sabato, ottobre 01, 2016

Let It Be – Black America Sings Lennon, McCartney, & Harrison / Come Together - Black America Sings Lennon & McCartney



La sempre benemerita Ace Records pubblica a breve distanza due FANTASTICHE compilation in cui alcuni tra i nomi più splendenti della BLACK MUSIC (dei 60's e 70's in particolare) coverizzano brani dei BEATLES.

Le versioni sono quasi sempre eccellenti reinterpretazioni, riarrangiate con un gusto incredibile che di fatto li fa diventare brani nuovi di zecca.
La lista degli interpreti è mozzafiato: Nina Simone, Aretha Franklin, Otis Redding, Supremes, Temptations, Little Richard, AL Green, Four Tops, Ike & Tina Turner, Earth Wind & Fire, Fats Domino, Ella Fitzgerald, Bill Withers a cui si aggiungono nomi minori ma sempre di altissimo livello.

"Come Together - Black America Sings Lennon & McCartney" spara 24 brani, di artisti non del tutto noti, pur con qualche pregevole eccezione (vedi la "Day tripper" di Otis Redding pur in un' outtake, "Let it be" di Aretha, "I want to hold your hand" di Al Green).
Ma troviamo anche il R&B che diventa la "Everybody got something to hide..." di John grazie a Fats Domino o Wee Willie Walker che fa diventare "Ticket to ride" un brano alla Wilson Pickett. Gene Chandler trasforma "Eleanor Rigby" in un fun soul irresistibile mentre i Chairmen of Board portano "Come together" nelle spirali della Blaxploitation. David Porter concia "Help" in perfetto abbigliamento Stax.

Più rinomati i personaggi di "Let It Be – Black America Sings Lennon, McCartney, & Harrison" con Aretha Franklin in una spettacolare "Eleanor Rigby", la classica versione di "Got to get you into my life" degli Earth Wind and Fire e una strepitosa Nina Simone in "Here comes the sun". Ma bellissima è pure la versione di "Dear Prudence" dei 5 Stairsteps mentre sorprende quella personalissima di Junior Park di "Tomorrow never knows".
Vola alta la "We can work it out" di Dionne Warwick, stende tutti Ella Fitzgerald con "Savoy truffle" e Bill Whiters trasforma "Let it be" in quello che era, un gospel.

Quarantasei canzoni, rari i momenti deboli, due raccolte esemplari !

5 commenti:

  1. Bomba!
    Junior Parker ha fatto una versione di Taxman esilarante.
    Non c'è Jey Jude di Wilson Pickett? Una bomba atomica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non c'e' manco HEY Jude!!
      C

      Elimina
  2. Gran copertina quella in alto 😁😁😁😁

    RispondiElimina
  3. Purtroppo (credo per ragioni di diritti) Pickett non c'è...

    RispondiElimina
  4. Sono comunque entrambi due bei dischi

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails