martedì, settembre 08, 2015

Motherwell - Hibernian 6 – 6



Torna ALBERTO GALLETTI ad allietarci con sconosciute storie calcistiche all'urlo di: IL CALCIO SCOZZESE CONTA, E NON SEMPRE FA CAGARE!
Il tutto all'interno delle Grandi partite.
Le altre qui
: http://tonyface.blogspot.it/search/label/Grandi%20partite%20dimenticate

SCOTTISH PREMIER LEAGUE 2009/10
Cosa può succedere n una partita di fine stagione in un mercoledì sera?
Non molto è un opinione diffusa da queste parti, parecchio invece in un incredibile scontro che ebbe luogo a Motherwell, Scozia, la sera del 10 maggio 2010.
La partita è valida per la Scottish Premier League, il massimo campionato scozzese, ospite l’Hibernian di Edimburgo, squadra di antico blasone e presente critico, entrambe le compagini lanciate in un sprint da fotofinish per la qualificazione all’Europa League.
Parte col piglio giusto l’Hibernian e passa già all’ 11’ con Nish che insacca da due passi dopo una bell’azione manovrata , pareggia Coke con un tocco sottomisura, prima che di nuovo Nish porti avanti gli Hibs e Riordan approfitti di un ‘errore difensivo per portare avanti gli ospiti 3-1, è il 28’!
Nish completa la sua tripletta al 39’ e Sutton accorcia tre minuti dopo, si chiude il primo tempo sul 2-4.

Alla ripresa delle ostilità sono ancora gli ospiti a dominare forti del vantaggio acquisito e vanno in rete ancora due volte a metà tempo con una doppietta di Stokes che in due minuti porta il punteggio sul 2-6.
Mancano 23 minuti al termine, ma il Motherwell guidato dall’indomabile ex-CT scozzese Craig Brown non si da per vinto, è quarto in classifica un punto avanti i rivali e solo il quarto posto da la certezza della qualificazione ai preliminari di Europa League, comincia la rimonta.
Un tiro dalla distanza di O’Brien si stampa sul palo e Coke è lesto ad insaccare sul rimpallo 3-6.
Hateley riduce di nuovo lo svantaggio direttamente su punizione 4-6. Il Motherwell ha ormai ingranato la marcia tutta avanti e al 76’ Sutton insacca uno splendido colpo di testa su calcio d’angolo per un incredibile 5-6, il pubblico spinge e il Motherwell si fa sotto grazie ad forcing schiacciante e ad un morale ormai in stato di esaltazione per la rimonta ormai ad un passo.

Ad una manciata di minuti dal fischio finale Juktiewicz viene atterrato da Smith in area, l’arbitro decreta il penalty, sul dischetto va Forbes che si fa parare il rigore del pari da Smith. Tutto sembra perduto il pubblico accusa il colpo, ma non la squadra, al 93’ in pieno recupero un rinvio a campanile di Sutton da dietro la metà campo viene controllato al limite dell’area da Juktiewicz che protegge bene, entra in area e infila un tremendo diagonale all’incrocio dei pali opposto per il più incredibile ed esaltante dei pareggi 6-A rimarcare l’indomito spirito battagliero del Motherwell quella sera, il commento dell’allenatore Craig Brown a fine gara: ‘ ..se fosse durata ancora 5 o 6 minuti avremmo vinto!’
Si tratta della partita con il più alto numero di gol segnati nella storia della Premier League Scozzese, un risultato del genere si ere verificato in Gran Bretagna in due precedenti occasioni, un Leicester City-Arsenal dell’aprile 1930 nell’allora First Division e in un Charlton Athletic-Middlesbrough dell’ottobre 1960 nell’allora Second Division.

Fir Park , Motherwell 10 maggio 2010
MOTHERWELL 6 – 6 HIBERNIAN (2-4)
MOTHERWELL : Ruddy, Hammell Reynolds Craigan Saunders (69‘ Humphrey), Coke, Murphy (69‘ McGlinchey) O’Brien Hateley (80‘ Forbes), Jutkiewicz Sutton.
HIBERNIAN : Smith, Murray Tichot Hanlon Rankin, Wotherspoon Miller Riordan (70’ McBride), Nish Stokes (88’ Benjelloun)

Reti: 11’ Nish (H), 16’ Coke (M), 20’ Nish (H), 28’ Riordan (H), 36’Nish (H), 39’ Sutton (M), 56’ e 65’ Stokes (H), 67’ Coke (M), 72’ Hateley (M), 76’ Sutton (M), 90+4 Juktiewicz (M)

Arbitro : Collum
Spettatori: 6.241

https://www.youtube.com/watch?v=bQvQEFczWis

22 commenti:

  1. Grande Gallo a partire dal titolo!!
    E vedere i minuti in sequenza dei gol e' impressionante..bella davvero
    C

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Grande Cris!
    gran bel tabellino non c'è che dire, il filmato è anche meglio.

    cheers

    RispondiElimina
  4. Fare 6-6 dopo essere steti in vantaggio 2-6 fa molto Hibs. Ora capisco bene il senso del testo Sunshine of Leith dei Proclamers...

    Charlie

    RispondiElimina
  5. Intanto l'Italia fa6 punti con una mano e un rigore con Malta e Bulgaria. Messi bene.

    RispondiElimina
  6. L'Italia ha fatto pena, andrà agli Europei e farà un'altra bella figura come negli ultimi due mondiali

    RispondiElimina
  7. Qualcuno guarda ancora queste partite?

    RispondiElimina
  8. Ho provato a vederne un po'. Inguardabili, Letteralmente inguardabili.
    Tra l'altro se nelle qualificazioni "l'importante sono i tre punti", in campionato "l'importante sono i tre punti", in Chapions, Europei e Mondiali "l'importante sono i tre punti", le amichevoli non contano....e giocare bene ? Quando ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, questo lo senti dire in Italia. prova a far delle partite che fan cagare a Wembley dove lo stadio è economicamente autosufficiente e si regge sugli incassi delle partite che gi gioca la nazionale, il pubblico vuole vedre giocare, altrimenti lo stadio si svuota e addio soldi (vale anche per i club), vorrei vederli questi qua del calcio in Italia che buttano metà dei loro costi sulla collettività e poi fanno delle partite che fan cagare perchè non san giocare, non hanno coraggio e prendono la scusa del risultato ogni volta che gli fa comodo.
      Pigmei calcistici

      Elimina
    2. Infatti. Uno come Mancini che ha fatto spendere all'Inter una montagna di soldi e poi mi dice che l'importante sono i tre punti con Atalanta e Carpi ? A calci nel culo !

      Elimina
    3. ...soparavvalutato ..scarsone....paraculo...c'è gente nata non con la camicia ma con qualcos'altro...lui è uno di quelli...un altro motivo per non seguire se non distaccamente la squadra per cui " tifavo"..
      AVE
      Clodoaldo

      Elimina
    4. Si però è stato uno dei più grandi calciatori della sua generazione.

      Elimina
    5. Utilitarismo italiota.
      Finirà per uccidere tutto.

      Elimina
    6. eh sì altrochè Sir lo so questo...e mi piaceva pure..

      Elimina
  9. Il vero discorso è:
    La frammentazione geopolitica ha rivoluzionato anche lo scacchiere calcistico, si è passati dalle 32 squadre precedenti alle attuali 53 (o 54?) comprese squadre di federazioni in precdenza considerate regionali (S.Marino, Lichteinstein etc), il risultato è il progressivo crollo della qualità delle partite giocate, in quanto svolte contro e tra avversari di livello men che mediocre. In aggiunta si è passati da un europeo a 8 squadre ad uno a 24, il triplo! Giornali Tv e dirigenti UEFA possono dire quello che vogliono, ma il primo turno dei prossimi europei equivarrà alle qualificazioni di una volta e il vero torneo comincerà solo al secondo turno quando ne rimarranno più o meno la metà, peggio ancora dal secondo turno ci saranno partite ad eliminazione diretta per cui una buona squadra dopo due anni di partite inutili e di livello bassissimo, perde una partita e va fuori.
    Non credo abbia più senso un torneo del genere, agonizzante da tempo, si regge in piede per l'interesse delle squadre più piccole e deboli e per la dabbenaggine dei britannici che credono a tutto quello che fanno.
    Credo che i gironi dell'Europa League, senza scomodare la Champions League, siano già di un livello superiore alle qualificazioni al campionato europeo.
    poi, in un'europa politicamente unita (discutibile finchè si vuole ma di fatto è così) che senso ha un torneo per nazionali? ridotte ormai a regioni, come se noi facessimo la Coppa delle regioni .
    Proprio ieri Rooney ha superato il record di gol segnati per l'Inghilterra con un rigore alla Svizzera, ma contro chi ha segnato questi gol? mi piacerebbe fare la spunta degli avversari per avere un confronto, chiaro che ai tempi di Charlton non ci sarebbe mai arrivato. ero a Wembley nel 92 quando Gary Lineker si fece parare il rigore da Taffarel in un'amichevole contro il Brasile e mancò l'aggancio al record 48 a 49, certo lui a S.Marino non ci ha mai giocato.
    Panorama triste e squalificante.

    RispondiElimina
  10. Tra l'altro Platini mi sembra abbia in mente un mondiale a 40 squadre.
    24 squadre all'Europeo sono una cosa assurda.
    Allo stesso modo vedere giocare Gibilterra, San Marino, Andorra.
    E' anche vero che squadre prima assolutamente "materasso" (Albania, Finlandia, Islanda, Lussemburgo, Malta, Moldova) non sono più così abbordabili e fanno perdere punti importanti.

    PS: Incredibile debacle dell'Olanda...

    RispondiElimina
  11. Ormai questa è la realtà, quando si vuole fare credere che Andorra è come l'Italia, non c'è ne rimedio ne speranza.
    Ci può stare un miglioramento delle vecchie squadre materasso, così come qualche sporadica débâcle di grandi nazionali.
    Per l'Olanda sono contento, all'ultimo mondiale è stata un vergogna, doppio catenaccio blindato di Van Gaal a mascherare una squadra al massimo normale e tutti ad esaltarli. Adesso che lui è andato via si vede la verità: l'Olanda fa schifo e il Manchester United stenta perché Van Gaal è lo Zeman dei ricchi e nonostante abbia fatto spendere al suo club 350 milioni di sterline!! non sa ne scegliere i giocatori ne mettere giù la squadra in accordo con le scelte fatte, mi domando, in virtù della proprietà americana così attenta al lato economico, come faccia ad essere ancora al suo posto, perché gli americani non capiscono un cazzo di calcio, ecco perché.

    RispondiElimina
  12. ...e noi Gallo lo sappiamo benissimo.....

    Charlie

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails