giovedì, giugno 05, 2014

Le migliori squadre dei Mondiali



Penultima puntata della rubrica ASPETTANDO IL MONDIALE che ogni settimana propone un racconto o una storia relativa all'appuntamento quadriennale che si svolgerà quest'anno in Brasile.
Oggi uno sguardo alle MIGLIORI SQUADRE che hanno giocato i Mondiali.

A cura di ALBERTO GALLETTI

Qui le altre puntate:
http://tonyface.blogspot.it/search/label/Aspettando%20il%20Mondiale

Una breve panoramica sulle squadre mitiche che hanno partecipato alle varie edizioni della Coppa del Mondo.
Sono in ordine di preferenza, puramente personale, il valore non è confrontabile,trattandosi di epoche diverse.

Brasile 1970
Ne ho già parlato nell’ultimo post, mi accodo allo stuolo di ammiratori, la miglior espressione di un gruppo di undici ragazzi di età compresa tra i venti e i trent’anni impegnati a rincorrere un pallone su di un rettangolo verde a dimensioni regolamentari con il fermo intento di battere chiunque gli si pari davanti.
Una favolosa epopea in verde e oro 12 vittorie su 12 nel premondiale,e solo vittorie al mondiale tra la fine del 1968 e il 21 giugno 1970 in totale 18 partite e 18 vittorie, 42 gol fatti, 9 subiti, ma soprattutto una dimostrazione di forza e superiorità schiaccianti esibiti con tecnica, stile e raffinatezza inarrivabili.
Voto 10 e lode.

Ungheria 1954
 Probabilmente l’unica rivoluzione calcistica innescata da una squadra nazionale, un cammino strabiliante per l’Arnycsapat che tra il 4 giugno 1950 (5-0 alla Polonia) e il 30 giugno 1954 stabilisce il record di imbattibilità di 35 partite interrotta proprio nella finale mondiale, passando per il titolo olimpico del 1952 vinto a mani basse.
Una linea d’attacco mostruosa composta da Czibor, Kocsias, Hidegkuti e Puskas, l’arretramento del centravanti porta scompiglio nell’assetto delle difese avversarie, il talento degli attaccanti, unito ad un’ incredibile rapidità di esecuzione fa il resto. Maestri insuperati del contropiede manovrato, soffrono i campi pesanti e il possesso palla altrui, se la cavano nella semifinale contro l’Uruguay che li mette sotto per la maggior parte della partita, pagano incredibilmente dazio nella finale contro la Germania Ovest dopo essersi portati sul 2-0 rapidamente.
Splenderanno sempre nel firmamento calcistico mondiale.
Voto 9,5 (Le finali mondiali si vincono)

Italia 1982
 Il punto più alto mai toccato da una squadra di calcio italiana, il paese ha una lunga tradizione calcistica piena di successi e trionfi, ma l’avventura spagnola della formazione di Bearzot culminato in un incredibile vittoria, garantisce a quella squadra un posto ben in vista nell’Olimpo del calcio mondiale.
Dopo un avvio stentato, avvelenato da quella parte di stampa di parte che contestava le convocazioni del CT, gli azzurri infilano quattro vittorie consecutive su Argentina, Brasile, Polonia e Germania Ovest in finale.
Gioco largo sulle ali , passaggi precisi, creazione di spazi in attacco in cui Paolo Rossi riesce a sfruttare le sue doti di goleador, difesa solidissima, centrocampo dotato di corsa e tecnica,tempi giusti, un’ala destra da stropicciarsi gli occhi e uno stato di forma invidiabile.
Ad eccezione della Francia vengono battute tutte le migliori con un display di sicurezza non propriamente tipica per le squadre azzurre.
Voto 10

Olanda 1974
 Riprendono il testimone lasciato dai magiari vent’anni prima e riescono a fare anche peggio, riuscendo a non vincere neppure un trofeo.
Universalmente acclamati come gli inventori del calcio totale, in realtà c’era già arrivata l’Ungheria nel 1950, sono invece l’eterna incompiuta del calcio mondiale, sconvolgono i canoni fissi di un gioco ancora abbastanza schematico e fisicamente sottopreparato con cambi di posizione degli interni di centrocampo, i due marcatori difensivi sono a uomo e picchiano scarpate come gli italiani dell’epoca,, il sublime Johan Cruyff crea scompiglio muovendosi in ogni zona del campo in possesso di palla, è difficile portargliela via e la sua capacità realizzativa partendo da lontano ha pochi uguali, ma il portiere è molto scarso e le marcature non sempre sono attente, i tedeschi ringraziano.
Voto 9

Spagna 2010
 Al momento la più grande compagine europea di ogni tempo, due europei consecutivi vinti, inframezzati dal titolo mondiale del 2010, sono in corsa per una striscia vincente da far impallidire i brasiliani.
Possesso palla inattaccabile, fraseggio a centrocampo insistito e (troppo) insistente, non rischiano mai niente nella ricerca della segnatura per vie esclusivamente orizzontali, Xavi e Inesta sono i due massimi interpreti del ruolo contemporaneo, coadiuvati da Xabi Alonso che per fortuna ha qualche reminiscenza di gioco verticale, oltre ad una gran legnata.
Difensori fortissimi specialmente nel superbo Sergio Ramos, quasi non necessitano di centravanti, e dimostrazioni di superiorità evidente un po’ ovunque,raramente ho detestato una squadra così tanto.
Voto 10 e lode

Francia 1998
 La miglior generazione di calciatori francese della storia, corona il suo splendido ciclo con il titolo mondiale del 1998 giocato tra mura amiche. Zidane, Thuram, Petit, Djorkaeff tra gli altri, qualche sofferenza , ma un 3-0 al Brasile in finale che non ammette repliche, saranno presto raggiunti da Trezeguet, col quale vinceranno anche l’europeo successivo
Voto 10

Germania 1974
 Campioni d’Europa in carica si presentano al mondiale casalingo dove i favori del pronostico sono tutti per l’Olanda totale. Sono forti in tutti i ruoli, a differenza dei rivali arancioni, Maier in porta, Beckenbauer al centro della difesa, Overath a metà campo e l’implacabile Gerd Muller costituiscono la spina dorsale dritta di questo autentico squadrone, insieme ai vari Breitner, Bonhof, Vogts, Netzer etc.
Riescono a perdere contro i cugini della DDR, ma poi metteranno sotto la rivelazione Polonia nel girone semifinale, battono 2-1 l’Olanda nonostante lo svantaggio iniziale.
Voto 10

Argentina 1978
 La squadra bianco-celeste che si aggiudica il mondiale del 78 giocato in casa è una squadra forte, plasmata dal allenatore Cesar Luis Menotti che è protagonista della vittoria almeno quanto i giocatori.
Dopo molte acrobazie riesce ad assemblare un XI su cui poter impostare una squadra in grado di vincere ci sono molti giocatori di grande talento forse nessun fuoriclasse ma certo Passarella , Tarantini, Ardiles, Bertoni e Kempes sono giocatori di livello mondiale. Sarà proprio quest’ultimo, capocannoniere del mondiale con 6 gol a trascinare la squadra alla vittoria.
Una squadra non propriamente bella ma certamente dotata dei giusti attributi, a me piacevano molto.
Voto 9

Voglio anche ricordare l’eccellente Brasile del 1978 escluso dalla finale per differenza reti sull’Argentina, ma secondo me una delle migliori Seleçao di sempre, Zico, Cerezo, Nelinho, Roberto Dinamite, Rivelino, Dirceu e Amaral in squadra, chiusero imbattuti.
Gli appioppo un bel 9,5 con stima e ammirazione per i gol strepitosi di Nelinho e alcune giocate del duo Dirceu Rivelino di grande livello.
E quelle SPLENDIDE divise Adidas, perfettamente calzanti a sottolineare l’eleganza dei calciatori in verde-oro.

Un posto nelle mie preferenze anche per la Polonia del 1974  autentica rivelazione del torneo nonché all’epoca Campione olimpica in carica. Fu lo specchio della miglior generazione di calciatori polacchi con Deyna, Lato, Zmuda, Szarmach, Gadocha, sotto la sapiente guida del Commissario Tecnico Gorski, autentico santone del calcio, si fanno ammirare per il loro gioco dotato di grande potenza atletica abbinata ad ottima tecnica e volocità di esecuzione delle azioni.
Gregorsz Lato sarà anche il capocannoniere del mondiale con 7 gol.
Voto 8,5

59 commenti:

  1. a mio parere la nazionale di bearzot in argentina fece molto bene.....
    anche la francia nell'82
    per il resto ottimo giudizio più che condivisibile.
    p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, non mi sono dilungato, la Francia 82-86 fu una gran squadra, europeo e due quarti posti mondiali.
      per l'Italia 78, le due sconfitte contro Olanda e Brasile furono una dimostrazione di un certo livello non ancora raggiunto, fu senz'altro l'inizio del percorso che condurrà a Madrid quattro anni dopo

      Elimina
  2. condivido i giudizi tecnici, ma intervengo per rimarcare la bellezza e l'eleganza del kit brasiliano anni settanta, compreso quello del 1974. Visto che il recupero e la riproposta delle mode anni settanta ha imperversato, sarebbe stato bellissimo se le divise delle squadre di calcio si ispirassero di nuovo alla sobria eleganza dell'epoca, altro che i pigiami attuali

    RispondiElimina
  3. Ha ha ha vero, specialmente quelle dei portieri che con completo tinta unica di colori improbabili farebbero ridere Ivan Campos.

    RispondiElimina
  4. Inoltre il passaggio a completi tinta unica è pure aberrante e ha tolto prestigio alle divise classiche, l'Olanda tutta arancione è inguardabile, e anche l'Italia tutta blu, insomma, il problema è che i dinosauri da chiudere a chiave in soffitta siamo noi.....

    RispondiElimina
  5. Ho visto che ci sono comunque parecchie nazionali in controtendenza:
    La Francia è quella che sarà vestita meglio di tutte,forse le loro più belle divise di sempre, amche la seconda completo bianco.
    Mi è parso poi di vedere ottime divise per Grecia, USA, Inghilterra (coi pantaloncini blu) e Brasile.
    Brutte le maglie di Germania (tutte e due), Argentina e Spagna (dove sono finiti i calzettoni neri?), vedremo le altre

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella quella della Francia, molto rugby :)

      Elimina
  6. Concordo. Posso capire (pur non approvando) che per ragioni di sponsor le squadre di club cambino colori e si riempiano di scritte ma non capisco perché lo debbano fare le Nazionali. Se l'Italia è azzurra con calzoncini bianchi basta, è quella e stop. Ieri sera Buffon aveva una maglia giallo fosforescente da paura

    RispondiElimina
  7. Le ragioni dello sponsor possono esser salvaguardate comunque. E' una questione di stile, i soldi non c'entrano.
    Per i portieri non c'è rimedio, se non indossano pantaloncini neri, blu scuri o al limite bianchi o come i vecchi portieri inglesi gli stessi pantaloncini e calzettoni degli altri, è la fine.

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. Avresti dovuto vedere il portiere inglese in viola....

    RispondiElimina
  10. però ricordare il brasile del 1978 e non quello del 1982 mi sembra curioso, in argentina passò il primo turno per miracolo
    alberto

    RispondiElimina
  11. tra l'altro rivelino giocò da titolare solo la prima partita, poi fu estromesso e giocò solo due scampoli di partita
    alberto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si lo avevo già detto nel post della settimana scorsa di Rivelino, ma ad esempio quando entrò contro l'Italia giocò molto bene.
      Sono le mie preferenze personali, , me ho rivisto le sintesi del 78 mi è sembrato davvero una gran squadra, di più di quella di quattro anni dopo.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. Vero però che il gol del 1-1 di Socrates all'Italia e quello di Junior all'Argentina furono azioni sensazionali, hai ragione grande squadra.

      Elimina
  12. concordo col Sir: l'HUN-gheria meritava nettamente,..poi grande la spesso criticata Germania 1974,...aggiungerei anche l'Italia 1938 , che aveva cmq i più grandi calciatori italiani di tutti i tempi (Meazza e Piola),...menzione speciale per Garrincha,..mi ricordo che una brasiliana con cui si parlava di lingue mi disse annifa che suo padre diceva sempre (eanche i suoi amici) che Garrincha era il più grande,..nettamente superiore a Pelé,..parole loro eh?

    RispondiElimina
  13. A me è piaciuto molto anche l'Uruguay 2010

    RispondiElimina
  14. La Celeste del 50 che fine ha fatto? :-)
    Dottor Galletti che ne dici di questa squadra invece?
    http://www.avfc.co.uk/page/NewsDetail/0,,10265~3880382,00.html

    UTV

    Charlie

    RispondiElimina
  15. Ho dovuto scegliere, devo anche lavorare ogni tanto.
    Troppo lontana, come le vincitrici precedenti.

    RispondiElimina
  16. Grossa squadra, certamente meglio di quella per la quale fanno il tifo, almeno vincono!
    C'eri anche tu?

    RispondiElimina
  17. Grande Sir come sempre!


    Mi aggrego con un contributo minore, uno dei miei primi ricordi Mondiali: Belgio-URSS 4-3 (Quarti o Semi?) a Mexico 86, due belle squadre... Oggi il Belgio è molto più forte, ma la maglia era di gran lunga meglio allora, però!

    W

    RispondiElimina
  18. Quarti, ovviamente, il Belgio non ha mai fatto una finale, tripletta di Belanov forse, ed eliminazione!
    Molto meglio altroché le vecchie maglie del Belgio.
    Forte anche secondo me.

    Grande W

    che succede al Pèvma?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. urss derubato dalla terna arbitrale in quella partita, almeno 2 gol in fuorigioco. se non sbaglio lo stesso arbitrò li mazzuolò con l'argentina a italia 90, sicario della fifa sicuramente
      alberto

      Elimina
  19. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  20. Vero, damn, non poteva essere la semi... ho fatto come quei giocatori che arrivano sul fondo, non si accorgono che il campo sta per finire e si allungano fatalmente il pallone ahahah!

    Pheeega Vautrot, tristemente famoso... a proposito di killeraggio calcistico, il Pèvma ne ha subìta una bella grossa, avevo commentato in appendice al post del campionato... succede che per ora, oltre ad essere fuori dall'Europa si rischia di cadere in una brutta spirale... insomma altro che "dramma sportivo del Torino", il giorno dopo l'ultima sui TG, per il rigore sbagliato al '94... ma è ancora presto per capire cosa succderà, penso.

    W

    RispondiElimina
  21. Comunque era l'ottavo neanche il quarto di finale, sono andato a guardare, poi gol in fuorigioco del Belgio forse uno, rigore per l'URSS inesistente.

    RispondiElimina
  22. @ Gallo: c'ero pure io con tanto di armband, ho tirato due pedate ai teen-tifosi delle mancuniane ah ah ah

    Charlie

    RispondiElimina
  23. Bel post Sir. La mia preferita in assoluto è il Brasile del 70, a seguire l'Olanda del 74, poi l'Italia e la Francia del 1982. Peccato non aver visto l'Uruguay del '50, così come quello del 1930 di cui si narrano meraviglie, in particolare sulla "maravilla negra" Josè Leandro Andrade. Sulle divise una menzione particolare a quella dell'Argentina del mondiale '78: forse una delle più eleganti, riusciva a far sembrare dei gran signori sia Passarella che Gallego e pure Tarantini. L'unico che non ne aveva bisogno era Ardiles, già elegante di suo. Dimenticavo, bellissima la maglia rossa dell'Inghilterra, meno male che è rimasta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo su tutto Harmonica! Ciao
      Dal 50 indietro faccio fatica a rendermi conto anche se sono un avido lettore in materia, non avrei messo neanche l'Ungheria se non fosse stato per la portata della destabilizzazione prodotta.
      Credo parecchia della sensazione di eleganza delle divise del 78 stava anche nel fatto che era inverno e si usavano le maniche lunghe e soprattutto i pantaloni corti erano corti.
      Ho scoperto che l'Italia a quel mondiale era vestita Adidas seppur senza loghi sulla divisa.
      La divisa del Brasile del 70 era pure una figata.

      Elimina
  24. Ah ottavi?!... Ricordo un amico di mio padre con cui guardammo la partita, che teneva per l'URSS, era incazzatissimo. Gli andò male anche due anni dopo in finale europea con l'Olanda, ma stavolta non poteva lamentarsi!

    W

    RispondiElimina
  25. Harmonica ha ragione,..anch'io ho letto che l'Uruguay 1930 (ma soprattutto quello degli anni '20 delle Olimpiadi) era una grandissima squadra,...però qui entriamo nella leggenda 'pre-filmica',....cmq , visto vhe si citava Thunders l'altro giorno,..per la serie 'baby I'm born to lose',..all'opposto,la più gran squadra che io ricordi è lo Zaire 1974,..grandissimi, da piccoli ci emozionavano,..e la maglia verde era fantastica,..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Germania 74, Brasile-Zaire. C'è un calcio di punizione a favore dei verdeoro, si appresta a batterlo Rivelino, quando dalla barriera se ne esce fuori un giocatore dello Zaire che va a colpire il pallone, tirando una castagna e spedendolo a centrocampo. Lo stadio viene giù dalle risate, il povero africano non capisce e si becca un giallo. Si dice che il comportamento del giocatore fosse dovuto alle minacce del figlio del dittatore zairese: "se perdete anche questa - disse loro - vi faccio fuori tutti."

      Elimina
  26. ricordo Yugoslavia-Zaire 9-0,..che ca** di partita..Zaire 1974 squadra più simpatica della storia

    RispondiElimina
  27. Quanto a simpatia pure i poveri salvadoregni mandati allo sbaraglio da una federazione di farabutti non possono che essere ricordati come una strana meteora che ne piglia 10 dagli ungheresi al debutto a Spagna 82 e poi perde solo di misura le altre due gare!
    About maglia: quella della Scozia del 78 era fantastica imho

    Charlie

    RispondiElimina
  28. è vero, 10-1?? no??,..un Ungherese fece 4 goal se non ricordo male,..grande: io ce l'ho la maglia della Scozia 1978, me la regalarono,...questa qua, un capolavoro, sempre grande Derek Johnston,...andai a un concerto dei pogues con quella maglia e uno scozzese (tifoso del celtic!) mi chiese se ero scozzese,...grande maglia,veramente

    http://www.oldfootballshirts.com/img/shirts/250/extra_football_shirt_7815_1.jpg

    RispondiElimina
  29. poi la presi su a un pellegrinaggio religioso 'militare internazionale' e conobbi un veterano di guerra Usa ultra-settantenne di Baltimora d'origine scozzese e gliela feci vedere,....che Soggetto,trincava come un secchiaio:) ci facemmo 3-4 volte un litrazzo di birra,. ma lui ciccava anche whisky, un Grande:),.tra l'altro mi mostrò un biglietto da visita ,era un Sir:),...gli Scozzesi mi son simpatici

    RispondiElimina
  30. Se non sono indiscreto: cos'è un pellegrinaggio religioso-militare internazionale? La cosa mi incuriosisce alquanto......

    Gli scozzesi son ganzi, quoto.

    Charlie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scozzesi sempre al top delle simpatie, son matti veri,
      La maglia della Scozia di Argentina 78 ce l'ho e la metto spesso.

      Elimina
    2. Cheers pints!
      C

      Elimina
  31. ...da estimatore calcio anni 70 noto con piacere che il buon Gallo ne capisce moltissimo ( non c'erano dubbi comunque) ....Ma la tua Inghilterra 66??..una citazione con voto?? ...a me piaceva anche l'Uruguay del 70 con Mazurkiewicz miglior portiere del torneo..ed u bell'attaccante come Esparrago.erano un po' pazzoidi a vedere i filmati, compromettevano partite già vinte in modo claomoroso...oh!! intendiamoci niente di che però mi erano simpatici...
    sparagnina finchè si vuole ma la Germania 74 era una gran bella squadra!!!..
    il Brasile 1970 il più esaltante meccanismo calcistico mai visto fin ora dal sottoscritto...
    un saluto
    the Raven

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uruguay 70, quella si era una squadra sparagnina! Ma eran forti, si fece male subito il grande Pedro Rocha, era il miglior giocatore che avevano, chissà magari la finale del terzo posto....il Brasile era troppo, Mazurkiewicz era una delle vittime preferite di Pelè che gli rifilò uno scherzetto mica male nella semifinale palla di qua lui di la, portiere in mezzo fermo, il tiro uscì sfiorando il palo.

      Per i britannici ci vorrebbe una trattazione a parte, ma essendo io un loro grande sostenitore, ho collezionato fin qui solo delusioni, anche grosse, tipo quando andai a Marassi per Scozia 0-1 Costarica, eliminati o al Delle Alpi per la semifinale Inghilterra-Germania persa ai rigori......potrei riempire un libro....maledetti incapaci

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  32. haha, no,..perchè quando ero a militare ci prospettarono la possibilità di andare in gita 4-5 giorni a un incontro tra tutti gli eserciti che si tiene annualmente in una nota città francese,..io accettai , non in quanto particolarmente 'pio',..ma per 'sfangarmi' 4-5 giorni di caserma,..ma ho conosciuto persone estere veramente intelligenti là, tra cui questo Old scottish,. o un vecchio Generale francese in carrozzella molto esperto di storia o una fantastica ragazza Normanna etc.

    RispondiElimina
  33. c'eran Polacchi , Belgi, belle fig...Inglesi (cattoliche) di Middlesborough, Croati, ragazze Mozambicane dell'esercito Portoghese, Americani, Austriaci,Daneso..tipi della Legione Straniera, Tedeschi etc. ,..insomma , un bell'universalismo 'umanista'

    RispondiElimina
  34. NON CENTRA NULLA MA SPERO DI FARVI RIDERE CON UNA FRASE CELEBRE DEL GRANDE GAZZA GASCOIGNE:
    Ma l'avete visto Ince in campo a Roma con la testa fasciata? Sembra una pinta di Guinness che corre per il campo.

    RispondiElimina
  35. Ha ha ha ha ha ha si vero, che pirla!
    ovviamente l'unica cosa che poteva venirgli in mente era qualcosa da bere.....
    Direi che centra eccome, al mondiale del 90 fu uno dei protagonisti coi bianchi.

    RispondiElimina
  36. L'avvocato Agnelli andò negli spogliatoi prima della semifinale di Torino (si paventava un interesse bianconero), andò negli spogliatoi della squadra inglese e fu presentato ai giocatori, compreso Gazza che non sapeva chi fosse (anche se pare lo avessero avvertito).
    Dopo la presentazione Agnelli gli fece gli auguri per la partita al che lui rispose ' grazie bello, vinceremo anche per te': mitologia del calcio (e del mundial)

    RispondiElimina
  37. italia 90 inghilterra premiata come squadra fair play
    bellissima la festa la nazionale italiana a fine gara

    t.sherringham

    RispondiElimina
  38. Ci ha fatto sorridere come la mitraglia di gol di Schillaci, dopo un Mondiale nato male e perdente,coi nostri nuovi stadi spuntati come funghi uno peggio dell'altro.
    Hot Summer 90

    C

    RispondiElimina
  39. Stadio, dici bene, e non football ground come nell'accezione inglese del termine, due realtà apparntemente simili, in realtà neanche lontane parenti.
    ciao Sheringham
    so chi sei

    RispondiElimina
  40. Perfino nel Mexico si costruirono campi da calcio.

    RispondiElimina
  41. gallo... chi furono i tre (?) giocatori inglesi cacciati a casa dal ritiro pre mondiale ??? di quale anno ?? e perche' ?
    t. sheringham

    RispondiElimina
  42. Non mi ricordo, sedia del dentista?, no quello era dopo

    RispondiElimina
  43. grandissimo giocatore Gazza,..solo matto come un cavallo, e grandissimo attore comico..ricordo che ai tempi della Lazio un giornalista tv gli chiese , microfono in mano: "scusi, Gascoigne, che ne pensa del match?",..lui gli cacciò un rutto al microfono e se ne andò haha,...per la serie, Benny Hill e Mack Sennett erano dei dilettanti,....Ince 'the Governor' anche grande giocatore, averceli adesso all'Inter giocatori come lui o Ivan Zamorano o Lele Oriali

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails