domenica, marzo 04, 2018

Elezioni politiche e amministrative



La fine del mondo è la rubrica domenicale che va ad esplorare i luoghi abbandonati dalla storia, particolari o estremi.
I precedenti post:

http://tonyface.blogspot.it/search/label/La%20fine%20del%20mondo

In una giornata di elezioni così sentite una breve panoramica di candidati perlomeno dubbi e particolari, talvolta eletti in giro per il mondo.

Nel 1967 nella città Ecuadoriana di Picoazà fu eletto sindaco una...POLVERE PER I PIEDI, la Pulvapies, grazie ad uno slogan che sotto elezioni recitava "Vota per il candidato che vuoi ma se vuoi preservare l'igiene e la salute, vota Pulvapies". Tra i 4.000 aventi diritto in molti la presero sul serio e sulle schede la maggioranza dei voti fu attribuita alla polvere.

Nel 1938 venne presentato a Milton, Washington il MULO Boston Curtis, come candidato Repubblicano. Vinse 51 a 0.

Bosco Ramos era un CANE LABRADOR che sconfisse due umani nella elezione di sindaco onorario della cittadina americana di Sunol, California, nel 1981. Alla morte gli è stata eretta una statua in suo onore. Sindaco onorario è stato anche il gatto Stubbs in Alaska, nella città di Talkeetna.

Nel 1958 il RINOCERONTE Cacacero dello zoo di San Paolo prese 100.000 voti (di protesta contro la corruzione dilagante) e risultò il primo nelle elezioni per il sindaco della città.

Si segnalano anche il CINGHIALE Pigasus the Immortal candidato alle presidenziali americane del 1968 e il PUPAZZO televisivo Dustin the Turkey che prese parecchi voti in Irlanda nel 1997, una lunga serie di gatti e pupazzi, qualche scimmia e il cocker Comandante Chispas candidato alla presidenza dell'Ecuador nel 2017.

2 commenti:

  1. Cazzo ho già votato altrimenti avrei preso in considerazione il Rinoceronte come opzione.

    Charlie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquillo lo differenza sarà comunque minima

      Elimina

Related Posts with Thumbnails