sabato, dicembre 08, 2012

Gli Avvoltoi. Storia di un gruppo ridicolo



Ritengo gli AVVOLTOI uno dei gruppi più importanti della scena italiana.
I primi nell’Italia mid 80’s infarcita di hardcore, garage punk, new wave e post punk a ripescare il beat italiano (il bitt...sic) e a ridargli la dovuta dignità.
Ormai è noto e chiaro che in mezzo a tante ingenuità e parecchi episodi deprecabili c’erano momenti di assoluta eccellenza.
La band di Moreno Spirogi fu la prima ad accorgersene a riportare sui palchi nostrani quei brani, quel sound, quello spirito.

Che rivive, in chiave ironica, divertente e divertita nel libro "Gli Avvoltoi. Storia di un gruppo ridicolo" dello stesso Moreno Spirogi e di Lerry Arabia.
Vi si ripercorre la storia del gruppo, si sprecano aneddoti e ricordi con testimonianze aggiuntive di vari protagonisti e spettatori dell’epoca (sottoscritto incluso).
Il tutto corredato da un CD con il Meglio degli Avvoltoi.
In poche parole un perfetto regalo natalizio, godibilissimo, fresco , divertente, importante.

10 commenti:

  1. Moreno Spirogi8 dicembre 2012 12:21

    Grazie agli importanti contributi di Tony Face, Luca Frazzi, Federico Fiumani, Emidio Clementi,Federico Guglielmi, Eraldo Turra e molti altri. Grazie a Gianluca Morozzi che nel libro ha piazzato un racconto breve inedito....

    RispondiElimina
  2. Tra l'altro,va sottolineato che il "beat" (in tutte le varie sfaccettature,che non sono poche ) non ha mai subito vere battute di arresto,nè tantomeno si è mai fossilizzato come può essere successo ad altri generi o sotto-generi.
    La riscoperta del patrimonio storico è tuttora in moto da quasi 30 anni,ed altre formazioni compiono dei percorsi simili o contaminati da queste sonorità...proprio in queste ultime serate,qui a TO, si è svolta una kermesse neo-beat con vari gruppi & il dj set dell'inossidabile Lele Roma,che non ha mai smesso (neanche lui) di portarne alta la bandiera.

    RispondiElimina
  3. Irriverent Escapade9 dicembre 2012 12:00

    Confesso. Io, gli Avvoltoi, li conoscevo solo di nome. Non avrei mai saputo identificarli con un genere (non parliamo poi visivamente).
    Visto che, da queste parti, fino ad oggi ho sempre scovato musica e letture interessanti. Aggiungo alla (ehm giá lunga letterina a Babbo Natale).
    Mi togli, peró, in anticipo una curiositá: perchè "storia di un gruppo ridicolo" ?

    RispondiElimina
  4. Gli Avvoltoi sono sempre stati molto (auto) ironici

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Musica e ironia, direi che non vanno mica tanto d'accordo...
      :)

      Elimina
  5. Dove lo posso recuperare?

    RispondiElimina
  6. Non saprei ma via FB contattando direttamente Moreno o comunque in libreria dovrebbero fartelo arrivare

    RispondiElimina
  7. Grandi Avvoltoi! Ciao Moreno!
    C

    RispondiElimina
  8. Di loro ho l'ultimo lavoro che credo risalga all'anno passato (tra l'altro l'ho comprato dopo una mini recensione del Capo), mi piace l'attitudine scanzonata. Divertenti sti Avvoltoi.

    Charlie

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails