venerdì, maggio 09, 2014

Le Creepers



Le Creepers (nome originale Brothel Creeper, in Italia inizialmente chiamate Clippers nel linguaggio di strada) nascono nel 1949 in una fabbrica situata a Wellingborough nel Northamptonshire in Inghilterra, grazie a George Cox , utilizzate inizialmente dall’esercito inglese nei campi base situati nell’Africa settentrionale e successivamente adottate dai Teddy Boys alla fine degli anni 50.

Il classico Blue Suede Shoes di Carl Perkins, portato al successo da Elvis Presley, potrebbe fare riferimento proprio alle Creepers anche se non è accertato.

Tornano in voga in era punk alla fine dei 70’s (molto usate da John Lydon, Joe Strummer e i Clash in generale) e riadottate da rockabillies e psychobillies, prima di diventare ormai alla moda (Bono le indossava nel tour di How to dismantle an atomic bombs nel 2005 probabilmente per sfruttare la para che alza la staura di qualche centimetro) e ormai non più ad appannaggio delle sottoculture ma oggetto di consumo indistinto.

Nei primi anni ’80 in Italia erano irreperibili e con alcuni dei Not Moving si andava a comprarle (in treno, viaggio notturno di sei ore) in un negozio di Zurigo.
Li accompagnavo volentieri per farmi un giro e alla fine ne comprai un paio anch’io anche se , data la scomodità e l’antitesi con il look mod, le indossai molto raramente e finii per rivenderle poco tempo dopo.


6 commenti:

  1. le mitiche clipper !!

    RispondiElimina
  2. A Pisa si trovavano da Gigolo, vicino alla stazione, meta '80

    RispondiElimina
  3. anche perché, diciamolo chiaramente, erano proprio brutte!
    Dr.Martens tutta la vita!

    RispondiElimina
  4. qui si trovavano da Inferno..mai avute!
    C

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails