giovedì, novembre 15, 2012

L'Italia al tempo della crisi: compro oro



Secondo i dati del Codacons, i negozi di COMPRO ORO sono ormai presenti in tutte le città italiane e generano un enorme business pari a circa 14 miliardi di euro.
In Italia si contano ad oggi circa 28 mila negozi. Nel 2010 la media mensile di oro venduto era stata di 7-8 tonnellate, nel 2011 è raddoppiata.
Negli ultimi 50 anni gli italiani hanno comprato bracciali, anelli, collane e altri oggetti di oreficeria in oro al ritmo stimato di circa 200 tonnellate l'anno.

In Italia un poco alla volta le famiglie hanno accumulato a loro insaputa, un vero e proprio tesoro: circa 10mila tonnellate di oro sotto forma di articoli di oreficeria.
Una "riserva aurea" di  quasi 7.500 tonnellate di oro grezzo, al pari delle riserve di Fort Knox e il cui valore agli attuali prezzi di mercato si aggira intorno ai circa 225 miliardi di euro.

In tempi di estrema crisi sono costretti a disfarsene finendo nelle mani dei suddetti Compro Oro spesso nelle mani di organizzazioni mafiose che possono nel modo più semplice e legale riciclare denaro sporco e accumulare metallo prezioso.

15 commenti:

  1. La discesa verso l'inferno continua

    RispondiElimina
  2. Irriverent Escapade15 novembre 2012 10:16

    Il giallo che si declina in marrone....

    RispondiElimina
  3. E' un impoverimento drammatico.
    Siamo passati dal dilapidare i risparmi di una vita al vendere i "gioielli di famiglia" nel vero senso della parola.
    E oltretutto per due spiccioli che vanno alla mafia (e collusi).
    Un disastro epocale da cui non ci riprenderemo più

    RispondiElimina
  4. La domanda è la seguente: MA tra dibattiti-sega, convegni del cazzo, imboscate in commissioni, decreti leggi agghiaccianti CHI è al timone di questa nazione a forma di stivale (ora declinato a ciabatta cenciosa) si è un tantino reso conto della situazione attuale. Secondo me qua alla fine del mondo causa Maya non ci si arriva...si fa il botto prima.

    Charlie

    RispondiElimina
  5. Non credo se ne rendano conto.
    O forse se ne rendono conto benissimo.
    L'importante è arricchire sè stessi, le banche di cui sono azionisti etc.
    Poi che un milione di famiglie in più o in meno vada in malore, amen...

    RispondiElimina
  6. E' veramente un segno gravissimo e tristissimo..
    Spuntati come funghi dappertutto..Europa compresa.
    Sono rimasto scioccato nel contarne almeno una 40ina a madrid,in pieno centro a Puerta del Sol.
    Non si ride da nessuna parte (e mezzo gaudio un cazzo)
    C

    RispondiElimina
  7. quanti albi hanno fatto gli Spider Top MODS?
    grassie

    RispondiElimina
  8. cd? c'e' su discogs?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo, roba super autoprodotta e distribuita via posta (anche se c'erano altre possibilità. ma nel gruppo c'è stato qualche genio che ha preferito il "basso profilo". Con i lrislutato che il gruppo non c'è più. E con il senno di poi : meno male)

      Elimina
  9. porcheria per cui per certi versi vale il discorso del gioco legalizzato, li ho sempre considerati dei ricettatori. A me hanno rubato in casa si son presi solo l'oro ( poco e maledetto) e i carabinieri mi han detto che la refurtiva sicuramente andava in uno di quei posti lì.

    Jeanpaul

    P.s. tacci loro

    RispondiElimina
  10. e vogliamo parlare di questa cosa scandalosa che gira in TV?
    http://www.youtube.com/watch?v=qL1XW-D5Sos

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il peggio è che la cosa viene continuamente pubblicizzata (abbiamo già sottolineato il dramma del gioco online e non solo).
      Si rende "normale" ciò che è al contrario un disastro

      Elimina
  11. Che culo io lo STM l'ho ricevuto direttamente dalle mani del batterista, ma ho dimenticato di farmelo autografare, rimedierò...

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails