lunedì, luglio 29, 2013

Get Back. Dischi da (ri)scoprire



FOUR BY ART - Four by art
Nel 1985 il quintetto milanese dei FB ART, grazie all’Electric Eye di Claudio Sorge, dà alla luce uno dei caposaldi della discografia mod italiana, quel primo omonimo album che con 10 fulminanti brani mischia alla perfezione la carica live e fun della band con sprazzi di pischedelia (soprattutto grazie al lavoro delle tastiere), una grande cover di “Mony mony” di Tommy James and the Shondelles, quello che considero il loro capolavoro “I’m having fun” che esalta le enormi capacità tecnica di Demetrio alla batteria e un superbo brano di Hammond Jazz come "A little bit of ice"
Album epocale che verrà replicato l’anno dopo dal meno convicente “Everybody’s An Artist With Four By Art “

HUMBLE PIE - Town and country
Il secondo album degli Humble Pie di Steve Marriott e Peter Frampton esce nel novembre del 1969, sol otre mesi dopo l’infuocato esordio di “As safe as yesterday is” ed è tutta un’altra musica, rilassata, country blues (non lontana dalle atmosfere tardo Small Faces di “The universal” e “Mad John” ad esempio) con abbondanza di chitarre acustiche, qualche tocco di sitar, percussioni varie.
Lavoro atipico in una discografia (e live acts) impostata su un rock blues dalle forti tinte hard e rimandi al southern soul con la voce si Steve che fa sempre miracoli.

GLORIA JONES - Vixen
La grande Gloria Jones (quella di “Tainted love” per capirci) dopo essersi unita ai TRex di Marc Bolan, suo compagno e da cui ha avuto un figlio , Rolan, alle prese con un buon album solista, in chiave disco soul ma interessante grazie alla stretta collaborazione con Bolan che co-firma con lei il funk “teatrale” “High” e il divertente funk disco soul “Cry baby”.
C’è anche una ripresa di “Tainted love” in chiave attuale ma che perde inevitabilmente il confronto con l’originale e due versioni funk disco della “Get in on dei T Rex.

21 commenti:

  1. Quello dei FBA uno dei 10 dischi che hanno fatto la mia vita..
    Torpedo Woman Hot Teardrops On The Floor Lost In A Ghost Town Do The Shimmy Shimmy Duck

    In loving memory of Demetrio e Elvis

    C

    RispondiElimina
  2. Gruppo sfortunato.
    Al di là delle perdite umane che ha ricordato C, aveva un talento smisurato e poteva fare tranquillamente una carriera alla James Taylor Quartet, per dirne uno, o alla Charlatans.
    Uno di quei rari gruppi italiani che potevano vedersela con chiunque (nel loro ambito ma non solo) all'estero.
    Unica pecca ma che si poteva migliorare (come poi accadde con gli Investigators) la voce di Geppo non sempre all'altezza (secondo me)

    RispondiElimina
  3. Il primo dei 4byart grande disco, ma ho apprezzato molto anche 'everybody is an artist with..'.
    Ne ho parlato con Filippo (Boniello) una sera in cui avrebbe suonato con Fay Hallam, il gruppo ebbe una serie infinita di sfighe ma l'incipit fu che il servizio militare porto' via vari componenti del gruppo costringendoli all'inattività proprio nel momento in cui avevano il maggior riscontro di pubblico.

    Jeanpaul

    RispondiElimina
  4. Grandi Four by Art.
    L'ho ritrovato in uno scatolone dove era chiuso da anni quando andai alla presentazione di R&G al Bar Vinyl di Milano e l'ho riascoltato, davvero un grande disco!

    RispondiElimina
  5. A proposito di FAY HALLAM..notizie del misterioso tastierista? (Fabio T......)

    Anch'io ogni tanto trovavo la voce di geppo "sfasata" come mood (poi ho sempre avuto qualche dubbio sulle tonnellate di riverbero che aveva in registrazione..forse la "presenza" ne era penalizzata ma forse era quello l'effetto voluto..come fosse sempre "dietro",distante dal sound d'insieme)

    Sempre detto che il militare era una cazzata (perlomano adesso uno puo' scegliere ma ce ne abbiamo messo di tempo)

    C

    C

    RispondiElimina
  6. Ai tempi ha falciato decine e decine di gruppi il militare.
    Noi Not Moving (e Chelsea Hotel) tutti riformati con ingegnose ed estreme idee

    RispondiElimina
  7. ahahah! anch'io se per quello!
    ma non l'avrei MAI fatto
    C

    RispondiElimina
  8. Pheeeea Humble Pie mitici! Anche in acustic! vedasi questa
    http://www.youtube.com/watch?v=c6oiN2Le1YU

    Sir, concerto Blur?!?!?!?!?

    W

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un'autentica BOMBA ATOMICA!!!!

      Report domani (ma se rompete i c......i al boss , magari lo mette oggi pomeriggio)

      CASULAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!

      Elimina
    2. ha ha ha ha ha ha ha ha......

      Elimina
  9. Dai Boss..che scuse per saltare la naja?
    C

    RispondiElimina
  10. Bè io ho smesso di mangiare per 15 giorni. Solo caffè e poco altro.
    Alla visita il cuore andava in 7/4 a 200 battiti al secondo. Riformato.
    Il cantante dei CHotel ci andò completamente rasato in ogn iparte e con una stella a cinque punte rovesciata incisa con una lametta sul petto il giorno prima. Riformato.
    Il bassista dei Not Moving qualcosa del genere, il chitarrista anche lui si inventò qualcosa di estremo.
    Ai tempi gli obiettori li buttavano dentro

    RispondiElimina
  11. mi ci sono voluti anni, anzi forse decenni, prima di 'digerire' gli humble pie.. per tantissimo tempo ho avuto quel blocco psicologico classico che negava la loro esistenza (ed in generale tutto quello che marriott registrò post-small faces) poi a gradi ho apprezzato molto il periodo immediate e qualcosa post-immediate (tipo eat it) ma non posso ancora adesso ritenermi un fan.

    per noi vecchiacci "i" four by art resteranno "gli" fb art (come si diceva, anche da demetrio stesso, nel periodo pre-pingitore e pre-dischi). sono sicuro che tony e qualche altro 'aged' del blog se li ricorda col fratello di demetrio in formazione live. album di debutto epico e superiore a molte cose che i nostri amici inglesi pubblicavano all'epoca.

    RispondiElimina
  12. gia' gia'...
    io ero praticamente gia iscritto alla LOC (lega obiettori di coscienza) temendo il peggio ma ripeto MAI avrei fatto il militare.
    Poi il miracolo..dieta ferrea anch'io per 10 giorni..uno zombie...RIVEDIBILE (l'anno dopo)
    L'anno successivo stessa musica..Un tipo ci aveva detto che eravamo quasi in esubero di leva e quindi erano stati di manica molto larga. RIFORMATO.
    Ho festeggia to per una settimana (e ho ripreso i chili persi..ahah!
    Casula!

    C

    RispondiElimina
  13. io li ho conosciuti con la ristampa in cd
    ma Tony intendi dire che due sono morti?
    franz

    RispondiElimina
  14. Si, Elvis (il chitarrista) e Demetrio (il batterista) sono passati a migliori vita qualche anno fa

    RispondiElimina
  15. Per Cpt Stax.
    Anch'io fatico mooolto ad ascoltare il Marriott post Small Faces e ho difficoltà a trovare cose buone (che pure ci sono qua e là ma spesso si perdono in brani tamarri di hard rock alla "Wham bam..." quando va bene).
    Gli Humble Pie vanno presi a piccole dosi.
    O meglio andrebbero ascoltati in una compilation di 10 brani al massimo, (di quelli buoni).

    GLI FB ART li ho visto mille volte, ci ho suonato un paio di volte (a Parma con i Chelsea Hotel e a Rimini con STMods) e una volta feci il sound check al Raduno di Rimini in assenza di Demetrio con Elvis che mi cazziava perchè andavo troppo veloce su "Mony mony" :)

    RispondiElimina
  16. eh ma anche tu ad andare troppo veloce su Mony Mony..
    C

    RispondiElimina
  17. Ehhh suonavo con i Not Moving...lì le cose lente non erano ammesse !

    RispondiElimina
  18. Ahahah! Bellissimo!

    W

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails