martedì, aprile 08, 2014

Intervista a Steve White



Dopo FEDERICO FIUMANI dei DIAFRAMMA, al giornalista FEDERICO GUGLIELMI, ad OSKAR GIAMMARINARO, cantante e anima degli STATUTO, al presidente dell'Associazione Audiocoop GIORDANO SANGIORGI, a JOE STRUMMER, a MARINO SEVERINI dei GANG, a UMBERTO PALAZZO dei SANTO NIENTE, LUCA RE dei SICK ROSE, LUCA GIOVANARDI e NICOLA CALEFFI dei JULIE'S HAIRCUT, GIANCARLO ONORATO, LILITH di LILITH AND THE SINNERSAINTS, a Lorenzo Moretti, chitarrista e compositore dei GIUDA, il giornalista MASSIMO COTTO, a FAY HALLAM, SALVATORE URSUS D'URSO dei NO STRANGE, CESARE BASILE, MORENO SPIROGI degli AVVOLTOI e FERRUCCIO QUERCETTI dei CUT, RAPHAEL GUALAZZI, NADA, PAOLO APOLLO NEGRI, DOME LA MUERTE è un grandissimo ONORE ospitare STEVE WHITE, batterista eccelso già con Style Council, Paul Weller, Oasis, Who, Jon Lord etc e ora con il TRIO VALORE.

Grazie a Nick RecordKicks per l'opportunità.

Le precedenti interviste sono qua:
http://tonyface.blogspot.it/search/label/Le%20interviste

1
Il Trio Valore suona una musica che prende ispirazione dalle radici de jazz, dal modern jazz, dal soul.
Pensi che tra le nuove generazioni ci sia ancora interesse per questo tipi di musica "datata" ?

STEVE
Certo che ce n'é. Basta che tu guardi ad etichette come la Record Kicks per capire quanto sia popolare la musica influenzata dalle radici.
Ora molte generazioni amano la musica, ci sono molti giovani che amano la musica adatta alla loro età ma anche quella influenzata dal soul, jazz e roots music.

  2
Nel primo periodo del Mod revival, alla fine dei 70's, mi ricordo che le cover di band come Jam , Secret Affair, Chords e molti altri (e film come "Blues Brothers" o "Quadrophenia") mi aiutarono a scoprire un nuovo universo sconosciuto: soul, rhythm and blues, ska, original reggae etc.
Credi che il Trio Valore possa fare lo stesso con le giovani generazioni ?


STEVE
Mi piacerebbe fosse così. Noi siamo, e, non voglio sembrare presuntuoso, tutti ottimi musicisti. I giovani musicisti non hanno molti buoni modelli di riferimento che sanno suonare a buon livello e che possano rivolgersi direttamente a loro.

  3
So che avete pianificato un nuovo album del Trio Valore. Seguirà lo stesso filone del singolo o ci dobbiamo o attendere qualche sorpresa ?

STEVE
Penso che sarà una sorpresa, contrariamente alla credenza comune che per registrare i buoni musicisti abbiano bisogno di un grosso budget e tecnici del suono specializzati. D'altra parte non abbiamo un altro modo di farlo.

  4
In Italia vivere con la musica è veramente difficile. Cosa raccomanderesti ad un giovane musicista per iniziare la carriera ?

STEVE
Devi diversificare le varie attività. Amare la musica ma cercare anche altre strade per tirare su i soldi. Io curo i management di artisti, il design di strumenti, insegno e tengo conferenze, c'è un mondo difficile là fuori...

    5
Paul Weller ha dichiarato che "gli Style Council non sono mai stati capiti…sento che eravamo fuori tempo o forse troppo in anticipo sui tempi…ma sento che alla fine avremo il nostro momento e la gente apprezzerà la musica per quel oche è. Cinque, dieci anni, arriveranno e ci rendere conto che è valsa la pena di aspettare.
La pensi allo stesso modo ?


STEVE
Penso che sia assolutamente giusto, il gruppo è maggiormente apprezzato ora per i testi visionari e per gli esperimenti con la house music e la tecnologia.

6
Negli 80's la musica pop incominciò ad incorporare la batteria elettronica ovunque. Gli Style Council al contrario scelsero nei primi due/tre album la batteria acustica, una scelta abbastanza inusuale e per il periodo. Negli ultimi album anche loro finirono con la batteria elettronica. Fu un problema per te ?

STEVE
Non ho mai avuto problemi quando la musica era giusta per quello come è stata la maggior parte di quella degli Style Council, mi è solo dispiaciuto qualche volta non poter suonare in certi dischi.

7
Con gli Style Council sei stato coinvolto anche a livello compositivo e il tuo drumming era essenziale e molto importante nel sound della band, penso che tu abbia contribuito molto al modo musicale degli Style Council.  

STEVE
Ti ringrazio. Ho scritto una piccola parte di testi e credo di essere stato abbastanza influente con il mio swing e le caratteristiche latine ma noi lavoravamo davvero molto bene insieme.

    8
Hai suonato con così tanto gruppi ed artisti. Qualcuno in particolare da ricordare e menzionare ?

STEVE
Ovviamente Paul Weller ma più recentemente con il cantante di cui sono manager, Sam Gray, una voce così grande, anche se non è ancora arrivato il suo momento e devo menzionare il fantastico Jon Lord che ho amato davvero tanto.

9
Come valuti Paul Weller come musicista e artista ?

STEVE
Lui è là in alto con le cose migliori che la nostra nazione abbia mai prodotto.

10
Ci dici qualcosa della tua partecipazione al Live 8 a Wembley ? E delle'esperienza con gli Smokin Mojo Filters con Paul McCartney, Paul Weller e Noel Gallagher ?

  STEVE
Sono state esperienze molto fugaci, il Live 8 è state one run through in a room (una cosa velocissima) e l'abbiamo fatta, sytessa coda con il rifacimento d i"Come together" (brano registrato dai nomi in questione più Steve e Damon Michella). Paul e Linda McCartney furono incantevoli e facemmo anche una jam in studio intanto che lo stavano mimando.

11)
Qualche stupida domanda finale
Chi sceglieresti per la tua band immaginaria ?
Damon on bass, Jon Lord on Organ, Justin (non ha specificato il cognome, suppongo il jazzista Kauflin) on piano, Grant Green on guitar, Al Green on vocals backed by the Staple Singers 

  Puoi suggerirci qualche disco da scoprire ?
Suggerisico di scoprire i grandi del jazz, John Coltrane, Freddie Roach, Miles Davis and all the funk and soul greats 

    Qualche disco che ti porteresti sulla famosa isola deserta
    "The wailing" Buddy Rich , "4 and more live"di Miles Davis, "Whats going on" di Marvin Gaye, "Theres are riot going on" di Sly Stone 

    I tuoi batteristi preferiti
Buddy Rich, Art Blakey, Elvin Jones, Al Jaackson junior, Philly Joe Jones, Papa Joe Jones, Bill Stewart, John Riley, Vinnie Colaiuta 

      12
So che ti piace il calcio, sei tifoso del Charlton. Il tuo pronostico per il Mondiale?

STEVE
Non l'Inghilterra, sono una merda !! Mi piacerebbe vedere fare bene una squadra africana, il Brasile può contare sul pubblico amico, Italia, Spagna e Germania faranno bene ma ho buone speranze per il Belgio.  

29 commenti:

  1. bello il "cispa" nella prima domanda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da quando ho il cazzo d correttore mi tocca controllare dieci volte e qualcosa scappa sempre…tecnologia di merda

      Elimina
    2. Cispa,no problem

      Elimina
  2. Buone speranze per il Belgio? Grande

    RispondiElimina
  3. uin grande batterista che per anagrafe ho seguito da "sempre". faceva effetto che il batterista di PWeller (StyleCouncil Cafe Blue) avesse solo 18 anni!

    Prima volta...live a Torino col JTaylorQt 1989 direi,appena uscito Get Organized (e se ne erano andati Crockford e Wolf Howard per formare i prime Movers con GDay)

    C

    RispondiElimina
  4. E' il più giovane musicista che abbia mai suonato a Wembley (tra le altre cose), tecnica sopraffina, talento incredibile ed grande eleganza.

    RispondiElimina
  5. Mi sembra di ricordarlo anche con JTQ. Sono rimcoglionito?

    RispondiElimina
  6. e pure simpa,cispa!

    RispondiElimina
  7. Ciao Tony,
    perchè non le proponi a qualche giornale musicale in edicola queste interviste?
    Credo che sarebbe bello comprare, che ne so, Rockerilla, e trovarci un intervista a Steve White così come agli altri nomi che hai intervistato.

    Alberto

    RispondiElimina
  8. Non credo siano particolarmente interessati a farsi invadere il proprio orticello da un "estraneo".
    E poi vige la regola che se scrivi per uno (talvolta/spesso) l'altro per ripicca non recensisce più le tue cose (la guerra tra poveri è lo sport più diffuso in Italia).
    Così preferisco comunque gestirmi il mio spazio in totale libertà.
    Se qualcuno si farà avanti ben volentieri ma io non li cerco :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bravo! autodeterminazione ed ESCLUSIVA Casùla!
      Be proud

      C

      Elimina
  9. una sua bella performance muscolare (tra vle tante) e' il Live Wood di Paul Weller dove era in tandem con la fata Yolanda Charles....'ccidenti a lui!

    http://www.mayones.com/en/artists_players/yolanda-charles-en

    C

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh tra coriste di ieri e di oggi bassiste ecc mica piciu Paolino

      Elimina
  10. Hai capito Mr Bianco....tifa pure il Charlton, va beh c'è chi sta peggio di me, consoliamoci. :-)

    Charlie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho intervistato anche il suo socio Damon Minchella (ma ancora non mi ha risposto) che ha dichiarato (e infatti gli ho domandato se è vero) che tra la sua carriera di bassista e l'Everton preferisce i Toffees….

      Elimina
    2. talk is cheap.....
      C

      (pero bella storia intervista anche a lui!)

      Elimina
  11. Grande batterista. E grande gruppo gli Style, ha ragione da vendere Paul Weller, troppo in anticipo sui tempi. A tempo debito saranno riscoperti. E ci butteranno ristampe e tutto quel che ce n'e'. E io, come un bigolo, saro' li' a spendere i pochi eurino che mi restano dello stipendio. Qualche anno fa' avevo visto Steve e Damon con un loro gruppo (i Playground?) al Blue Note di Milano. Concerto di una finezza della madonna! E come suonavano...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Players con Mick Talbot alle tastiere

      Elimina
  12. A questo punto non ti resta che intervistare Steve Cradock se non altro per la questione del tifo....

    Charlie

    RispondiElimina
  13. Giusto Tony! I Players, cassio! Ho comprato anche il dischetto, con Ted Polhemus alla chitarra e voce. Minchia, la memoria che va' a puttane....ah, forse perche' oggi metto un bel 56 sul groppone...alzeheimer?

    RispondiElimina
  14. eh gia cosi ci dice che tifa Villa..non vale

    Michella e' anche del Napoli visto i nonni

    C

    RispondiElimina
  15. per la cronaca, ero andato al blue note (unica volta, troppo caro per i miei gusti) solo perche' c'erano i 2/3 degli Style. E mi ero fatto autografare il Face in the Crowd dei Merton Parkas da Mick.

    RispondiElimina
  16. grazie ragass.....

    RispondiElimina
  17. ho avuto occassione di scambiare con White due battute due (visto anche il mio inglese) poco prima di un concerto dei Trio Valore qualche anno fa... mi è parsa una persona gentilissima e disponibile, gli avevo anche detto di aver visto il Paul live poco tempo prima (col nuovo batterista....) e anche lì non mi è sembrato che si fosse scomposto, anzi... (il mio discorso voleva arrivare col chiedergli del perchè non suonassero più insieme ma poi ho capito che sembrava una domanda del cazzo da giornalista del cazzo..). E poi sul palco ha confermato di essere un batterista della madonna! Non suona come sui dischi, suona meglio!! Rimane un grande.

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails