martedì, luglio 12, 2016

Loredana Bertè - Traslocando



Ho sempre amato le autobiografie di personaggi POP dello spettacolo italiano (da Cristian De Sica a Verdone a Teo Teocoli tra i tanti).

Tra quelli più appariscenti ed estremi LOREDANA BERTE' gioca un ruolo di primo piano.
E la sua testimonianza in "Traslocando" non delude le aspettative ma, anzi, travalica ogni immaginazione a partire dalle violenze subite dai genitori nella tenera infanzia che ne hanno marchiato indelebilmente tutta la vita fino alla tragica fine dell'amata sorella Mia Martini.
Loredana è crudissima, spietata, anche con sè stessa, non risparmia niente e nessuno.
Nel marasma di ricordi, aneddoti e dichiarazioni "forti" ogni tanto perde credibilità (la cena con George Bush, Borg e...Bin Laden sembra un tantino forzata...e anche i concerti visti a fine anni 60: vanno bene Stones e Hendrix ma citare anche i Ramones...ehm...).

Non lesina feroci strali all' (ex) amico Renato Zero e non ha paura a fare nomi e cognomi di "bastardi" vari che le hanno reso la vita difficile (con augurio finale di morte veloce al padre).
Un libro che testimonia il suo ruolo di loser, scheggia impazzita e incontrollabile, scritto senza falsi pudori o particolari remore.
Non è facile.

6 commenti:

  1. Deve averne combinate...

    Perchè ce l'ha con Renato Zero?

    W

    RispondiElimina
  2. Perchè le ha riempito un album di arrangiamenti con violini, archi, lo ha ammorbidito e rovinato. Così dice lei...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah! C'ha ragione!

      W

      Elimina
  3. Grande la nostra Loredana!!!
    C

    RispondiElimina
  4. spettacolo..

    https://www.youtube.com/watch?v=wtAtX7IbaBI

    http://www.superstarz.com/wp-content/uploads/2015/11/LOREDANA-BERT%C3%A8-BATTIATO-1.jpg

    RispondiElimina
  5. Confesso che mi sono innammorato di lei quando avevo 13 anni circa ed il video di Acqua, con sfondo le cascate (Guinazù mi pare), rese la mia adolescenza più divertente, crescendo ho sempre apprezzato la sua verve, alcune canzoni di ottimo livello e il suo essere così rockstar e fuori dalle righe. Tre anni fa per il tour dei 40 anni di carriera sono andato con una amica a sentire il suo concerto a teatro: due ore e 40 di musica di ottimo livello anche se la voce non è più potente come una volta tanto che sovente l'ottima Aida Cooper fungeva da supporto. In quell'occasione ho avuto modo di vedere il "circo" che la Loredana si porta dietro; dei fans decisamente esuberanti ma un pubblico davvero trasversale (in ogni senso) e di tutte le età. Adesso è diventata un pò problematica ma resta ancora una leonessa che non annoia (quasi) mai.

    Charlie

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails