lunedì, gennaio 16, 2012

Cultura 80's: Moana e Cicciolina



L’Italia dei primi 80, reduce dai cosiddetti “anni di piombo”, ancora fortemente clericale, bigotta, Vaticanocentrica, che si arrapava con qualche commedia pruriginosa con Edwige Fenech e Gloria Guida (vietate ai minori di 14 o 16 anni) fu travolta dall’arrivo sugli schermi di Cicciolina/Ilona Staller prima e Moana Pozzi poi.

Pur con tutte le limitazioni “ideologiche” del porno, Moana e Cicciolina contribuirono a scardinare l’opacità di quegli anni, convogliando il sesso da proibitissima trasgressione da buco della serratura a qualcosa di plateale, estremo e gioioso.
E la successiva entrata in politica mise a nudo (appunto !) lo scarso spessore del “Palazzo”, anticipando incosapevolmente gli anni berlusconiani di veline, nani e folletti in Parlamento.

Moana e Cicciolina diedero un senso di libertà e leggerezza ad un’Italia repressa da decenni di seriosa (in apparenza) morale democristiana, cattolica e integralismo bigotto del Partito Comunista oltre che da un periodo buio e tetro.

Fu un calcio diretto e politicamente scorretto alle convenzioni, all'ideologia, alla seriosità.

18 commenti:

  1. Io ero assolutamente innamorato di Moana Pozzi.
    Mitico Tony!

    RispondiElimina
  2. Se "Gola profonda" sdoganò il porno al cinema, le due ragazze sopracitate portarono la questione a un livello superiore: nella società, nei costumi, dentro i palazzi del Potere (e, pare, dentro i letti), diventando un "fenomeno" trasversale e importante di quel periodo.

    Contribuirono in maniera determinante ad aprire una nuova stagione. La Pozzi (RIP), poi, era davvero una donna libera e intelligente.

    A entrambe (per motivi differenti) va tutto il mio profondo rispetto. A differenza delle "vere puttane" che stanno sedute in Parlamento, quelle ipocrite.

    AndBot

    RispondiElimina
  3. Va anche detto che entrambe arrivavano proprio dalla commedia soft-erotica degli anni 70 :
    in particolare la Staller esordì in una radio libera dei 70s (radio Luna) e girò diverse pellicole con Gloria Guida,Orchidea De Santis ecc...
    Moana fece alcune brevi apparizioni con Alvaro Vitali e Lory Del Santo,ma traghettò ben presto nell'hard,sempre nella scuderia di Riccardo Schicchi (come Cicciolina ed altre)
    ho conosciuto diversi personaggi che hanno collaborato con loro negli anni,ma loro personalmente MAI.
    I loro film anni 80 (quelli DURI) non mi piacciono,francamente ho sempre preferito le pellicole francesi...ma per chiunque TENTI di entrare in questo settore,restano un punto di riferimento (peccato che sia molto meno redditizio dei LORO tempi,ma questo è un altro discorso).

    RispondiElimina
  4. Al di la di ogni visione culturale o sociologica hanno sicuramente reso la vita migliore a tanti italiani e sono sicuro anche italiane.

    RispondiElimina
  5. una volta avevo detto che Andreotti era piu' "osceno" di Cicciolina..apriti cielo!
    C

    RispondiElimina
  6. Non era Andreotti,ma pare che Moana avesse rapporti con un ex presidente del consiglio (di cui non faccio nome,ormai è storia passata).

    RispondiElimina
  7. A sdoganare il porno e far ricche le maialine del post fu il VHS, il grande schermo non tira ah ha ha

    tra le genovesi, oltre alla Pozzi, menzione per Eva Orlowsky che abitava nella via di un carissimo amico a Rivarolo ed era/è sposata(?) col batterista dei Bit Nik (formazione rimaneggiata), nonostante l'età fece alzare il testosterone a Danilowsky (quello del post sul flipper) non più di un anno fà ad un concerto dei Bit Nik.

    RispondiElimina
  8. Andrea,su questo debbo smentirti...perchè prima dell'avvento del VHS i cinema a luce rossa (come si diceva ai tempi) erano PIENI come non si era mai visto prima.
    Ho fatto il militare tra il 1979 e il 1980 e posso testimoniare : era proprio una industria che trainava l'economia di mezza Italia.
    L'avvento del VHS ha tirato su le videoteche,ma ha messo in crisi le piccole e medie sale (comprese quelle non porno), con progressivo calo di qualità e di produzione di film a grandi livelli.
    Il porno dell'era digitale sopravvive solo grazie ad internet,ma la produzione è PENOSA perchè va fatta col minimo dei costi e da pseudo-professionisti o puri dilettanti (mentre ai tempi molti registi arrivavano persino dal cinema d'autore)...è un po' lo stesso discorso che si può fare sul VINILE : il digitale ha reso tutto più facile e riproducibile,MA non c'è un ricambio di SUPPORTI,semplicemente i supporti spariscono per lasciare il posto alla pirateria,più o meno legalizzata e quindi se non sei un mega-store,che insieme ai DVD e ai CD ti vende pure computer,cellulari e quant'altro sei destinato a sparire.
    E' la logica del mercato,che praticamente contraddice se stesso...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. intendevo dire che il VHS portò il porno in quasi tutte le case, svuotando a poco a poco i cinema a luci rosse, così aumentarono gli introiti del giro d'affari porno minori costi e massimizzazione dei guadagni

      Elimina
  9. Ursus ma ora sei ancora a naja? haha!
    W Eva Orlowsky che e' tornata a fare l'infermiera! Pibio..si va x ECM?
    C

    RispondiElimina
  10. Eva Orlowsky aveva aperto un ristorante,non ricordo bene dove però...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi pare un agriturismo a Lerma (AL)

      Elimina
    2. Cascina Orlowsky, Castelnuovo Bormida (AL)

      Elimina
  11. VAMONOS! ECM Unstppable Temponauts Crew!
    C

    RispondiElimina
  12. due degnissime persone: una è entrata in parlamento con molta più dignità delle zoccole ministre che l'hanno seguita negli anni mentre l'altra è stata donna di una intelligenza notevole, mai banale....e poi tanto per sterzare sul casula che poppe e che culi!!

    charlie

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails