venerdì, maggio 24, 2013

I migliori riff di chitarra



Riprendo un vecchio post del 2009 con qualche aggiornamento e aggiustamento (alcuni mutuati dai commenti di allora). La lista è ovviamente frutto di gusti personali ed opinabili e il tuo impostato al divertimento.
E il concetto di RIFF inteso in maniera “larga” (se “Satisfaction” e “You really got me” sono evidentemente riffs più complesso attribuirlo a “My Sharona” o a “Whole lotta love” più vicini ad una sequenza di note e/o accordi).

1) “Satisfaction” - Rolling Stones
Il riff classico per eccellenza e probabilmente più conosciuto

2) “You really got me” - Kinks
Il riff di Ray Davies è meno conosciuto ma è alla pari per la sua efficacia

3) “Smoke on the water” - Deep Purple
Chiamiamolo banale, tamarro, quello che volete ma è inevitabilmente nei top.

4) “Johnny B Goode “ - Chuck Berry
Da qui è nato qualcosa che ha cambiato il mondo

5) “Smell like a spirit” - Nirvana
Ha cambiato buona parte della musica dei 90’s e riportato il “rock” negli stereo

6)“Whole lotta love” - Led Zeppelin
Hanno raramente inventato qualcosa rubacchiando qua e là nella tradizione blues ma “Whole lotta love” è ugualmente un classico indimenticabile.

7) “Seven nation army” - White Stripes
Inventare un riff “rock” dopo 50 anni è impresa da pochi

8) “Day tripper” - Beatles
Il loro miglior giro chitarristico

9) “My Sharona” - Knack
Non propriamente un riff ma in ogni caso da top 10

10) “21 century schizoid man - King Crimson
Robert Fripp al suo meglio

Seguono in ordine sparso ma con uguale importanza e dignità da top 10:
"Sweet child o' mine“ dei Guns and Roses, "Crossroads” e “Sweet home Chicago” di Robert Johnson, “I’m a man” di Muddy Waters, “Babylon’s burning” - Ruts, “Janie Jones” - Clash, “Pinball Wizard” - The Who, Heart full of soul" degli Yardbirds “Song 2” dei Blur , “Sunshine of your love” dei Cream, “Crosstown traffic” e “Foxy Lady” di Jimi Hendrix, “Roadhouse blues” dei Doors, “Rebel rebel” di Bowie, altri tre o quattro almeno degli Stones (“Jumpin Jack flash” , “Honky Tonk Woman”, “Start me up” , “Street fighting man”) , “New rose” dei Damned, "Love and happiness" di Al Green, "Psychotic reaction" dei Count Five, "Talk talk" dei Music Machine, "Wahm bam Thank you ma am"" degli Small Faces, “Wild thing” dei Troggs

72 commenti:

  1. c'era quello del Rondo veneziano..

    RispondiElimina
  2. ti sei scordato "Should i stay" dei clash più noto di Janie Jones

    RispondiElimina
  3. Vero ma lo ritengo talmente tamarro che ho preferito il più sconosciuto Janie Jones

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti piace non devi farti condizionare da ste storie

      Elimina
  4. ah..visto che a me il-punk-non-ha-insegnato-un-cazzo
    seguo la logica riff/sequenza che proponi Boss:Godsavethequeen/Anarchy/Holiday e il 90% dei Pistols,White Riot London Calling e Clash in quantita..e visto che anche i miei predecessori non hanno imparato un cazzo aggiungerebbero Kick Out the Jams MC5/ Loose Stooges...to be continued
    C

    RispondiElimina
  5. "Can't Explain" The Who- "Dimples" John Lee Hooker- "Taxman" The Beatles- "Start" The Jam- "Paranoid" Black Sabbath- "Standards"The Jam. Paul67

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Back in Black" AC/DC - Paul 67

      Elimina
  6. eh lo so guys. Se andiamo nel punk e nel blues la lista si allunga all'infinito.
    Solo che non si può non mettere "Smoke on the water" pur se ormai è diventato inascoltabile...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gia'.. Ricordo di aver visto un film parodia dell'Heavy Metal intitolato "Wayne's World", dove c'era un cartello all'interno di in negozio di chitarre che vietava ai clienti che provavano le chitarre il divieto assoluto di arpeggiare "Stairway to Heaven"... :)

      Elimina
    2. Beh, proviamo a metter 'Highway Star'

      Elimina
  7. Curiosita'musicali: Il riff di Holidays in the sun dei Pistols era vagamente inspirato da In the City dei Jam(stando a un intervista di Steve Jones),mentre Guns on the Roof dei Clash era una brutta copia di Can't Explain dei Who. Paul67

    RispondiElimina
  8. Pheega Day tripper è davvero grandissima, cos' come 'I can't explain', grande Paul.

    RispondiElimina
  9. A me "I can' t explain" ricorda "Clash city rockers": il riff è più "duro" ma simile.

    "Seek & Destroy"- Metallica

    Penso abbia influenzato il 90% del metal a venire...

    AndBot

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Imparai (va beh,per cosi'dire)a suonare il basso con "The Guns of Brixton"dei Clash e "Land of hope & Glory" dei Madness...paul67

      Elimina
  10. Clash city rockers è rubatissimo da Can't explain
    In the city uscì un po 'di mesi prima di Holydays in the sun (in aprile , i Pistols in ottobre) e comunque fu composta da Weller nel 75/76 ed esuguita in concerto con i Sex Pistols (nel 76/77).
    Quindi è molto probabile che sia stata rubato ai Jam.

    Can't explain (gennaio 1965) è però anche molto simile a "All day and all the night" dei Kinks (ottobre 1964).
    Townshend dice che l'aveva composta molto prima comunque.

    RispondiElimina
  11. Il mio voto a Day Tripper!

    Charlie

    RispondiElimina
  12. Omaggiare non è rubare!

    Dopo Tarantino il termine "copiare" è caduto in disuso e si utilizza "citare".

    AndBot

    RispondiElimina
  13. Grande Sir! Non farsi condizionare! Per il giro di Smells like teen spirit Cobain si è ispirato a More Tha a Feeling dei Boston (!). Con buona pace dei duri e puri alternativi!

    W

    RispondiElimina
  14. Ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha grande Wite!
    E questa mi fa pisciare addosso, alla faccia dei duri puri ed ESPERTISSIMI.
    Manica di scoreggioni

    RispondiElimina
  15. I Sonic Youth sono stati influenzati da Raffaella Carrà, e non è una battuta.

    A me sembra una cosa ovvia che i veri musicisti possano trarre ispirazione dalle sonorità più disparate.

    Come ascoltatore, più allargo gli orizzonti e meno sono sicuro dei miei gusti (limiti?): ormai me ne sbatto delle etichette, cerco solo di godermi il viaggio.

    AndBot

    RispondiElimina
  16. Va bè, trarre ispirazione va benissimo ed è una cosa bella, allo stesso di omaggiare un artista amato citandolo.
    Però in certi casi la scopiazzatura è palese e imbarazzante e non è più un omaggio ma mancanza di ispirazione.
    Non ci avevo mai fatto caso ma è vero che Smells like a teen spirit è mooolto vicino al pezzo dei Boston !!!

    RispondiElimina
  17. Kurt Cobain a proposito di Smells
    « Stavo provando a scrivere la perfetta canzone pop. Fondamentalmente stavo provando a plagiare i Pixies. Devo ammetterlo. Quando ho sentito i Pixies per la prima volta mi sono sentito così unito a loro che avrei potuto fare parte di quel gruppo o perlomeno di una cover band. Abbiamo usato il loro senso dinamico, essere prima sommessi e tranquilli e poi fragorosi ed energici. »

    RispondiElimina
  18. Come as you are dei Nirvana e' praticamente quasi uguale a Eighties dei Killing Joke...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perlomeno il riff iniziale... Paul67

      Elimina
  19. L'influenza dei Pixies sui Nirvana è sempre stata evidente, quella dei Boston un po' meno ma non mi sorprende: alla fine se sei appassionato di musica e possiedi molti dischi, è normale che si sviluppi una sorta di sincretismo sonoro.

    Ovviamente la scopiazzatura palese è da evitare, la mia era una battuta.

    In questi giorni sto ascoltando molto Neil Young ed è impressionante come ci stia ritrovando un sacco di alt-rock americano, praticamente quasi tutto (Dinosaur Jr, Meat Puppets, Nirvana, eccetera): non sorprende più di tanto, mentre è bellissimo sentire "Anima Latina" di Battisti nei dischi dei Flaming Lips.

    AndBot

    RispondiElimina
  20. ...che poi l' alternanza fra passaggi leggeri e pesanti dei Pixies è roba che si usava da molto prima di loro.

    AndBot

    RispondiElimina
  21. Bè basti pensare ai GERMS (il gruppo hardcore punk più violento ed estremo della storia) che introducono i lloro primo singolo "No God" con l'arpeggio iniziale di "Rundabout" degli YES !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero: tra l'altro sia Darby Crash che Pat Smear erano grandi fans dei Queen!!!! Yuck! Paul67

      Elimina
    2. Gli Yes erano il gruppo preferito di Keith Levene dei PIL

      Elimina
    3. Queen ???? No god (non c'è più religione) davvero...!!!

      Elimina
  22. Esatto, si usava anche nell' hardcore.

    Nei primi anni novanta, poi, il binomio leggero/pesante e melodia/rumore è diventato un must, con punte di eccellenza e (molte) cose ripetitive e stra-sentite.

    AndBot

    RispondiElimina
  23. Mah, per me ancora oggi e siamo a fine anni sessanta
    WOO DOO CHILE di papa' Hendrix rimane ancora un caposaldo, sia per l'uso de wha wha,(in quel periodo era quasi sconosciuto) che x la grande distorsione,e la versione di Steve Ray Vaughan attuale e' ancora migliore, nel glam rock invece mi piace anche il riff
    20th Century Boy di T.Rex, e non dimenticherei anche La grange de ZZtop.

    stefano armoniadue

    RispondiElimina
  24. Iron Man dei Black sabbath e ali e Pearl Jam! :)

    RispondiElimina
  25. Last Time degli Stones.
    Rebel Rebel di Bowie.

    Fabio T.

    RispondiElimina
  26. Pallelimo the punk che riffa?

    RispondiElimina
  27. "I can't wait until midnight". Four by Art ... Paul67

    RispondiElimina
  28. Arrivo, arrivo, mai scordarsi di dare da mangiare agli anonimi troll!
    Non ho visto ancora citato il "doppio" riff di "Marquee Moon" dei Television, diviso tra le due chitarre.

    Il riff però mi sembra una cosa molto più rock e hard/metal che punk.
    Per dire, "Back in black" degli AcDc.
    Punk (e new wave) sono canzoni di 3 accordi, di riff ce ne sono ben pochi.
    A meno che per riff non si intenda l'intera canzone, e non una sua parte.
    Per i Clash mi viene in mente il riff di basso su "London Calling" e poco altro.

    Voglio dire:
    "Whole lotta love" è un riff vero e proprio:

    e--------------------------------|
    B--------------------------------|
    G--------------------------------|
    D--------------9-------9-------9-|
    A-------5---5--7-------7-------7-|
    E-(5)>7---7------0-0-0---0-0-0---|


    "Smell like teen spirit" è un riff formato da una sequenza di accordi (e sì, è copiato pari pari dai Boston):

    e-------------------------------------|
    B-------------------------------------|
    G---------------3-3---------------6-6-|
    D-3-3-3---------3-3-6-6-6---------6-6-|
    A-3-3-3-x-x-x-x-1-1-6-6-6-x-x-x-x-4-4-|
    E-1-1-1-x-x-x-x-----4-4-4-x-x-x-x-----|


    esattamente come "Smoke on the water", eh:

    e-------------------------------------|
    B-------------------------------------|
    G-0-3-5-0--3-6-5--0-3-5-3-0--(0)------|
    D-0-3-5-0--3-6-5--0-3-5-3-0--(0)-(5)\-|
    A--------------------------------(5)\-|
    E-------------------------------------|

    RispondiElimina
  29. 8===============================D
    B========D------ (_Y_)------=====D
    8====D...8=========D...(_O_).......
    8=======================D
    D========D (_Y_)================D
    8======================D

    RispondiElimina
  30. Chords/How to play it:
    ----------------------

    [Start] : Riff 1

    F#m [Riff 2 plays over F#m]
    Reach out and touch faith

    [Riff 2 over next few lines] [Riff 3]
    Your own personal Jesus, someone to hear your prayers, someone who cares

    [Riff 2, etc] [Riff 3]
    Your own personal Jesus, someone to hear your prayers, someone who's there

    [Riff 2 for four bars]

    F#m [No riff] A E
    Feeling unknown, and you're all alone, flesh and bone, by the telephone

    Bm C#sus4 Dmaj7 F#m [with riff 2]
    Lift up the receiver, I'll make you a believer

    F#m [No Riff] A
    Take second best, put me to the test, things on your chest

    E Bm C#msus4 Dmaj7
    You need to confess, I will deliver, you know I'm a forgiver

    F#m [With riff 1] G# G
    Reach out and touch faith

    F#m [etc] G# G
    Reach out and touch faith

    [Riff 2] [Riff 3]
    Your own personal Jesus, someone to hear your prayers, someone who cares

    [Riff 2]
    Your own personal Jesus, someone to hear your prayers,

    B5 A#5 A5 G#5
    Someone who's there

    [Following verse/chorus as above]

    Feeling unknown, and you're all alone, flesh and bone
    By the telephone, lift up the receiver, I'll make you a believer
    I will deliver, You know I'm a forgiver

    Reach out and touch faith
    Your own personal Jesus
    Reach out and touch faith

    [Repeat to end]

    Ah!

    RispondiElimina
  31. Infatti andrebbe prima discusso il concetto di RIFF.
    "Smoke on the water" "You really got me " e "Satisfaction" sono riff (anche se you Really got è una sequenza di accordi), appunto "Smells.." è un giro di accordi.
    Il concetto di riff è in senso più lato, cioè qualcosa di serrato e immediatamente riconoscibile.
    E , in questo caso, chitarristico.

    RispondiElimina
  32. Comunque il migliore è
    'The beautiful ones' dei Suede,
    non si discute!
    me lo scrivi tu Allelimo, io non son capace

    RispondiElimina
  33. Money for nothing (the chicks for free)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahaha! Albe stavi ascoltando radio capital?
      allora rilancio...Lucufer Sam!

      C

      Elimina
    2. Si, ma non ci sentivo un riff in Lucifer Sam

      Elimina
  34. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma infatti io non lo volevo prendere in giro...

      Elimina
  35. Albe..e' il pezzo che Mixo ha messo dopo i Dire Straits!
    ..seguiva Bad To The Bone a proposito di riff (fotocopiati ma belli)

    C

    RispondiElimina
  36. George Thorogood ha sempre fatto degli ottimi dischi rock blues

    RispondiElimina
  37. Sbaglio o il riff di "you really got me" non è di Ray Davies ma di DAVE Davies. Dal vivo spesso Ray ne racconta la simpatica genesi.

    RispondiElimina
  38. Il brano è accreditato a Ray Davies, non sapevo che i riff potesse essere di Dave

    RispondiElimina
  39. Il brano è firmato Ray Davies e basta.
    Strano che se Dave ha fatto il riff (e che riff) non sia stato accreditato

    RispondiElimina
  40. http://www.youtube.com/watch?v=vS2wZfiUu7Y
    dalla viva voce di Ray ...

    RispondiElimina
  41. Scusate ma Vi rendete conto che nessuno di Voi ha citato "Gimme Shelter" dei soliti Rolling Stones e "Don't Fear The Reaper" dei Blue Oyster Cult.
    E poi Tony, perché tutto quest'accanimento nei confronti dei Led Zeppelin: tutti hanno copiato dal blues ma nessuno prima lo aveva utilizzato per "inventare" una musica che sino ad allora non s'era sentita.
    Ciao.

    RispondiElimina
  42. L'"accanimento" contro gli Zep è dovuto al fatto che molti dei riff sono stati rubati e poi firmati dal gruppo, al contrario ad esempio degli Stones che accreditavano tranquillamente le cover.
    Comunque massimo rispetto per Plant Page e compagni.
    Degli Stones ho messo quattro brani e se ne potrebbero mettere altri 10 (Start me up, Jumpin jack flash, Honky tonk woman etc etc). Richards è notoriamente il RE dei Riff.
    Non conoscevo quello dei BOC

    RispondiElimina
  43. Quelli di Lou Reed non saranno riff veri e propri, ma è uno che con due-tre accordi ci sa fare.

    Il giro di "The passenger" è stato un bel tormentone, ma immagino che Iggy c' entri niente e, di nuovo, non è un riff.

    AndBot

    RispondiElimina
  44. Ad ogni modo, rilancio:

    Metallica: "Master of puppets"

    Metallica: "Enter sandman"

    Slayer: "South of heaven"

    And-metal-Bot

    RispondiElimina
  45. Allelimo scoreggione

    RispondiElimina
  46. Sweet Jane di Lou Reed da Rock'n'Roll Animal ......

    GMV

    RispondiElimina
  47. Bellissimo il pezzo dei BOC... Amo!

    RispondiElimina
  48. Sweet home Albama - Lynyrd Skynard

    RispondiElimina
  49. E "Book of Saturday" (sempre di Fripp) che ti ha fatto? C'è riff, c'è un solista breve ma perfetto... e the "Night Watch"?...
    Ciao
    Alessandro

    RispondiElimina
  50. Ognuno ha il suo preferito....

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails