martedì, aprile 15, 2014

HILLSBOROUGH (15 aprile 1989)



A cura di ALBERTO GALLETTI

Ricorre oggi il 25° anniversario del disastro di Hillsborough, lo stadio di Sheffield dove negli attimi precedenti lo svolgimento della semifinale di FA Cup della stagione 1988/89, persero la vita 96 supporters del Liverpool schiacciati dalla calca nel tragico paddock della Lepping Lane Stand.

L’inchiesta, archiviata sulla base della ‘colpevolezza non perseguibile’ dei tifosi del Liverpool è stata riaperta dalla battaglia legale senza fine del Hillsborough Familiy Support Group che ha portato alla luce la colpevolezza della polizia incapace di fronteggiare la situazione e responsabile di aver insabbiato le prove e incolpato i tifosi stessi.
Non mi inoltro nella diatriba, la documentazione disponibile a chi può leggere in inglese (ma anche un po in italiano, sebbene mal tradotta e spesso pilotata), è amplissima, ma come quarantennale frequentatore di stadi, anche in Inghilterra, anche a Hillsborough, offro il mio omaggio alle famiglie delle vittime riportando di sotto il comunicato dell’ Everton F.C. i rivali cittadini comparso sul loro sito il 4 aprile (il giorno in cui scrivo).

L’Everton FC aprirà le porte di Goodison Park (il loro campo), per proiettare la messa in suffragio delle vittime in occasione del 25° anniversario della strage.
La Park End Stand verrà aperta nel pomeriggio del 15 aprile in modo da permettere al Club e ai tifosi dell’Everton di ricordare la memoria e portare il loro omaggio ai 96 tifosi del Liverpool che perirono tragicamente 25 anni fa.

A dimostrazione del continuo sostegno alla Hillsborough Family Support Group, il Presidente Bill Kenwright (un autentico gentiluomo vecchio stampo!), e la prima squadra saranno presenti al suffragio da Goodison Park, Roberto Martinez (l’allenatore dell’Everton) sarà tra quelli che parleranno da Anfield Road.
Mr Kenwright ha detto: "La nostra città è la casa per circa mezzo milione di persone ed è famosa nel mondo per i suoi sentimenti di solidarietà, sense of humor e amore per il grande gioco.
Ci accomunano due grandi squadre che sono state fianco a fianco da quella inimmaginabile tragedia ad Hillsborough di 25 anni fa.
L’ Everton continuerà, ogni volta che saremo in grado di farlo, a sostentere la rimarchevole opera del Hillsborough Familiy Support Group.
Siamo fieri di loro, per loro e del loro operato.
Sappiamo anche che la solidarietà e la fratellanza che accomuna la nostra città ci sarebbe stata, vera ed incondizionata se il sorteggio delle semifinali fosse stato invertito per le partite di quel tragico giorno’.


Dopo la proiezione del suffragio, l’Everton terrà una breve cerimonia propria dopo la quale un gruppo di bambini delle scuole elementari locali terranno una processione da Goodison Park ad Anfield Road tenendo 96 sciarpe annodate tra loro una del Liverpool e una del Liverpool alternate, per rappresentare l’unità tra Liverpool ed Everton dal giorno della tragedia.
La F.A. a commemorazione della tragedia ha disposto che tutte le partite del week-end inizino con 7’ di ritardo sull’orario prestabilito, tanti quanti ne era durata quella partita prima di venire sospesa.

36 commenti:

  1. azz mi ricordo e mi si gela ancora il sangue..come per quell'altra tragedia in Belgio

    C

    RispondiElimina
  2. Aggiungo un importante testimonianza dell'amico PHIL BONI (che Alberto ha ben conosciuto al Melville di San Nicolò durante e dopo una presentazione di Rock n Goal) da FB
    "Devo dire che quando il giorno dopo andai al lavoro a Clapham Junction lo shock non fu immediato solo gli scousers che lavoravano con noi erano sbiancati in faccia, quelli del Newcastle Utd gli ridevano in faccia, gli dicevano ve lo meritate , dovunque andate fate casino, siete dei delinquenti...col senno di poi si venne a sapere la TOTALE incompetenza delle forze dell'ordine e la presa in giro del tabloid "The Sun" che mise in prima pagina la foto della gente che stava morendo soffocata contro le reti schiacciata dalla massa di tifosi che la polizia fece entrare ....quello fu veramante orribile, il Sun non vendette piú una copia per anni in Merseyside ....a very dark day indeed.."

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un salutone a Phil Boni, vecchia roccia. E' ancora in giro?
      Appuntamento al Melville per il 21/5 allora...

      Elimina
  3. un episodio vergognoso, le manipolazioni delle testimonianze, le foto e i filmati distrutti, le menzogne sul comportamento dei tifosi del liverpool (che avrebbero calpestato e derubato i tifosi agonizzanti), le campagne di stampa volte a infangare i tifosi del liverpool. quando si dice di fronte a un episodio simile che certe cose succedono solo in italia penso sempre all'hillsborough
    alberto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. solo campagne ad infangare i Liverpuliani?
      mai sentito nominare l'Heysel?
      C

      Elimina
    2. e cosa c'entra l'heysel con quanto successo a sheffield e alle menzogne di polizia e stampa?
      alberto

      Elimina
    3. perche talora i tifosi liverpuliani si infangano da soli (ma ora non vorrei sembrarti fuori luogo,Alberto..scusa se sono stato poco chiaro)
      C

      Elimina
  4. A dire il vero cose così qua non sono mai successe.
    In Gran Bretagna ce ne sono state almeno quattro escludendo l'incendio di Bradford.

    RispondiElimina
  5. intendevo le manipolazioni di polizia e stampa, l'occultamento della verità, etc
    alberto

    RispondiElimina
  6. Il fatto che sia successo è incalcolabilmente più grave di tutto quello che è venuto dopo.

    RispondiElimina
  7. hai ragione, non ci avevo mai pensato
    alberto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti...qui non sono mai successe.
      all'estero si (vedi il mio primo comment)
      C

      Elimina
  8. Brutta storia davvero che assume i contorni di tragicità specie se te la racconta una signora dell'associazione familiare Jusitce for the 96. Sull'argomento, sulle menzogne della polizia (la Iron Lady ha giocato un ruolo non indifferente nella campagna di fango) e sull'incapacità e disorganizzazione della F.A anni fa i Manic Street Preachers scrissero una canzone molto bella dal titolo South Yorkshire Mass Murder. E' vero ciò che dice il Gallo, la tragedia di Sheffield è vissuta a Liverpool come una tragedia della città e non della sola parte rossa. L'Everton è sempre stato in prima linea per ogni iniziativa di rimembranza tanto che la settimana successiva (se non ricordo male) ci fu una sorta di catena fatta con le sciarpe legate l'un l'altra, una blu e una rossa, che collegavano i due stadi che distano circa un km l'un l'altro. Dopo Hillsborough nacque il Taylor Report che ha reso gli stadi inglesi cosi come oggi li conosciamo. Chiudo segnalando che 20 giorni fa il Liverpool Echo ha lanciato una campagna di sensibilizzazione verso le altre squadre della F.A e le loro tifoserie affinchè donassero una sciarpa da lasciare oggi sul prato di Anfield durante la funzione. La sciarpa dei Leoni Latini ci sarà in loving memory.
    Ps: il The Sun tutt'oggi nel Merseyside vende pochissimo

    Charlie

    RispondiElimina
  9. Mi sono limitato a riportare il comunicato ufficiale dell'Everton,
    Quello che colpisce sono i sentimenti della comunità calcistica d'oltremanica.

    RispondiElimina
  10. 96 sciarpe annodate tra loro una del Liverpool e una del Liverpool alternate,

    RispondiElimina
  11. Gallo intendeva una sciarpa del Liverpool ed una dell'Everton alternate...è un refuso o lapsus mentre stava scrivendo, mi sembra abbastanza chiaro!!! o no??
    ...non capisco inoltre perchè si debba richiamare l'Heysel in questo caso, quella è stata un'altra immane tragedia, un'altra appunto!!...altrimenti torniamo a Superga ( sic.) e ricominciamo la solita vergognosa manfrina...
    da simpatizzante Reds, ringrazio il sempre grande Sir Galletti per il sofferto ricordo. A tal proposito sottolineo la differenza tra la partecipazione d'oltremanica a questo tipo di iniziative , sintomo di maturità del senso di appartenenza ad un popolo unico e le nostre piccole diatribe campanilistiche...tali al punto che Inter e Bologna ci hanno messo due anni per trovare una partita che ricordasse in modo adeguato Arpad Weisz ,grande allenatore ebreo-ungherese che ha segnato la storia dei due club, scomparso nell'oblio dopo le infami leggi razziali del 38 ed in seguito morto ad Auschwitz.Scartate tutte le date per un'amichevole commemorativa ( non aveva appeal) si sono rifugiati in una partita di coppa Italia nel gennaio del 2013....che dobbiamo farci ...siamo pieni di mini trofei del nonno di Piersilvio e della birra col baffo od altre puttanate estive e due società storiche del nostro calcio non trovano il tempo, la voglia e cos'altro per onorare un grande e sfortunato innovatore del calcio europeo.....
    un saluto
    The Raven

    RispondiElimina
  12. bello e "anticipativo" anche il capitolo dedicato alla tragedia del libro sui furiosi di buford.
    pensa che per weisz è stata sfiorata un'altra figuretta per le maglie commemorative dopo il periodo di latitanza.
    p

    RispondiElimina
  13. penso che The Raven abbia scritto una missiva molto saggia

    RispondiElimina
  14. Quoto in toto il pensiero di The Raven. Null'altro da aggiungere.

    Charlie

    RispondiElimina
  15. Ti abbraaccio Everaldo!
    e ti omaggio:
    http://www.bbc.com/news/uk-27041970

    RispondiElimina
  16. Sir ....sono io che ringrazio sempre te per il tempo, la voglia e la competenza che dedichi a questo spazio e che trova unanimi e concordi tutti i suoi frequentatori nei tuoi confronti....
    l'ho ripetuto con enfasi a vari nostri amici e conoscenti, quando trovo una persona la cui passione riesce finalmente ad esprimersi , magari dopo anni e magari attraverso canali impensati, sono felice per questa persona e se costui è un mio amico di lunga data e di lunghe discussioni ne sono partecipe ancora di più "quasi " a pensare che una piccola parte anche minima del "successo" sia dovuto ad uno spunto, ad una riflessione fatta insieme , magari anche tanti anni prima...
    ringrazio anche gli altri partecipanti per i "quoto" , mi piace molto questo blog è veramente un bel posto...a parte qualche piccolissimo eccesso di protagonismo, noto una pacatezza negli interventi sinonimo di grande competenza, in tutto il blog direi e ciò è molto positivo e di buon auspicio per la durata di queste pagine.
    ora saluto e vado a godermi l'omaggio del Gallo
    The Raven

    RispondiElimina
  17. Se per te va bene per me va benissimo.
    L'unico da ringraziare qui rimane sempre e solo il Boss Tony, argomentatore esemplare e tenutario altrettanto esemplare di questo illustrissimo blog.
    Certo che sti argomenti partono da parecchio lontano, roba tipo post-allenamenti della stagione 1981/82 sotto la pioggia, malta fino alle caviglie che ricopriva maglie, faccia, gambe completamente inzaccherati e due pirla a fare 'cross di Dalglish o Sansom' e testa o colpo in acrobazia di Mariner, Withe o Andy Gray con le urla del custode (Cagnaccio) in sottofondo, baaastaaa m'iv rut i cùjòn adès va smorsi i luus! Meglio della Champions League.
    Ci si becca stasera allenamento e lo rifacciamo!

    RispondiElimina
  18. ahahahah!!!! verissimo !!! ed il Sergio ora Ing. che era sempre l'ultimo ad uscire dalla doccia ...ma il buon Angelo a lui non diceva nulla perchè l'Ing era "euclideo" già allora..... a te diceva qualcosa quasi con rispetto perchè, diciamola tutta, classe da vendere ne avevi caro mio....poi c'erano i peones tipo il sottoscritto, o Ghacci Giovanni o qualcuno da fuori ( ma scarsi, perchè, come tutti gli "italioti", quelli appena decenti arrivando da fuori paese erano da lui idolatrati!!!) oppure Optimum Magister Corsi I° che erano carne da macello per le sue invettive ... e noi giù a prenderlo per i fondelli, a far tardi apposta , a lacisre palloni in giro e luci accese....che tempi Albe !! che tempi e poi Carlon Botteri che arrivava e lo maltrattava come sa fare lui e il "buon Angelo" giù a ringhiare...come un Cagnaccio appunto.... e sì, molte cose , nascono da lì, proprio così....
    PS. certamente da ringraziare il supremo Tony...
    PPS ...questa sera non c'è allenamento...dice Stam.....Pantera sfilacciata allo sbando totale
    AVE
    The Raven

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E noi per tutta risposta gli urlavamo
      GOOOOOOOOL!!!!! GOOL DEL VILLA , GARY SHAW!!!
      Basta! Luci spente e noi distesi in mezzo alla malta a faccia in giu!!
      Poetica pedatoria.....

      Elimina
  19. Ehehe ragazzi questo è il Nostro Bar Sport preferito.
    Birra (virtuale) , calcio, musica e via a parlare in Libertà di quello che ci piace.
    E poi grazie al Gallo (e a tutti quello che contribuiscono ogni giorno con i loro pareri, informazioni, aneddoti) si imparano un sacco di bellissime cose !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo , il Nostro Bar Sport
      si raccontano storie per gli amici, con gli amici

      Elimina
  20. non ci si riesce a trovare con le gambe sooto al tavolo pero

    RispondiElimina
  21. YeSSSSSSSS! quoto

    RispondiElimina
  22. grande Shaw,..mi ricordo che ogni mercoledì mio padre mi comprava in edicola 'il Guerin Spurtìf',una Bibbia per me all'epoca:)...organizzavano un premio per il 'miglior under 23' delle coppe europee,...un anno lo vinse perlappunto Gary SHAW,..n.8 dell'Aston Villa,...anche Jimmy Case del Liverpool centrocampista n.8 ...
    invece tra i bomber dell'epoca grande anche il Mitico Stapleton del Manchester Utd. ,...e Peter Risi dello Zürich

    RispondiElimina
  23. copio et incollo, su Risi,,, 33 goal in 26 partite??:)

    'Nel 1975 viene acquistato dallo Zurigo: alla sua prima stagione sigla 33 gol in 26 giornate di campionato, vincendo agevolmente la classifica marcatori (segna quasi il triplo delle reti rispetto al secondo marcatore del torneo)[1] e trascinando la squadra ad uno storico double

    RispondiElimina
  24. Grandissimo Il bomber svizzero!!!
    Stapleton si grandissimo, e Jimmy Case aveva una gran legnata....

    RispondiElimina
  25. Il trofeo per il miglior Under 23 era oppure è tutt'ora il " Bravo" ...confermi Sir??
    The Raven

    RispondiElimina
  26. Si, si il Bravo .
    Pheega c'è ancora, Isco l'ultimo vincitore, 'azz io mi ero fermato a Butragueno.......

    RispondiElimina
  27. Proprio a tal proposito lascio questo intervento collegando musica e calcio; proprio in onore delle vittime della tragedia di Hillsborough hanno suonato the Hollies,mitica band 60s http://www.footballa45giri.it/football-45-giri-holies-hillsborough/

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails