lunedì, maggio 23, 2011

Campionato di calcio 2010-2011



Si è concluso un campionato mediocre.
Vinto da un Milan mediocre su un’Inter che ha fatto di tutto per esserlo (infortuni a parte).
Dietro, molto indietro, il disastro (finanziario e calcistico) di ex grandi (Juve, Roma, Samp, Fiorentina) e una serie di squadre al limite della sufficienza (Napoli, Udinese, Palermo, Lazio) che in questo contesto sono assurte a paladine del “calcio spettacolo”...

Il resto sono le consuete comparse che fanno un campionato a sè.
Simpatia per Cesena e Chievo, piccole realtà che resistono in A e la tartassata Bologna che ce la fa in una situazione drammatica.
Con il MIO Cagliari che ancora una volta si salva e poi le perde tutte (mah).

Il declino del calcio italiano continua e continuerà.
Ad anni luce da Spagna e Inghilterra, dietro alla Germania e alla pari ormai di quello portoghese, francese e ucraino.
Non ci sono programmi per il futuro, non ci sono più soldi (a parte Milan e Inter), gli stadi sempre più vuoti (il Borussia Dortmund vincitore in Germania ha una MEDIA di 80.000 spettatori a partita. La Bundesliga di 40.000, la Premier League di quasi 40.000, 30.000 in Spagna. In Italia arriviamo a 23.000...)

Tra i singoli luccicano i talenti di Eto o, Zanetti, Sanchez, Hernanes, Cavani.
In prospettiva Krasic e (forse) Pato.
Tra i giovani italiani rimangono incompiuti i vari Macheda, Paloschi, scompare Santon, balbetta Ranocchia, sembra rinascere Giovinco.

Guardando ancora più in là mi piacciono molto El Saarawy del Padova (italianissimo), Giaccherini del Cesena, Ragatzu del Cagliari (e va bè)

E ora via alla favola e alle balle del calcio mercato...

19 commenti:

  1. Il calcio italiano è morto da quanto esiste la pay tv. I coglionazzi ridens vogliono che la gente acquisti un'abbonamento e si guardi la partita a casa. Meno problemi di tutti i tipi. Dalle mie parti (Parma) hanno già demolito lo stadio del rugby, quello del baseball (rifatti sic da un'altra parte e pietosi), stanno per demolire il palasport e fa molto gola pure lo stadio Tardini del Parma calcio situato in centro residenziale per tiralo giù e farci appartamenti. Chellipossino....

    popsylon

    RispondiElimina
  2. La verita purtroppo

    RispondiElimina
  3. El Shaarawy è del Genoa (vinse uno scudetto e una coppa italia con la primavera) in prestito al Padova

    La Samp è retrocessa!!!!

    RispondiElimina
  4. Ragionamento troppo semplicistico.

    Il Borussia Dortmund nel 2007 fu impossibilitato a muoversi dalle banche creditrici per debiti che si aggiravano sui 140 milioni di euro, alla faccia della media-partita da quasi 80.000 sono stati costretti ad accettare programmi di ridimensionamento imposti loro da altri e hanno passa to due stagioni sull'orlo della retrocessione. Troppo facile parlare adesso. Non sono gli unici in Germania, come in Italia, Spagna, Inghilterra e persino Francia, ma li la gente va allo stadio e ricordiamooci che qui il maggior responsabile dello sfacelo dell'ambiente calcio è proprio il pubblico, che mi sento di poter definire il più maleducato e incompetente del continente (giustamente poi chi ha in mano le redini ci marcia sopra abbasando continuament eil livello).

    Sabato ero alla Galleana per un torneo giovanile e ho visto la partita del Piace, molto bella (per merito dell'Albinoleffe!) in una cornice veramente triste, ero con una comitiva di bambini e i (pochissimi)frequentatori dei distinti hanno veramente dato bella prova di se!

    Comunque la Samp è retrocessa e questo rende il campionato 2011 uno dei migliori degli ultimi 10 anni!

    @ Popsylon: il calcio stà in piedi perchè qualcuno paga per guardarlo come succede nei maggiori campionati d'Europa ma non qui. La colpa non è di sky

    RispondiElimina
  5. Anchio c ero sabato allo stadio a vedere la penosa figura del Piacenza...ero in tribuna centrale con mio figlio...frequentatori penosi anche li, stadio tristissimo.
    Il Piacenza DEVE stare in serie C, altro che B

    RispondiElimina
  6. Vero, il calcio spagnolo è molto più divertente di quello italiano. Ma almeno da noi c'è qualche possibilità che l'ultima in classifica fermi la prima (Milan - Bari 1-1) mentre nella penisola iberica CR7 fa 40 gol (quaranta) contro squadre che giocano una brutta controfigura del calcio.

    RispondiElimina
  7. In Spagna giocano solo Barca e Real Madrid, poi il vuoto o quasi.
    Ma poi il Barca e la Spagna dominano in Europa e nel mondo...

    RispondiElimina
  8. Casula!!
    siamo appena tornati da Liverpool, ci abbiamo dato dentro come pazzi e ci siamo fatti onore.
    June strabilianti, Warm Morning strepitosi e coi Temponauts ci abbiamo piantato una botta ai limiti del regolamento: non avendo la formazione titolare (questa era la MK VI...) nel dubbio...abbiamo pestato!! e abbiamo fatto gol, i nostri corrispettivi Casula del Nord e le loro delegazioni (Leeds, Manchester ) hanno apprezzato molto!!!
    E da quest'anno capisco lo scouser, è ufficiale!

    RispondiElimina
  9. Tony, ci pensavo...per andare bisogna giocare la carta International Jet set. sarebbero PERFETTI.
    pibio

    RispondiElimina
  10. Il prossimo anno caliamo il nostro asso !

    RispondiElimina
  11. Sky & Company hanno ucciso il calcio minore, quello della C e della D.

    Ricordo partite della mia Nissa in C/D con media spettatori di 5.000 persone....adesso si e no vanno in 400....

    Il pubblico in Italia è lo stesso che trovi da altre parti...

    In inghilterra gli Hooligans, oggi Casual, continuano a menarsi fuori dagli stadi, il sistema di repressione messo in atto dal governo ha creato solo all'apparenza un pubblico "civile"

    Gianluca

    Sesso Nissa e Rissa!

    RispondiElimina
  12. O.T.

    il disco del mese:

    http://www.corriere.it/politica/11_maggio_24/disco-bossi-ritrovato_3f1eea7c-85d8-11e0-99e7-3448c5a7b9b0.shtml

    RispondiElimina
  13. PATACCA senza ritegno !
    Oltre al fatto che fa cagare,io non ho mai incontrato nessuno disposto a spendere più di 50 centesimi per un disco simile (ammesso che esista)
    è un altra bufala,come la foto del cadavere di Bik Larden !

    RispondiElimina
  14. Probabilmente il top del trash !!!

    RispondiElimina
  15. Si, me li ricordo quei tempi li, al lunedì sulla Gazzetta leggevi,
    Note: Spettatori oltre 6000 di cui 836 paganti e 527 abbonati, ha ha ha ha!! e gli altri???
    In Inghilterra il pubblico paga e le squadre giocano.

    Alberto Galletti

    RispondiElimina
  16. Pibio, azz che peccato ero a Liverpool tre settimane fà, mi sono perso i Temponauts!!

    A parte i Beatles, i Reds e i Blues, il Cavern e qualche pub, la città non offre un granchè, l'ho trovata piuttosto depressa e appena accogliente.
    Non provo nemmeno a immaginare come fosse nei '70 o negli '80 in piena recessione economica. Da paura!!

    Ho visto la partita Everton - Man City (fanculo Mancini) vinta dai Blues, grande tifo dalle tribune ma tutti composti nel proprio posto a sedere numerato, dentro lo stadio gli stewards e fuori polizia a gogò (inclusi agenti a cavallo), ho avuto qualche timore di "scazzi" tra tifosi ma niente di niente. Il mito degli hooligans o casuals è roba passata, sono invecchiati anche loro, hanno famiglia e non vogliono più grane.

    Son rimasti i Casula ah ha ha


    Golden Slumbers - The Beatles

    RispondiElimina
  17. Purtroppo il Piacenza e una squadra da serie C, la sua giusta dimensione.
    Non ci sono soldi, al pubblico gliene frega nulla, lo stadio fa pieta....

    Da sottolineare che per vedere Piacenza Albinoleffe ho fatto circa 45 minuti di coda per fare un biglietto, ho visto la partita dal 20° del primo tempo, ho avuto un sacco di menate perche mio figlio di 12 anni non aveva i documenti.
    Molta gente in coda ha rinunciato e se ne e andata....

    RispondiElimina
  18. Andrea, quello che hai scritto è anche vero...
    anch'io l'ho pensato spesso. Ma durante la settimana dell'IPO ci sono in città 150 bands da tutto il mondo e lo scenario è molto molto vivace (tutta gente che filtra moltissimo, tra l'altro, i gigs mettono sempre sete!)

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails