giovedì, febbraio 27, 2014

Dischi da riscoprire



Come ogni mese una breve carrellata nella rubrica GET BACK di dischi che vale la pena di (ri)scoprire.

DAVID HEMMINGS - Happens
Hemmings è il famoso protagonista di “Blow Up” di Antonioni (poi anche in “Barbarella”, “Profondo Rosso” e “Il gladiatore” tra gli altri).
Nel 1967 si cimentò con la musica incidendo un PREZIOSO album con l’aiuto nientemeno che di Roger Mc Guinn e Chris Hillman dei BYRDS oltre ad un brano inedito di Gene Clark “Backstreet mirror” che apre il lavoro.
Il tutto prodotto da Jim Dickson (produttore di Byrds e Flying Burrito Brothers). C’è anche una buona cover di “Reason to believe” di Tim Hardin e un sound di chiaro stampo folk rock psichedelico che spesso si tempera in un lunghi e ossessivi raga rock con sitar e influenze orientali.
Hemmings canta bene, l’album convince ed è una preziosa perla da recuperare.

Si può ascoltare integralmente qui:
http://www.youtube.com/watch?v=3KXfYzFAB3g

CHI-LITES - (For God’s sake) Give more power to the people
I CHI-LITES, famosi per il classico “Stoned out of my mind” e per sdolcinate soul songs al miele abbracciano un sound più aggressivo e sfornano nel 1971 un buon album in cui mantengono fede alla predilezione per la facile fruizione ma si concedono alcune gustose divagazioni, citando, al limite del plagio stilistico, altre bands come i Temptations (nella title track) o Sly and the Family Stone (in “We are neighbors”).
C’è anche dell’ottimo Northern Soul (“Love uprising”), il pulsante soul funk di “Trouble’s a coming”.

DONNY HATHAWAY - Everything is everything
L’esordio del 1970 del sottovalutato Donny, scomparso tragicamente nel 1979 (uno strano “suicidio” mai chiarito). Quattro album (uno postumo) di alto livello e il primo a base di un ottimo mix di funk, soul, gospel, spesso vicino al mood dello Steve Wonder dell’epoca.
Ottima versione di “I believe to my soul” di Ray Charles oltre al suo classico “In the ghetto” che da solo vale l’album.

INCREDIBILE BONGO BAND - Bongo Rock
INCREDIBILE BONGO BAND - The return

Ristampa di due album usciti nel 1973 e 1974 per questa band americana che riarrangiava classici del rock in versione percussiva e in cui suonavano Jim Gordon (collaboratore di Eric Clapton e co-autore di “Layla”)e il percussionista King Erisson (presente in numerosi dischi della Motown).
Nei due album scorrono “Satisfaction” e “Wipe out!”, “Pipeline” e “In a gadda davida” e tanto altro.

7 commenti:

  1. Non conoscevo assolutamente questo disco di Hemmings. Bello e interessante

    RispondiElimina
  2. Idem!!! bella foto tra l'altro..

    W i Chi-Lites e le loro ballate soul (sdolcinate?..ballate soul!)

    C

    RispondiElimina
  3. Però hanno riempito degli album di smielate che dopo un po'….

    RispondiElimina
  4. ..smieli tutto,Bossssss......

    RispondiElimina
  5. Come dice Gianni Fuso Nerini, sono miagolate

    RispondiElimina
  6. Cool for Cats,indeed

    RispondiElimina
  7. il disco di Hemmings mi è arrivato da poco (trovato su ebay), molto molto bello, i nomi di Clarke mcguinn e hillman poi sono una super garanzia....davvero una perla da riscoprire..
    ciao

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails