giovedì, marzo 03, 2016

Il calcio che (non) conta


Nella foto lo stadio della leader del campionato delle Fiji.

Rubrica periodica che va a visitare i campionati meno seguiti e noti in giro per il mondo ma che non disdegna sguardi anche più in alto.
In precedenza se ne è parlato qui
:
http://tonyface.blogspot.it/search/label/Il%20calcio%20che%20%28non%29%20conta

In EUROPA Champions e Europe decretano ancora una volta che a dominare sono spagnoli, tedeschi e inglesi.
Qualche eccezione qua e là ma destinata a scomparire ai prossimi turni.
Italiane fuori, rimane la traballante Lazio (dando per scontate le eliminazioni di Roma e Juve).
Poco da fare, come nel rugby, quando abbiamo davanti le migliori, andiamo a casa.

Nel frattempo pare sempre più probabile la formazione di una Super League con un accordo raggiunto da Arsenal, City, United, Liverpool e Chelsea con il miliardario Stephen Ross degli americani Miami Dolphins con la partecipazione anche delle big spagnole, PSG, Bayen Monaco, Olympiacos, Milan, Juventus, Inter, Roma...

In BRIT, Leicester e Tottenham stanno portando nuova linfa rispetto ai soliti nomi in INGHILTERRA, speriamo reggano fino alla fine.
In GALLES i soliti New Saints (8 scudetti negli ultimi 11 anni) dominano e stanno per raggiungere Aberystwyth Town,  Bangor City, Newtown sulla vetta dei più titolati (24 campionati).
Swansea, Cardiff City, Newport County, Wrexham, Colwyn Bay e Merthyr Town sono squadre gallesi che hanno scelto di giocare nella Lega Inglese.
In SCOZIA Celtic verso il titolo con Aberdeen e Heart of Midlothian piuttosto indietro ormai.
Tornano in massima divisione i Rangers.

In ALBANIA lo Skenderbreu guida deciso davanti al Partizani, poi il vuoto, ad ANDORRA il solito Santa Coloma spadroneggia sui Lusitans.

Nelle FIJI (n° 186 nel ranking dopo che nel 2008 arrivò al 106) in testa il Nadi Fc (campione in carica e con 9 scudetti)) che gioca nello stadio da rugby Prince Charles Park, dove nel 1999 la squadra di casa fu sconfitta in finale della Ocean Club Championship dagli australiani del South Melbourne.
In crisi il Ba (19 scudetti) vincitore del primo campionato, nel 1977.

In PALESTINA la complessità della situazione socio politica non impedisce lo svolgersi di un campionato che vede in testa il Shabab Al Khalil davanti al Shabab AL Khadr.
La Nazionale è arrivata alle soglie del 100° posto nel ranking ed è terza nel girone di qualificazione per il prossimo mondiale dietro ad Arabia Saudita e Emirati Arabi, davanti a Malaysia e Timor.

La SIRIA, devastata dalla guerra, sta invece lottando per passare il turno verso Russia 2018, dietro al Giappone ma davanti a Singapore, Afghanistan e Cambogia.

36 commenti:

  1. "Poco da fare, come nel rugby, quando abbiamo davanti le migliori, andiamo a casa"

    nel calcio (come sempre) è solo una questione di soldi

    RispondiElimina
  2. Brutta sconfitta per il Tottenham ieri sera ad Upton Park, sorpasso mancato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già una volta, ero presente, ci vidi il Manchester United perdere il recupero decisivo per la lotta allo scudetto sotto un diluvio universale.

      Elimina
  3. In Italia rilevante il cammino dell'US Alessandria in coppa Italia, scontato l'esito, ancocrchè troppo severo il punteggio nella partita di ritorno della semifinale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. comunque Gallo , ci siamo divertiti martedì.. bella serata tifo dei grigi encomiabile come l'applauso di tutto lo stadio ai ragazzi di Alessandria...belle sensazioni.. era ora!
      Hasta
      Clodoaldo

      Elimina
  4. A proposito di Oceania , ieri sera mio figlio mi ha fatto vedere che Mauro Bertoni ex-capitano della Cremonese e allenatore della Berretti grigiorossa l'anno scorso col quale è rimasto in contatto è a Vanuatu ad allenare l' Amicale FC di Port Vila che disputerà la prossima Coppa dei Campioni dell'Oceania.
    Coincidenza mia suocera ha abitato a Vanuatu per 3 anni.

    RispondiElimina
  5. TORNANO IN MASSIMA DIVISIONE I RANGERS!!!!

    RispondiElimina
  6. Il gol del vecchi leone Kenny Miller che ha dato i tre punti promozione l'altra settimana

    https://www.youtube.com/watch?v=QOfotJ2jh9w

    Fantastico!

    RispondiElimina
  7. La super Lega già mi da le forze di stomaco ma non è poi molto diversa dalla attuale CL quindi forse sti sciacalli che stanno rovinando il calcio han deciso di cambiar passo e abbandonare le ipocrisie. D'altronde quando c'è chi si permette di pagare 20 milioni di sterline all'anno un allenatore di fatto la Super Lega già esiste. Segnalo, perchè è davvero l'unica cosa da segnalare, che l'effetto Borsano/Toro applicato da Randy(merda)Lerner al Villa ha raggiunto il suo scopo. Disintegrata squadra, storia del club e desertificato lo stadio. Da qua alla fine stagione al 74' minuto di ogni partita (il rimando è con la data di nascita del club 1874) i tifosi del Villa abbandoneranno lo stadio; visto l'attuale situazione ci vuol comunque fegato a rimanere al proprio posto per 74 lunghi minuti fatti di nulla. Comunque nel calcio che NON conta, come recita il post, noi ci stiamo alla grande.
    @ Gallo: il ragazzo dove gioca quest'anno?

    Ps: finalmente torna l'Old Firm. Era ora.

    Charlie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh visto che è uno scoop del Sun direi che ci si può anche non allarmare più di tanto.

      Elimina
  8. Beh, ci vuole un bel fegato a presentarsi al Villa Park, comunque ogni forma di protesta è bene accetta per me siamo stati anche troppo teneri fosse per me la prossima in casa la giocherebbero a stadio deserto.
    Più che la squadra il club è stato disintegrato da Lerner, temo che la spirale verso il basso non si fermerà alla 2a divisione.
    Basta*do!

    RispondiElimina
  9. Il ragazzo è a Pavia quest'anno

    RispondiElimina
  10. Mi è spiaciuto vedere uscire così l'Alessandria. Un gol a San Siro lo meritavano.
    Ieri sera invece partita davvero epica, giocata male ma appassionante.
    Povero figlio mio nerazzurro e la sua MaiUnaGioia F.C.
    E' andato a letto distrutto !

    RispondiElimina
  11. Forse un 4-2 avrebbe meglio rispecchiato le cose ma è anche vero che hanno combattuto troppo poco.
    Comunque è stata una grande serata.
    Per una volta il calcio italiano ne esce bene 40.000 spettatori, di cui circa 15.000 ospiti e parecchi neutrali pro Alessandria (inclusi me, Clodoaldo e il Damone) nessun problema di afflusso allo stadio dove avendo noi dovuto girare intorno abbiam visto tifosi delle opposte fazioni incrociarsi un po ovunque incluso all'entrata della curva ospite dove potevano verificarsi problemi, invece niente. Tutti presi per la loro di squadra e/o per la partita .
    I tifosi grigi si sono rivelati (ma io non avevo bisogno di conferme) un pubblico da serie A, la passione con la quale hanno invaso S.Siro a dispetto dello squilibrio in campo è da vertici nella gerarchi pallonara dei sostenitori vecchia scuola.
    Bravi, bravi tutti, anche il pubblico rossonero che a fine gara non sciama fuori ma tributa un lungo bell'applauso e alla squadra e ai tifosi ospiti.
    Son cose belle, che fan bene al calcio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. urca mi ero fermato prima a scrivere
      ahahaha!!!!!!..risottoscrivo il tutto
      Clodoaldo

      Elimina
  12. only problem, the team didn't really turn up.

    RispondiElimina
  13. Per quel che riguarda tuo figlio devi consultare Clodoaldo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahah!!! meglio di no!!!
      la spirale di delusioni lo travolgerebbe
      !!!..inoltre non può neanche gioire dell'epicità di certe sconfitte vissute con cari amici tifosissimi di altre squadre e simpaticamente bastardissimi..ahahahah!!!! ho paura che non gli sarei molto di aiuto
      Clodoaldo

      Elimina
    2. Questo perché è essenzialmente un tifoso televisivo e non da stadio, come lo siamo stati noi quando era il momento.

      Elimina
    3. La partita vissuta al campo è diversa e uno che si è formato come spettatore allo stadio riesce sempre a mettere le cosa nella giusta prospettiva e a dare a vittorie e sconfitte la giusta importanza. Le incazzature e le esaltazioni possono raggiungere anche livelli maggiori al momento ma allo stadio passano subito, hai un mucchio di altra gente intorno e soprattutto esci parlando coi tuoi compagni di giornata e non continui a guardare tutti i coglioni in tv che continuano a reiterare polemiche su episodi che per chi è andato allo stadio tempo di salire in macchina ha già quasi dimenticato.

      A meno che tu non sia il Beppe M.

      ha ha ha ha ha ha ha ha ha

      Elimina
    4. vero!! ahahahah!!!...a lui non passavano nemmeno dopo una settimana
      dagli tra le mani Pruzzo ancora oggi !! ahahahah!!!
      Clodoaldo

      Elimina
  14. West Ham!

    Due belle semifinali di Coppa Italia..yes!
    Un gol grigio ci stava ci stava..

    Dando per scontato la Juve fuori oin Champions...sigh..mah......

    C

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Bayern è leggermente in crisi ma se la Juve gioca come ieri ne porta a casa una vagonata

      Elimina
  15. Palesemente pensavano di aver già vinto e a momenti ci lascian le penne.
    Non li vedo già eliminati,anzi.
    Obbiettivo andare subito in vantaggio

    RispondiElimina
  16. Gallo ma a Pavia c'è sempre Big Benny Carbone? Artefice della vittoria dell'ultima Coppa di Lega giunta a B6.
    Boss il pupo, considerando che ha 17 anni, è rimasto tragicamente fregato dall'epopea del Triplete, era forse meglio indirizzarlo verso Casteddu...si sarebbe incazzato di meno :-)

    Charlie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda che mi sa che Carbone c'era quando andammo in finale di FA Cup nel 2000. Non è più al Pavia da un po mi pare che l'altra stagione prese la Pro Sesto ultima in D e fece una salvezza miracolo

      Elimina
    2. Non ho idea di cosa faccia al momento era andato in Inghilterra a cercare una squadra ma fa fatica anche con l'italiano figurati l'inglese. Mi diceva Borghi che ci ha fatto un po di telecronache insieme che la squadra che gli è rimasta più dentro e per la quale farebbe qualsiasi cosa é proprio il Villa

      Elimina
    3. L'eroe dell'ultima League Cup Final fu Savo Milosevic

      Elimina
    4. Vero. Botta di alzheimer, Benny ci diede una mano a raggiungere la finale di FA CUP del 2000 dove beccammo 1-0 col Chelski con gol di Di Matteo con uscita a funghi di Calamity James...

      Chiedo venia

      Charlie

      Elimina
    5. Ma va dai....memorabile la sua tripletta al Leeds con incluso un pallonetto da 40 metri ha ha ha haha feci un culo a mio fratello grande come una chiesa

      Elimina
    6. Si la vera sciagura fu James, mi son sempre chiesto però se non l'avremmo persa in ogni caso, Southgate prima o dopo ne avrebbe fatta una anche lui

      Elimina
  17. Io sono rimasto fregato dai rossoblu nel 1970, lui dal Triplete. Tradizione di famiglia....
    Moglie Gobba che ieri sera tifava Juve...'na tragedia !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io da mio zio allenatore storico del Sarmato detto Herrera...non mi sarebbe comunque andata meglio...Clodoaldo Senior è tifoso del Toro ...ergo!!
      Clodoaldo

      Elimina
  18. sempre detto che la LIlith e' il top di famiglia
    C

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails