mercoledì, ottobre 07, 2015

Kendell Geers



Nato e cresciuto nella Johannesburg della segregazione razziale, Kendell Geers si è formato fra le tensioni politiche e sociali del Sudafrica maturando una ribellione nei confronti di un sistema conservatore e moralista che non lasciava spazio alla creatività individuale.
Il suo atteggiamento critico, votato ad un’attiva presa di posizione nei confronti della realtà sociale, si è tradotto in un’arte impegnata, con una forte carica di ironia, che mira a coinvolgere lo spettatore all’interno dell’opera rendendolo a tutti gli effetti un elemento della creazione artistica.

Il lavoro di Kendell è sempre forte, diretto, politicamente impegnato, fortemente critico verso la realtà e la società attuali, vedi l'installazione Postpunkpaganpop (2008) - un labirinto circondato da un filo spinato speciale inventato dalla polizia sudafricana per infliggere il maggior danno possibile.
"La realtà viene assimilata dentro un'immagine, uno stile, l'ultima moda di una stagione, un certo design.
Anche l'uniforme degli ufficiali o la mimetica dei guerriglieri sono state trasformate in un altro significante vacuo: le griffe più alla moda hanno flirtato con il camouflage, sciacquando via il sangue dalla sua funzione primaria e ripresentandolo come segno di chi vuol essere un po' meno ordinario degli altri
".

http://www.kendellgeers.com/

La mostra Irrespektiv porta in Italia Kendell Geers al Mart - Museo d'Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto
www.mart.trento.it dal 31 ottobre al 17 gennaio 2010

4 commenti:

  1. Forte questo qui !

    RispondiElimina
  2. Scusate se mi inserisco con una notizia relativa ad un Gruppo, il Banco del Mutuo Soccorso, estraneo alle tematiche trattate in questo blog ma pietra fondante della della nostra cultura musicale.
    Il tre ottobre, quasi nel silenzio dei media, si è spento Rodolfo Maltese.
    Ciao Rodolfo.

    RispondiElimina
  3. Ho letto ed è in effetti davvero una brutta cosa questa indifferenza per uno dei musicisti più brillanti della scena italiana

    RispondiElimina
  4. Ed infatti lo apprendo ora..
    Grande Rodolfo Maltese. Lo vidi col Banco nel 1979 a Torino Palasport,tour di Canto di Primavera..uno dei miei primi concerti veri..a 13 anni.
    Ciao Rodolfo,salutaci il Big
    C

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails