mercoledì, ottobre 06, 2010

Mod Generations & Brit Rock n Roll Night




Due appuntamenti due.

Giovedì 7 ottobre: "Brit n roll night" a Piacenza al "Baciccia" con Smash n Grab e Temponauts + DJ set by Tony Face

Tanta gente al Baciccia per la doppia esibizione degli Smash n Grab, che hanno aperto con un rock n roll brit roccioso e grezzo con omaggi a Beatles ("Hey bulldog" e "Yer blues") e Stones ("Starfukcer"), ovvero la formula che ha reso famosi gli Oasis e dei Temponauts, in eccellente forma tra power pop raffinato e allo stesso tempo energico e tirato, con finale affidato ad una lunga "Eight miles high" dei Byrds.

Venerdì 8 ottobre : Ferrara "Il Molo" via Vignatagliata. Presentazione "Mod Generations"

Probabilmente la migliore presentazione di "Mod Generations"
Perchè Ferrara è splendida, perchè c'era molta gente, perchè c'è stata una partecipazione bellissima, con un sacco di domande, perchè Leo ha condotto la serata in maniera eccellente, perchè vale la pena fare tanti km da solo sulla A1 intasata di camions per poi trovare gente così "dentro", attenta, sensibile e vera (e tornare nella notte, ma ci sono abituato).
Bello, davvero bello.
Soprattutto "Il Molo", gran bel posto.


10 commenti:

  1. Alberto Galletti6 ottobre 2010 18:00

    British night, I'll be there!

    RispondiElimina
  2. bravo alberto!! poii vi aspetto a torino neh..o a meta strada!
    C

    RispondiElimina
  3. Hey Alberto ! Grazie della compagnia ieri !

    RispondiElimina
  4. raccontate daaai!! e foto??
    C

    RispondiElimina
  5. Ieri sera ho messo anche "Peacock suit" di Paolino

    -Scusa questo chi è ?
    - Paul Weller
    -Paul chi ?
    - Weller
    - Mai sentito, bello però
    - Abbastanza
    - Mi segno il nome, Paul Weller

    PROSELITISMO MOD

    RispondiElimina
  6. Alberto Galletti8 ottobre 2010 14:25

    Grazie a te per l'amicizia Tony, spero non mancherà un'altra occasione. Sono estremamente felice. A più tardi per un resoconto sommario.

    Stratosferico l'episodio Peacock suit, tra i top della serata

    RispondiElimina
  7. Alberto Galletti9 ottobre 2010 09:09

    Serata British solo per i musicisti e i pochi(ma convinti) interessati, per il resto il tran-tran del locale scivola via intorno come al solito.

    Davvero forti i Temponauts buona resa dal vivo, meno corale, più potente che non sul disco, ma chitarre ottime, forse la voce di rincalzo è rimasta forse un po troppo sotto, forse impianto e acustica non erano proprio ideali, anche i ragazzi che li hanno preceduti hanno avuto lo stesso problema. Ad ogni modo Toxic & Lazy, Captain frustration e la mia preferita That's how strong my love is mi han davvero mandato giù la scossa, ma attenzione (She's an) animal mi si è rivelata a sorpresa (ammetto che non ero molto preparato).Non rieco ad esser più descrittivo perchè mentre suonavano mi son fatto completamente prendere e non ho pensato ad altro.
    MA CHE BRAVI!!!

    Nel frattempo ho avuto il grande piacere di far la conoscenza del nostro boss Tony-Face con il quale ho scambiato più di quattro chiacchere ci siam fatti pure compagnia a fine serata (che onore, mi ha passato le custodie dei cd mentre li metteva su)durante il suo dj set (annunciato dalla roboante Love spreads around) e c'è spazio anche per un po di proselitismo mod.

    Ma Pibio poi dove sei finito? Ti abbiamo aspettato un po...

    Poi via verso casa con il cd dei Temponauts a manetta e la locandina della serata firmata dai protaonisti,wow! L'ultimo tratto con (She's an)Animal in repeat. Brilliant!!

    RispondiElimina
  8. Grazie mille Alberto, perchè sei passato e per l'attenzione!
    poi sono finito a parlare con Pietro (che scrive i pezzi su Libertà) e ho dovuto fare il borderò SIAE... SOB, SIGH, SNIFF...
    ...abbiamo picchiato come fabbri, onstage...

    RispondiElimina
  9. Alberto ! Ma che onore e onore.Grazie per la compagnia. La solitudine del DJ è una di quelle patologie ancora poco studiate...

    Pibio: gran mestiere quello del fabbro. Ho vissuto secoli con uno a fianco di casa mia che cominciava a picchiare alle 6 di mattina sull'incudine (e quando torni alle 5 da casadiddio da suonare è caratteristico ma NON bello).
    Confermo: avete picchiato come fabbri ! Fibra !

    RispondiElimina
  10. Alberto Galletti9 ottobre 2010 15:49

    Ha ha è vero, la studieremo inseme a quella di chi va ai concerti da solo...e poi trova un dj pure lui solo, ribadisco per me è stato un autentico piacere. Ci rivedremo con tutta probabilità a Torino.

    Pibio: Stò riascoltando il cd a ripetizione, ora pure "The down buns" mi è andata in embolo. Comunque è stato un bel picchiare

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails