domenica, novembre 13, 2016

Capela dos Ossos



La fine del mondo è la rubrica domenicale che va ad esplorare i luoghi abbandonati dalla storia, particolari o estremi.
I precedenti post
:
http://tonyface.blogspot.it/search/label/La%20fine%20del%20mondo

La Capela dos Ossos (che si trova a Evora in Portogallo nella Chiesa di San Francesco) fu costruita nel XVI secolo da un monaco francescano con l'intento di ammonire i confratelli sulla caducità della vita di fronte alla morte (vedi la scritta all'ingresoo: Nós ossos que aqui estamos pelos vossos esperamos ("Noi ossa che qui stiamo, le vostre aspettiamo").

La cappella è formata da pareti di 18,7 metri di lunghezza per 11 di altezza con le otto colonne che sostengono il soffitto decorate da ossa e teschi umani cementati e il soffitto riporta dipinti con scene a tema mortuario.
Il numero di scheletri umani sono circa 5.000 e provengono da cimiteri e chiese della zona e molti hanno il nome della persona inciso.v Completano il soave quadro due cadaveri essiccati pendenti da una catena.

5 commenti:

  1. Che posto di merda

    RispondiElimina
  2. A Borgotrebbia una volta c'era la chiesa di Camposanto Vecchio, pare fosse piena di teschi e scheletri di coloro che morirono durante la Peste ... una specie di Lazzaretto... ho conosciuto persone che sono riusciti ad entrare di notte e rubare un teschio o due.Per poi pentirsene e riportarli indietro visto che un'amico in particolare ebbe delle sfighe incredibili tipo un'incidente,litigi con la sua ragazza ,ecc... Paul67

    RispondiElimina
  3. E' vero. La chiesa c'è ancora, è stata ripulita e sistemata e sotto nella cripta ci sono ancora i resti dei morti di peste del 1.630.

    http://ripensandopiacenza.blogspot.it/2008/09/una-nuova-vita-per-la-chiesa-degli.html

    RispondiElimina
  4. è veramente un posto da fine del mondo,è vero che nelle intenzioni doveva ammonire i fedeli sulla caducità della vita.
    ma quando ci andai ,anni fa,rimasi infastidio da una musichetta ccontinua ed un gioco di luci,che non mi sebravano molto rispettosi delle 5000 anime li sepolte,in fondo è una tomba.
    Evora è cmq una citta splendida ,da
    visitare assolutamente ,si raggiunge in bus da Lisbona.
    Ciao
    Aldo.

    RispondiElimina
  5. ciao ..perchè posto di merda??..
    ci sono stato quest'anno e fortunatamente hanno tolto musichetta e gioco di luci riportando il tutto ad un rispetto dovuto.
    confermo Evora è veramente una cittadina splendida e se avete occasione a circa mezz'ora si trova Monsaraz, isolato e silenziosissimo borgo arroccato sulla pianura alto alentejana invasa ora per alcui tratti dall'Alqueva uno dei più grandi laghi artificiali europei.
    Se pensate ad un viaggio in Portoglallo, la zona poco abitata e quasi per nulla frequentata turisticamente dell'Alentejo, riserva bellissime soprese ed emozioni
    Clodoaldo

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails