mercoledì, gennaio 15, 2014

Teddy Bob



Quindicinale nato nel luglio del 1966 e proseguito per 154 numeri fino al 14 novembre 1972 TEDDY BOB era un fumetto di ispirazione beat/flower power in cui il protagonista era un giovane capellone amante di pace e giustizia e che si muove in un contesto che fa continuo riferimento all’estetica beat, affrontando il cattivo di turno a bordo della sua moto Drago con cui si affianca alla gang di motociclisti chiamata Branco.
Spesso il fumetto affronta temi particolari a cui la gioventù dell’epoca incominciava ad essere sensibile come razzismo, droga, antimilitarismo, delinquenza giovanile.
Ogni numero presentava un'avventura completa e in quarta copertina allegava un ritratto di star della canzone, del cinema o dello sport.

Grazie al successo ottenuto viene creato il Clan di Teddy Bob e pubblicato anche in Francia oltre ad avere anche una malriuscita imitazione (Johnny Beat) che duro' pochi mesi e addirittura una sexy-beat .
Uno degli aspetti più curiosi (e ridicoli) era l’uso di un linguaggio che voleva essere “giovane” ma che non aveva alcun riscontro con la realtà nè nessun giovane dell’epoca si sognò mai di parlare

31 commenti:

  1. "Uno degli aspetti più curiosi (e ridicoli) era l’uso di un linguaggio che voleva essere "giovane" ma che non aveva alcun riscontro con la realtà nè nessun giovane dell’epoca si sognò mai di parlare"

    e invece, guarda un po', erano semplicemente avanti sui tempi: in qualche modo avevano immaginato che, una quarantina di anni dopo, Michele avrebbe davvero parlato così... :-D

    Bibendum

    RispondiElimina
  2. ahahah!
    pero' a questo punto ci vorrebbe un glossario di Teddy Bob..
    ao Bibendum sei per caso NUMERATO?!?!?

    C

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi rogna sgonfiarti, C
      adesso non ho tempo, vado alla gara di salta-salta...

      (http://img94.imageshack.us/img94/899/teddyboba8n53151019682.jpg)

      Bibendum

      Elimina
  3. Michele e' sempre piu avanti

    RispondiElimina
  4. SALAM C in che RAGNATELA vivi ? Non ti ROGNA in mezzo a tutti quei MATUSA

    RispondiElimina
  5. ahaha! e mo come ti rispondo?
    C

    RispondiElimina
  6. i pagliacci leghisti invece hanno riesumato il termine "Negritudine"..fantastico
    C

    RispondiElimina
    Risposte
    1. i leghisti sono pagliacci lo stesso, ma "negritudine" era un movimento letterario, non un insulto.

      http://it.wikipedia.org/wiki/Negritudine

      Elimina
    2. yes certo..ma loro ecc ecc ecc
      C

      Elimina
  7. ahaha! vadano a dirglielo a Tyson

    RispondiElimina
  8. Termine sublimato da Marcella Bella nel 1975 nel singolo: NEGRO

    http://www.youtube.com/watch?v=hZ-p6r-SYJE

    RispondiElimina
  9. Fu il primo fumetto ad adottare una estetica ed una dicitura BEAT come marchio di fabbrica,ma di casi simili ce ne sono moltissimi anche nell'editoria di quegli anni...
    molto più belle,in senso realmente artistico,restano alcune storie di Guido Crepax come "Belinda contro i mangiadischi",pubblicata a puntate su "Giovani" (ed in seguito ristampata dagli editori del Grifo),nonchè VIOLANTE BEAT e i due Amleti,della mitica Grazia Nidasio sul "Corriere dei Piccoli" (1967) oppure le strisce di GION pubblicate dal 1965 al 1967 sulla rivista "Ciao Amici".
    Dietro lo pseudonimo di GION si celava Giovanni Muratori dei BALORDI (gruppo milanese tra i più surreali mai usciti in Italia) che è tuttoggi un valente e conosciuto pittore.
    Nel sito on line dei Balordi si trovano tutte le strips dell'epoca...

    URSUS

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e "valentina mela verde" di grazia nidasio sul corriere dei piccoli, non c'era mica l'amico inglese capellone e il fratello maggiore "contestatario"?

      The Real WC

      Elimina
    2. Yessss , Violante era la cugina più grande di Valentina (che invece iniziò come serie nel 1969)...
      ma tornando a CREPAX (che forse è stata l'espressione più POP di tutto il fumetto italiano) vi consiglio la lettura psycho-fantascientifica de "L'astronave pirata" del 1967...non so se sia ancora reperibile,ma come esempio di fumetto avveniristico è tra le cose più interessanti,a parer mio. URSUS

      Elimina
  10. o ma Teddy Bob era avantissimo!
    qui aveva già inventato le suonerie personalizzabili dei telefonini!

    (http://www.thebeatlescomics.com/images/stories/TEDDYBOB2/TEDDYBOB2-A.jpg)

    Bibendum

    RispondiElimina
  11. io, se vuoi , WC; ti posso scrivere in stile puramente baudrillardiano o come il Flora della storia della lett. italiana anni'20 (in stile rettorico-paludato),..ma , come il mio concittadino Teofilo Fuléngh preferisco il pastiche:)

    RispondiElimina
  12. altresì detto fricandò (dall'old french fricandot) o pastròc in dialét ou 'macaronique' as they say in Franza:)

    http://fr.wikipedia.org/wiki/Teofilo_Folengo

    RispondiElimina
  13. Non conoscevo assolutamente il fumetto in questione ne tantomeno le altre Strisce citate da Ursus.
    Poi dice che a navigare nei blog non si impara nulla....blog Casula per eccellenza.
    A proposito di casulismo applicato a fine mese faccio un week end a Liverpool (giro Cavern, Mello Mello, Everton-Villa, Beatles Tour e pinte a go go) quindi sotto con i suggerimenti su cose Casula da fare/vedere.
    Per eventuali suggerimenti, senza ingolfare il blog del Boss, utilizzare free.derry@libero.it

    Charlie

    RispondiElimina
  14. No no ingolfate pure che prendo nota. Si sa mai.

    RispondiElimina
  15. Boss se non ci sei mai stato poi al mio ritorno faccio i compiti e ti racconto.

    Charlie

    RispondiElimina
  16. Recensione ! Holyday in Liverpool by Casula

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che integriamo on qualche racconto di Pibio che ormai là è di casa

      Elimina
  17. in tema fumetti, sto leggendo un very funny diz.del basso mantovano 'estremo',..bròch =1) cavallo malandato, 2) grossi rami, 3) persona poco scaltra,..adesso capisco da dove il great Bunker ha preso il nome per il Leggendario Ispettore Brok:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma magari dall'italiano "brocco" no?
      troppo semplice per i tuoi gusti raffinatissimi?

      The Real WC

      Elimina
  18. Se vi siete persi la diretta radiofonica di lunedì 13 , qui c'è il podcast completo :

    http://www.youtube.com/watch?v=dvx8GZRq3tg&list=PLymdJAppbechDH8JC1gbpZ2HNwo1wfC-g&index=1

    URSUS

    RispondiElimina
  19. penso che Bunker sia milanese,...quindi dice brok o bròch in dialetto, IMMAGINO !

    RispondiElimina
  20. mahh you know anonnimo,...capisco che al tempo d'oggi l'intelligenza e le letture siano disprezzate by personaggi sguinzagliati online as you:),...,...but avendo letto una duecentina di libri più di te sull'argomento direi che bròch è DIREI pressochè IDENTICO all'Anglo-Saxon brok =equus vilior,..(vedi Chaucer,..che immagino tu non abbia MAI SENTITO NOMINARE:),.....ora torno su Popartx o a parlare di etimologie con non rompicazzi perchè certi personaggi mi danno sui nervi.!!!!!

    RispondiElimina
  21. Old Norse brokkr = nano:),..Old High German brokko=crumb o ,metaforicamente,..persona non sviluppatissima,...di lì bròch o brocco, direi,...un pò di letture di un centinaio di libri almeno,come han fatto altri,..poi se ne parla eh? :)all the best.

    RispondiElimina
  22. Brokkr nella Norse mythology era un nano che lavorava frammenti di metallo,....penso che muy originariamente anche 'dont BREAK my balls' derivi da lì:),...you know, break,...crumbs etc.,...there is always a logic nella historia delle palabras,...spero tu abbi capito:) sennò ti faccio un disegnino:)

    RispondiElimina
  23. così mi piaci, Michele: pugnace e completamente ignaro del senso del ridicolo.
    come si fa a non amarti?

    The Real WC

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails