mercoledì, aprile 09, 2014

I primi DJ



Difficile stabilire il momento della nascita del DJ come è abitualmente conosciuto ovvero qualcuno che alterna dischi per ascolto e/o ballo.
Una primissima forma di DJ non era “umano”.
Negli anni 30 e 40 in Usa in particolare ci si trovava a ballare al suono dei primi jukebox.

E’ da far risalire al 1943 invece la prima forma di ballo in clubs con un DJ, in questo caso il (tristemente) famoso Jimmy Savile (a lungo conduttore della TV inglese, in particolare Top of the Pops e recentemente scoperto responsabile dopo la sua scomparsa di una lunga serie di abusi, spesso su minorenni).
Nei piani superiori del Loyal Order of Ancient Shepherd's a Otley incominciò a passare dischi di jazz per far ballare le 200 persone che si presentarono già dalla prima sera.
In breve l’usanza prese piede e giunse in Francia dove il Whiskey a go go di Parigi dal 1947 incominciò ad avere serate da ballo con un DJ (e da qui il termine discoteca, mutuato dal francese discoteque).
Dai 50’s invece in USA i DJ radiofonici incominciarono a fare anche varie apparizioni live con un solo piatto e alternando i dischi con dei parlati di intrattenimento.

In alcuni casi ci pensava un batterista a mantenere piena e calda la pista con i ritmi dei brani appena trasmessi.
Nel 1955 il DJ radiofonico Bob Casey introdusse per primo i due piatti esportando velocemente la moda in Europa.
Le serate nelle discoteche si intensificarono fino alla fine dei 60’s quando invece il pubblico si rivolse sempre più ai live mandando in crisi anche il ruolo del DJ che riprese vita, attraverso i più svariati cambiamenti, dalla metà dei 70’s con la scena northrn soul in Inghilterra e quella disco in Usa.

22 commenti:

  1. Indigo Moog "aspettando il mondiale" che poi non vede

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Asepttando il mondiale è domani con un post davvero interessante scritto a quattro mani con Galletti

      Elimina
  2. e' morto John Travolta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che cazzo vuoi?

      Elimina
    2. per chi fosse interessato all'argomento consiglio il bellissimo libro 'Last Night A Dj Saved My Life' di Bill Brewster e Frank Broughton

      Elimina
  3. boh, per me il dj è quello sfigato che alla festa delle medie invece di cuccare mette i dischi. mai capito perchè qualcuno debba diventare ricco e famoso per saper alzare e abbassare due cursori del volume.

    The Real WC

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si si ti avrei voluto vedere "cuccare" eppoi tirarti il pisellino

      Elimina
    2. alle medie mi ammazzavo di seghe come tutti, tu invece ti "tiravi il pisellino"? e perchè?

      The Real WC

      Elimina
    3. non mettevi i dischi e non cuccavi
      io il pisellino non ce l'ho,solo perche tu lo sappia

      Elimina
    4. sei un cretino patentato

      Elimina
    5. te ciai un problema. grosso eh.

      The Real WC

      Elimina
    6. te ciai la testolona come il casso eh

      Elimina
  4. ahaha! hang the dj hang the dj hang the dj come diceva Moz! vero Albe?

    8ReallWc..forse alle feste medie era cosi,lo penso anch'io..ma il Dj e' quello che SCEGLIE e MOLTO SPESSO FA CONOSCRE..non er' cosa da poco e vale per feste locali e soprattutto radio..o qualcuno e' nato gia "imparato" dimusica? come on.....9
    C

    RispondiElimina
  5. Hang the DJ yeah, lo ricordo, or someone else perhaps...
    Rimane il mio sogno nel cassetto.

    RispondiElimina
  6. Maledetti mi avete bruciato la citazione da Panic....e comunque Hang the Dj anche se talvolta mi son cimentato anche io un qualche localino con dj set di stampo Modernista e direi che l'effetto sfigato delle medie non si è affatto palesato :-)


    Charlie

    RispondiElimina
  7. Io ho fatto il DJ da professionista tra il 1982 e il 1988. Posso assicurare che...altro che pippe! Si rimorchiava alla grande! E sulla questione "alzare e abbassare due cursori del volume" io dico: provaci te. Non si diventa ricchi e famosi per quello ma per "il modo" in cui lo si fa. Serve gusto, tecnica e senso musicale. E non sono doti comuni

    RispondiElimina
  8. Giusto Joyello,come esordivo io infatti ...
    "alzare e abbassare" i cursori e' l'idea evidentemente di qualcuno che o non ha presente o si diverte a dire cazzate (o probabilmente messo allo stesso posto saprebbe solo fare quello..magari i pezzi glieli sceglie sua sorella')
    C

    RispondiElimina
  9. o magari l'ho fatto anch'io e so di cosa parlo?
    poi certo che mi diverto a dire cazate, sempre e comunque :-)

    The Real WC

    RispondiElimina
  10. Yes amico..sei tu che riducevi il ruolo a quello,poi se l'hai fatto e sai di che parli non ho dubbi visto le cose sempre pertinenti che scrivi in campo musicale,ci mancherebbe..
    Le "cazate" ci divertiamo tutti a dirle..casula style indeed


    C

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails