mercoledì, settembre 01, 2010

Lilith & the Sinnersaints + Mod Generations






Giovedì 2 settembre, alle 20 al "Cafè des Arts" di Boario Terme (BS), Corso Italia, presentazione di "Mod Generations" a cura della Scooter Gang Valle Camonica. A seguire DJ set by Lebowsky.

Gran bella serata a Boario, tanta gente e ottima atmosfera, oltre a tanti stupendi scooters.
Grazie ad Aldo e Luca.

Sabato ore 23 (in punto) a Piacenza allo "Spazio 4" di via Colombo, nell'ambito del Festival Tendenze:
LILITH AND THE SINNERSAINTS live
www.lilithandthesinnersaints.com
www.tendenze.net

35 commenti:

  1. Segnalo per chi non lo sapesse che i Libertines hanno suonato a Reading/Leeds. Il concerto e' qui sull'iPlayer della BBC per chi risiede in territorio d'oltremanica e per chi avesse accesso a un proxy UK.

    Discutibili a tratti dal punto di vista tecnico, resta il fatto che il concerto e' stato in tutto e per tutto un evento. Non so le cifre a livello di pubblico, ma si vedeva chiaramente che si palrava di emozioni forti. Pete si e' un po' "inciccito" in faccia, ha l'iodea di essere piu' sano, speriamo bene perche' i Libertine sono probabilmente una delle band piu; importanti dei '00s, due album, droga, fine. Un po' come i Pistols, ma con un album in piu'.

    RispondiElimina
  2. Ho i loro album e ho seguito anche Babyshambles e Died Pretty Things ma non mi hanno mai convinto più di tanto (nonostante l'aiuto di Mick Jones).
    Poi tutto l'hype intorno e la droga di merda me li ha fatti diventare antipatici

    RispondiElimina
  3. Tra l'altro, Mick Jones ora coi Gorillaz e' probabilmente peggio di Johnny Marr coi Cribs.

    Volenti o nolenti, i Libertines sono LA band UK dei '00s, hanno iniziato loro quell'onda che ha portato poi ai vari gruppi tutti uguali tipo 2004-2006 (Arctic Monkeys compresi)

    RispondiElimina
  4. Concordo. Sono stati il via ad un ritorno del rock chitarristico dal sapore 60's (zona Kinks) con un tocco di Clash.
    Ma Mick Jones è una frana. Dopo i Clash il diluvio.

    RispondiElimina
  5. L'hai visto lui e Simonon con quei cazzo di cappelli da ufficiali coi Gorillaz?

    Per chi fosse interessato, qui c'e' una foto. Per chi vuole bene al Mick Jones con il ciuffo sudato e il gile' senza maniche, look away.

    RispondiElimina
  6. Ho trovato un video su YT del live a Reading. Vi giro Don't look back into the sun che e' pazzesca. Guardate il pubblico

    RispondiElimina
  7. Alberto Galletti1 settembre 2010 12:14

    Azz, li ho visti proprio ieri sera in un documentario sull'ultimo festival di Glastonbury in onda su BBC3 o 4 non ricordo...
    Devo dire però che nella generale mediocrità ,son sembrati i meno peggio...
    certo che Albarn è sembrato ingrassatello

    RispondiElimina
  8. haha!! che personaggio il Mick Jones!!!
    Matteo,rispetto alla foto francamente pensavo di peggio!
    E x rimanere in tema Libertino ve lo ricordate il filmetto dove pippava di nascosto con Kate Moss?..troppo ridere..sembrava un ragazzino che fuma a scuola di nascosto..

    C

    RispondiElimina
  9. Parlando di cose piu' serie, mi sono appena commosso. Cover di My Girl dei Temptations, canta Steve Marriott. Non l'avevo mai visto prima. Sapevatelo

    RispondiElimina
  10. da brividi! te l'ho già rubata (la versione, mica la ragazza..)

    RispondiElimina
  11. Posso lanciare un sondaggio veloce? A chi dei presenti piacciono i Creedence Clearwater Revival? Colgo l'occasione per un altro "lancio", Marriott che canta Before you accuse me

    RispondiElimina
  12. Alberto Galletti1 settembre 2010 23:53

    A me piacciono. Ho tutti i loro cd.
    Non esattamlente il mio gruppo preferito,ma li ascolto.
    Bad moon rising è un gran bel pezzo,tra l'altro inserito a fagiolo nel film un lupo mannaro americano a Londra.

    RispondiElimina
  13. anche a me piacciono ,e pure molto.
    tra i migliori rappresentanti del 'rock americano'.
    ho tutti i loro dischi ,tutti di ottimo livello, a parte 'mardi gras' ,e grande voce.

    Aldo

    RispondiElimina
  14. I CCR mi piacciono parecchio. La versione di "Heard through the grapevine" è notevole , "Suzie Q" bellissima e ci sono parecchie cose ottime. Suonano un po' datati oggi.
    Quell oche non ho mai sopportato sono le camicie di flanella e i capelli bigiunti (dal piacentino bsont, unto)

    RispondiElimina
  15. per CPT. GRAZIE mille per "Party Chambers" !!
    Sarà uno dei brani del nuovo Tony Face Big Roll Band

    RispondiElimina
  16. anche a me piacciono i CCR. cosmos factory girava in casa di mia cugina quando io e suo fratello eravamo piccolini e musicalmente ai primi passi. quindi ci sono affezionato.

    bella chicca da coverizzare tony! quindi ti è stato utile anche l'allegato :O)

    cheers f

    RispondiElimina
  17. Mi e' venuto di chiedervi sta cosa per via della cover di Before you accuse me. I CCR sono probabilmente l'unica cosa passatami da mio padre a livello musicale (ricordo una cassetta, plastica verde trasparente, con un best of), in mezzo a tanta discutibilita', passatemi il termine. Io li ho semrpe trovati eccezionali, le camicie in flanella (pur orribili) ci stavano nel contesto in cui erano inserite, li ho sempre trovati piuttosto cool. E dai (non moltissimi a dir la verita') video che ho visto sembrava proprio si divertissero. Questo di Lookin Out my Back Door mi da' l'idea di come dovrebbe essere una band, ecco.

    RispondiElimina
  18. Alberto Galletti2 settembre 2010 13:21

    Lessi tanto tempo fa una dichiarazione di John Fogerty che sostenne che il loro obiettivo era proprio il back to basics in contrapposizione con le strutture "artefatte" del psichedelico che li circondava,volevano essere il più possibile una semplicissima r&r band americana suoni semplici e altrettanto per l'aspetto. da qui credo la camice da boscaiolo tipiche di un certo modo di essere statunitense.Cool senz'altro
    Una vocce davvero accattivante.

    RispondiElimina
  19. Bè insomma non userei la parola COOL per i CCR...grandi musicisti, ottimi album, eccellenti songs e giusta attitudine ma cool nell'estetica proprio no, guys !

    RispondiElimina
  20. si,giusto..cool mi sembra proprio fuori luogo x dei cowboys
    C

    RispondiElimina
  21. una di quelle bands americane nate e vissute musicalmente fuori tempo, un po come i flamin groovies (con maggior successo però)

    RispondiElimina
  22. Alberto Galletti2 settembre 2010 19:07

    Io non intendevo certo esteticamente, direi pittosto per come si posero rispetto a ciò che li circondava.
    In effetti la mia idea di cool sono Georgie Fame e The Kinks!

    RispondiElimina
  23. Bravo Alberto G che hai menzionato G.Fame:
    ho giusto in macchina un bel dischetto da segnalarvi (o risentire) "FAME&PRICE" by GFame e APrice (Animals),1971..

    Fiato alle trombe!

    C

    RispondiElimina
  24. Molto carino "Fame& price" anche se un po' moscio

    RispondiElimina
  25. i CCR, alcuni buoni musicisti attorno a un autore di razza, il bianco con la voce più nera del suo tempo. Non è che si divertivano molto, in realtà, almeno a quando si legge in Creedence Inside.

    RispondiElimina
  26. Alberto Galletti3 settembre 2010 10:31

    Bella C,

    Georgie Fame si che è un mod! Resta il mio preferito, SUPERSTAR!!

    devo dire però che ultimamente ho sbandato paurosamente per The Zombies ho poco,ho visto/sentito dal tu-tubo, ma mi piaccono davvero tanto.

    RispondiElimina
  27. Eccellenti gli Zombies di Rod Argent (grande tastierista).
    Tra l'altro sono ancora in giro in una delle solite mezze reunion

    RispondiElimina
  28. Alberto Galletti3 settembre 2010 11:09

    E difatti l'elemento che mi ha mandato fuori è proprio la tastiera, il finale di Time of the season è entusiasmante, pur senza esser scatenato.

    RispondiElimina
  29. grande AlbertoG!
    Gli Zombies sono un gruppo che definirei "perfetto" nel suo feeling..oltre alla tastiera mi fa impazzire il timbro di Colin Blunstone.."soffiato".
    Cerca "Just out of reach" o "got to get a hold on myself"


    Tornando a fame e Price e disco succitato in effetti non ha eccellenze nella tracklist ma visto che c'e' Pibio in linea segnalo a lui,estimatore temponautico, e a tutti voi la bellissima e SUPRGOSPELBLUES (!!) di THAT'S HOW STRONG MY LOVE IS!!!!!!
    Superba

    Cristiano

    RispondiElimina
  30. cazzo e' prorpio bella!

    RispondiElimina
  31. Alberto Galletti3 settembre 2010 17:21

    Grandissimo C!!
    Mi hai tolto le parole di bocca,son davvero dei grandi, se mi metto pure a contestualizzarli rispetto all'epoca quasi quasi mi spavento.
    Mi metto alla ricerca del materiale,a proposito.... non è che io dovevo ricever qualcosa? o mi sbaglio...

    RispondiElimina
  32. mi associo agli zombari vari. odessey & oracle (per altro mi sembra già discusso qui al trani di tony) è un capolavoro assoluto di scrittura musicale, ma anche di produzione. anche senza avere le 5 o più edizioni remasters e re-remasters uscite di recente, suona ancora adesso da dio, anzi da ben panthera.

    vi propongo un video amatoriale che gira da qualche anno di "this be our year" che ha fatto emozionore me, e qualche altro centinaio di migliaia di utubari.

    http://www.youtube.com/watch?v=jf7wRe4AUtU

    RispondiElimina
  33. Quella canzone è incredibilmente bella. Ricordo che la prima volta che l'ho ascoltata, una ventina d'anni fa, (nella versione degli Stones) fui come fogonato.
    L'abbiamo ripresa anche noi nel ns primo cd!
    Bè, se non altro siamo stati coraggiosi...

    RispondiElimina
  34. AlbertoG: ricordi bene (era Hal Blaine no?) ma sono in grado di spedire via posta "old school"..riscriviamoci dai..

    Pibio:eh eh..conosco bene la vostra cover e le sue esecuzioni live dei Temponauts. Segnalavo la cover che c'e' nell'album di Fame&Price (molto gospel,a tre voci)che citavo.."Fame&Price" 1971, check it out!!

    Odissey&Miracle e' un piccolo capolavoro ,CPT!

    C

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails