venerdì, settembre 02, 2016

La copertina dei Blind Faith



Sciolti i Cream a metà del 1968, Eric Clapton incominciò a pensare ad una nuova esperienza.
Portandosi dietro il batterista Ginger Baker e chiamando a sè il geniale Steve Winwood e Ric Grech dai Traffic creò una nuova band (spesso definita il primo super gruppo del rock) che nell'agosto del 1969 pubblicò il primo album, intitolato con il semplice nome della band BLIND FAITH.

Da un punto di vista artistico è un buon album, tra rock, pop e blues, ovviamente ben suonato ma che non è il capolavoro che ci si aspettava da simili eccellenze.
Nonostante ciò ottenne un grande successo di vendite e buone recensioni.

Probabilmente viene però più ricordato per la copertina, conturbante e provocatoria, che ritrae una ragazzina a torso nudo (impugnando un modellino di aereo, considerato dai censori fallico), senza alcuna scritta che ne indicasse la paternità e che creò non pochi problemi alla band.
L'etichetta rifiutò di pubblicarla ma la cocciutaggine di Clapton li costrinse a capitolare ma in Usa uscì con una copertina che ritraeva la band in studio (mentre in altre versioni con censure varie).

Curiosa la genesi della foto, di Bob Seidemann, che aveva già lavorato con Janis Joplin e Grateful Dead e successivamente con Neil Young, Jackson Browne, Traffic, Jerry Garcia.
Incaricato del lavoro incontrò per caso in metropolitana una ragazzina che corrispondeva alla sua idea (di contrapporre un'immagine di innocenza con una tecnologica e futurista, simboleggiata dall'aereo).
Le chiese se era disponibile ad una session fotografica ricevendo come immediata risposta "Mi devo spogliare?" (...a proposito di innocenza...).

Recatosi a casa dei genitori per avere il necessario permesso scoprì che in realtà la sua scelta non era stata delle migliori essendo la ragazza molto timida e poco fotogenica.
Ma la sorella minore, undicenne, MAIORA GOSCHEN (nella foto come è adesso), si intromise chiedendo a gran voce di poterlo fare lei.
Bob accettò e divenne il soggetto della copertina.
La foto fu chiamata BLIND FAITH che Clapton trovò adatto anche come nome per la band.
Maiora chiese per pagamento un cavallo bianco ma ricevette solo 40 sterline...

12 commenti:

  1. bellissima copertina..non so da dove arriva questa mia memoria ma ero convinto che la ragazzina fosse la figlia di Ginger Baker (anche un po' somigliante tra l'altro)..
    Ottimo e importantissimo superdisco per superband

    C

    RispondiElimina
  2. http://www.bonhams.com/auctions/21948/lot/192/

    buona giornata a tutte/i

    RispondiElimina
  3. ricordo un articolo di red ronnie sulla copertina in questione sulla sua rivista be bop a lula (confesso, a 17 anni la acquistavo......ancora non era del tutto andato, e qaulche bell'articolo si trovava)
    alberto

    RispondiElimina
  4. Copertina bruttissima.
    Disco un po meglio

    RispondiElimina
  5. De gustibus of course Gallo..piuttosto,tu che sai, nel 1969 con 40 pounds non si comprava un cavallo bianco?
    C

    (mi unisco a voi casula stasera coi Mads..up the pints!

    RispondiElimina
  6. per Sir IMogg

    https://img.discogs.com/9tftnKQiWTwh2dy98aEP6xTQnC0=/fit-in/300x300/filters:strip_icc():format(jpeg):mode_rgb():quality(40)/discogs-images/R-3666-1286639293.jpeg.jpg

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails