mercoledì, novembre 21, 2012

Sweet Soul Music: Soul Funk



Un viaggio periodico alla scoperta di tutti i filoni della SOUL MUSIC. Dopo Philly sound, Blue eyed soul, country soul e Soul punk, Psychedelic Soul, Soul Jazz e Smooth Soul, Latin Soul, Northern Soul, Southern Soul è la volta del SOUL FUNK.

PUNTATE PRECEDENTI:
http://tonyface.blogspot.it/2012/09/sweet-soul-music-il-philly-sound.html
http://tonyface.blogspot.it/2012/09/sweet-soul-music-blue-eyed-soul.html
http://tonyface.blogspot.it/2012/09/sweet-soul-music-country-soul.html
http://tonyface.blogspot.it/2012/09/sweet-soul-music-soul-punk.html
http://tonyface.blogspot.it/2012/10/sweet-soul-music-psychedelic-soul.html
http://tonyface.blogspot.it/2012/10/sweet-soul-music-soul-jazz.html
http://tonyface.blogspot.it/2012/10/sweet-soul-music-smooth-soul.html
http://tonyface.blogspot.it/2012/10/do-you-like-good-music-that-sweet-soul.html
http://tonyface.blogspot.it/2012/11/sweet-soul-music-northern-soul.html
http://tonyface.blogspot.it/2012/11/sweet-soul-music-southern-soul.html

Molto labile la possibilità di definire l’ambito SOUL FUNK.
Il funk è un’evoluzione della soul music ed in breve tempo ha affinato uno stile assolutamente ben definito e distinto dalla matrice originaria.
La nascita del funk viene abitualmente accreditata ai dischi dei mid 60’s di JAMES BROWN mentre è “Funky Broadway” di Dyke and the Blazers ad introdurre il termine ufficialmente.
Dalla fine dei 60’s, esplodendo poi nei primi 70’s, il funk diventa un genere a sè stante.
Anche se sono definibili ambiti in un cui la commistione tra sul e funk sono è più netta.
Artisti come James Brown, Wilson Pickett, Meters, il primo Sly and the Family Stone, George Clinton con i primi Funkadelic, Temptations, Isley Brothers, Ike and Tina Turner, BarKays nei 60’s e primi 70’s, O’Jays, George Benson, Commodores nei 70’s inoltrati e Prince successivamente hanno prodotto album in cui il marchio Soul Funk è ben evidente.
Ai nostri giorni artisti come Sharon Jones and the Dap Kings, Martha High, Macy Gray tra i tanti si muovono spesso nella stessa direzione mentre nei 90’s la scena acid jazz ha prodotto parecchio materiale affine.

JAMES BROWN - Papa’s Got a Brand New Bag (1965)
JAMES BROWN - Cold sweat (1967)
CURTIS MAYFIELD - Roots (1971)
SLY AND THE FAMILY STONE - Stand (1969)
GEORGE BENSON - It’s uptown (1966)
MARTHA HIGH & SPEEDOMETER - Soul overdue (2012)



22 commenti:

  1. E' vero, è davvero poco definibile il genere Soul Funk.
    Ma bastano un po' di quei nomi per avere tutto più chiaro

    RispondiElimina
  2. Boh. Io ci metterei anche qualcosa di Rufus Thomas. E, vista la foto sopra, un tot di Wattstax girava parecchio sul funk.
    Non c'entra un cazzo, ma due belle recensioni di Not Moving e Lilith su Suono di questo mese, mi sembra a cura di Vittorio Amodio. Complimenti, Tony e moglie....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie già visto !!! E' lui, Amodio quello che faceva "Urlo" negli 80's

      Elimina
  3. Un universo talmente sono le sfumature..impossibile citare tutti

    Un pezzo
    "God Made Me Funky" HEADHUNTERS

    C

    RispondiElimina
  4. Quindi c'è qualcuno che COMPRA "Suono" ?

    RispondiElimina
  5. Così sembra: non per niente il commento è anonimo...
    Per comprare Suono all'edicola, meglio nasconderlo in qualcosa di meno imbarazzante, tipo una copia di Playboy :)

    RispondiElimina
  6. Cosa faccio, ti mando a cagare, caro allelimo o ti cerco e ti rompo il......
    sei sempre troppo saccente, carissimo. Non rompere troppo i coglioni, va'. Fortunatamente, con i pochi soldini che mi rimangono fra una caterva di spese, compro ancora giornali. E allora? Problemi? Mi sa di si. Divertiti un po', va', che ti passa un po' di piu' la giornata.
    Ah, io sono Carlo Botteri, cosa che, forse, hanno capito anche i sassi. Fra il mio anonimo e il tua allelimo che differenza passa?
    Con questo chiudo le trasmissioni, caro Tony.
    Leggero' sempre il blog, ci mancherebbe, ma mi ritiro nel mio....anonimato.
    av salud.

    RispondiElimina
  7. Cosa fai te ne vai, ma fa no rid....dai

    RispondiElimina
  8. Tornando in topic la foto di James Brown pettinato come Marge Simpson è fantastica :-)
    Comunque in sede di presentazione del topic si fanno i nomi di numi tutelari davanti ai quali ogni catalogazione passa in secondissimo piano.
    Due pezzi al volo:
    I wanna take you Higher - Sly and Family Stones
    I'm so proud - The Impressions

    Charlie

    RispondiElimina
  9. Ops Stone e non Stones......
    ...brutta bestia l'età che avanza!

    Charlie

    RispondiElimina
  10. Per me il top dei top del soul funk è la versione del Reverendo Brown di Can I get a witness!
    Grandi C & Ch, dov'è W?

    RispondiElimina
  11. Ci sarebbero anche i Creative Source che hanno un paio di pezzi bomba-

    RispondiElimina
  12. Oh, ma quello che balla col Reverendo sebra Richard Nixon, o no?

    RispondiElimina
  13. E' vero! sembra proprio Nixon!!

    RispondiElimina
  14. Indigo: W e' comparso nell'altro post mipare..Noi sempre qui!ahah! casula!

    Carlo:scusa se mi intrometto..Ci stanno anche gli attriti nei blog VERI. Questo non dovrebbe toglierci la possibilita' di leggerci a vicenda e senza di te non e' lo stesso,d'accordo col Gallo.

    Le's Dance!

    Cristiano

    RispondiElimina
  15. va là Carlo , lassa lè che appena si riesce ci beviamo un robo

    RispondiElimina
  16. Puoi rimanere, pensa cosa dev'essere costato ad entrambi l'apparazione Brown/Nixon di cui sopra, ha ha ha ha ha ha ha.....

    RispondiElimina
  17. Eccomi Sir!!! Tornerò a commentare solo quando si parlerà di Pink Floyd ahahahahahah!

    Playboy acquisto imbarazzante? Compro di peggio in edicola by night! E me ne torno a casa dinoccolando a ritmo di Chicken Strut dei Meters nelle orecchie e giornaletto sotto la giacca! Evvai! Funk e pornazzi sono da sempre un connubio felicissimo! Pardòn, casulissimo!

    W

    OT: per il vicinato, 9 dicembre a boschetto di torre d'isola c'è l'annuale lennon night (quest'anno sarà un'edizione particolare) e la combriccola parmigiana sarà presente al gran completo (in tre)...

    RispondiElimina
  18. il fatto e' che e' sempre sto Allelimo che rompe il cazzo

    RispondiElimina
  19. Giovanni C. alias Boumbet23 novembre 2012 12:56

    Hey tony, seguo sempre il tuo simpatico blog. Mi permetto di inserire nella lista anche Stevie Wonder che ha fatto dei pezzi funk con delle sezioni di fiati molto souleggianti.

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails