venerdì, marzo 10, 2017

Danni all'udito tra i giovani



Un recente studio «Eurotrack 2015» avverte che un italiano sui dieci ha problemi di udito e che tra i giovani il fenomeno è in forte aumento:
il 4,2% dei giovani tra i 15 e i 24 anni non ci sente più bene.
Solo tre anni prima erano il 3%.
Un aumento del 25%.
Se poi si somma anche il 2,2% di adolescenti si arriva a circa mezzo milione di ragazzi.

L’Oms consiglia di non ascoltare musica mai superiore a 60 decibel e per non più di 60 minuti al giorno.

Nelle discoteche e nei concerti la normativa europea fissa il limite a 105 decibel di media, 120 nei picchi.
La potenza di uscita di Mp3 e iPod non dovrebbe superare i 100 decibel, quelli più vecchi però non rispettano il limite.

7 commenti:

  1. Vero le hanno sempre su anche in casa, decisamente troppo

    RispondiElimina
  2. Anche mio figlio ha sempre le cuffiette, spesso ad alto volume e con frequenze fastidiose.
    Io dopo 40 anni di batteria ho perso un bel po' di frequenze (ad esempio non sento più il suono elettronico del termometro quando provo la febbre....)

    RispondiElimina
  3. Quindi non devi più ammalarti ������

    RispondiElimina
  4. Più che altro vengo dileggiato in famiglia..."guarda che ha suonato il termometro"...il vecchio....

    RispondiElimina
  5. Risposte
    1. ..cooooosaaaaaaa??????
      ahahaha
      C

      Elimina
    2. ....eeeeeehhhhhh????????????

      Elimina

Related Posts with Thumbnails