lunedì, aprile 19, 2010

I dischi più rari e costosi






Da una valutazione della rivista "Record Collector" pare che i vinili inglesi più costosi siano più o meno questi:

1) The Quarrymen, 'That'll Be The Day/In Spite Of All The Danger'
Esiste una sola copia registrata nel 1958 da McCartney, Lennon, Harrison il batterista Colin Hanton e il piansta John Duff Lowe
E' valutata 100.000 sterline.
Lo stesso singolo è stato ristampato in 25 copie nel 1981 (vale 10.000 sterline)

2) Sex Pistols, 'God Save The Queen/No Feelings'
Stampato in sole 300 copie (senza copertina, solo con un cartoncino marrone) e poi ritirato. 8.000 sterline

3) Beatles "White Album"
La primissima stampa con il numero di serie scritto sul retro. 7.000 sterline

4) Queen, 'Bohemian Rhapsody/I'm In Love With My Car', 7 Inch Single, 1978
Edizione speciale della EMI del 1978 che include fiammiferi, biro, portafoglio e altre facezie
5000 sterline

5) 6. John's Children, 'Midsummer Night's Scene/Sara Crazy Child'
45 del 1967 della band con Marc Bolan ma che non fu mai pubblicato.
4.000 sterline

E poi ancora Beatles con la prima (e pure la seconda) edizione dell'album "Please please me", alcune copie senza tracklist dell'album di John & Yoko "Two virgins" del 1968, l'album di Billy Nichols con gli Small Faces del 1968 "Would you believe", le 250 copie di "Love me do" dei Beatles con Paul accreditato come Mc Artney, le tre copie ancora esistenti della primissima versione del singolo "Space oddity" di Bowie, e le 200 copie stampate nel 1969 dagli Stones di un album promo inviato in 100 copie in USA e in 100 in Inghilterra alle radio.

46 commenti:

  1. questa è davvero una coincidenza assurda... mi spiego : nei miei assolutamente indispensabili 15 minuti di relax quotidiano (sul cesso al mattino, tra le 8.10 e le 8.25, rigorosamente dopo il caffè) sono abituato a leggere una rivista musicale, di solito pesco totalmente a caso nei miei disordinati "archivi".

    stamattiva avevo in mano un record collector, mi sembra del 2002, dedicato a tutto quanto si riferisce ai reali, quindi queen, i vari bluesman "king" etc. e mi son (ri)letto tutta la storia di "god save the queen", a&m, etc. e nello stesso numero si parla ovviamente dei queen, e, non ricordo il nesso, proprio di quel singolo dei johns children.

    allora devo immaginare che anche tu hai avuto lo stesso "momento glorioso"?

    buon lunedi' a tutte/i

    RispondiElimina
  2. Il momento glorioso l'ho avuto verso le 9, quando , alla ricerca di un'idea su cosa scrivere oggi sul blog, mi sono imbattuto in questa lista su NME.

    PS: conosci gli svedesi THE MEN ?

    RispondiElimina
  3. Grandi the Men!!
    pure mod style...

    RispondiElimina
  4. Salve!
    Soltanto due precisazioni:

    Il 45 dei Quarymen non è un vinile ma un acetato, quindi il prezzo non supera le oltre 20.000 GBP che costa il vinile -non acetato- più caro del mondo: il celeberrimo 'Do I Love you' di Frank Wilson sulla sussidiaria di Motown, Soul.

    Esistono, sebbene poche, copie del Midsummer Night's Scene di John's Children su Track. Disco megarraro, pare ne abbiano copie grossi collectors quali Nick Saloman (aka. Bevis Frond) o Gary Ramon (aka. Sun Dial; sebbene quest'ultimo sia il rinomato bullshitter-stronzetto-pieno-di-sé che tutti sappiamo).

    A

    RispondiElimina
  5. sempre dalla Svezia: avete ascoltato i Mellowmen?
    dal vivo fanno paura: una roba tipo Beach Boys + Mc5, ma anche su disco sono ottimi.

    RispondiElimina
  6. E' vero, quello dei Quarrymen è un acetato registrato in un negozio di accessori elettrici e d è in copia unica.
    Ma il prezzo indicato è 100.000 sterline

    RispondiElimina
  7. Esiste anche una COPIA UNICA di un vinile inciso da Elvis Presley in gioventù e regalato ad un amico,pare che sia ancora di proprietà del signore che ha spesso rifiutato cifre stratosferiche...
    Nel mio piccolo ho avuto in passato una copia di YESTERDAY AND TODAY (la primissima edizione americana di Rubber soul) con la copertina censurata,in cui conpaiono le famose bambole macellate...o anche album italiani estremamente rari come LE STELLE DI MARIO SCHIFANO o RAGAZZI DEL SOLE (2 copie addirittura) LE ORME "Ad gloriam" e "L'aurora",buona parte del catalogo beat e prog di quegli anni e molti 45 giri promo o colorati (tra cui la serie completa degli auguri natalizi ai fans fatti per anni da Lennon e Mccartney)...negli ultimi 15 anni invece sono diventati rari persino dischi ritenuti comunissimi per molto tempo,per cui oramai il mercato è impazzito e non ci si raccapezza più(in molti casi si tratta di pure speculazioni commerciali senza senso).

    RispondiElimina
  8. Io di cose particolari non credo di averne tra i miei 6.000 vinili (a parte molte cose di hardcore punk che vanno dai 100 euro in su)
    Ho un "Odds & sods" degli Who con la copertina "tagliat" e i titoli sul retro in caratteri braille (!!!!) oltrea varie cose di punk originali 77.

    Ho collezionato a lungo tutto quello che trovavo degli Small Faces ma poi mi sono fermato di fronte a prezzi assurdi

    RispondiElimina
  9. Alberto Galletti19 aprile 2010 15:06

    Sabato mentre cercavo "I should coco" (che ho ri- ascoltato secondo le prescrizioni di GSH, e a cui appioppo un bell'8 in pagella)ho trovato una cassetta registratami almeno 15 anni fa da un amico che ha sempre avuto un sacco di vinili (e anche di gran qualità) l'ho riascoltata prima e ci ho trovato dentro (la rarissima?) Yazzmarhythm acid sotmp della Tony Face Big Roll Band,da vinile, che faccio? Dico al mio amico di licenziarsi?.... Ad ogni modo sei in ottima compagnia con Skooby (che avevo visto a Rimini a un Mod Rally), Statuto, Acrylic Tones tra gli altri...
    Ieri ho ascoltato 7+3 di Paul Weller: brutto pezzo,confuso, slegato, francamente deludente mah...

    RispondiElimina
  10. Tony,se non sbaglio anni fa ti procurai un "Cocksucker blues" formato MIX in vinile rosso...era già raro ai tempi,oggi credo che abbia una bella valutazione.
    Quell'ODDS & SODDS era la prima edizione,in effetti non è comune anche se non è il disco degli WHO più ricercato ("Live at Leeds" con inserti vari è già meglio,in termini di quotazione)...di cose introvabili me ne sono passate parecchie in negozio,purtroppo nel commercio si debbono fare scelte anche dolorose e conservare tutto,anzichè vendere,vuol dire morire di fame.

    RispondiElimina
  11. In effetti "Jazzrarythm acid stomp" è abbastanza raro (anche se si trova su ebay a 20 euro...)
    E mi sa che quella è una di quelle cassette che facevo ai tempi e vendevo sotto banco in giro :))

    Il singolo di Weller è il brano meno rappresentativo dell'album, secondo me. Non lasciarti trarre in inganno, l'album è eccellente.

    "Jazzarythm" è stata reinseritra con la B side (Unsquare dance di David Brubeck) sull'album della Tony Face Big Roll BAnd "Old soul rebel" come bonus tracks

    RispondiElimina
  12. Si Tony, scusa: mi sono spiegato male.

    Intendevo che il disco dal prezzo elevatissimo è l'acetato. Quindi, nonostante superi il disco in vinile più caro del mondo, non può paragonarsi visto che vinile non è. insomma, un apprezzamento/cazzata tutto mio!

    Con gli anni alcuni dischi della mia collezione sono diventati abbastanza cari/ rari, ma purtroppo non vanto materiale particolarmente raro. Neppure spanish onlys tipo Red-Lamp di Patucchi, il Ronaldo Mesquita e altra roba che possiederei moooooolto volentieri.

    Un po' di Psych Prog Spagnolo ce l'ho anche e, anzi, se a qualcuno interessa il 45 di Agua de Regaliz mint copy (no jigsaw, tho) mi contatti su albertovalle77@hotmail.com.

    Ciao!

    A

    RispondiElimina
  13. Ce l'ho il Cocksucker blues in vinile rosso !
    E anche il Live at Leeds con le foto e le varie scartoffie interne

    RispondiElimina
  14. Alberto Galletti19 aprile 2010 16:27

    La cassetta c'e l' ho qui, gli ho rifatto la copertina ma era scritta a mano sulla copertina bianca della tdk. S'intitola Shake it up!. Vuoi dire che me l'aveva duplicata? Se vuoi ti mando la playlist, adesso son curioso. Nel caso sia "tua" complimenti è bellissima.
    Il cd di Weller ero già deciso a prenderlo e lo farò, la tua recensione tra l'altro mi aveva già tolto i dubbi. Ma dovrà fare i conti con "Georgie Fame the Mod Classics 1964-66" acquistato il mese scorso (include i pezzi precedentemente inclusi in un cd di edizione giapponese,sweet thing credo fosse il titolo, non più in vendita tra cui "See saw")e al momento strepitosamente in testa alle mie preferenze.

    RispondiElimina
  15. Georgie Fame fino al 1968/1969 è STREPITOSO !
    Ma anche dopo ha fatto cose buone seppur diluite.

    Mettimi la tracklist che ci sta che sia una cosa homemade da queste parti

    RispondiElimina
  16. "Sweet Thing" non è (o non è soltanto) un CD giapponese, ma un vero e proprio LP di Georgie Fame risalente al 1966 (Columbia / EMI) dove, infatti, si includono la tittle track -che è la cover d'un classico Motown reso noto da Marvin Gaye- e 'See Saw', il classico Atlantic già interpretato con successo da Don Covay, Aretha F., ecc.

    Il disco originale, tra l'altro, non mi pare sia particolarmente caro/ raro...

    A-

    RispondiElimina
  17. Alberto Galletti19 aprile 2010 17:34

    OK, ecco qua.:

    SIDE A
    Gonna fly now - Groove Tunnel
    Can you feel it - Skooby
    Save me - Clique feat. A. Petty
    Hush - Prime Movers
    Gimme a little sign - Bogeyman
    The theme of AT - Acrylic Tones
    We're groovy thing - Shambles
    Try it - Los Flechazos
    Dom(?) me in - Morning After
    The odd man out - Groove Tunnel
    Bottle top! - Ravengers
    Da costa a costa - Los Subtitutos
    Express jerky motors - Lost minds

    SIDE B
    The fish down Gina's - Clique
    Come on - Skooby
    Catastrophe theory - Dilemmas
    Code blue - Acrylic Tones
    One step too many - Cyberman
    Shake! - Strange
    Cheyenne woman - Aardwarks
    Yazzarhythm acid stomp - Tony Face Big Roll Band
    Leavin' here - Clique
    Acca - Statuto
    Courgette - Skooby

    Sapevo che "Sweet thing" era un EP del 66 l'avevo trovato su e-bay e anche il cd giapponese (che era ovviamente postumo) ma di See saw avevo solo una registrazione fatta dalla radio e per di più tagliata,su una vecchia cassetta, ed essendo parecchio interessato all'ascolto, quando ho visto la re-issue non ho resistito!Roba da veri modernisiti.
    E ho evitato gli sbattimenti e-bay .

    RispondiElimina
  18. Ciao Alberto.

    Insisto, ellepì, non EP (ma forse ci sta anche l'EP, visto che era pratica comune e, per esempio, di 'Jazz at the Flamingo' c'è il 12 pollici intero e il 7' pollici con quattro brani).

    Io l'album lo comprai in era pre-eBay in un negozio. Comunque si: un eccellente mostra di 60s made in the UK Mod Sound.

    Carina la comp. Quasi tutto band della Detour Rds, meno 'Jazzarhythm Acid Stomp' di Tony & Co., 'Aoca' degli Statuto e il brano dei Substitutos di Valladolid. Il resto fu tutto editato o ristampato (o recuperato) dal label di Dizzy Holmes.

    A proposito il titolo del brano dei Mourning After è Doin' Me In.

    Ciao e a presto!

    Alberto

    RispondiElimina
  19. I brani in effetti li ho tutti ma non ricordi di aver fatto qualcosa del genere...mah

    RispondiElimina
  20. ... Il titolo giusto del brano dei Lost Minds (seconda band di laurent Bauer dopo The Bogeymen) è 'Express jerky motions'.

    A-

    RispondiElimina
  21. Alberto Galletti19 aprile 2010 18:17

    Ciao The Boiler,

    grazie per le correzioni sui titoli, sai avevo dovuto decifrare la calligrafia del mio amico. Rifarò la copertina. Anche secondo me 'sta compila è carina e tra l'altro ancora in ottime condizioni. Su Sweet thing hai ragione era un LP ricordo che quando avevo letto i titoli pensai "cazzo devo trovarlo in qualche modo".Non posso competere con voi per conoscenze ma rimango un appassionato ascoltatore. Pomeriggio musicalmente di assoluto livello.

    RispondiElimina
  22. avevo gia scritto sull'altro post ma come si suol dire "una voce nel deserto"..
    chiedevo chi conosceva/aveva il singolo dei MASTERSWITCH "Action replay"..dunque se non ricordo male (io ce l'ho registrato in cassetta,a proposito di tapes,come diceva Alberto G.)registraronpo solo quel singolo ed erano due futuri TIME UK (di R Buckler)
    Forza....
    C

    RispondiElimina
  23. gulp !
    Mai sentito !

    Forse anche perchè i TimeUk facevano schifo forte

    RispondiElimina
  24. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  25. Di Raimondo ho apprezzato molto le gags con Tognazzi, ma da quando ha abbracciato anima, core e portafoglio il Berlusca mi ha sempre suscitato un po' di antipatia

    RispondiElimina
  26. hahaha tony
    stavo per scrivere la stessa cosa per i time uk :)

    e ci aggiungo pure il bruce foxton solo dello stesso periodo, comprai singoli ed album "in ricordo" di suoi tempi migliori, ma rivendetti il tutto velocemente (se non ricordo male a un jam fan in mercanti...)

    bleah :)

    RispondiElimina
  27. Anch'io mi affettai a compare il singolo di Foxton "Freak" (recensito anche su "Faces"), ma NON comprai l'album, dopo averlo ascoltato su cassetta.

    Dei Time UK ho i l12" "Cabaret" e forse qualcosaltro (ed erano anche su qualche compilation della Unicorn mi sembra), ma non li ho mai più riascoltati.

    Poi Bruce ha fatto una buona carriera con gli Stiff Little Fingers.
    Mi chiedo invece come mai Rick Buckler non abbia mai trovato posto in una band decente

    RispondiElimina
  28. Yess ragazzi..ma questo disco non c'entra di fatto coi TIME UK !!!
    Il pezzo e' molto bello,un po 79 un po Buzzcocks..
    vi consiglio di cercarlo in rete, lasciate perdere come si sono evolute le cose 8post JAM).
    Forza...

    C

    RispondiElimina
  29. loro notizie in rete..
    wikipedia, www.punk77.co.uk
    chech it out!
    C

    RispondiElimina
  30. "Poi Bruce ha fatto una buona carriera con gli Stiff Little Fingers."

    +++ Heyyyy! Dimenticate la one-45-band di Foxton SHARP! Ancora peggio dei Time UK!

    RispondiElimina
  31. Foxton con gli Stiff e'stato grandioso!
    e se non sbaglio lo stesso singer dei MASTERSWITCH (e quindi dei Time UK) e' stato pure il cantante dei SHARP..!
    Insomma..na traggedia (mi spiace x lui)
    C

    RispondiElimina
  32. E' vero gli SHARP ! Con Rick Buckler ! Orrendi davvero.

    E pensare che "Cabaret" dei Time UK vendette 60.000 copie !

    RispondiElimina
  33. Bruce Foxton l'avevo visto anche con i Casbah Club con il fratello di Townshend, Simon e Mark Brzezicki (Big Country) prima degli Who in Francia.
    Ma niente di particolare, anzi...

    RispondiElimina
  34. Ho visto gli STF a bergamo due o tre anni fa con Foxton, bravi davvero. A me piacevano all'epoca ed ho comprato singoli ed albums sino a quello un po troppo pop (dove c'era l'ottima "talk back" con sezione fiati, non ricordo il nome adesso)

    i Casbah Club, vista la interessante formazione, ho anche "tentato" di farmeli piacere :) ma mi fan cagare, pessimo rock di 4a categoria, si salvava solo il pezzo con il samples di start dei jam e la chitarra cornamusata dei big country.

    RispondiElimina
  35. Si,visti anche io i Casbah prima degli WHO a Locarno..bah..mah..boh..cheddire..

    Visti pure gli SLF con Foxton..qui invece un tripudio!
    Cpt,ti riferisci a "NOW THEN",album decisamente piu' addomesticato al pop e contenente la loro cover di Love Of The Common People

    Roots Radicals Rockers & Reggae !!

    C

    RispondiElimina
  36. Captain!

    Ché due o tre anni??? Il concerto di SLF a Bergamo è stato minimo (ma minimo!) quattro anni fa!!! Io abitavo ancora in Italia, ma non ci potei andare perché mettevo i dischi salcazzo dove.

    A-

    RispondiElimina
  37. Gli Stiff Little Fingers li ho ADORATI (e suonati un sacco di volte con i Chelsea Hotel. Avevamo tirato giù TUTTO "Infiammable material" e un piao di volte lo abbiamo suonato TUTTO dal vivo...), nei primi due album e parecchio anche in "Go for it".
    Il resto è piacevole ma nulla più
    "Roots, radicals..." è un vero manifesto !

    RispondiElimina
  38. minchia albertzz.... time slips away... andai (passato remoto a questo punto..)a vederli con quel punk rocker del gino.

    cristiano, credo sia proprio quell'album lì

    RispondiElimina
  39. Capt..li avevi visti i SLF a PONDERANO/Babilonia? Io mi riferisco a quel concerto! foxton in jeans neri scarpe punta e giubbo rosso..uio daventi a lui e lui a fine concerto che mi strizza l'occhio uscendo dallo stage..cool man
    C

    RispondiElimina
  40. ho erroneamente scritto sull'altro post..anyway
    AlbZ,Capt..da piccola flashback in memory ho vistro che a Bergamo gli SLF suonarono nel feb 2004 mentre a ponderano a maggio 2005..la mente mi fuma
    C

    RispondiElimina
  41. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  42. Andato all'asta su Ebay la scorsa settimana il primo disco acetato dei Elvis a 240000 dollari:
    Elvis Presley's First Recording Acetate, 1953
    Item number:271705464816

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails