mercoledì, marzo 12, 2014

Beach Boys - Smile



Nella retrospettiva di ieri dedicata ai BEACH BOYS avevo volutamente (colpevolmente?) escluso l'album "SMILE" in quanto mai ufficialmente uscito, se non decenni dopo in ristampa.
In effetti è necessario parlare di "SMILE" per completezza e per l'importanza storica del lavoro in questione.

Uno degli album più enigmatici e simbolici della storia del rock.
ll “lost album” per eccellenza, pubblicato nel 2011 con il titolo di “Smile Sessions” ma in realtà non corrispondente a quella che avrebbe potuto essere la reale versione prevista per il 1967.

Album interamente concepito da Brian Wilson come "una sinfonia adolescenziale diretta a Dio" con l’aiuto del paroliere Van Dyke Parks, realizzato in un periodo di estrema confusione mentale dell’autore, minato anche dall’abuso di droghe e dalla totale (o quasi) sfiducia nel progetto da parte degli altri membri della band (Mike Love in particolare) poco inclini ad accettare una svolta così radicale nel sound della band.
Dopo mesi di esperimenti sonori di ogni tipo, migliaia di rifacimenti, “SMILE” venne definitivamente accantonato.
Alcuni brani furono ripresi, riregistrati e riarrangiati, in album successivi, spezzoni, vari mix comparvero qua e là in bootleg, Brian Wilson lo rispolverò nel 2004.
La stampa del 2011 (uscita anche in box con 5 CD contenenti prove, remix e quantaltro) ci consegna il materiale registrato all’epoca in un’ipotetica scaletta non si sa quanto corrispondente ai desideri originali dell’autore nè se i brani fossero effettivamente completi in questa versione.
Quello che emerge è comunque un lavoro avveniristico (soprattutto nelle innovative tecniche di registrazione, nelle modalità, nei suoni - a partire dal Theremin in “Good vibrations” o dalla “ritmica” a base di verdure “suonate”- pare- da Paul McCartney in “Vegetables”), visionario, sinfonico, sperimentale, lucidamente chiaro nella mente di Brian Wilson, molto più difficile da far comprendere al resto del mondo.
Ma è un universo di suoni, suggestioni, stimoli, atmosfere che affascinante, in cui è splendido perdersi.
Un album unico, un gioiello inimitabile, un album che avrebbe potuto affinacarsi di diritto ai capolavori dei 60’s, proprio perchè così imperfetto nella folle ricerca di una perfezione “divina”.

15 commenti:

  1. Indispensabile aggiunta Boss.
    Ma l'universo BB,da Smile in poi, nei 70s e via fino al 83 e' argomento complesso..
    Ci torneremo con calma

    C

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Attendo tuo competente approfondimento

      Elimina
  2. Direi che è il loro capolavoro

    RispondiElimina
  3. Ma quello nella terza foto con la Rickenbacker è il Pibio in un Temp-O-viaggio nel 67!

    W

    RispondiElimina
  4. e' Pibio occhialuto nella macchina del tempo

    RispondiElimina
  5. guardate com controlla BWilson al piano..attentissimo

    RispondiElimina
  6. Purtroppo non ero io. Altrimenti avrei preso BW per un orecchio e gli avrei gridato dentro: adesso però è ora che ti ripigli!!!

    A proposito di BW: siamo finiti su una compila usa nella quale c'è anche il percussionista della BW band, Nelson Bragg. A un BBQ in america di poco più di un paio di anni fa questa compi è finita nello stereo e Mitch Scheckter dei Rip Chords mi ha riferito che quando è iniziata la ns canzone BW (presente insieme a Jardine e altri...) avrebbe detto "bella questa!".
    Io non saprò mai come è andata etc etc, ma quando Mitch me lo riportato sono svenuto per qualche minuto.

    RispondiElimina
  7. azz! Pibio...epica del r&R..complimenti!
    C

    (non avresti potuto interrompere lo steam of in-consciousness di Brian,come la Summer of Love, Altamont e l'autocombustione di Dennis)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. figata clamorosa, Cris.
      Io spero solo che sia andata proprio così....

      Elimina
  8. ma mr Otto pallelimo oggni non scrive?

    RispondiElimina
  9. Caro anonimo, è ben più di un anno che ho rinunciato a partecipare attivamente a questo blog.
    Mi limito a leggere.
    E' bello quindi sapere che ti manco così tanto da essere citato da te ogni due per tre...
    Ti voglio molto bene anch'io, così tanto che ho deciso di darti questa occasione per scrivere le tue cazzate in risposta. Sei contento?
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma vaffanculo

      Elimina
    2. elegantissimo come al solito
      :)

      Elimina
  10. Hi Heroes and Villains, have Good Vibrations cos I'm in Great Shape e soprattutto SMILE !!!!!
    In poche parole: NON INCOMINCIAMO EH !!!!

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails