venerdì, febbraio 12, 2016

Link Quartet - Quattro pezzi facili



Torna il LINK QUARTET con un nuovo lavoro, decisamente atipico rispetto alla consuetudine.
Quattro brani che arrivano dai 60s', ricantati in italiano dalla voce souleggiante di Silvia Molinari.
L'impronta è sempre Hammond beat oriented ma con un timbro più 70's rock.
Due i brani degli Shocking Blue Love Buzz e I'm A Woman poi Back Up Against The Wall dei Blood Sweat And Tears) e la versione che Ombretta Colli fece nel 1969 di Harley Davidson di Serge Gainsbourg.
L'adattamento in italiano è convincente ed efficace, sulle qualità tecniche ed espressive della band non c'è da anni alcun dubbio.
Pubblica Area Pirata anche in vinile, in tiratura limitata.

Per acquisto in download (e ascolto): http://areapiratarec.bandcamp.com/album/quattro-pezzi-facili

Due parole con Paolo Apollo Negri sul nuovo lavoro e sul futuro del Link Quartet

1) Come mai la scelta di un ep con 4 cover in italiano ?

Un paio di anni fa il nostro amico Mariano Liberali aveva trovato, durante le sue ricerche di rarità e vinili, gli spartiti di alcuni brani stranieri degli anni sessanta con il testo in italiano che non erano mai stati realizzati.
Tra questi c'erano "Back Up Against The Wall" dei Blood Sweat And Tears, "I'm A Woman" degli Shocking Blue e "Harley Davidson" di Serge Gainsbourg (che era l'unica già realizzata in italiano con il titolo "La Moto" da Ombretta Colli). Abbiamo preso spunto da qui e abbiamo iniziato a lavorare sui brani, con l'idea di fare qualcosa di cantato in italiano, per noi una novità assoluta, e finalmente registrare qualcosa con Silvia Molinari con la quale già collaboravamo.
Abbiamo aggiunto un quarto pezzo decidendo di fare "Love Buzz" degli Shocking Blue, un pezzo che tutto amiamo e che ci sembrava particolarmente adatto a questo progetto.
I testi, tranne quello de "La Moto", sono stati completamente riscritti da Marco Murtas e da Silvia Molinari mentre il gruppo ha lavorato per riarrangiare la parte musicale. Il progetto ci ha dato modo di riscoprire un po' le nostre radici sixties, accantonate ormai da tempo, e di iniziare la collaborazione con Area Pirata, con la quale ci siamo trovati davvero ottimamente
!

2) E' una strada che seguirete in futuro o solo un episodio estemporaneo

Direi che questo EP rappresenta una parentesi nell'evoluzione del suono del gruppo.
Avevamo voglia di giocare di nuovo con gli anni sessanta, di metterci un po' alla prova con brani in italiano e di mettere finalmente a frutto l'esperienza fatta insieme a Silvia.
Sicuramente faremo tesoro di quello che abbiamo imparato dalla realizzazione di questi quattro brani ma il futuro sarà di nuovo verso il mondo black e con il tipico suono Link in quartetto
.

3) So che state preparando il nuovo album. Dobbiamo aspettarci novità rispetto al consueto LQ sound?

Il prossimo disco sarà proprio un ritorno al tipico suono da quartetto Hammond, solo brani strumentali e solo brani originali, Hammond, batteria, chitarra e basso, niente di più! Dopo "Hotel Constellation", concept cantato, pieno di influenze e suoni non propriamente tipici per noi, e dopo questo EP cantato in italiano sentiamo il bisogno di un ritorno alla semplicità e al suono che più sentiamo nostro.
Posso già anticipare che si intitolerà "Minimal Animal". Ci stiamo lavorando e speriamo possa vedere la luce entro l'anno.


13 commenti:

  1. T'e' capi'?
    Bene......pero', scusate link.....ma c'e' Sanremo....
    SONO CONTENTO DI PAGARE IL CANONE RAI!!!!!!
    Perche'.....uno spettacolo come quello dei Pooh. ieri sera, ce lo sogneremo per secoli...
    Giuro, ho visto solo quello. Richiamato a gran voce da mia moglie, ho lasciato per venti minuto Creole Belle di James Lee Burke e mi sono goduto lo show.
    Mai sentite tante stecche e, soprattutto, tanti gesti da vere rockstar. Si, delle case di riposo!
    A un certo punto ho pensato che le prime file dell'ariston fossero a rischio. Cazzo, mi sono detto, e se parte qualche dentiera, magari quella di riccardone fogli? Li' si fanno male eh..
    E poi, ragass, il finalone? Steccona di riccardone con il facchinetto, stretta di mano da rapper, bacione e lacrimuccia!
    F-a-n-t-a-s-t-i-c-o!!!!
    Merola, dall'alto dei cieli, ha benedetto i suoi eredi.
    Un senso all'inculata del canone c'e'.
    Scusate Link.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero. Ma perchè continuano a cantare i pezzi nelle tonalità di 40 anni fa ? Non ci arrivano più, cambia no ?
      E poi quanti litri di tinta per capelli c'erano su quel palco ?

      Elimina
    2. Bot:

      se venivi a vedere Sergio Caputo era meglio.
      Insì t'imparat!

      Elimina
  2. L'e' vera......
    ma c'e' il progetto Hot Mama Soul Band Revue in partenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piuttosto che star davanti alla tv a guardare Sanremo....

      Elimina
  3. ...e le giacche? Diciamo niente?
    E i capelli?

    RispondiElimina
  4. noooooo.....
    visto solo i Pooh. Oh, sa ghe' i mat?

    RispondiElimina
  5. Belli sti pezzi, recupererò il disco

    RispondiElimina
  6. spettacolo UNICO concordo con Carlo..
    io dopo aver visto la faccia di Faccinetti in "dio delle cittoooooaaaaaaahhhhh" mi sono specializzato nella sua imitazione..alla prima occasione ve la faccio vedere
    UNICI
    C

    RispondiElimina
  7. Che bravi i Link Quartet, mi vergogno a dire che non li conoscevo ma insomma meglio tardi che mai.

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails