mercoledì, settembre 23, 2015

Giovanni Borghi



Giovanni Borghi è stato uno dei più importanti e particolari imprenditori italiani del boom economico, fondatore della Ignis (produzione elettrodomestici) e titolare della Emerson (azienda toscana produttrice di tv color e videoregistratori).
Soprannominato il"cumenda", in lombardo "commendatore" è noto per la frase "Sa'l custa?" ("Quanto costa?") quando voleva comprare qualcosa (qualsiasi...).
Arrivava ogni mattina in fabbrica in auto o in elicottero, ma, una volta entrato inforcava la sua bici gialla e, accompagnato dai suoi più stretti collaboratori, anche loro su due ruote, faceva il giro degli stabilimenti senza mai fermarsi impartendo ordini.

Fu il primo ad intuire il potenziale del marchio abbinato allo sport e divenne così proprietario della Pallacanestro Varese (la mitica Ignis Varese con cui vinse numerosi scudetti e 4 Coppe dei Campioni) e del Varese Football Club, che portò in Serie A dove disputò una serie di dignitose stagioni).
Si occupò anche di ciclismo (tra i ciclisti in squadra Ercole Baldini e Miguel Poblet), pugilato ( Sandro Mazzinghi e Duilio Loi) e il canottaggio fondando la storica Canottieri Ignis e portando Stefano Martinoli alle Olimpiadi.

Nella canzone "Lui - i borghesi" Giorgio Gaber lo nomina fra gli apostoli di "Lui" insieme ad Agnelli, Pirelli ed altri.
Poco nota la vicenda proto ecologista che lo vide protagonista: durante un inverno freddissimo le rondini non riuscivano ad emigrare.
Borghi ordinò al suo pilota, Piero Torri, di prendere l’aereo personale e di andarle a raccogliere in una decina di capitali dell’Europa del Nord e di portarle in scatole di cartone per liberale poi sull’aeroporto di Napoli.

48 commenti:

  1. parente del Borghi Stefano?

    RispondiElimina
  2. Risposte
    1. Sir, che mi dici di Scozia - Giappone di oggi ?

      GMV

      Elimina
    2. Uno dei pronostici più difficili.
      Non avendo visto il Giappone dico Scozia (con le dita incrociate)

      Elimina
    3. Io ho visto la partita in replica lunedi' sera e, al di la' della pessima giornata dei Boks (hanno preso una meta in prima fase da rimessa laterale, e' tutto dire ...) il Giappone puo' dare delle noci da rompere, per fantasia ma anche per solidita' fisica.
      Tutto sommato fisicamente hanno tenuto, e
      pensa solo che sul 32 a 29 per il SF, a tempo scaduto, hanno giocato un calcio piazzabile!

      GMV

      Elimina
    4. I Giap non hanno sbagliato niente contro gli Springboks. Da non credere a quello che vedevo. Ad onestà, i Sudafricani sembravano noi, quindi c'è da fargli la tara.

      Elimina
    5. GMV

      Infatti!
      Ho letto adesso l'intervista pre-partita di Jones.
      'Siamo più in forma di loro.La Scozia segna solo nel primo tempo poi subisce, quindi noi aggrediamo subito e teniamo il punteggio al sicuro, poi nel secondo tempo dilaghiamo'.

      Sticazzi!

      Elimina
    6. ore 15.30, me la guardo in ufficio.

      Elimina
    7. C'è da dire che quando si richiede allenamenti duri, disciplina ferrea in partita con esecuzione perfetta del piano teorico coi giapponesi si va a nozza.
      Spero che la Germania continui a snobbare il rugby a lungo....

      Elimina
    8. Harmonica:

      sono in piena catatonia da Pearlfishers, cosa devo fare?
      'Chasing all the good days down' mio pezzo dell'anno (anche se non è nuovo).
      Riuscirò mai a ringraziarti?

      Elimina
    9. Piuttosto sei lontano da Prato?
      Sabato 3 ottobre potresti essere nei paraggi?

      Elimina
    10. Grandi Pearlfishers, ho trovato un adepto al verbo di David Scott, finalmente ! Sono a metà strada tra Firenze e Siena, Prato mi resta lontano, in più lavoro anche il Sabato, ahimè. Spero di avere un'occasione per conoscersi, prima o poi dovrà capitare.

      Elimina
    11. Penso ce ne sia un altro in fondo alla fila di commenti.
      Ok ci sarà l'occasione.

      Elimina
  3. Ieri sera un amico mi ha detto che l'allenatore del XV del Sol Levante è Eddie Jones, questo già mi spiega qualcosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che a fine mondiale andrà ad allenare in Sudafrica

      Elimina
    2. Il tecnico australiano guiderà gli Stormers di Città del Capo

      Elimina
    3. Mai forti come i mitici Natal Sharks!

      Elimina
  4. GMV & Harmonica

    grandi ragazzi.
    Ho capito dai vostri commenti che capite il gioco (GMV forse tu hai anche giocato mi par di ricordare) e capite bene le partite e cio che accade.
    Non avete la retorica cadorniana dell'appassionato medio di rugby in questo paese.
    Scusate non voglio sembrare quello che sa tutto, solo che la cosa mi conforta parecchio.
    Avanti così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thanks Sir
      Sono d'accordo con te : in campo disciplina ai Japs non insegni nulla.... E noi abbiamo tutto da imparare.
      Anch'io oggi se ce la faccio me la guardo proprio.
      Lunedi' sera mi sono divertito moltissimo ... e' un po' la rivincita di quel rugby per non-superuomini (come ero io quando giocavo, piuttosto leggerino) che a me piaceva tanto.

      GMV


      Elimina
    2. Grazie a te per il tuo fenomenale post sui Pearlfishers.
      Ti devo come minimo una birra.

      Elimina
  5. Si gli argentini hanno ancora una approccio al gioco vecchio stile direi lo stesso che hanno nel calcio.
    Questo gli pregiudica i primi quattro posti nell'era dei superuomini (in teoria). Estremizzazione del lato fisico del gioco è purtroppo conseguenza diretta del professionismo non mi pare il gioco ne abbia giovato ma tant'è indietro non si torna.
    Spero solo di vedere almeno 5-6 belle partite su 48

    RispondiElimina
  6. Comunque per tornare a bomba del topic l'Ignis Varese e Bob Morse in particolare furono tra gli idoli della mia infanzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guardavamo tutti domenica Sprint e la DS, che oltre al calcio dava anche i risultati delle altre discipline. Cara vecchia RAI...

      GMV

      GMV

      Elimina
    2. DS raramente, mi avevan già spedito a letto...

      Elimina
    3. Per me l'Ignis era come il Cagliari. Squadra di una piccola città che asfaltava tutti...la Forst Cantù soprattutto. Sol oche l'Ignis lo fece per anni anche in Europa, il Caglairi si è fermato al 69/70....

      Elimina
  7. \Ho appena sentito mio fratello che vive in Scozia, la vedono dura lassù.
    Confido in Hogg.

    RispondiElimina
  8. per chi vuole e riesce

    http://firstrowusa.eu/rugby/first-scotland-vs-japan-usaeda39

    RispondiElimina
  9. Giocano a Gloucester, il Giappone ha le stesse maglie del Gloucester!

    RispondiElimina
  10. Meta giapponese ancora direttamente da rimessa laterale.
    Dev'essere proprio una loro specialità. al 15' 7-6.

    RispondiElimina
  11. Gallo: the Pearlfishers?? Grandi!
    Io li ho conosciuti grazie a una stupenda cover,mooolto meglio dell'originale,ingredienti perfetti..wow!

    the Pearlfishers- Go Away Boy (B.Wilson)

    https://www.youtube.com/watch?v=2o7kXjw3-cI

    C

    RispondiElimina
  12. Infatti avrei voluto chiederti di 'Go away boy'
    Bellissima, chiude la mia compila Pearlishers che ho in macchina.
    Grandissimi

    RispondiElimina
  13. Allora cominciamo dalla fine: incredibile placcaggio dell'estremo giapponese sull'ala scozzese ad un passo dallalinea di meta, a tempo scaduto, prodigioso.
    Grande risposta scozzese a 10 minuti di sofferenza nonostante la superiorità numerica.
    Giappone entusiasmante sul gioco aperto, molto meno sul resto, indisciplinati ed arruffoni, giustamente sotto 12-7.
    Bella partita.
    Nessuna delle due a livello dell'Argentina, comunque.

    RispondiElimina
  14. Cris ascolta questa (se già non la conosci)ù

    https://www.youtube.com/watch?v=-n2_GjDFUKQ

    RispondiElimina
  15. Concordo una delle rare volte in cui la cover è meglio dell'origine.

    RispondiElimina
  16. Risposte
    1. Mi sono appena collegato sul sito RWC, casso che asfaltata che mi hanno preso i Brave Blossoms...
      GMV

      Elimina
    2. Ordine ristabilito.
      5 mete scozzesi nel secondo tempo, resistenza giapponese prima piegata dalle palle alte di Laidlaw (il migliore per me) e poi spazzata via dai trequarti scozzesi.
      F.T. Scotland 45-10 Japan
      Son contento ci speravo, bella Scozia.
      I sudafricani si tireranno delle martellate in testa, come han fatto a perdere?

      Elimina
    3. Pensa che sul sito RWC c'e' un commento (post primo tempo) che dice :
      "I swear the Japanese are rewriting rugby".
      Forse ci illudiamo (me compreso, per carita') nella speranza di un rugby un po' meno "australe" e un po' piu' "champagne", ma mi sa che e' la speranza degli sbiotti ...

      GMV





      Elimina
    4. La squadra è di stampo tradizionalmente austro-neozelandese. Avanzano ad ondate come gli all blacks, ma non ne hanno ne la fisicità, ne la completezza tecnica, ne la classe, chiaro che giocando poco i raggruppamenti che mi pare soffrano palesemente, finiscono comunque per prestare il fianco ai contrattacchi.
      La Scozia è stata paziente, solida e fortunata a resistere senza concedere nel momento in cui l'attacco giapponese era furibondo, i due mediani hano comandato la truppa magnificamente si nella fase della resistenza che in quella del contrattacco.
      Il Giappone potva vincere solo con l'urto delle spallate sul campo aperto, oltre a quello, molto poco.

      Elimina
    5. Mi ricorda l'Italia di Kirwan che giocava così e lui dava per scontato che tutti gli altri fossero del livello del suo paese, fu un disastro.
      Quando Stefano Borghi era un giovanissimo giornalista lo accompagnai a Viadana ad intervistarlo perché mi chiese aiuto sulla materia che masticava poco.
      Chiesi tra le altre cose a Kirwan questa cosa qui, notabndo come fosse molto rischioso, si incazzò tantissimo,mi bestemmiò dietro e non mi diede una risposta.

      Elimina
    6. Il mio amico (francese) Jean Luc Stote, ex rugbista e grande appassionato commenta così la giornata di ieri:

      Mondiale di Rugby: FRANCIA vs ROMANIA 38 - 11
      Partita imbarazzante della Francia.... sopratutto nel primo tempo.
      Se di fronte la Francia avesse avuto una squadra con un minimo di organizzazione nel gioco d'attacco, con tutte le palle che i Romeni sono riusciti a grattare, finivamo il primo tempo con 20 punti nelle gengive....
      Se poi alla fine conta soltanto il risultato... OK... sono 5 punti in più in classifica... ma non ho goduto.
      Doccia scozzese invece per il Giappone (45 -10) ma era impossibile rifare una partita come quella contro il Sud Africa dopo soltanto 4 giorni per recuperare... Il Rugby non è il calcio e le botte sono botte...

      Elimina
    7. Difatti nell'epoca pre-professionistica, cioè fino al 1995 il torneo delle 5 Nazioni si disputava ogni quindici giorni proprio per dar tempo di recuperare, tantopiù che i giocatori andavano anche a lavorare.
      Actually fino a quando il torneo passo a & nazioni.

      Elimina
  17. Gallo: No doubt masterpiece..
    La conoscevo ma me l'ero appena risentita quando l'hai linkata
    tanx!
    C

    RispondiElimina
  18. Sulla stessa linea di 'Go away boy' direi anche 'Is it any wonder?'
    Concordi?

    Ma che gruppo sono?????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grandi!!!!! Ma me li devo approfondire bene bene bene....
      C

      Elimina

Related Posts with Thumbnails