giovedì, luglio 23, 2015

Intervista a Monica Franceschi



La rubrica INTERVISTE rvolge da oggi la sua attenzione anche ad Artisti non necessariamente musicisti.
Incominciamo con MONICA FRANCESCHI la cui carriera è particolarmente interessante da ascoprire.

Le altre interviste sono qui
:
http://tonyface.blogspot.it/search/label/Le%20interviste

Hai un'adolescenza piuttosto particolare ed interessante da raccontare come artista

A 13 anni un critico d’arte amico di famiglia si propose come mio tutore, e mi ritrovai in una situazione analoga agli odiosi Talent di oggi.
Se dipingevo quello che lui diceva vincevo i concorsi ma se provavo con qualcosa di mio, veniva letteralmente distrutto all’istante.
Ho resistito 2 anni per non deludere le aspettative dei miei genitori, ma non poteva durare, non erano mie creazioni, non era etico e mi sentivo confusa. Sicuramente nel mondo dell’arte c’erano realtà migliori, ma io ero capitata in quella sbagliata e decisi di non fare più mostre allontanandomi da quell’ambiente.
Inoltre desideravo essere indipendente economicamente e mi serviva un lavoro per farlo. Così un mese dopo la maturità artistica iniziai a lavorare come grafica e illustratrice per la Malipiero Editori.
Dopo 3 anni mi licenziai perchè volevo raccogliere più esperienze possibili nel campo della comunicazione, tentare la strada della pubblicità e lavorare nella musica.
Usai il mese di agosto per creare un portfolio e a settembre iniziai a collaborare con le più importanti agenzie di pubblicità e alcune etichette discografiche.

Red Ronnie è spesso visto poco favorevolmente da alcuni, piuttosto benevolmente da altri.
Tu ci hai lavorato a lungo e ce ne puoi dire di più.


Prima di tutto ci tengo a sottolineare che la mia esperienza professionale alle sue dipendenze è stata la più importante, ho imparato molto perché lui è un esperto di comunicazione ed è stato un pioniere dei nuovi media sul web.
Mi sono presentata nel suo studio televisivo con i miei disegni quando avevo 15 anni, accompagnata da mio padre e iniziai subito a collaborare per lui, prima con disegni per le sue fanzine, poi creando i loghi dei programmi, fino a diventare parte del suo staff a tempo pieno.
Collaboravo sia alle sue pubblicazioni editoriali con RCS Libri sulla musica degli anni 50/60/70 che ai suoi programmi televisivi.
I media tendono a etichettarlo perché quello che fa è così fuori dagli schemi che disturba.
Il suo obiettivo è sempre stato quello di dare voce a chi non ce l’ha, concentrandosi sulla persona, piuttosto che sull’aspetto economico o cosa fa audience.
L'intrattenimento è degenerato, oggi su un divano la gente si diverte a guardare esseri umani litigare su un'isola dove hanno scelto di andare a soffrire la fame, quando la maggioranza ci arriva sovrappeso!
Io credo che Red Ronnie invece, nel suo canale RoxybarTV, stia ricostruendo l'educazione all'intrattenimento: cosa è sano vedere.

Non puoi omettere qualche aneddoto dei tuoi numerosi incontri (da Bowie a Elvis Costello)

Mentre assistevo all’intervista che Red Ronnie fece a David Bowie nel 1987, ho approfittato facendo a David il ritratto in tempo reale, era molto incuriosito e ovviamente ha voluto tenerlo.
Elvis Costello è uno dei miei artisti preferiti, diventò amico di Red e ogni volta che era in Italia telefonava per venire a trovarlo nel programma. La prima volta è venuto per promuovere “All this useless beauty” e durante il sound check, Elvis ci chiese quanto tempo aveva a disposizione, eravamo solo noi della redazione e i tecnici, la risposta fu scontata e ci suonò l’intero album.

Importante anche la tua attività come grafica nella musica: fare una copertina per Zucchero ("Miserere") non è da tutti.

Infatti non ci credevo nemmeno io!
Lavoravo già per il suo management (gestito da un grande talento nel settore: Michele Torpedine) che mostrò da subito grande fiducia nel mio lavoro.
Così mi proposero all’artista per il logo del fanclub.
Per prepararmi all’incontro, lessi in pochi giorni un paio di libri sul Blues, Soul e Gospel, oltre a conoscere già tutti i nomi dei musicisti che avevano lavorato o suonato con lui.
All’incontro portai le mie proposte del logo per il fanclub, ma invece del mio portfolio, decisi di prendere alcuni album degli artisti ai quali mi sarei ispirata se mi fossi occupata dell’artwork per il suo nuovo album.
Non so come, ma da quel meeting ottenni l’incarico. Ho sempre pensato che per lavorare con un artista sia più importante far capire che conosci e ami la sua musica piuttosto di quanto tu possa essere bravo nella grafica.
È stato bellissimo lavorare in ogni suo progetto a cui ho potuto partecipare.
Per la limited edition di Miserere, Zucchero mi diede carta bianca nella realizzazione del packaging, ovviamente sono stata supportata dal suo management, ma Zucchero vide il lavoro finito e già stampato, soltanto la sera della presentazione ai giornalisti e ne fu entusiasta!
Permettimi una parentesi: avrei potuto farlo anche gratis, invece sono stata pagata e anche molto bene!
Ho iniziato a lavorare il mese dopo il diploma e sono sempre stata retribuita con contratti regolari e indeterminati, non ho mai lavorato gratis o con stage o apprendistato.
Oggi invece è uno schifo, ogni forma di sfruttamento giovanile dovrebbe essere eliminata, li rende insicuri e li sfrutta in modo subdolo.
Il lavoro gratis dovrebbe essere illegale come il lavoro nero.

Scratch my vinyl è un altro progetto molto particolare e originale (anche Paul Weller ha apprezzato)

Mio fratello, Achille, ex DJ (AkiTune), ha un negozio di dischi (Disco d’Oro) e gli capita spesso di comprare interi stock da privati, talvolta li vendono perché hanno bisogno di soldi e io non riuscivo a sopportare l’idea di gettarli.
Così mentre stavo creando un pannello decorativo, vidi una strana forma in un graffio, come spesso succede osservando le nuvole. Da lì è nata l’idea di creare ritratti disegnandoli con graffi, trasformando il danno in uno strumento creativo.
Cerco sempre di vedere le cose da diversi punti di vista.
La mia prima collezione l’ho chiamata “I always wanted to cut a record”, poi in occasione del tour 2015 di Paul Weller, l’artista che preferisco in assoluto, ho deciso di rendergli omaggio creando una serie dedicata a lui e alla sua band che ritengo essenziale nel successo dei suoi live.
Ho chiesto al mio amico Flavio conosciuto come Cpt.stax, di consegnarli a Weller e sono stata sorpresa e felice di ricevere i tweet di ringraziamenti da ogni componente della band incluso Weller tramite la sua bellissima soulmate Hannah, lei è speciale fa molto per i fan di Weller, è la moglie ideale che ogni rockstar vorrebbe, anzi, dovrebbe avere.

Hai avuto anche un'importante esperienza con l'ambito video

Si quando stavo ancora sperimentando quale strada prendere mi sono buttata in un video.
La mia idea era di creare un video-quadro musicale che andasse in loop in un tv, poi con vari soggetti e più monitor, li pensavo appesi alle pareti come quadri in costante movimento.
Il video realizzato in pellicola, è una sequenza di disegni e vinse il primo premio a Castrocaro nel concorso annuale del fotogramma d’oro indetto dall’associazione FNC Cinevideoautori. Che progetti hai in cantiere ?

Bhé, mi piace definirmi multitask, poiché seguo diverse attività come freelance, alcune delle quali nel mondo della musica, ma la principale è di sicuro quella di Visual Communication Specialist, collaboro con web agency, agenzie di comunicazione, studi grafici, o clienti diretti, realizzo copertine di album non più per le label che, ahimé, non supportano più gli artisti, ma direttamente per l’artista o la band.
Voglio anche ampliare il progetto dei vinili, vorrei realizzare una mostra con annesso evento musicale: che coinvolga un DJ che usa i miei vinili, perché sì, si possono ancora suonare, ovviamente saltano ma l’effetto è molto interessante. Includerei anche un intervento live acustico, di un artista emergente in linea con la musica degli artisti rappresentati nei ritratti, che potete nel sito dedicato: www.scratchmyvinyl.com

La domanda che faccio a tutti/e: una lista di dischi per l'isola deserta

Per non fare affondare l’isola devo eliminare una buona fetta del passato “the past belongs to the past”. Quindi porterei “solo”:
gli ultimi 5 album di PAUL WELLER
Brutal Youth + The Delivery Man – ELVIS COSTELLO
Wise Up Ghost - ELVIS COSTELLO AND THE ROOTS
The Man Who Sold The World + Heroes + Hearthling - BOWIE
Tutti i 6 album dei BLACK ANGELS (li adoro)
On An On - SYD ARTHUR
I due album capolavoro dei FLEET FOXES
How Things Are – ANDY WHITE
Kveikur + Takk + quello con gli uomini nudi in copertina dal titolo impossibile – SIGUR ROS
For Now I am Winter - OLAFUR HARNALDS
Hardcore Will Never Die, But You Will – MOGWAI
Those Who Tell the Truth Shall Die – EXPLOSIONS IN THE SKY
In Rainbows - RADIOHEAD
Hard Believer – FINK
The Cautionary Tales of Mark Oliver Everett – THE EELS
Kindness of the World + Civilians – JOE HENRY
Out of The Game + Release The Stars – RUFUS WAINWRIGHT
Burst Apart – THE ANTLERS
Soul Power – CURTIS HARDING
Sound & Color – ALABAMA SHAKES
Carrie & Lowell – SUFJAN STEVENS
Wildflower Way + Echoes of Summer – THE VALS
Mindwaves – THE MOONS
Abandoned Shopping Trolley Hotline – GOMEZ
Mezzanine – MASSIVE ATTACK
At Folsom Prison – JONNY CASH (è sempre presente)
Uno qualsiasi di – HENDRIX (anche lui è presente)
Tethered - MONTE MONTGOMERY (il migliore chitarrista mai esistito dopo Hendrix)
Miserere – ZUCCHERO
Infine qualcosa dei JURASSIC 5, ODDISSEE, SOUL II SOUL, ARRESTED DEVELOPMENT, HAROLD MELVIN & THE BLUE NOTES, perché sull’isola c’è sicuramente tempo per ballare!!!

13 commenti:

  1. intervista davvero interessante. certo che guardando la foto con bowie corre un brivido lungo la schiena rivedendo la moda anni 80, con quelle giacchette corte impressionanti
    alberto

    RispondiElimina
  2. ..e i pantaloni con le pinces!!!!!!
    Intervista ricca di cose,complimenti a Monica!
    Ma si potrebbero vedere altri suoi lavori? Magari anche quelli per Paolino e band? Scusate la curiosità..
    Molto bella la foto con Costello
    C

    RispondiElimina
    Risposte
    1. puoi vederli qui:
      http://www.monicafranceschi.com

      Grazie!
      (vogliamo parlare delle spalline impbottite? :-) )

      Elimina
    2. Grazie a te Monica mi precipito!

      (spalline!!! aaarghhhh....ma chi e' stato senza spalline scagli il primo gel!!! )))

      E complimenti anche per lo sfondo del tuo avatar..calci sonici per tutti!

      C

      Elimina
    3. scagli il primo gel è stupenda ah ah ah grazie ancora!

      Elimina
  3. Sono qua: www.scratchmyvinyl.com

    RispondiElimina
  4. Anche lei fa notare la desertificazione odierna....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. già pibio, è triste perchè la musica è la forma d'arte più importante e potente perchè è istintiva diretta e irrazionale e so che in Italia esistono tantissimi artisti con talento che non riescono ad emergere

      Elimina
  5. Miserere, miserere
    Miserere, misero me
    Però brindo alla vita!

    Ma che mistero, è la mia vita
    Che mistero
    Sono un peccatore dell'anno ottantamila
    Un menzognero!

    Ma dove sono e cosa faccio
    Come vivo?

    Vivo nell'anima del mondo
    Perso nel vivere profondo!

    Miserere, misero me
    Però brindo alla vita!

    Io sono il santo che ti ha tradito
    Quando eri solo
    E vivo altrove e osservo il mondo
    Dal cielo

    E vedo il mare e le foreste
    Vedo me che....

    Vivo nell'anima del mondo
    Perso nel vivere profondo!
    Miserere, misero me
    Però brindo alla vita!

    Se c'è una notte buia abbastanza
    Da nascondermi,nascondermi

    Se c'è una luce, una speranza
    Sole magnifico che splendi dentro di me
    Dammi la gioia di vivere che ancora non c'è

    Miserere, miserere

    Quella gioia di vivere(che forse)
    Ancora non c'è.



    RispondiElimina
  6. Monica è una artista veramente speciale ed originale (ho da poco scoperto anche i suoi lavori con le corde di chitarra)

    Virtualmente incontrata tramite una comune passione (indovinate...) è anche una tra le pochissime ragazze che è rimasta in contatto con me dopo avermi conosciuto in persona ...haha

    Mi candido come (non)dj, se mi vorrà, per sonorizzare l'eventuale mostra "scratch my vinyl", ma se sono dubbioso e spaventato dal "<,,,> si possono ancora suonare, ovviamente saltano ma l’effetto è molto interessante" :o()

    buona long hot summer a tutte/i

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capitano!!!
      grazie dei complimenti e dell'offerta che accetto, sicuramente ti avrei coinvolto all'evento....ah, dimenticavo, puoi portare anche Paolino se vuoi
      :-D :-D :-D

      Elimina
    2. Vi raccomandiamo diffusione evento in buon anticipo e si materializzerà l'orda Casula in gran spolvero!
      A presto allora
      C

      Elimina

Related Posts with Thumbnails