venerdì, luglio 22, 2016

Graziano Delorda - Little Olive



Non è facile per un romanzo di oltre 300 pagine tenere incollato il lettore, divertendo, appassionando, facendogli assaporare costanti citazioni e riferimenti (sempre impeccabili e competenti) al magico mondo del rock n roll 60’s.
Il mood non è distante dalle avventure di Tony Pagoda di Paolo Sorrentino ma il taglio è personale e molto intrigante.

La storia dell'immaginaria garage band siciliana dei Little Olive, brano degli Electric Prunes, (e del locale Out Key Hole, garage band messinese realmente esistita), inconsapevolmente immischiata in una rocambolesca storia di spaccio internazionale e in sanguinose rivalità con altre bands, è un piccolo gioiello di genialità letteraria e perfetto spunto per un film prossimo venturo, considerato il taglio fortemente cinematografico.
Piacevolissimo.

Raccomandato (vedi foto) da James Lowe degli Electric Prunes

http://grazianodelorda.altervista.org/

3 commenti:

  1. da incursiosirvici già solo per il titolo..
    Little Olive is a bell-bottomed trip who's bluer than the sky above
    And all of the things she gives the boys, they shy away from her sweet love
    Of scented rings and veils and things
    Go get 'em, little Olive.

    She strolls the street and waits to meet the guy who will save her soul
    You lose your mind and then go blind, how can a woman be so cold ?
    Of scented rings and veils and things
    Come on, little Olive.

    She strolls the street and waits to meet the guy who will save her soul
    You lose your mind and then go blind, how can a woman be so cold ?
    Of scented rings and veils and things
    Go get 'em, little Olive.

    C

    RispondiElimina
  2. Molto interessante! Grazie

    RispondiElimina
  3. Sempre in gran forma James Lowe! :-)

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails