mercoledì, novembre 02, 2016

Ari Päffgen - Christian Aaron Boulogne



Una storia amara e strana, all'ombra di due miti.
Ari Päffgen è il figlio di NICO (voce dei Velvet Underground) e ALAIN DELON che pur non lo ha mai ufficialmente riconosciuto.

Nato nel 1962 venne accolto dalla madre di Delon, Édith Boulogne (contro la volontà del figlio) dopo che la stessa Nico le aveva comunicato la sua "impossibilità" ad allevarlo correttamente.
Edith volò a New York, lo prese con sè e lo crebbe fino a quando nel 1977 suo marito Paul Boulogne non lo adottò come figlio dandogli il cognome.

Si riavvicinò alla madre con cui condivise anche passioni molto pericolose (in un'intervista ha dichiarato di essere stato in coma per tre settimane per overdose e che Nico cercò di registrare in ospedale il suo flebile battito del cuore per inserirlo in un disco....).

Nico smette con la droga per salvarlo e proteggerlo ma alla sua morte nel 1988, Ari si rituffa nei suoi demoni passando da una cura per la disintossicazione all'altra.

Ha avuto sporadici contatti con Alain Delon che ha sempre negato di poter essere suo padre (nonostante una somiglianza evidente) ma di considerarlo un "amico": "Tu non hai i miei occhi, non hai miei capelli, non sei mio figlio, non lo sarai mai, sono andato a letto con tua madre solo una volta, tu sei solo un mio amico" gli disse una volta.

Ha pubblicato un libro di memorie, L'Amour n'oublie jamais, girato alcuni film (anche con la madre ne "La cicatrice interiore" del 1972), lavora come fotografo, anche se ultimamente vive in una sorta di ricovero in condizioni critiche dopo un ictus e una vita spesa in abusi.

Dome La Muerte, ex chitarrista dei Not Moving ebbe l'occasione di ospitare Nico e Ari a casa sua per una settimana.
Interpellato ricorda:
"L'agenzia di Nico sbagliò le date e la spedì con il figlio in Italia una decina di giorni prima del tour previsto da noi.
Inizialmente furono alloggiati in albergo ma siccome la prima data era a Pisa chiesero a me se potevo aiutarli e ospitarli, visto che le spese salivano.
Non me lo feci ripetere due volte, un mio idolo a casa mia !
Purtroppo erano conciati molto male e ci furono esperienze non molto piacevoli da vedere.
Era la prima volta che si vedevano e stavano insieme dopo 10 anni, era strano anche per loro.
A breve uscirà un film per la Fandango su Nico in Italia e intervistato dalla regista Ari ha dichiarato che di quei giorni si ricorda poco, solo di qualche giorno a Ivrea e una settimana a Pisa da Domenico...mi fa molto piacere.
Mi ricordo che gli feci ascoltare "Black and wild" dei Not Moving, uscito da poco (1985) e che apprezzarono molto".


https://www.youtube.com/watch?v=q6bDkM5tJ9g

https://www.youtube.com/watch?v=oxyvvf7DQIU

3 commenti:

  1. Molto bello, seppur triste. Grazie

    RispondiElimina
  2. Volevo segnalare questo articolo biografico in 2 parti su Nico tratto da un blog molto, molto bello che seguo da un po'

    Parte 1

    http://www.kainowska.com/sito/nico-parte-i-la-bellezza-le-menzogne-patologiche-la-carriera-da-modella-e-attrice-la-dolce-vita-la-maternita-bob-dylan-brian-jones-jimi-hendrix/

    parte 2

    http://www.kainowska.com/sito/nico-parte-ii-andy-warhol-e-la-factory-i-velvet-underground-jim-morrison-iggy-pop-la-carriera-solista-la-droga-e-la-morte/

    RispondiElimina
  3. Conoscevo la storia a grandi linee. Non i dettagli ad esempio su Delon...veranmente una storia amara

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails