mercoledì, agosto 10, 2011

The sound of silence



L'Inghilterra brucia.
Rivolte, incendi, violenza spicciola e gratuita.
Di chi non ha, sa bene che mai avrà e, guardandosi intorno, vede che c'è altra gente che ha e a cui non gliene frega nulla di loro, anzi....

Intanto la foto qua sopra documenta il rogo del magazzino della Sony ad Enfield.
Conteneva tutto il materiale della PIAS, distribuzione delle principali etichette indipendenti (Sub Pop, Rough Trade,Domino, Beggars, Acid jazz etc).
Tutto distrutto.

Colonna sonora delle rivolte: il silenzio.


92 commenti:

  1. Occhio Tony. L'inghilterra non e'poi tanto lontana da questa itaglietta. Ho la vaga sensazione che, con una nuova manovra inposta da bce, merkel, sarko, che, tanto per cambiare, succhiera' sangue a noi poveri cristi, qualche macello potrebbe saltare fuori. Anche perche' i nostri governanti ci stanno, una volta di piu', prendendo per il culo. Noi qui a tirare dei cinghioni pazzeschi, loro nei vari porticervi, caraibi ecc. ecc. La vedo grigia..

    RispondiElimina
  2. Anche perchè poi apri il giornale e leggi due cose del genere, osì a caso:
    - Ipotesi patrimoniale sulle case -
    - La buonuscita degli italiani tassata al 27%. Quella dei parlamentari no -

    E le palle girano e molto.
    Noi siamo molto più pecore e pavidi, per cui sarà più difficile ma non così improbabile che salti fuori qualche casino.

    Quello che mi SPAVENTA (proprio mi fa paura) è il tipo di rivolta.
    Cieca, senza scopo, senza futuro.
    Distruzione e basta.
    Distruzione di beni di persone che il più delle volte si sono fatti un culo così per averli, persone come loro.
    La solita guerra tra poveri che il "potere" sta a guardare.
    Poi un bel po' di questi qua (CHE NON PRODUCONO E NON SPENDONO, quindi NON SONO NECESSARI AL SISTEMA) li butti dentro e te li togli dalle palle (vedi in USA dove c'è UN MILIONE di carcerati....non a caso i più poveri).

    RispondiElimina
  3. ho la vaga impressione che qui in Italia non succeda un bel nulla....l'unica certezza è il campionato di calcio, togli quello e la gente scenderà in piazza a bruciare tutto! (e questo la dice lunga sullo stato delle cose in questo paese)

    RispondiElimina
  4. Tra l'altro vogliono far sciopero i calciatori.
    Cioè gente che prende in media 1 milione di euro l'anno (i più sfigati centinaia di migliaia di euro), VOGLIONO FAR SCIOPERO !!!
    A legnate !!!

    Peccato il calcio che rimanga lo spettacolo più bello del mondo...

    RispondiElimina
  5. Ehila' signori, buondi'. Scusate il silenzio ma si sa, il lavoro debilita l'uomo. Non so come la stiano passando in Italia la news, ma qui le cose si stanno calmando, sembrerebbe.

    Fa rabbia vedere come in Siria Egitto Libia etc i popoli combattano per i loro diritti di base, mentre qui ragazzini idioti saccheggino negozi nei loro stessi quartieri per un paio di jeans, un cellulare e un plasma. Per quel che mi riguarda, tolleranza zero

    RispondiElimina
  6. Hai ragione matteo. e' che il mondo sta' andando "a culo indietro"e, purtroppo, la poverta' sta' prendendo il sopravvento su tutto. Io sono convinto che anche qui da noi, ai confini del mondo, "ci" potremmo incazzare. Perche', non vi incazzereste a vedere quel coglione del trota, che la O con il bicchiere non la sa' fare, non sa parlare, pero' mette in saccoccia un 15000 al mese? e migliaia come lui? Boh.....

    RispondiElimina
  7. e infatti, il problema è questo.
    Violenza pura, senza scopo, solo sfasciare e fregarsi il telefonino o il paio di scarpe.
    Gentaglia.

    RispondiElimina
  8. E infatti su Facebook c'è una nota di Eddie Piller che "applaude" a questa "scum" che ha incendiato il magazzino della Sony in cui c'era un sacco di materiale della Roots Records (etichetta di materiale giamaicano) a cui lui collabora.
    Un danno spaventoso (anche perchè in molti casi si tratta di materiale da collezione) che personalmente non ho idea se possa essere risarcito da un'assicurazione.

    RispondiElimina
  9. Date un occhio al Buongiorno di Massimo Gramellini sulla Stampa di oggi. Mi sembra che sia sulla nostra lunghezza d'onda. A me e' piaciuto molto.

    RispondiElimina
  10. Fine di mondo di Massimo Gramellini

    Continuo a guardare la foto di quel teppista che si aggira fra le fiamme di Londra in tuta e scarpette firmate. E’ una povera vittima, un relitto disperato della nostra società opulenta, come vorrebbe certa sociologia? Mah. I poveracci sono un’altra cosa: i bambini del Corno d’Africa con gli occhi sbiancati dalla fame, quelli sono vittime e infatti non indossano scarpe griffate. E’ allora soltanto un delinquente «puro e semplice», come sostiene il primo ministro inglese? Anche questa interpretazione è fin troppo comoda. Sembra formulata a uso e consumo dei benpensanti: per non turbarli, per non svegliarli.

    Quando i teppisti diventano un esercito e mettono a ferro e fuoco una metropoli occidentale, significa che è successo qualcosa che non si può più combattere solo aumentando il numero dei poliziotti e delle celle. E’ il segnale di un mondo, il nostro, che si sgretola. Un mondo senza politica, senza cultura, senza solidarietà. Il teppista griffato non si rivolta per ottenere un impiego, del cibo o dei diritti civili. Reclama soltanto l’accesso agli status-symbol della pubblicità acquistabili attraverso il denaro. Dal giorno infausto in cui il capitalismo dei finanzieri ha soppiantato quello dei produttori, il denaro si è infatti sganciato dal merito, dal lavoro e dall’uomo, trasformandosi in un valore a sé. L’unico. Quel ragazzo è il prodotto di questa bella scuola di vita. Mettiamolo pure in galera. Ma poi affrettiamoci a ricostruire la scuola.

    RispondiElimina
  11. Starri e Gramellini hanno ragione.
    Charlie

    RispondiElimina
  12. Anche io sono d'accordo con Gramellini quando dice che è troppo semplice dire che siano solo o vittime o criminali puri...per me è un po' più complessa la faccenda e sinceramente ci capisco sempre meno in sto mondo-ezzaio...è molto più semplice parlare di Real Time...

    Però è un po' troppo semplice anche dire che i veri poveracci sono in Africa, ecc... La gente comincia a star male anche nel cuore dell'Occidente e questo è preoccupante... che poi una mandria di ragazzini metta a ferro e fuoco la città per saccheggiare palmari e scarpe da ginnastica è tutto un altro paio di maniche e anche a me fa paura più che altro la natura di questa rivolta: violenza cieca e fine a se stessa, senza scopo, come diceva Tony...

    D'altra parte non è che il fatto di essere povero ti faccia diventare per forza buono e giusto, perchè al contrario il "potere" e la ricchezza sono "cattivi" e spesso sinonimo di ingiustizia... se uno è, diciamo, poco furbo è poco furbo e basta, non importa in che quartiere sia cresciuto...

    white

    RispondiElimina
  13. la mia chiave di lettura è nel fallimento del "multiculturalismo" tanto caro alla sinistra, infatti in UK, società aperta per definizione, l'integrazione quasi non esiste le comunità sono chiuse e settarie, sopratutto quelle a forte connotazione religiosa (nei quartieri a maggioranza islamica di Londra o Birmingham si applica la sharia!!!!) e questo è un problema per chiunque governi il paese

    l'hanno capito la Merkel, Sarkozy e Cameron mentre la sinistra fa finta di niente, la mette sempre giù sul piano sociale (e va bene) dimenticando quello culturale cioè il rispetto dei valori democratici, quello delle leggi e della civile convivenza

    non vedo francamente alternative, ad oggi, al sistema capitalista, quello che osservo è un vuoto impressionante della politica cioè della mancanza di governo della finanza globale, come cazzo è possibile che un manipolo di persone faccia fallire uno stato??

    vuoto della politica che andrà colmato per non finire a prenderci a mazzate tra di noi, quando gli istinti si sollevano si incomincia col bruciare i libri (i dischi) e subito dopo le persone


    A Man Needs a Maid - Neil Young

    RispondiElimina
  14. Sottoscrivo TUTTO quello che è stato scritto fino a qui !
    E debbo anche dire che mi fa impressione leggere (sopratutto su faccialibro/facciadimerda) quanti si gasano per queste rivolte piccolo-borghesi (già avvenute tra l'altro negli anni 80,prima che al potere si imponesse la Tatcher) dedicandole brani tipo "London's burning" o "White riot".....
    sulla Siria e sui conflitti sanguinosi nel nord africa nulla invece ! Quella è roba che non fa tendenza (lasciamoli ammazzare tra di loro,ho sentito dire da un grande vate della sinistra antagonista).
    Questo è il livello di coscienza che si è creato dopo gli anni 70 e questo è il massimo di "rivoluzione" che si riesce a fare nell'occidente opulento e viziato fino al midollo ! Se poi ce lo vogliamo augurare,in nome di un ribellismo di maniera confezionato ad uso di chi ristabilirà le regole con il bastone e la carota (ieri arrivò Margaret,domani chi lo sa) vuol dire che dalla storia continuiamo a non imparare nulla...

    RispondiElimina
  15. ecco, questo è il turbocapitalismo.
    quando gira bene si ammazzano tra loro 'le periferie' del mondo. quando gira male la periferia divena il territorio metropolitano, gli HQ dei turbocapitalisti, neoliberisti, chiamiamoli come vogliamo, sempre loro.
    La grande crisi del '29 da chi fu causata? da loro.
    Come venne risolta? il presidente/commissario Roosevelt (con l'aiuto del fido Hitler), creando e capitalizzando il massacro di Pearl Harbor
    fece votare al congresso i crediti di guerra e con una sola mossa (l'entrata in guerra appunto) risolse per un po' i 3 problemi principali degli USA: l'idustria pesante tedesca, la cantieristica navale giapponese e l'impero britannico con la sua City che dominava ancora l'economia mondiale.
    Una tempesta micidiale di ferro e fuoco e il conseguente nuovo ordine mondiale.
    Bene, dai primi anni 2000 il tentativo è ancora e sempre quello. Forse più maldestro, i personaggi di oggi sono fotocopie sfocate di quelli dei '40, ma nella sostanza nulla è cambiato. tirano la corda allo stremo, e si spacca cazzi vostri (nostri).
    "Egli gioiva perchè i nemici non lo colpivano ma non sapeva che si stavano allenando a mancarlo".
    Lasciando da parte le Scritture a me viene da dire "ci pisciano sulla schiena e ci dicono che ha piovuto".

    RispondiElimina
  16. Io sinceramente(e lo dico in buona fede e non per polemizzare)vado a Birmingham tutti gli anni, talvolta più di una volta a l'anno e non ho mai visto, ne letto nei tabloids, ne sentito nelle news tv che in città nelle zone islamiche si applicasse la Sharia, questa è una forzatura. Il multiculturalismo e l'integrazione non vanno fatte perchè lo dice la sinistra(che non esiste quasi più ovunque)vanno fatte perchè non abbiamo scelta. Un mondo che apre senza ritegno alla circolazione delle merci(tutte da sud verso nord)si apre anche alla circolazione delle persone, che ci piaccia o no il fenomeno delle minoranze etniche va governato e non può essere abolito, non è legale e non è neanche praticamente possibile. Le teste di cazzo(non mi viene da chiamarli rivoltosi perchè i rivoltosi son quelli che si ribellano vs qualcosa spesso ingiusto)in questione non hanno ne motivazioni, ne bandiere da sventolare, distruggono i loro quartieri ed i negozi e le auto dei loro vicini non rendendosi conto che il danno in seconda battuta se lo fanno vs se stessi. Inutili modaioli, e non solo neri(date un occhio ai filmati)che vogliono ostentare ciò di cui si può fare a meno e questo meccanismo nasce da un concetto malato di denaro e propietà, non voglio ciò che mi serve ma PRETENDO ciò che mi fa figo. In prima battuta pene esemplari e calci in culo MA poi radicale guerra alle baby gang con progetti mirati, con investimenti sul welfare, con aiuti al mondo della scuola(quella pubblilca in UK è terrificante con enormi sacche di abbandono)insomma con progetti che un governo lungimirante sia labour che tories deve avere. Il problema è complesso e la soluzione non può mai essere semplice.
    Scusate la lunghezza del post.
    Charlie
    Ps serio: le testine di cazzo di faccia-libro che postano un London Burning con sfondo degli scontri pensando di fare una figata NON conoscono la storia UK, non conosconola storia della musica e quindi devono andare in culo
    Ps faceto ma non troppo: pure i Mods volevano dei vestiti fighi che a malapena potevano permettersi MA per averli lavoravano come ciuchi dal lunedi al venerdi.

    RispondiElimina
  17. Probabilmente Andrea si era espresso in modo confuso,ma credo che intendesse dire proprio questo:
    la globalizzazione è un fenomeno inevitabile (e con esso il multiculturalismo) ma andrebbe GOVERNATO,cosa che fino ad ora si è fatta relativamente male e opponendo ai valori umani (che dovrebbero essere universali) quelli del soldo e della tecnocrazia...è sicuramente una battaglia durissima,spesso sembra di rivedere Don Chisciotte contro i mulini a vento,ma non credo sia impossibile perchè lo vedo quotidianamente nel mio piccolo,dato che sono a contatto diretto con molti immigrati (sopratutto di fede musulmana) che in molte cose stanno evolvendo,certamente è un cammino lungo e pieno di contraddizioni !
    Il problema,secondo me,sta tutto nella ideologizzazione dei fatti : a fronte di una "destra" populista e xenofoba,continuiamo ad avere una "sinistra" lassista e buonista (frutto di un atavico distacco dai problemi reali del mondo e di un utopismo da cartolina) che non ci fanno MAI risolvere nulla,neanche la minima e banale questione,figuriamoci le grandi questioni globali !
    Io sono personalmente disgustato dall'atteggiamento ipocrita di gente che fino a pochi anni fa sembrava incarnare l'internazionalismo (a parole) e che oggi si chiude nei loro gretti salotti a discutere di NULLA...non sono che spazzatura,relitti di un passato morto e seppellito.
    Se non ci rendiamo conto che,prima di ricostruire il tessuto sociale,dobbiamo ricostruire noi stessi continueremo a replicare il gioco degli equivoci,ma chi ci casca dentro OGGI rischia veramente di farsi male.

    RispondiElimina
  18. Charlie, non se parla perchè non è politically correct, ma l'ascesa del fondamentalismo islamico in Europa è preoccupante, dell'omicidio del regista Theo Van Gogh, di Ilan Halimi massacrato a parigi perchè ebreo, di Sanaa e delle altre ragazze uccise da genitori perchè troppo occidentali nei costumi, non se ne parla più è tutto rimosso.

    Qualche settimana fà Ben Morris, storico ebreo di sinistra è stato additato e caricato da fondamentalisti a Londra mentre stava per tenere una conferenza (che non ha tenuto), aggiungo porco dio (amen) questa è Londra oggi.

    Intorno alla metà dell'800 i mormoni si stabilirono nello Utah, la setta praticava la poligamia, dal Congresso di Washington arrivò un avviso piuttosto duro, fate ciò che volete nell'ambito delle leggi dell'unione, se non interrompete la pratica dei matrimoni plurimi mandiamo l'esercito.

    Ha funzionato!

    RispondiElimina
  19. No Ursus, credo che il multiculturalismo sia stato un fallimento, non c'entra il kebab o il riso alla cantonese, non c'entra neanche col razzismo, c'entra con il fatto che non tutte le culture rispettano la vita, la libertà, l'integrità dei corpi, il dissenso, la blasfemia e l'apostasia, la laicità dello stato eccetra eccetra

    Il Burqua o come cazzo si scrive è un'offesa alla dignità delle donne, al loro corpo e va abolito. Non è cultura. punto

    L'infibulazione è una violenza fisica sul corpo e sulla psiche delle donne. punto

    La pena di morte per chi pratica l'omosessualità non è cultura lo stesso vale per la pena di morte tramite lapidazione per le adultere. punto

    Chiunque voglia cambiare confessione religiosa è libero di farlo ma non per l'islam per cui si applica la condanna a morte. non è cultura è omicidio

    Affermare che l'islam politico e militante è un'ideologia fascista e coercitiva non è razzismo semmai antifascismo.

    RispondiElimina
  20. interessante articolo sui fatti londinesi dal taglio politically uncorrect
    http://www.fiammanirenstein.com/articoli.asp?Categoria=3&Id=2664

    RispondiElimina
  21. Ma su questo sono d'accordo...infatti INTEGRAZIONE vuol dire accettare regole civili ed umane,che spesso costoro neppure conoscono.
    Però è anche vero che dimostrare che la nostra civiltà è molto più tollerante e progredita (che E' VERO) non lo si può fare con i mezzi violenti o con gli eserciti : le guerre innescano semplicemento un meccanismo senza fine,moltiplicano gli integralismi invece di combatterli.
    Il multiculturalismo ha fallito,ma se non diamo a queste popolazioni un'idea VERA di società liberale,questi continueranno a pensare che noi siamo dei degenerati e degli infedeli,mentre loro hanno la verità assoluta in tasca.
    Su milioni di immigrati che ci sono in occidente,comunque,solo una infima minoranza crede in queste cose anacronistiche e assurde...ma bisogna iniziare a parlare un altro linguaggio anche con loro,sopratutto con i più aperti e moderati,altrimenti si finisce per dare ragione a Borghezio e compagnia,che arrivano fino al punto di giustificare le stragi di Oslo.

    RispondiElimina
  22. Concordo, sono favorevole all'integrazione che vuol dire entrare a far parte ovvero partecipare alla vita sociale, ciascuno facendo con responsabilità la propria parte.
    Nessun dogma religioso o ideologico sopra la legge. Con chi si chiama fuori tolleranza zero.

    RispondiElimina
  23. Ho sempre sognato e sostenuto il multiculturalismo, il melting pot etc etc.
    Potenzialmente un arricchimento culturale etc etc.

    Poi andai alla fine degli 80's in USA e trovai una società radicalmente divisa tra bianchi e neri, quartieri sigillati in cui non si entrava se eri bianco o viceversa. Ci tornai nel 92 a Los Angeles e vidi i neri sputare addosso ai coreani, i bianchi bastonare i neri.

    Poi gli "stranieri" sono arrivati anche qua ed ero entusiasta all'idea di poter assorbire nuove influenze, suoni, idiomi, culture etc.
    A Piacenza ho più volte organizzato concerti, incontri, situazioni "miste".
    Niente. Ognuno resta nel suo buco, con le sue cose, la sua cultura e ogni timido approccio finisce lì.

    Il multiculturalismo ha fallito, perlomeno nella nostra società.
    Chiusi da una parte, chiusi dall'altra, ognuno nella propria oasi.
    Al massimo ci si fa un kebab e si fraternizza con il muratore dell'est.
    Fine. Poi alla sera noi andiamo nei NOSTRI locali e LORO nelle loro discoteche.

    In tutto ciò la politica dimostra il volto che già conoscevamo e sospettavamo: una faccia di merda.
    Politica che sfrutta i contrasti o li manipola a suo piacimento, con una destra criminale e una sinistra imbelle (per generalizzare).

    PURTROPPO.

    RispondiElimina
  24. Andrea conosco la storia di Van Gogh e di Sanaa, la follia del radicalismo islamico in Europa ha fatto danni anche peggiori, siamo d'accordo, quel che volevo dire nel mio post precedente è che casi di Sharia a Brum non ce ne sono stati, la comunità islamica vive alla luce del sole ed è nel 90% integrata,la moschea più grande è accanto al St Andrews quindi se resistono alla vicinanza della tifoseria brutta di Brum vuol dire che resistono proprio a tutto :-) . Alcune tue osservazioni sull'Islam sono inconfutabili ma credo che Ursus abbia ragione quando dice che bisogna iniziare a parlare un altro linguaggio per togliere ai fondamentalisti terra sotto i piedi.
    Charlie

    RispondiElimina
  25. Forse sarò un illuso,ma credo che prima di definire "fallito" un processo di integrazione,di per se lungo e faticoso,bisognerà attendere la crescita di ALTRE generazioni.
    Dico questo perchè gli stessi aspetti di chiusura a riccio,di isolamento quasi sensoriale ecc...
    che mettono in evidenza Tony ed Andrea,li vidi io stesso da piccolo e da adolescente nei nostri quartieri periferici di Torino,con la contrapposizione tra "terroni" e "polentoni" : nel 90% dei casi chi frequentava un giro non frequentava l'altro e (sebbene non si arrivasse agli estremi a cui arriva l'integralismo religioso) l'incompresione,fino ad un certo punto della storia,era reciproca...fatte però le debite PROPORZIONI,con differenze notevoli tra i due tipi di immigrazione,credo che questo dovrebbe farci capire che non è MAI esistito un processo di integrazione svelto ed immediato e torno a ribadire che se noi non forniamo MODELLI concreti,fondati sul rispetto reciproco e sull'osservanza delle regole,continueremo a farne una questione puramente ideologica (in un epoca in cui le ideologie,quelle davvero,sono fallite miseramente e non hanno mai dato frutti concreti).Le rivolte in medio oriente,di fatto,sono un segnale che quei popoli sono stanchi di essere assoggetati da regimi interni reazionari e repressivi,ma anche colonizzati da NOSTRE ingerenze in tutti i loro aspetti di sviluppo economico e se invece che appoggio e sostegno civile,continueremo a inviare caccia bombardieri e truppe d'assalto,forniremo giustificazioni ulteriori ai martiri della guerra santa.
    Credo che siamo andati un po' fuori tema,comunque....perchè i disordini inglesi non sono così strettamente legati al fenomeno del "multiculturalismo",come si evidenzia dai video e dalle testimonianze.

    O.T. è uscito l'album CLAUDIO ROCCHI & EFFERVESCENT ELEPHANTS , per la psychout records.

    RispondiElimina
  26. Cassio, qua siamo finiti in un polverone della madonna! Tornando all'inizio, una paura che mi rimbalza dall'altezza balle direttamente alla giugulare, a mo' di farfallino, e' che il momento critico che stiamo vivendo, a tutti i livelli, e' esattamente quello descritto della crisi del '29. Corsi e ricorsi storici......Cazzi e stracazzi amari!
    Va be', a voi non interessera' un tubazzo, ma la prossima settimana inizio un quindici di vacanza, che, visti i grossi problemi che mi ritrovo tra capo e collo, mi vedranno stabile fra la Magozia e l'ospedale. Cerchero' di tirarmi su leggendo, OZIANDO il possibile (che sono le vere vacanze, per me). e sperando che quel rincoglionito di Zocca ( a proposito, mi e' sempre stato sui coglioni! ( Fals me giuda!) ne spari qualcun altra....che so', "...sono trentanni che sono depresso, mi curo stando al cesso.." Ma si, anche se c'e' poco da ridere.....

    RispondiElimina
  27. Ciao Carlo.
    Anchio mi faccio un 15 giorni fuori dalle balle, sempre in zona, ma giusto per tirare un po il fiato.

    Vasco era patetico prima, adesso e ancora peggio !!!

    RispondiElimina
  28. Ah Tony, e tutti Voi fratelli di questo blog. Iniziero' a ragionare sul nuovo disco degli Hot Mama. Nel senso che mi sono piccato di tirare fuori dagli scaffali, puliti o impolverati che siano, un bel 100 canzoni, dalle quali poi sceglierne 12/15, che faranno il nostro secondo disco. Quei famosi 35/40 minuti, non di piu'. Con una mezza idea di tirare ancora un 500 copie, piu' un centinaio di vinile e una tamarrata di qualcosa in picture disc. Forza fratelli, tirate fuori dai vostri cilindri non conigli o colombe, ma una canzone a testa (o anche di piu'....). Andate con la vostra hit parade del soul....

    RispondiElimina
  29. "Non tutte le culture rispettano la vita, la libertà, l'integrità dei corpi, il dissenso, la blasfemia e l'apostasia, la laicità dello stato eccetra eccetra".
    Perfettamente d'accordo. Puntualizzando però fino a 60 anni fa (a partire dal 476 DC) Francesi e Tedeschi, Inglesi e Russi, Italiani e Spagnoli si sono sparati addosso, invasi, bombardati, violentati, deportati, fucilati, l'inferno atomico scatenato dagli USA sul Giappone, le leggi razziali, TUTTA ROBA DELL'OCCIDENTE RICCO.
    5000 anni fa Baghdad fu la culla della civiltà. Oggi è un cumulo di rovine. Per mano occidentale. Questo Islam così spietato non mi risulta ci abbia spedito in casa una dozzina di crociate nel mondo antico + quelle di oggi (per screzi privati tra petrolieri usualmente amici tra loro, tra l'altro- Bin Laden da una parte e Bush-Cheney-Unocal dall'altra)
    Anche stavolta era comodo far passare gli altri come cannibali spietati. Guardiamoci un attimo in faccia: La 'civiltà occidentale', con i suoi Verdun, le sue Stalingrado,i suoi Lager, i suoi Gulag, le Sue Hiroshima, le sue crisi missilistiche cubane, sembra ci provi di continuo a non rispettare la vita, la libertà, l'integrità dei corpi, il dissenso, la blasfemia etc etc.
    Tra la caduta dell'impero romano e la scoperta delle Americhe ci fu il medio evo. Che guarda caso fini quando il bottino prelevato dalle terre dell'Islam venne analizzato a fondo. Si scoprì un mondo di lettere, matematica, astronomia, codici civili, ingegneria, architettura...che da noi era 'vietato' in quando non tollerato dalla Chiesa di Roma, tutta dedita a bruciare gente. Un gruppo di Italiani iniziò a studiare quel 'bottino' e iniziò il Rinascimento. Oggi il multiculturalismo è avversato da chi ha il potere. Metti che un giorno il mondo è visto come 'uno solo e di tutti' e l'opinione pubblica e gli eserciti si rifiutassero di andare ad ammazzare altri uomini!

    RispondiElimina
  30. Grande Carlaccio voglio contribuire, ho giustappunto una versione di Taxman da sottoporti (rigorosamente su cassetta!)

    A.G.

    RispondiElimina
  31. eh Pibio, quella e una roba che da anni in molti inseguono e che nel privato, piccolo, nel personale si riesce a raggiungere.
    Magari con i vicini di casa che vengono dall altra parte del mondo ma con cui condividi tutto.
    O magari nel paese piccolo in cui ci si integra alla perfezione e si convive al di la di ogni differenza.
    Sono i macrosistemi che pero governano le cose e che decidono che e ora di andare a spaccare questo o quel paese.

    Non se ne parla ma pare che le insistenti accuse sulle truppe di Gheddafi che stupravano e massacravano non fossero in realta vere.
    Gheddafi andrebbe appeso, sia chiaro.

    Voglio dire che difficilmente vedremo, almeno noi, una societa in cui confluiscano senza partcilari problemi diverse culture, etnie etc.

    L esempio di Ursus sulle rivalita tra terroni e nordici e purtroppo esemplare. Sono passati 50 anni e c e un partito al governo che si nutre ancora di ste merdate. Non dimentichiamoci che al di la della propaganda contro i negri e i maroc, questi vivono di anti meridionalismo, Roma ladrona e troiai del genere.

    RispondiElimina
  32. Avanti! L'osteria di casa mia e' sempre aperta. Occasione per stappare un bianco di sicilia fresco...magari con un piatto di linguine peperoni e zucchine del mio orto! Se siete in zona, fratelli, un piatto c'e' per tutti...Taxman, e uno..Io sto' vagliando qualche ballatone di Solomon Burke. Per esempio, mi piace da matti The Other side of the coin di Nick Lowe dal bellissimo Don't give up on me.

    RispondiElimina
  33. Per Carlo Califormia Soul dei Gimmicks, stupenda

    RispondiElimina
  34. Fischio se e' bella! Guest Tony?

    RispondiElimina
  35. Ti metti dietro i tamburi e.....vai che e' un piacere!

    RispondiElimina
  36. Anche subito !!!
    Se poi su quel pezzo li !! Una vita che lo voglio suonare.
    GRAZIE !!!
    Quando si registra ?

    RispondiElimina
  37. Quando torneranno tutti gli Hot maiali dalle vacanze, verso il 10 di settembre ci diamo una scadenza per registrare. Nel frattempo ci faccio lavorare il Beppe Baldi sull'arrangiamento. Sa disat?

    RispondiElimina
  38. @ursus, con i terroni ci sono cresciuto, il più terrone di tutti ha fatto il mio testimone di nozze, la differenza è che con loro ho condiviso parte della mia gioventù

    @tony, continua a fare musica anche come mezzo di integrazione interraziale, l'unico linguaggio universale che abbiamo è la musica

    @pibio, ai corsi e ricorsi storici non ho mai creduto, ogni mattina comincia una storia per ciascuno di noi e il finale è ancora da scrivere, in politica come nella vita non c'è niente di determinato a priori è per questo che i "marxismi" nelle varie declinazioni hanno fallito la loro "missione"

    @carlo, non ho capito una cippa, ti serve una canzone soul? suggerisco Sittin' on the dock of the bay in chiave Ska

    @AG, c'mon genoa everywhere!!!


    Freedom of Choice - Devo

    RispondiElimina
  39. I marxismi hanno fallito perchè hanno trovato sulla loro strada gente ancora più stronza e tosta, quali ad esempio Reagan, Noixon, Wojtyla e Kissinger.
    Gli sconfitti non sono stati i marxisti, ma le persone...come ci ricorda sempre Ursus i 'marxisti' se la passano tuttora benissimo.

    RispondiElimina
  40. l'unico linguaggio universale che abbiamo è la musica.....
    lo sottoscrivo TOTALMENTE !
    Ma forse non solo la musica,ma l'espressione artistica in generale :
    proprio in quegli anni di cui vi parlavo,gente di poca fede (che non sono gli anni del medio evo,parlavo di appena 30/40 anni fa,cioè NULLA nella storia del mondo) le cose che cominiciarono ad avvicinare le masse furono i film con Macario e Totò INSIEME,oppure Franco e Ciccio,Alberto Sordi,Gino Bramieri e via dicendo...qualcosa in cui ci si poteva riconoscre TUTTI,senza distinzione di ceppo famigliare,storico o sociologico,nella misura in cui !
    Sul determinismo di gran parte della politica (non solo "marxista" per la verità) ci sarebbe poi molto da dire...neanche io sono convinto che le cose vadano sempre nel modo in cui ci si aspetta : è uno dei motivi per cui nutro ancora MOLTE aspettative nell'arte e nei movimenti culturali (o di quello che ne è rimasto) piuttosto che nella politica,quella mi sta veramente sui cojoni (ogni giorno di più) e quando qualcuno definisce "qualunquista" o peggio ancora "anti-politica" tutto quanto si cerca di fare in modo diverso dal solito teatrino dei compromessi e degli inganni,mi sta ancora più sui cojoni !

    Prima guardavo "L'affittacamere" con Gloria Guida (un film del 1976) e mi son reso conto che "Il ballo del qua qua" era un plagio della colonna sonora...interessante,vero ???

    RispondiElimina
  41. Sono state scomodate un sacco di motivazioni non necessarie. Le devastazioni dell'ultima settimana nel Regno Unito sono di una semplicità paragonabile solo alla proporzione dell'efferatezza con la quale sono state commesse. La logica ancora una volta è quella dei Casuals (e non casula stavolta!)sono lì da vedere ancora una volta, entrano e saccheggiano tutto quello che trovano, unica differenza adesso aggravano tutto con l'incendio e la distruzione, lo ritengo assolutamente al passo coi tempi, che si sono assai incattiviti. Niente a che fare col pregiudicato ucciso dalla polizia che ha fatto da detonatore alla situazione. Il Regnoo Unito pullula di questa gente (vorrei ricordarvi che anche i fratelli Gallagher ne han fatto parte) questa è stata una bella dimostrazione che prima che la repressione si svegli, ce n'è in giro un numero tale da far diastri incalcolabili.Devo ammetterre pure io che il ricorso agli incendi mi ha sorpreso. Ieri al tigi bella bibisi ho visto l'intervista ad una donna di colore al quale è bruciato l'appartamento povero in un caseggiato povero di un quartiere povero appartenente ad una persona povera ma decente che lavora ogni giorno per mantenere tutto quello che le è bruciato, son rimasto impietrito, quasi piangevo dalla rabbia! Non c'è bisogno di altro: chi vuol capire capisce, chi non capisce, in un caso come questo è pericoloso.
    E comunque è sempre troppo facile incolpare entità anche intangibili per colpe commesse da chi un nome e un cognome ce l'ha eccome, sarebbe ora di piantarla lì con la storia di tirare fuori i massimi sistemi ogni volta, invece di chiamare le cose col proprio nome.


    @ Carlo: Georgie Fame - See saw
    @ Tony: evvai ti vogliamo alla batteria
    @ Andrea: Sempre forza Grande Genoa

    A.G.

    The Smiths - Panic

    P.S. dice bene Charlie il multiculturalismo più o meno funziona, non si può pretendere che siam tutti d'accordo su tutto, non ha una formula perfetta, è una di quelle cose che vanno avanti di giorno in giorno. Per quel che riguarda l'Inghilterra a mio avviso è più un problema di disintegrazione familiare, di gente che vive precariamente e/o pericolosamente per conto proprio senza dover rendere conto a nessuno con storie dietro da rabbrividire, credo che se andassimo a vedere chi sono questi galantuomini scopriremmo esattamente questo tipo di situazioni, ma non credo che la depressione del '29, la bomba atomica , l'invasione del Vietnam o la faccia da culo di George W Bush c'entrino qualcosa, probabilment eneppure san di cosa stiamo parlando, scum, that's what they are, nothing but scum.

    RispondiElimina
  42. Andrea...i nostri figli e nipoti condivideranno la loro gioventù insieme agli arabi o agli asiatici,nello stesso modo in cui tu l'hai condivisa con i meridionali...
    dai tempo al tempo !

    RispondiElimina
  43. Alberto, ma tu dicesti un giorno "poi la situazione economica in UK migliorò, molti disoccupati furono messi al lavoro e molta violenza casual rientrò".
    Le scelte scellerate in economia (essendo l'economia a tenere per le palle la politica) poi le pagano la gente che non c'entra un cazzo.

    RispondiElimina
  44. Purtroppo hai ragione, Andrea, i marxismi hanno fallito le loro missioni perchè, come dici tu, in politica come nella vita non c'è niente di determinato a priori... però, almeno nell'analisi, il marxismo ci ha azzeccato spesso, soprattutto sull'Imperialismo e il capitale finanziario (e in largo anticipo), che oggi fa i danni e li fece nel '29...
    Poi una marxista disse che si andava incontro al Socialismo o alla Barbarie... la seconda ipotesi è preoccupantemente alle porte... e almeno fino agli anni '90 nessuno avrebbe immaginato gli scenari di oggi, se non forse qualche vetero-marxista... per il resto, concordo con te... soprattutto sull'Islam e sulla musica!...

    Tremonti ha appena annunciato le misure anticrisi: "Licenziare dovrà essere più facile. Tagli ai salari statali? Lo escludo". Oltre alle differenze culturali, ci tocca continuare a fare i conti con le differenze di 'classe', brutta parola, vecchia... ma visto che non ci tocca altro che il 'vecchio' capitaliasmo...

    white

    RispondiElimina
  45. CAPITALIASMO... comincio anch'io...

    RispondiElimina
  46. il capitalismo...c'è quello attuato dalla socialdemocrazia, in cui il mercato gode di ampissimi margini di profitti in un'ottica di testa a testa continuo con politica e parti sociali.
    e quello neo-liberista, Neo-Con, turbocapitalista, che ha ripreso la sua offensiva verso il 1997. Quello del 'lasciamo fare al mercato che risolve tutto', consentendo margini TOTALI, escludendo le parti sociali e 'coltivando' 'politici' (come bush) che non sente ragioni, scatena guerre, mette in pericolo la coesione sociale etc etc.
    I risultati li stiamo vedendo dappertutto.
    Se è vero che la storia è sempre diversa, 2+2 fa sempre 4.

    RispondiElimina
  47. Confermo, ovviamente non venne risolto il 100% dei casi.
    Aggiungo: le cose sono notevolmente peggiorate negli ultimi 2-3 anni e quindi si stà innescando un percorso inverso. Ho il sospetto comunque che più della metà di questi gaglioffi non abbia nessun bisogno o giustificazione per abbandonarsi a comportamenti siffatti.
    Ribadisco: rifiuto qualsiasivoglia giustificazione teorico-culturalpolitica atta a spiegare fenomeni di questo genere, non sono state prese d'assalto le panetterie (o le banche casomai, ma li si rischia troppo di farsi beccare!) ma i negozi di elettrodomestici e vestiti firmati (io non ho visto quasi niente per cui parlo per sentito dire), nel qual caso non ci sono scuse.
    L'unica cosa sulla quale son d'accordo è la mancanza di cultura a 360° il vero pilastro della società,la cui mancanza gioca veramente brutti scherzi, tipo non accettare il proprio posto o ruolo all'interno di una qualsiasivoglia comunità o società questo si, e l'origine purtroppo è nelle case e nella famiglie.

    A.G.

    IN UFFICIO SENZA MUSICA! porca troia!

    RispondiElimina
  48. La feccia inglese che devasta e brucia e solo ignoranza e teppismo allo stato puro. Che si e spinto piu in la, stavolta.
    Ma temo che con la repressione e le botte non si risolva nulla.

    Semplicemente non trovano alternative o scappatoie da una situazione di merda provocata dal capitalismo o da tutto quello che vogliamo.
    Ma uno di 15 anni con magari una famiglia devastata alle spalle _ che attenzione, non vuol dire per forza genitore drogato o alcolizzato, ma piu 'semplicemente' disoccupato o costretto ad un lavoro massacrante per due soldi _ che passa la giornata a far venire sera perche non ha un posto dove andare a giocare a calcio, non ha un posto dove leggere un libro, non ha un posto dove vedere un film etc etc, appena trova il pretesto spacca tutto.
    E come si e visto, non per rivendicare qualcosa, ma solo per il gusto di spaccare e avere, fregandolo, il nuovo cellulare che ogni giorno la TV ti fa pensare sia la cosa piu necessaria.

    Boh...°From the floorboards up° ' Paul Weller

    RispondiElimina
  49. Lo puoi trovare se vuoi.
    Sono i falsi miti che abbagliano.

    A.G.

    RispondiElimina
  50. Proprio la feccia inglese Tony, la verità è nella tua ultima frase.
    Non vanno a cercare un campetto per fare una partita, o meglio ancora L'INGHILTERRA E' PIENA, DICO PIENA DI BIBLIOTECHE, ma a spaccare tutto per rubare aggeggi elettronici...
    e certo, la colpa è di George W Bush, ma siamo seri!

    A.G.

    RispondiElimina
  51. E' certo e sacrosanto che questi teppisti dovranno pagare!
    Quelli presi a spaccare vetrine e rubare/incendiare andranno dentro e quando usciranno se era diffilissimo prima collocarli ora sarà impossibile. Penso a me, cresciuto povero da famiglia povera, padre alcolizzato morto a 40 anni, mamma che quando sono nato aveva 17 anni e quando è morto mio padre ne aveva 35. Ma io ho potuto COMUNQUE studiare e trovare lavoro quindi anche comprarmi strumenti magnifici e suonare, poi ho potuto prendere un pc, posso andare in studio, fare canzoni, affittare un appartamento. Ho potuto andare a vedere il mondo. Un cretino come me, stonato e con un repertorio di neanche 30 canzoni ha potuto suonare 10 volte a Liverpool. Ho preso coscienza. Avendo avuto un'istruzione mi sono tenuto lontano dai guai (nenache troppo a dire la verità, una volta ho avuto ADDIRITTURA una seconda occasione...) Insomma se penso alla mia situazione mi sento moltissimo di ringraziare quella 'specie di socialdemocrazia' che in un paese tutto sommato povero mi ha permesso tanto. Qualcuno probabilmente aveva investito su di me. Oggi questo non lo vedo più, mi sono chiesto il perchè e come risposta ho scoperto che in questi anni di crisi durissima la Mercedes Italia ha incrementato in modo pazzesco le sue vendite. Ho visto condoni e tangenti a nove zeri. Ho visto P2, P3, P4. Ho visto tagli pazzeschi alla scuola pubblica e concessioni pazzesche alle private. Ho visto il Welfare assottigliarsi e la I repubblica cadere sostituita da un comitato d'affari (sporchissimi).Ho sentito un tizio dire 10 anni fa che "quando le tasse sono troppe è leggittima l'aspirazione nel cuore di ogni uomo di evaderle" (Questo qui è ancora al potere, insieme al suo commercialista). La storia è una merda, ok. Infatti a scuola non la insegnano neanche più.

    RispondiElimina
  52. Io credo che sia esclusivamente merito tuo e di chi ti ha aiutato a crescere, che vuol dire anche la scuola ma non solo quella. Altro che "un cretino come me", sono questi qui i cretini.
    Ma un conto sono i paesi e la vituperata provincia in generale e un conto le periferie metropolitane, in Italia, Gran Bretagna o altrove. In questo caso la limitatezza diventa un vantaggio, ma al governo può esserci chiunque.

    A.G.

    RispondiElimina
  53. grazie in ogni caso per la stima Alberto!
    Non parlavo proprio solo di governi, più in generale di classe dirigente.
    Conoscendomi sono abbastanza convinto che oggigiorno in quella situazione avrei fatto magari una brutta fine anch'io, ecco.

    RispondiElimina
  54. Ciao Pibio, io non ti conosco benissimo, però non penso che in quella situazione avresti fatto una brutta fine... piuttosto, ci avresti scritto un pezzo...;-)

    White

    RispondiElimina
  55. Io non credo proprio invece, i valori che ti hanno permesso in certe situazioni a certi bivi di prendere una dirazione piuttosto che un altra non te li da il governo, probabilmente te li ha dati tua mamma , e poi anche un insegnante di provincia e poi anche un bravo tipo che vive al tuo paese eccetera, e poi crescendo la tua coscienza ha fatto il resto.
    Questi discorsi li lasciamo per quando ci becchiamo a quattr'occhi, a proposito....

    Visto che si è inserito qui anche White, mi permetto di chiedergli se ha intenzione di esibirsi a breve da queste parti coi suoi The June ne sento maledettamente la mancanza.
    (scusa Pibio ma già che c'ero e comunque vale anche per voi)

    sempre Casula!

    A.G.

    RispondiElimina
  56. e lo avrei lo stesso intitolato 'Toxic & Lazy'! ;-)
    Grande White, DEVI dire al Lello e Chris di lasciar perdere facebook e 'farsi vedere' qui ogni tanto!
    W sempre i June!!

    RispondiElimina
  57. Che facciamo un concerto con un gruppo June + Temponauts + Tony Face

    I TempoFace In June o i Junes FaceNauts

    RispondiElimina
  58. Per favore si! si! si!

    THE FACE JUNENAUTS
    LIVE SOMEWHERE NEAR HERE

    please,please pleeeeease!!!!!

    A.G.

    The June - Daisy

    RispondiElimina
  59. AhAH Grande Pibio! Ma glielo dico sempre! Che dò bali facebook! Mai avuto facebook e vivo benissimo ('spetta che mi tocco i maroni)... Eh, alla fine mi son permesso di inserirmi e ci tenevo a dirvi che seguivo sempre le vostre discussioni in religioso silenzio, ma siete troppo forti! E poi mi piacerebbe diventare Casula... credo di essere sufficientemente screanzato...ma sono disposto a sottopormi a esami o riti di iniziazione, anche spaccare vetrine e portarvi palmari direttamente a casa...

    Grazie A.G.- Andrea, giusto? - se mi dai due coordinate sulla tua posizione ti so dire qualcosa... magari si organizza anche qualcosa insieme ai Temponauts, che è già un po'...
    comunque, per esempio, il 3 settembre saremo a Pavia...interessa?


    white

    RispondiElimina
  60. Figa, ma quando li avete inseriti quei due commenti lì, ho perso un pezzo...

    Si, si, THE FACE JUNENAUTS! Io ci sto.

    RispondiElimina
  61. Oi white tu sei casula ad honorem in quanto bassista dei June
    E poi garantisco io. Anche il Chris ha il phisique du role perfetto !
    PAvia dove ?

    RispondiElimina
  62. Ok, Pavia è già la coordinata giusta (spero di non essere ancora via il 3)

    La patente di casula ce l'hai già in tasca,
    ad honorem!
    ha ha ha

    Alberto Galletti

    RispondiElimina
  63. @Carlo Hot Mama,
    una perla nascosta ben poco conosciuta malgrado la coppia di interpreti:

    "I'M FED UP" I.&T.TURNER (un mio vecchio pallino con vari gruppi mamai realizzata..fatelo x me!)

    Casula!

    CRISTIANO

    RispondiElimina
  64. AhAh, ok, grazie e scusa Alberto, ti ho chiamato Andrea...

    Grazie, Tony! Da oggi la bandiera CASULA sventola anche sulla desolazione di Parma, con me e Crhis!

    A Pavia in piazza, una manifestazione dedicata ai Beatles (ma faremo anche pezzi nostri), tra l'altro a scopo venefico. E ci saranno anche altri due gruppi...

    w

    RispondiElimina
  65. Scopo BENEFICO, eh...

    RispondiElimina
  66. ero al pub di Gaione con Sir Albert, grandi The June, bella anche la cover di Misery, ho ancora in macchina una copia del cd per Mariano il barista del Cantinone (tappa fissa anni 80) quello che, testuali parole che Alberto ricorderà, disse non sto ne col Genoa ne con la Samp, io tifo per i Rolling Stones ah ha ha

    per il concerto del supergruppo Temponauts + June + Tony ci sono sicuro!

    @pibio, è merito tuo per le tue buone qualità quello che sei e poi come dicono a napoli la fortuna aiuta gli audaci

    Casula!!!

    ps: gli Hot mama non li conosco, provvederò

    RispondiElimina
  67. Off topic: il cd dei JUNE in Umbria o zona Firenze c'è modo di trovarlo?

    @Pibio: pure io ho avuto una adolescenza che potenzialmente poteva essere esplosiva ma ho avuto fortuna ad andare a sbattere addosso alle persone giuste, comunque c'ho messo del mio per non farmi fregare e son sicuro che avrai fatto cosi pure te

    @ Hot Mama: non vi conosco(colpa mia) suonerete in Umbria prima o poi?, io come pezzo punterei sull'evergreen "Rescue me" di Fontella Bass

    @ Galletti: sabato comicia la PL e comincia subito la gastrite. UTV

    Charlie

    RispondiElimina
  68. Ciao Charlie,

    Il cd dei June fai prima a ordinarlo on line, su amazon costa una decina di euro...

    White

    RispondiElimina
  69. Ciao Charlie il cd dei June è bellissimo.

    Sull'avvio di PL non dico niente per un po, devo ancora andare in vacanza e non ho voglia di rovinarmele, tra l'altro sono reduce dalla pietosa esibizione del Genoa ad acqui domenica scorsa. Sono a posto per un po. Ti prometto comunque che guarderò e mi farò un idea.

    FOREVER UP THE MIGHTY VILLA!

    A.G.

    James Brown - Can I get a witness

    RispondiElimina
  70. nel frattempo e partita la Championship e giusto per non soffrire il MIO West Ham ha perso in casa dal Cardiff...bene !!

    RispondiElimina
  71. L'ho vista la partita prima di andare ad Acqui domenica, primo tempo equilibrato secondo tempo tutto vostro e poi lo prendete in c..o come una squadra di esordienti alla fine da Kenny Miller (un mio ex-idolo ai Rangers) che fino a lì non era riuscito ad azzeccare nè un dribbling ne un passaggio, figuriamoci un tiro....ha ha ha che sfigati
    A.G.

    RispondiElimina
  72. Allora mi lancio su Amazon...
    ..thanks and UTV
    PS: se avete date in Umbria fatemelo sapere

    Charlie

    RispondiElimina
  73. Grazie a te Charlie! Sicuramente, ti facciamo sapere...anzi, speriamo di venirci presto!

    Per motivi di amicizia, io quest'anno simpatizzerò Everton!

    Alberto, a Genova ci ho visto la mia seconda partita in trasferta: autunno '90, primo anno in A del Parma. Genoa-Parma 2-1. Branco fece un gol su punizione che ogni tanto me lo sogno ancora di notte (soprattutto il rumore del pallone calciato, un detonante). Era la prima volta che andavo a Genova. Avevo 11 anni ed ero con una combricola di gente pericolosa: i soci del Circolo "Parma Lirica", con mio padre e mio nonno, nei distinti. Bei ricordi, che bella la città, unica... e l'impressione che mi fece lo stadio... Partenza in pullman dall'Oltretorrente con teglie di pattona bisunta e micche con la coppa nel vano portabagagli... Siccome sulla Cisa c'era il ghiccio, l'autista ha pensato bene di provare i freni su un Viadotto. Grandi proteste... All'uscita dell'autostrada ci ferma la Polizia, salgono e fanno togliere le sciarpe del Parma. Un signore, in fondo al pullman dice che neanche il prefetto neanche i fascisti gliela fanno togliere... arriva l'agente e gli fa, si tolga la sciarpa. "Pronti" sciarpa ripiegata in tasca. Poi pranzo di pesce e tutti allo stadio. Alla fine, che c'era già buio, ripartiamo, ma l'autista sbaglia strada e ci ritroviamo su per una strada di montagna con lo strapiombo. Siccome era impossibile girarsi, l'autista è risceso in retromarcia. Giunti a Parma, qualcuno si è fatto lasciare giù prima, qualcun altro ha baciato il selciato di borgo San Giuseppe... Una delle domeniche più belle della mia vita. Grazie Genova, anche se vinse il Genoa.

    White

    RispondiElimina
  74. ah ah ah!
    (scusa White, ma questa la devo raccontare...)
    Domenica 15 maggio di quest'anno, Liverpool. verso le 9, 10 di sera scendo in Mathew Street e mi imbatto nel Lello dei June che mi fa: "fide non troviamo più White, l'hai mica visto?"
    No, gli dico, io ero in giro con jeremy Morris e i suoi.
    Alle 11 trovo Chris che sta chiedendo ai Radio Days se hanno visto White. Ma neanche loro l'hanno visto. Al che tutti quanti stanno cercando White che è letteralmente sparito.
    (le ipotesi vanno dal rapimento alla fuga con travesta, da un improvviso attacco di amnesia alla fuga volontaria del nostro a Manchester)
    Verso le 2 ritrovo i miei Temponauts, che erano in giro per i locali, e gli chiedo se White era con loro. Niente anche lì.
    Prima di andare a letto vedo che la crew dei June inizia a essere seriamente preoccupata: non risponde neanche al telefono!
    Con un certo senso di inquietudine rientro in albergo con Pablo...
    Il giorno dopo si torna in Italia. Ci ritroviamo nella hall dell'Adelphi (l'albergo fisso di june e temponauts a LPL-e quest'anno dopo 2 anni a noi il portinaio bastardo la 666 l'ha data ai june) e chi c'è coricato di traverso su una sedia? WHITE!!
    Che aveva trascorso tutta la notte a festeggiare in giro con i tifosi dell'Everton!!
    Bè, non era neanche ridotto malissimo (io sarei morto senz'altro).
    -White ma dove cazzo eri?
    -Taci taci, figa che roba...
    Ah Ah Ah!!!!

    Grande White!!! ;-)

    RispondiElimina
  75. Non ero ridotto malissimo? forse esternamente mi si era fissata l'immagine gioiosa e più o meno sana delle due di notte, quando poi mi ha preso la paresi facciale... ti assicuro, Pibio, che è stato uno degli squassi peggiori della mia vita... Dopo che i ragazzi dell'Everton mi hanno scaricato dal taxi davanti all'Adelphi, mi sono diretto in zona Mathew Street in cerca degli altri... dopo un veloce panino burger king che ho giusto cagato ieri sera da fine maggio, mi imbatto nella mia compagna, che poi ha chiesto il divorzio preventivo ancora prima di sposarci...la notte è proseguita col Chris e il Lello a suon di birre e supercalcol, poi in camera alle 5.30 di mattina il Lello fa: per evitare i postumi dolorosi del dopo sbronza, io mi faccio un aulin prima di coricarmi e mi sveglio come nuovo...seguo l'esempio, aulin, mi impaglio e alle 7.30(!), sveglia. Dico, sai Lello che avevi ragione? Sto proprio bene, neanche un filo di mal di testa. Mentre Cris, color carta igienica, mi chiede: Veramente? Mah... e io: si, si... dopo tre minuti tre, sento una crepa che mi si apre sulla fronte e scende fino allo stomaco, fino al buco del culo...da li è iniziata la discesa nell'Inferno... Ti ricordi, Pibio, quella mattina, in fondo a Mathew Street davanti alla vetrina del Beatle Shop, che tu parlavi a me e cris, ma noi non riuscivamo ad interagire un gran che? Beh, li hai seriamente rischiato di finire sotto un fuoco incrociato di vomito a spruzzo, proprio mentre parlavi di J. Mascis, ti ricordi? Ti chiedo scusa ora se eravamo un po' assenti dalla conversazione, ma eravamo concentrati in uno sforzo davvero sovraumano per non vomitarti sulle clark...

    RispondiElimina
  76. Anzi, è stao proprio il peggior squasso della mia vita. Giurai che no avrei più bevuto da star male... poi siamo andati al Ciclamino Beat...

    Neil Young with Crazy Horse - Opera Star

    RispondiElimina
  77. Grande White! la spedizione Ducale a Parma del 90 è degna delle migliori pagine della storia calcistica di questo paese, e sulla stessa falsariga di alcune nostre epiche "trasferte a Marassi" da Pavia.
    Certo anch'io, essendo uno di pianura, di Genova subisco tremendamente il fascino, fino ad arrivare all'irrimediabile e cioè sostenere la sua straordinariamente balorda squadra di calcio, anche se non è l'unico motivo.
    Il gol di Branco me lo ricordo ma lo vidi in tv.
    Bravo, continua a sostenere l' Everton.
    Ce la metterò tutta per riuscire a essere in piazza il 3 settembre, con le dovute birre!

    RispondiElimina
  78. Il barista Mariano si trova in Piazza Paolo da Novi a Genova, riuscì con quella battuta (più un paio di drink e qualche altra amenità a toglierci di dosso la menata per la sconfitta in casa con l'Inter), grande!

    A.G.

    RispondiElimina
  79. AhAhAh! W Mariano! Un giorno ci andrò!

    Dai, speriamo di vederci il 3!

    White

    RispondiElimina
  80. E comunque il Genoa non lo vedo così male, dai...iadesso vi cuccate anche Gilardino... piuttosto Malesani a Parma non ha lasciato un gran ricordo...

    W

    RispondiElimina
  81. Ecco, che se uno magari non avesse capito cosa sono i CASULA.
    Appena sopra una tipica conversazione Casula.
    Anzi, la SUBLIMAZIONE di un incontro al bar tra Casula.
    Si parla di calcio citando il Cavern con in mezzo birra, svacco e vomito.
    Di contorno, Clarks, un look cool e un vaffanculo che sovrasta.

    Questo discorso sara la prefazione del libro CASULA . NO WAY OF LIFE.
    Che non e molto inglese ma e tanto Casula.

    RispondiElimina
  82. Si dovrebbe arrivare anche Pandev (in prestito) c'è SEMPRE bisogno di gol. Kucka via sarà una perdita enorme per una squadra che ha perso in due anni Milanetto, Thiago Motta, Juric e Sculli.se poi parte anche Palacio, io non sono ottimista-

    Malesani proprio nè lo digerisco nè lo reputo un allenatore che capisce qualcosa, e checchè se ne dica del calcio d'agosto quando una squadra di Serie A non fa un tiro in porta in 45' contro una squadra (rispettabilissima) di serie D, vuol dire che sei messo male. dopo quasi 3 settimane di allenamento....

    A.G.

    RispondiElimina
  83. Vabè dai, tribuleranno tutte, le medio-piccole... si sono livellate, fan tutte un po' cagare eppure tutte han qualche mezzo...

    Ma Kaladze gioca ancora nel Genoa? L'unico gol che ha fatto l'anno scorso con chi l'ha segnato? Contro il Parma, naturalmente... storicamente e statisticamente il Parma è la squadra contro cui si è sbloccato il maggior numero di attaccanti a digiuno o difensori col piede a badile hanno azzeccato il gol della domenica: emblematico l'hanno scorso il gol preso a Brescia da Bega, al suo primo forse secondo gol dopo 40 anni di professionismo con un tiro da 76 metri all'incrocio...

    AhAhAh

    W

    RispondiElimina
  84. Eh si caro Tony, i casula sono i meglio.

    Resoconti da Liverpool un vero capolavoro, certo alla mia età non so se sarei sopravvissuto!

    Bella White, Kaladze gioca ancora per il Genoa, e meno male. Con la lista delle beneficenze rossoblù, riempiamo l'enciclopedia Treccani

    A.G.

    RispondiElimina
  85. AhAhAh! E' stata tosta sul Mersey... per l'anno prossimo la vedo bigia!

    Tony! Orgoglioso di essere un Casula neo-patentato!

    Comunque buone ferie o vacanze a tutti... io resto a Pèrma a lavorare, a parte sto fine settimana che vado a Sondrio da mia zia...

    @Pibio: a proposito di Jeremy, racconta quella del tub del gas!

    White

    RispondiElimina
  86. Un altro Casula gigantesco è il Lello (oltre ad essere uno dei miei idoli incontrastati di sempre)...non ricordo un set a Liverpool in cui ad un certo punto, approfittando degli stop tra un pezzo e l'altro, non si sentisse un fortissimo "BASTARDI!". era lui che ci incoraggiava dal bar. ad un certo punto è diventata una mania e tutti quelli che salivano sui palchi del Cavern venivano presi a salve di 'BASTARDI' declinati, all'occasione in inglese, italiano, spagnolo o tedesco...poi si è messo a chiamare i Radio Days 'Radio Gays'...poi, sempre in Mathew Street si è messo a gridarmi 'figa Pibio hai rotto le palle col tuo Roger McGuinNES'...ah ah ah! un vero esilarante autentico Casula. il Lello è davvero un grandissimo!! White ti riferisci al tubo del gas sopra al palco del Cavern??? ;-D

    RispondiElimina
  87. No White, ma quando avete fatto scattare l'allarme antincendio generale dell'Adelphi???
    I June stavano asciugando le calze coll'asciugacapelli (o con la piastra del tè secondo altri...) e le calze hanno preso fuoco! Io stavo dormendo (come sempre con i tappi nelle orecchie), ho sentito qualcosa, ho guardato l'ora (6 meno 1 quarto del mattino) e mi ricordo di aver pensato: 'certa gente usa delle suonerie del telefonino davvero imbarazzanti'.
    Meno male che non era un impianto ad acqua.
    Ah Ah Ah!

    RispondiElimina
  88. AhAhAh!!! Si Pibio, dicevo proprio il tubo del gas sul palco!!!

    Lello: effettivamente il Lello sarebbe il Casula Perfetto. Ce ne sarebbero da raccontare del Lello... Ma vorrei che il Cris ti raccontasse qualcosa della loro vacanza in due in giro per germania e Svizzera, loro due da soli.

    Allarme: ahahah! Non siamo stati noi, ma un nostro amico venuto anche lui a Liv'pool con la morosa... noi tre in realtà non ci siamo accorti di niente (il Lello poi dorme coi tappi e la mascherina per non sentirci russare, salvo poi ronfare come un trattore), stavamo dormendo della grossa mentre tutti si riversavano nei corridoi...

    Scappo a Sondrio:-)

    Wite

    RispondiElimina
  89. Su consiglio del dr Galletti(è villan quindi infallibile)presi i due cd dei June su Amazon, recapito previsto 18 agosto sera in cui smanetto alla consolle de LA DARSENA di Castiglione del Lago(my hometown)...vi metto in playlist se il postino è puntuale cosi vediamo se gli indigeni vi gradiscono...
    Il The Cavern è un posto fantastico, tappa obbligata di ogni mio british football tour
    UTV
    Charlie

    RispondiElimina
  90. Magari, Charles! Grazie ancora!
    White

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails