prodotto l'ultimo disco di Eumir Deodato (strepitoso) in cui compaiono parecchi features da urlo incluso Al Jarreau che canta il singolo Double Face,molto bello, mi pare che il disco sia stato registrato a Milano.
    Il Grande Tarkus ci può forse aiutare a capire un po di più....

    RispondiElimina
  42. haha , ricordo nel tragitto in treno anni faverso Milano una 'teenager' rossa di Piadena che era fantastica:),...really? non lo sapevo ,..Eumir Deodato è great,..quindi complimenti ai Novecento,..io sono rimasto fermo ultimamente a :
    Flamin' Groovies, Barracudas, Chesterfield Kings, Shoes, Badfinger, Trees, Incredible String Band, Pogues, Raspberries, Dm3, Redd Kross, Shirelles, Ronettes, Shangri-Las, the Last, Curtis Mayfield, Lyres, Turquoise, Beach Boys,..AA:VV Girls In The garage (grandissima serie),Byrds, Love, AA:VV The British Psychedelic Trip, Abba, Los Brincos, Los Lobos, Jason & the Scorchers, Mink De Ville, Elvis Costello & the Attractions, Go-Go's, Long Ryders,Ray Campi,Dion & the Belmonts, Terry Callier,Screaming trees, Bevis Frond, Psychedelic Furs, Cheap Trick, Kenny & the Kasuals, Animals, Pretty things, Planxty, Rolling Stones' rarities,Small Faces, Zombies, Blondie, ..e una Singapore band chiamata October cherries,..great 70s power pop,...questi preferisco al momento , ma sono moltissimi, pensandoci

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails