martedì, gennaio 12, 2016

I dischi più venduti nel 2015



La FIMI (Federazione Industria Musicale Italiana) ha reso noto la CLASSIFICA degli ALBUM PIU' VENDUTI nel 2015.
Nove delle prime 10 posizioni sono occupate solo da produzioni italiane.
Altri dischi stranieri li troviamo solo al 13° posto con i Coldplay, al 18° con gli One Direction e al 22° con Madonna.
Ma sono solo 26 nei primi 100....

Non sono state rese note le quantità delle copie vendute ma Jovanotti ha conquistato 5 dischi di platino (un disco di platino sono 50.000 copie, quindi più di 250.000). Sette sono quelli per l'album di Tiziano Ferro (ma è uscito nel novembre 2014).
Ai Kolors e a J Ax sono stati assegnati tre dischi di platino a fine luglio, tre anche al Volo (che troviamo però anche al 14°, 57° e 69° con altri album) due ai Modà.
Mengoni è in classifica con l'album uscito a dicembre "Le cose che non ho" (doppio platino) e quello a gennaio "Parole in circolo" (triplo platino).

1. Jovanotti - "Lorenzo 2015 CC"
2. Tiziano Ferro - "TZN - The Best"
3. The Kolors - "OUT"
4. Adele - "25"
5. Marco Mengoni - "Parole in circolo"
6. J-AX - "Il bello d'esser brutti"
7. Il Volo - "Sanremo Grande Amore"
8. Marco Mengoni - "Le cose che non ho"
9. Modà - "Passione maledetta"
10. Ligabue - "Il giro del mondo"

Unico album italiano indipendente presente nei primi cento è quello dei Verdena al numero 76 con "Endkadenz vol.1"

18 commenti:

  1. cazzo che figata! faccio subito un mix della top 10 e lo trasmetto a mod radio uk :)

    buon anno a tutti f

    RispondiElimina
  2. ma sono l'unico lettore di tony a non avere la più pallida idea di cosa facciano i kolors e i modà? e mengoni che conosco solo di nome, con addirittura 2 album in top 10?

    RispondiElimina
  3. musica italiana parte 3, 2016:
    mi piace il nuovo singolo degli statuto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehhhhh lo hanno rifatto i Mads :) :)...scherzi a parte è molto bello e l'album ancora di più ma diverso dal solito

      Elimina
    2. Hai visto? : ) sabato sera mod-eratamente alcolico… ho fatto vedere ai ragazzini il nuovo video degli statuto, e dato che fischiettavano e strimpellavano il ritornello subito dopo in giro per la casa, ho detto, dai che vi filmo…
      Cosi è venuta fuori una instant cover, come le band facevano negli anni 60

      Elimina
    3. Infatti una cosa fighissima

      Elimina
    4. concordo! figo il singolo,la cover estemporanea dei Mads e noi in attesa dell'album!
      C

      Elimina
    5. MOD eratamente alcolico???? solo moderatamente...si perdono colpi

      Elimina
  4. Scusa non capisco, perché dici che i primi stranieri sono i Coldplay? E Adele che sta al n. 4?


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, correggo subito. Scrivo che 9 su 10 sono italiani poco prima e poco dopo un'altra cosa :)

      Elimina
  5. I Kolors si sono sentiti spesso in un paio di pubblicità. ma come Mengoni e Modà fanno cose assolutamente insignificanti, un pop italiano senza alcun gusto.
    Disarmanti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mengoni e' meglio però

      Elimina
  6. anonimo delle 12:43...

    nando mericoni direbbe:
    "mmazza che zozzeria"

    RispondiElimina
  7. Mah. Devo dire che dei primi dieci l'unico disco che salvo è quello di Adele. Poi due considerazioni: la prima è che è impressionante quanto siano brutti i dischi che vanno per la maggiore oggi. La seconda è che il risultato pressochè nullo a livello di vendite degli indipendenti dovrebbe far pensare. Ma è anche vero che spesso vendono i dischi nei concerti, e quindi non vengono rilevati dalle hit-parade.

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. Infatti al di là delle preferenze e dei gusti di ognuno questi dischi sono oggettivamente BRUTTI (a parte Jovanotti che ha comunque un mnimo di ricerca alla base e Adele che è fatto con gusto anche se non mi piace). Sulle vendite ai concerti degli indipendenti. I Verdena in realtà escono per la Universal e ai loro concerti non vendono i dischi, così come altre bands (che so? Afterhours, Teatro degli Orrori, Subsonica etc). Il problema è "semplicemente" che NON vendono !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì ma quelli che citi, con tutto il rispetto e la stima che ho per loro (alcuni li conosco di persona), sono comunque distribuiti dalla Universal, cioè da una multinazionale che arriva in tutti (o quasi) i negozi d'Italia; altra cosa sono le etichette, magari piccole, che si distribuiscono da sole. Qui si aprirebbe un discorso molto lungo su cosa sia la musica indie, ma magari è il caso di fare un post a parte (a proposito, ho letto il tuo intervento in "buone nuove dal suono".

      Elimina

Related Posts with Thumbnails