lunedì, dicembre 12, 2011

Il primo brano rock n roll





Nelle foto Arthur "Big Boy" Crudup , Elvis e John Lee Hooker

Si è parlato spesso delle origini del rock n roll (non è difficile: blues + country, un po’ di boogie) e altrettanto del PRIMO BRANO ROCK ‘N ROLL DELLA STORIA.
Molte le scuole di pensiero e le liste, poche, essendo la cosa pressochè impossibile, le certezze.
Ma un elenco abbastanza attendibile esiste.

Già negli anni 20 e 30 si parlava di Rock and Roll (metafora dell’atto sessuale) in brani come "My Man Rocks Me with One Steady Roll" di Trixie del 1922 o "Rock That Thing" di
Lil' Johnson e "Rock Me Mama" di Banjo Ikey Robinson.
Ma anche Ella Fitzgerald, Benny Goodman e le loro jazz orchestra o la cantante gospel
Sister Rosetta Tharp usarono il termine, mentre il musicista country Buddy Jones in 'Rockin' Rollin' Mama” del 1939 usò la frase Rockin' rollin' mama, I love the way you rock and roll" in un brano proto rockabilly.
Perfino in un brano gospel del 1916 “Camp Meeting Jubilee” il termine “rock n roll” (nelle mani del Signore però !!) fa capolino.

Recentemente si è giunti alla conclusione che il primo brano ROCK N ROLL, così come lo conosciamo è presumibilmente "That's All Right" ARTHUR "BIG BOY" CRUDUP del 1946, poi ripresa da ELVIS nel 1954 con il titolo di “That’s allright mama”

A seguire si citano
"How High the Moon" di Les Paul and Mary Ford
“The Honey Dripper" di Joe Liggens
"Boogie Chiillen'" di John Lee Hooker
"Saturday Night Fish Fry" di Louis Jordan
"The Fat Man" di Fats Domino
"Rock Around the Clock" di Bill Haley and the Comets
"Rocket 88" di Jackie Brenston and his Delta Cats.


23 commenti:

  1. Ciao Tony, qualcuno dice anche "Sh-Boom" dei Chords e "What I'd say" di Ray Charles, cosa ne pensi ?

    RispondiElimina
  2. La lista è lunga e da sempre molto dibattuta.
    Sh Boom è del 54 e What'd I say del 59.
    Molti altri sono antecedenti.

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. il messaggio precedente è uscito a metà!
    lo riscrivo:
    il r&r dei '50 è un pacco tremendo.

    RispondiElimina
  5. Preso a dosi massicce concordo.
    Ma c'è di quella roba da paura

    RispondiElimina
  6. sul versante black concordo!

    RispondiElimina
  7. Va bè ma il primo Elvis periodo Sun Record, Wanda Jackson, Jerry Lee Lewis, certo Carl Perkins, Eddie Chochran, Gene Vincent.
    Una montagna di brani pazzeschi.

    RispondiElimina
  8. Esatto ! Va preso a piccole dosi,poichè si tratta di semi che in seguito hanno dato frutti ancora più succosi...alla lista di Tony aggiungerei Buddy Holly (fondamentale nello sviluppo del beat,oltretutto) la cui importanza viene spesso trascurata,per il modo troppo veloce e tragico in cui scomparve...
    ma di Buddy non riesco,tuttora,a trovare nulla che possa risultare veramente scontato !

    RispondiElimina
  9. Invece l'ho volutamente trascurato perchè in Buddy Holly non ho mai trovato nulla di interessante (nonostante fosse un idolo dei Beatles etc etc).
    Non so perchè...forse quella faccia alla Elvis Costello :))

    RispondiElimina
  10. cazzate da rockers (haha!)
    C

    RispondiElimina
  11. Più che Elvis Costello,direi Peppino Di Capri...che infatti era un idolo della mia infanzia !
    Ancora oggi,a rivedere i video early 60 sul tubo,sento la frenesia del twist e i brividi sul vilupendolo.......

    RispondiElimina
  12. vElopendulo,gnurant

    RispondiElimina
  13. il mondo inizia con Love me Do

    RispondiElimina
  14. E finisce con The End ?

    RispondiElimina
  15. cazzate da rockers (haha!)
    F

    RispondiElimina
  16. http://img818.imageshack.us/img818/8507/33921170.jpg

    :)

    RispondiElimina
  17. Velopendulo è punk anni 80 (come la famosa pubblicità) mentre VILUPENDOLO è original trash (alla Abatantuono)...

    RispondiElimina
  18. Peppini di Capri e' un grande, non fosse altro per la sua Operazione Sole del 1966, forse l'unico ska italiano dell'epoca!

    Ho sempre trovato molto rock and roll la chitarra del grandissimo Charlie Christian, soprattutto in Seven Come Eleven, inciso nel 1939 con Benny Goodman

    Fabio T

    RispondiElimina
  19. Per i fondamenti della cultura rock'n'roll DEMENZIALE in Italia,sono altamente consigliate le opere di CLEM SACCO e GUIDONE (quest'ultimo fece poi da supporter al tour dei Beatles,insieme ad altri)...anche su youtube si trovano dei frammenti video eccezionali !
    "Il deficente" di CLEM SACCO o "I meloni sono buoni" di GUIDONE,fanno impallidire qualunque Skianto o storia tesa dei tempi più recenti......

    RispondiElimina
  20. Buddy Holly non mi dispiace affatto, Eddie Cochrane ed il primo Elvis pure....
    Charlie

    RispondiElimina
  21. www.youtube.com/watch?v=cu89CxiqfPg

    Fabio T

    RispondiElimina
  22. rocket 88 cantata da jackie brenston e accompagnato dalla band di ike turner è da molti considerato il primo brano r&r. boh.. i neri hanno sempre fatto r&r

    m.

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails