venerdì, luglio 05, 2013

I migliori album live italiani



L’album live è stato per lungo tempo una scelta poco considerata dai gruppi e artisti italiani e in generale non sono moltissimi quelli che hanno segnato la discografia nostrana anche se alcuni sono diventati popolarissimi.
La selezione comprende quelli che reputo i più significativi (e che non sono un semplice elenco di successi riprodotti più o meno simili al disco in studio), interessanti e di valore storico (non necessariamente in senso artistico).


Tra i migliori e più interessanti vale la pena ricordare (in ordine cronologico):

LE ORME “In concerto” (1974)
PFM “Live in Usa” (1974)

Sono i primi due live di bands italiane.
Quello delle Orme, di qualità amatoriale (inizialmente osteggiato dal gruppo che approvò solo se fosse uscito a prezzo ridotto, cosa che non avvenne), include brani da Collage e alcune improvvisazioni.
Il live della PFM fu registrato durante un grande tour americano dello stesso anno. 6 brani in cui il prog mediterraneo che caratterizzava il primo periodo emerge in tutta la sua qualità (anche sonora).

AREA: “Are(A)zione” (1975)
Uno dei migliori lavori della band di Stratos e in assoluto tra i migliori live della storia italiana. 5 i brani tra cui la celebre versione de “L’internazionale”.

MINA - "Live 78"
L’addio alle scene di Mina con il mitico concerto alla Bussoladomani in Versilia (in realtà i concerti furono 11 consecutivi). Album doppio con 20 brani con grand iinterpretazioni di “Stayin alive” , “Grande grande grande”, “We are the champions”, “L’importante è finire”, “Georgia on my mind”.

DALLA & DE GREGORI: “Banana Republic” (1979)
10 brani che documentano il celebre tour dei due celeberrimi cantautori (immortalato anche in un omonimo film) e che vendette mezzo milione di copie (grazie anche alla spinta del singolo “Ma come fanno i marinai”).
Al loro fianco anche Ron.
NOTA BENE: De Gregori è uno che ha pubblicato 15 album live (...) dal 1975 ad oggi...

FABRIZIO DE ANDRÈ & PFM: “In Concerto Vol.1” (1979)
Uno dei migliori live italiani è sicuramente il primo volume de “In concerto” che raccoglie 10 classici di De Andrè con gli arrangiamenti prog rock della PFM in gran forma. Altrettanto buono, seppur inferiore, il volume 2 pubblicato l’anno successivo.

FRANCESCO GUCCINI e i NOMADI - Album concerto (1979)
Trasmesso anche in Rai tre anni dopo è il significativo report di due concerti registrati nello stesso anno in Emilia. Guccini incide per la prima volta in questo album “Dio è morto”.

Negli anni 70 uscirono anche altri live di minore interesse artistico:
“Trianon 75-Domenica Musica” di scarsa qualità ma con Perigeo, Rino Gaetano, De Gregori. Dalla, Venditti, Paolo Conte, Ron.
“Parco Lambro” con brani tratti dalla sesta Festa del Proletariato a Parco Lambro a Milano con Finardi, Ricky Gianco, Area, Sensations Fix tra gli altri e vari estratti parlati. Interessante come documento.
"Il concerto" : il doloroso addio a Demetrio Stratos il 14 giugno 1979 a Milano dove 60.000 persone intervennero per raccogliere fondi per le cure ma Demetrio se ne andò il giorno prima.
Ci sono Area, Skiantos, Finardi, Branduardi, Kaos Rock, Banco ed altri ma i contenuti sono trascurabili.

LITFIBA: “12-05-87 (aprite i vostri occhi)” (1987)
Volenti o nolenti è il nome più rappresentativo (in termini di visibilità) del “nuovo rock” italiano degli 80’s e questo album rappresenta bene il loro act ai tempi.

Degli anni ’80 da segnalare anche “Live in Punkow” dei CCCP (uscito nel 1996) con brani tratti da concerti del decennio precedente, la compilation “Rockbeef” (con Not Moving, DHG, Settore Out, Views, Kim Squad, Liars) e “Live in the 80’s” dei NOT MOVING (uscito nel 2006 per GoDown) con 24 brani registrati dal 1982 al 1988 e “Oracolo” compilation della Toast in cui , a fianco di oscuri brani d i60’s bands italiane vengono inseriti brani live dal “Bom Shankar Evento”, una sorta di happening svoltosi a Torino con No Strange, Afterhours, Max Casacci, Vegetable Men.

VINICIO CAPOSSELA: “LiveinVolvo” (1998)
Vinicio in formissima , affiancato dalla Kocani Orchestar e Marc Ribot con 18 brani travolgenti.

AFTERHOURS: “Siam Tre Piccoli Porcellin” (2001)
Doppio album (l’uno elettrico, l’altro (semi) acustico con tutto il meglio della band milanese in una delle migliori line up della sua storia.

STATUTO - Le strade di Torino (2006)
Undicesimo album per la storica band torinese e doppio live con il meglio della lunghissima carriera con brani dal primo demo fino a quell ipiù recenti, suonati spesso con vari ospiti.

GANG e DANIELE BIANCHESSI - Il paese della vergogna (2009)
Numerosi i live della band marchigiana (ben sei).
Questo è quello più particolare, diviso con il giornalista Daniele Bianchessi a raccontare con un approccio teatrale, in acustico, l’Italia dei nostri giorni.
Notevole.

ELIO E LE STORIE TESE
E’ nota l’usanza di Elio di stampare i famosi CD Brulè ovvero la registrazione di ogni concerto.
In questo senso i live della band non si contano, nonostante ufficialmente ne siano usciti sei dal 2001 al 2012.

PAOLO CONTE
Cinque i live di Paolo Conte (il primo del 1985 l’ultimo a Verona nel 2005, quello più completo (doppio) e con i maggiori successi

24 commenti:

  1. Dal vivo vol.1 e vol.2 di Fossati, 2 dischi suonati alla grande.
    Bacco

    RispondiElimina
  2. Anche i live di CSI e Marlene Kuntz

    RispondiElimina
  3. Sono ammessi solo commenti consistenti in vostre top 5 firmate

    RispondiElimina
  4. I Nomadi con Guccini per me sono l'espressione più genuina del folk-rock nostrano...ma non dimenticherei gli album di GABER con le versioni teatrali dei vari show degli anni 70 (capolavoro su tutti : "Libertà obbligatoria").
    LIVE,anche se non è scritto sul disco,era anche l'album Jolly dei RAGAZZI DEL SOLE,che inizialmente era considerato un provino (inverno 1965) e diverse incisioni degli anni 60 di Paoli,Ricky Gianco...c'è un intero album di gruppi beat dal vivo ("Una serata al Piper") con Delfini,Jaguars,Renegades ed altri,inciso veramente bene per i tempi (1966)

    Come autocelebrazione spudorata,ci tengo a ricordare che ORACOLO (nella nostra facciata e nelle parti di Afterhours,Peter Sellers e Vegetable Men) fu registrato dal vivo,nel "Bon Shankar Evento" del 1988 : fu un evento importante,di cui ancora oggi conservo uno splendido ricordo...

    RispondiElimina
  5. 1 - Fabrizio De Andrè & PFM/Areazione (parimerito)
    2 - Guccini "Tra la via Emilia e il West"
    4 - Un Enzo Jannacci su etichetta Jolly, non ricordo titolo preciso...
    5 - Death SS "The Cursed concert" (per me inascoltabile ma mitologico)

    W

    RispondiElimina
  6. Solo il podio:
    1) Are(A)zione. Grandissimo.
    2) PFM e De Andre'. Anche per me il Vol.1, con la PFM al meglio.
    3) per soliderarieta' con il Gallo (ma piace molto anche a me, visto che te l'ho fatto conoscere io!) un Sergio Caputo di cui non ricordo il titolo, al momento.
    Mi hanno sempre fatto cagare i Litfiba e il loro odiosissimo cantante (cantante?).
    Li metterei sul podio della mia personale colonna sonora giornaliera.....quando mi siedo sul trono.

    RispondiElimina
  7. ha ha ha ha ha Carlo, il titolo era "Ne approfitto per fare un po di musica" e ce l'ho in vinile, proponeva un bel Julius Farmer al basso e Dizzy Gillespie alla tromba, andai al concerto del Palatrussardi, memorabile anche perché con solo millecinquecento persone passai quasi l'intero concerto sbragato coi piedi sulla sedia davanti.

    RispondiElimina
  8. L'album di JANNACCI interamente live è "Enzo Jannacci in teatro" (Jolly 1965) inciso in coppia con Dario Fo : un bel pezzo di storia veramente...
    ha fatto benissimo W a ricordarlo !

    RispondiElimina
  9. 1° Paolo Conte - Concerti (1985)
    2° Fabrizio De Andrè + PFM - Live
    3° Paolo Conte - Live (1988)
    4° L. Dalla & F. De Gregori - Banana Republic
    5° Sergio Caputo - Ne approfitto per fare un po di musica.
    6° F. Guccini e i Nomadi - Album concerto

    RispondiElimina
  10. 1° In Quiete - CSI
    2° Area - Areazione
    3° Banco - Capolinea
    4° i Rokes - Live al Parioli 1969
    5° De Andre + PFM - In concerto (Vol. 1)
    6° Afterhours - Siam tre piccoli porcellin
    7° Not Moving - Live in the 80's
    8° Mediterranea - Franco Battiato
    9° Ivano Fossati - Dal Vivo Vol.1
    10° Mina - Mina alla Bussola da vivo (quello del 1968)

    RispondiElimina
  11. Areazione Area
    DeAndre'/PFM vol 1 e 2
    Nomadi/Guccini
    Fossati 1 e 2
    In Quiete CSI
    Capolinea Banco
    Giubbe Rosse Battiato
    Opera Buffa Guccini
    Concerto Live 1968 I Giganti

    piu' le due tracce (finte)live da "Cadavere" dei Sorella Maldestra
    -Dammi tutto quello che hai/Perche n0n mi caghi

    C

    RispondiElimina
  12. ah..
    Rock&Roll Exibition vvaa (Stratos,Pagani,Donnarumma ecc..giro milanese)

    C

    RispondiElimina
  13. ah..bis
    Terrestre Live Subsonica (consueta formula 1 elettrico-1 unplugged)

    C

    RispondiElimina
  14. Ah, ecco! Janacci in teatro! Grande Ursus! Lo ascoltavo in combo con La Milano di Enzo Jannacci, sul quale c'erano le versioni in studio di Veronica, Il primo furto e la mia preferita: Aveva un taxi nero che andava col metano e una riga verde allo chassis.. presenti anche nel live.

    Urca, vedo però che Area e De Andrè/Pfm vincono a mani basse! E un sacco di titoli che non conoscevo, moooolto positivo.

    W

    RispondiElimina
  15. evvvaaai Wiiite mooolto pooooooositivoooooo!!!!!
    C

    RispondiElimina
  16. Ursus io del Bom S ho le foto pubblicate dalla fanza Neoclima che faceva S Pizzocaro..molto belle!
    eravate al lla Loggia?
    C

    RispondiElimina
  17. non ne ho sentito neanche uno per intero tra tutti gli album menzionati da tony e voi altri italioti... haha... anzi non è vero, fa eccezione Pfm/Deandrè

    sto pensando a una mia top5 ma giuro non mi viene in mente neanche un nome...

    buon weekend f

    RispondiElimina
  18. Exactly ! Il "Bom Shankar Evento" praticamente si svolse a La Loggia,che era il nostro locale in cui provavamo ai tempi...tra l'altro erano sale di proprietà parrocchiale,ma che i preti le lasciavano tranquillamente in dotazione ai gruppi un tot di sere alla settimana.
    Poi ci fu l'idea della Toast di farne un evento pubblico,come si è svolto con 4 band e Casacci al mixer,ma furono invitati solo giornalisti e gente del settore : una specie di festa privata,con pochi intervenuti ma prescelti (soprattutto gente del Buscadero)...un aneddoto della giornata : noi nei mesi precedenti provammo sempre con la chitarra solista di Alberto Serra (ex Double Deck Five) che,da perfetto barrettiano qual'era (nel senso vero e proprio della FOLLIA) sparì improvvisamente dalla circolazione,per cui chiamai la sera prima mio fratello Toni (che invece non conosceva i brani in scaletta) e quindi il risultato,che si sente su "Oracolo",è una lunga improvvisazione basata su alcuni pezzi già collaudati ma in parte inediti : praticamente pochissimo di preparato con un buon 80% di imprevisto.
    Sarà per questo motivo che suona particolarmente bene,credo che sia una delle migliori cose uscite in Italia,durante quel periodo...

    RispondiElimina
  19. Bennato, Daniele & Napoli Centrale Live in Procida 1980
    Battisti & Dalla Live Olimpico 1979
    Battisti Solo dal vivo San Siro 1976
    De Gregori, Venditti Non acustico in Bologna 1978
    Fossati & Conte Jazz a Genova 1998

    RispondiElimina
  20. Giubbe Rosse (F.Battiato)

    Vol.1/Vol.2 (De Andrè-Pfm)

    Tra la Via Emilia e il West (F.Guccini)

    PerForMance (Pfm)
    c'è una versione di "Maestro della Voce" da pelle d'oca, dedicata a D.Stratos

    Banana Republic (Dalla-De Gregori)

    L'Uovo (A.Fortis)


    cortez

    RispondiElimina
  21. Cpt. Stax, ti suggerisco Dal Vivo Al Teatro Apollo del cantante Giacomo Marrone. Misconosciuto, ma fortissimo.

    Fabio T.

    RispondiElimina
  22. Popsylon: Battisti e Dalla?????????

    RispondiElimina
  23. Manca all'appello Sciò di Pino Daniele...

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails