sabato, marzo 29, 2014

ELVIS IS DEAD ovvero i LIVING COLOUR e the BLACK ROCK COALITION



Oggi ospitiamo uno scritto di CRISTIANO C uscito su una punkzine "TurinMotorFuckers" #1 (edita da piccola label locale la S.Martin records- rip):
"In quei giorni era morta ROSA PARKS e avevo preso il Live al CBGB dei LIVING COLOUR appena uscito"

******************************************************************

"When the king died he was all alone
I heard that when he died he was sitting on his throne.."

("Elvis is dead" Living Colour)

******************************************************************

La BLACK ROCK COALITION è stata fondata nel 1985 da Vernon Reid,chitarrista dei Living Colour,Greg Tate,musicista e giornalista e dal produttore Kunda Mason in risposta alle costrizioni che l'industria della musica commerciale pone sugli Artisti Neri.
Un collettivo di artisti,scrittori,produttori,attivisti e semplici fan aggregatisi allo scopo di alzare al massimo grado la loro diffusione ed esposizione e procurarne le necessarie risorse sui vari fronti.
Fino ad oggi la BRC è l'unica organizzazione no profit americana dedicata alla totale libertà degli Artisti Neri.
La BRC abbraccia tutta la gamma della musica nera rifiutando l'arcana concezione secondo cui essa vada limitata rigidamente ad alcuni generi più caratterizzanti la razza ed opponendosi a ciò che lo showbiz è disposto di volta in volta a confezionare per essi a seconda della domanda.

"Noi siamo individui e non accetteremo altro che il pieno rispetto per il nostro diritto ad essere concettualmente indipendenti" (BRC)

"Il concetto era innanzitutto creare una situazione di opinione attraverso un organismo che permettesse a tutti di supportarsi l'un l'altro.
Da come ottenere e gestire un contratto a come comportarsi rispetto ad una casa discografica"

(Vernon Reid)

Già...Vernon Reid.
Nato in Inghilterra da genitori caraibici,cresce a Calypso,Tamla Motown,Beatles,James Brown..
Indicato da qualcuno come una delle teste pensanti della Brooklyn Black Mafia, a dispetto del nome, un gruppo di intellettuali ed artisti tra cui la cantante jazz Cassandra Wilson ed il regista simbolo Spike Lee.
Vernon fonda e cresce i LIVING COLOUR in NYC a metà anni 80.
Chitarrista creativo ed eclettico (venghino,metalkidz,venghino..) egli fa risalire la sua illuminazione crossover all'ascolto ancora teenager di due album fondamentali: "Houses of the Holy" dei Led Zeppelin e "Fresh" di Sly&the Family Stone. E qui sta il punto. E qui stanno i Living Colour.

"Rock&Roll metallizzato ad innesto nero" secondo G.Carboni,ispirato columnist del Mucchio Selvaggio in tempo reale.
In altre parole una affascinante fusione tra Hard Rock (Metal?) musica storicamente suonata da bianchi e le varie forme espressive della moderna musica nera,sampling ed incursioni scratch incluse.
Per anni infatti la Black Music aveva significato solo ed esclusivamente Soul,Funk,Reggae e Rap e si deve a personaggi del calibro di S.Wonder,R.Charles,J.Brown,lo stesso Prince e nel jazz Ornette Coleman e Miles Davis, la capacità,nelle tre decadi di R&R precedenti, di innovare il dizionario BLACK creando combinazioni rivoluzionarie o per lo meno inusuali.
Ma questa di fine 80 è solo l'ultima miscela,figlia riconosciuta e riconoscibile non soltanto di vari stili musicali ma anche di un'entità astratta ed allo stesso tempo concreta: la Metropoli.

Prima di loro in tempi non sospetti ed in pieno boom punk (76/77) ad agitare le acque,le cantine ed i locali di NYC ci pensarono i BAD BRAINS ovvero dreadlocks elettrificati di brutto.
Originari di Washington DC,quattro anime rasta che suonavano Hardcore e Reggae velocissimo,epidermico,emozionale. Riff potenti e secchi per scandire il buon nome di Jah.
Ispirazione e furia sul palco,botte vere molto meno mistiche tra di loro nel backstage. Potenza dell'erba.

I AGAINST I.

Talmente riconosciuti come capiscuola da attirarsi l'umorismo riconoscente dello stesso Reid.
Si racconta difatti che dopo la proiezione di un loro video introduttivo ad un meeting della Coalition,Reid alzandosi in piede dichiarò sommessamente "Ok...il meeting è finito".
Molto meno accomodante una sua risposta in pubblico all'isterico e in odore di nazi Axl Rose dopo alcune ignobili dichiarazioni di quest'ultimo sui rapporti interraziali nelle metropoli statunitensi.

"Non sappiamo chi ha ucciso i dinosauri ma abbiamo una buona idea di chi potrebbe uccidere noi.."
(Vernon Reid)

"Nessuno è innocente.Combatto gli sbagli della mia razza con la stessa rabbia con cui mi oppongo alla supremazia dei bianchi.."
(Chuck D Public Enemy)

Della stessa genia infine i 24-7 SPYZ,espressione mutuata dallo slang di strada che sta a significare spie ipercinetiche in continuo movimento 24 ore al giorno 7 giorni su 7.
Hardcore con infissi Metal,Reggae e Funk,richiami addirittura Gospel e clamori Rap per raccontare a velocità doppia o rallentata un quotidiano urbano a dir poco alienante.

"..non so perchè piacciamo alla gente e questo mistero rende la cosa davvero speciale. Questo è il potere della musica. E' una cosa meravigliosa,può venire da ogni parte e non è mai fasulla.."
(Vernon Reid)

Sempre e comunque nel segno del Rock.

(in loving memory of Rosa Parks-1913/2005)

Cristiano Tibaldeschi (TurinMotorFuckers #01 feb2006)

28 commenti:

  1. Living Colour!
    BLACK POWER

    Bello l'articolo

    RispondiElimina
  2. Grande chitarrista Vernon Reid,ricordo un concerto del velvet di rimini,terminato dopo 3 o 4 pezzi dopo un battibecco di Vernon con uno della prima fila .
    immensi i Bad Brains,uno dei miei gruppi punk preferiti di sempre,anche se devo confessare di non condividere molto della cultura rasta.
    Aldo

    RispondiElimina
  3. ah Cristià ,.il Bald del surname è lo stesso del maratoneta Reggiano Baldìn(Anglo-Saxon Baldwin) e del Normanno Baudh (che dà anche il Pippo Baud Nazionale:)

    Maxime Bòld:)

    RispondiElimina
  4. ..anche i Leaving Trains erano ottimi,ripensandoci, ma tutt'altro genere però,...i Bad Brains è vero erano una grandissima band nel loro genere, altrochè Minor Threat

    RispondiElimina
  5. Cult of Personality era un pezzo fantastico

    Charlie

    RispondiElimina
  6. capolavoro di cross-over i Living Colour: mettere insieme le parti peggiori della musica rock con le parti peggiori della musica black non era facile, ma loro ci sono riusciti alla grande :-)

    The Real WC

    RispondiElimina
  7. ma il rock nasce dal black , Real:),..non dimentichiamocelo:)

    RispondiElimina
  8. beh no Michele. il rock nasce da varie componenti, una delle quali è il blues. non è una discendenza diretta. confronta ad esempio un libro fondamentale come "around the clock" di franco fabbri.

    The Real WC

    RispondiElimina
  9. Percentualmente però la componente black del rock n roll è maggioritaria. Poi ci sono country, hillybilly e bluegrass ma la matrice è blues è quella che più conta (sopratutto nei testi)

    RispondiElimina
  10. sì, ma a sua volta il rock'n'roll è solo una delle componenti del rock.
    ci sono diverse varianti di rock che non hanno niente di black: sta cosa del blues che è all'origine di tutto è un po' un luogo comune...

    The Real WC

    RispondiElimina
  11. Luogo comune? Il rock n roll è stato il primo passo del rock....

    RispondiElimina
  12. well Real , pensala come vuoi, ma la percentuale 'black' nel rock è maggioritaria,...i cosiddetti 'race records' hanno avuto un'importanza fondamentale nella 'genesi' del r'n'r,...idem il blues,...ascoltati Queen Bee o Little Red Rooster dei primi Stones:),...mica le avevan scritte Monteverdi o J.S. Bach:),...l'Elvis mica viveva alle Isole Svalbard o in Sri Lanka:)


    Fats Demono:)

    RispondiElimina
  13. luogo comune, luogo comune, confermo.
    il rock'n'roll è nato anche dal blues ma non solo.
    la percentuale del black nel rock (o popular music) è tutt'altro che maggioritaria.
    ovvio che ci sono anche influenze black, ci mancherebbe altro, ma la realtà è leggermente diversa dalla leggenda.
    sul serio: se non l'avete letto vi consiglio "around the clock" di franco fabbri, poi magari ne riparliamo. senza preconcetti e paraorcchi :-)

    The Real WC

    RispondiElimina
  14. naturalmente molto dipende da cosa si intenda per "rock".
    se per rock intendiamo la popular music, ditemi pure quale percentuale di black music c'è nel punk, nella new wave, nel grunge, nel metal, nell'elettronica, nell'industrial, nella psychedelia, nell'ambient, nel country, nel folk, etc.

    The Real WC

    RispondiElimina
  15. Deriva TUTTO da quel giro "là" di blues, quello che sta sotto ad "Hound dog" di Big mama Thornton che poi riprese Elvis o a quel Johnny B. Good" di Chuck Berry o a certi brani di Little Richard, Ray Charles, Bo Diddley…anni 50 o giù di lì.
    Presi direttamente da quelle cose che faceva, per dirne uno, negli anni 30, Robert Johnson

    RispondiElimina
  16. chiaro ormai a tutti RealWC=Allelimus

    RispondiElimina
  17. tony, ma no.
    E' PARTITO tutto da lì, ok, siamo d'accordo.
    DERIVA tutto da lì, assolutamente no.
    non capisco quale sia il problema nel dire che esistono musiche che non hanno nulla a che fare con il blues, come semplice constatazione, senza nessun giudizio di merito.
    forse è una posizione non "politically correct"?
    boh

    The Real WC

    ps - per l'anonimo fan di Allelimo: che palle, tu e lui!

    RispondiElimina
  18. Non è un problema, difficile associare certe cose di Frank Zappa o Kraftwerk a Nina Simone e Bo Diddley. Ci sono stati mille passaggi ma la matrice è quella

    RispondiElimina
  19. però 'Fantastico' il tentativo di AlleCicca di atteggiarsi a historico del r'n'r:),...come il Bundy quando si atteggiava a Poèta di Corte:)

    RispondiElimina
  20. michele, se c'è uno che si atteggia qui, quello sei tu.
    visto che tony ci ha chiesto di smetterla con le polemiche, finisco qui: vai pure avanti tu con le provocazioni inutili.

    The Real WC

    RispondiElimina
  21. unite i peni dai

    RispondiElimina
  22. Michele ha chiamato RWC "Alle" e lui non l'ha corretto. sintomatico mon ami

    POIROTT

    RispondiElimina
  23. versamente mi ha chiamato AlleCicca, e visto che Allelimo non ha partecipato alla conversazione mi sembrava chiaro che si stesse rivolgendo a me e non a lui.

    se poi ti fa così tanto piacere, carissimo, chiamami pure Allelimo: contento tu...

    The Real WC

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails