mercoledì, febbraio 03, 2016

Le vendite delle riviste musicali in Italia nel 2015



Ieri Max Stefani, ex direttore del Mucchio e di Outsider riportava su FB queste cifre di vendita delle riviste italiane nel 2015.
Su queste cifre ho avuto conferme attendibili da altri operatori del settore, cifra in più, cifra in meno.
Numeri bassissimi rispetto a qualche anno fa ma indicativi.

Rolling Stone 12.000 su 40.000 di tiratura.
Classic Rock 8.500 su 34.000
Buscadero 5.800 su 15.200
Blow Up 3.100 su 10.000
Mucchio 3.000 su 10.000
Rumore 2.900 su 12.500
Classix 2.800 su 10.000
Rockerilla 1.400 su 5.200



54 commenti:

  1. Come fanno a guadagnare se vendono un terzo di quello che stampano? E che cifre!

    RispondiElimina
  2. La pubblicità da sola copre i costi?
    Non credo viste le cifre...

    RispondiElimina
  3. In realtà stampare ormai costa poco.
    Molte di queste riviste non pagano i collaboratori (Classic Rock invece si).
    In passato riviste come il Mucchio prendevano delle paccate di soldi dal governo da paura.
    Ora i fondi sono stati dimezzati ma qualcosa credo prendano ancora.

    RispondiElimina
  4. Numeri davvero insignificanti dal Buscadero in giù. Sono da sempre un esterofilo per le riviste musicali, salvo rari caso, infatti ancora una volta io cado dal pero e mi sorprendo per certi dati. Es: il buscadero doppia il mucchio? Blowup vende più di Rockerilla? Cosè Classix? Comunque Rolling Stone è l'unica rivista che trovi ai supermercati, tutto considerato (distribuzione, costo ecc) a pensarci 12000 copie è pochino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. intendevo Blowup vende più di Rumore

      Elimina
  5. E ormai RS non è neanche più una rivista musicale....

    RispondiElimina
  6. Io come già detto dopo 32 di onorata carriera (Rockerilla da sempre,Mucchio Busca saltuari,Rumore e precedenti per la vita che hanno avuto..) ho smesso di comprare giornali. Ne lasciavo troppi numeri indietro e quello che leggevo lo facevo molto alla veloce..Stop.
    All'estero sono saltuariamente affezionato a Mojo e Uncut (ero partito da Q)..queste cifre e questioni governative mi lawsciano perplesso....

    C

    RispondiElimina
  7. L'ovvio problema è che con internet che ti fa ascoltare di tutto e di più non hai più bisogno di affidarti alla rivista se il disco è bello o brutto, te lo ascolti prima o perlomeno hai già una paginata di opinioni italiani ed estere sulla questione.
    Più interessante se la rivista ospita approfondimenti o interviste fatte con cura e competenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti credo che il futuro per le riviste del settore sia quello "divulgativo" con monografie e cose del genere, che possono aiutare a meglio comprendere certi artisti o certi fenomeni. In questo senso la scelta di Classic Rock e' secondo me opportuna.
      Non dimentichiamo poi che certe recensioni sono inaffidabili.

      GMV

      Elimina
  8. ho comprato rockerilla dal 1983 circa sino a quando non è uscito rumore.
    poi anni fa ho abbandonato anche rumore.
    sono troppo vecchio per andare ad inseguire le novità quando ho un milione di "classici" ancora da scoprire ed ascoltare.
    i miei pusher di info ormai sono diventati Shindig + Sotto Terra per le riviste stampate e questo blog per internet.

    grazie tony per tutte le segnalazioni che fai

    RispondiElimina
  9. Il web ha sostituito il cartaceo anche se mi capita di leggere interviste o recensioni su alcune webzines davvero pazzesche per mancanza di conoscenza dell'argomento e della musica trattata in generale.
    La rivista cartacea è, di solito, più attenta a selezionare chi ci scrive (ok ok il mio è un conflitto di interessi ma lo penso davvero...)

    RispondiElimina
  10. .....infatti compro classic rock perche' ci scrivi tu e pochi altri. Di per se' il giornale mi fa abbastanza cagare. Pero'compro le...firme.
    Come per Buscadero lo faccio per Zambellini, Denti e Gianni del Savio.
    Gli altri li ho lasciati proprio perdere.
    Ah.....Mojo non manca mai. Checcedevofa'. Mi piace ancora la carta..
    Sono troppo gramo,Tony?

    RispondiElimina
  11. Il web per me e' questo santo blog. Punto.
    Ho luggiucchiato qualcosa qui e la' io amo la libertaaaaa'..
    Sinceramente? Mo' ande' a cagher....

    RispondiElimina
  12. Io sinceramente (SONO VECCHIO lo so ) molte riviste non riesco più a leggerle perchè non conosco nessun gruppo !
    Con Classic Rock mi leggo un'intervista ai Deep Purple magari ma almeno so chi sono

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mammamia io non riesco neanche più ad ascoltare i vecchi dischi (a parte il primo), avranno da dire oggi dei metallari di 70 anni?
      How depressing

      Elimina
  13. Gallo, il Buscadero e' il bollettino (lo e' sempre stato) di Caru'. Che si puo' permettere di pubblicare un giornale da una paccata di anni.
    Gli altri, secondo me, andavano a nozze con le sovvenzioni di questo povero stato. Qualcuno le palle d'oro se le e' fatte va'.....

    RispondiElimina
  14. Buscadero lo so me lo passavi tu insieme a qualche disco.

    RispondiElimina
  15. Nel 2003 il Mucchio Selvaggio ha percepito 500.000 euro (mezzo milioni di euro) come contributo editoriale. Oggi ne prende 7.800
    Ad esempio....

    http://presidenza.governo.it/DIE/dossier/contributi_editoria_index.html

    RispondiElimina
  16. La verità è che trent'anni fa il pubblico delle riviste musicali era composto per la maggior parte di giovani dell'epoca per i quali queste erano il massimo. Inoltre la musica rock/pop aveva molto più gradimento tra i ragazzi, la concorrenza era poca.
    Non è più così.
    Sono un anacronismo.

    RispondiElimina
  17. Domanda agli espertoni ma i Deep Purple erano o no un grandissimo gruppo con i primi due dischi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quelli con Rod Evans e Nick Simper, se non sbaglio.
      D'altra parte Jon Lord aveva un trascorso in un gruppo beat (Episode 6?) che aveva riscosso un discreto successo in UK....

      GMV

      GMV

      Elimina
    2. Si loro.
      Rod Evans fantastico!

      Elimina
    3. Sir, che aspettative per sabato ???
      Io non la vedo benissimo

      GMV

      Elimina
    4. Juve stasera, la vedo malissimo, opterei per un giagantesco turnover e tutti i titolari dentro nel weekend contro la Lazio.

      Elimina
    5. Dai, non dirmi che non guardi Francia - Italia......

      GMV

      Elimina
    6. Jon Lord era con gli Artwoods del fratello (Art Wood) di Ron Wood (grandi tifosi del West Bromwich Albion)
      Negli Episode 6 c'era Ian Gillan

      Elimina
    7. Chapeau Boss... in effetti ricordo che avevi postato qualcosa in proposito in occasione della morte di Jon Lord

      GMV

      Elimina
    8. Uh 6 nations, l'avevo dimenticato.
      No non la guardo non sopporto nessuna delle due squadre per motivi diversi.
      Le mie attenzioni sono tutte per la Calcutta Cup, forse è la volta buona.

      Elimina
    9. Anche Eric Clapton e Steve Winwood (soprattutto) sono del West Bromwich Albion, quest'ultimo anche del Cheltenham Town.

      Elimina
    10. ma il QPR da questo punto di vista è la migliore.
      Infatti l'ultima partita che ho visto in Inghilterra è stata QPR 0-1 WBA. Boxing day 2013

      Elimina
    11. Una vittoria scozzese piacerebbe anche a me.

      GMV

      Elimina
    12. Speriamo.
      Le prestazioni al mondiale lasciano ben sperare, anche se trovarseli davanti è poi ben altra cosa.

      Elimina
    13. Vediamo come sono gli inglesi sotto la guida di Eddie Jones.
      Non ha avuto molto tempo, c'è un nuovo capitano, vedremo...per me sempre moolto temibili.

      Elimina
    14. Altroche' ... avranno una forte voglia di riscattare il mondiale, e poi la Calcutta e' sempre la Calcutta (quest'ultima considerazione vale anche per la Scozia).

      GMV

      Elimina
    15. Sicuro. Mi aspetto una grande partita, le premesse ci sono tutte.

      Elimina
    16. E forse soprattutto per la Scozia visto che la vittoria manca da un 7/8 anni

      Elimina
  18. Prima di intamarrirsi tristemente (anche se higheay star é un gran pezzo)

    RispondiElimina
  19. Le riviste le comprano i "vecchi". Sotto i 40 anni non penso lo faccia più nessuno.
    I primi dei Deep Purple grandissimi ma anche Made in japan

    RispondiElimina
  20. dei Deep Purple solo i primi due e STOP
    C

    RispondiElimina
  21. Vedo che andiamo d'accordo ho (e mi piacciono)i primi due e Made in Japan, di cui mi piacciono 3/4 canzoni.
    Ma il primo era fortissimo.

    RispondiElimina
  22. Anche per me i primi due dischi meritano, ancora adesso a piccole dosi, di essere ascoltati a volume aaalto. IO comprai anche quello con Woman from Tokio che mo' mi sfugge. Beh..ai tempi penso che lo consumai a furia di ascolti ripetuti.

    RispondiElimina
  23. .....mi spiace constatare che, non solo i ggiovani non comprano le riviste musicali, ma anche i giornali, i libri, i dischi ecc.ecc.

    RispondiElimina
  24. forse una volta ci stordivamo di musica, e i quattro soldi che ci ballavano nelle tasche finivano dagli spacciatori di vinile.
    Adesso finisco magari ad altri spacciatori e ad altri stordimenti (birrazze schifose, chupiti alcool puro..e ale').
    A parte la bolletta che gira oggi, o che dicono giri oggi.....diobono, ma piu' bollettari di noi chi c'era?

    RispondiElimina
  25. Il mondo è cambiato, ripeto la musica era uno dei pochi modi per essere cool aal'epoca, una prerogativa che non esiste più

    RispondiElimina
  26. Infatti. Il mondo è cambiato e irreversibilmente.
    Ad un certo punto sono spariti i 78 giri, morti quelli che li ascoltavano andati fuori produzione i fonografi per riprodurli. Fine.
    Succederà per le riviste e prima o poi per i vinili (passato il revival di questo periodo).

    RispondiElimina
  27. Non mi stupisco a questi nr.
    Personalmente non le compro da tempo, perché non si capisce cosa scrivono se il disco o il gruppo è interessante. Non mi trovo a leggere questi critici forse sono vecchio mah?!? Poi è raro che si parli dei testi ad esempio.

    RispondiElimina
  28. Scusa Tony, una domanda: le riviste che non sono nell'elenco vendono di meno, quindi? Ad esempio "Raro!" (che con Classic Rock è l'unica rivista che compro) vende meno di 1400 copie?

    RispondiElimina
  29. Si, secondo me vende meno. Questi dati provengono dai distributori nazionali e non so se Raro è distribuito in tutte le edicole o se ha una diffusione più limitata (e quindi non rientra nei conteggi). Ma credo venda davvero poco poco

    RispondiElimina
  30. E' raro, quindi ce ne sono in giro pochi.

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails