venerdì, aprile 14, 2006

Raduno Mod

I Raduni Mod nascono nei 60's in Inghilterra quando durante i fine settimana i mods incominciarono a ritrovarsi nelle stazioni balneari (Brighton , Hastings , Margate) , che raggiungevano in scooter dove si poteva ballare fino all'alba nelle apposite ballrooms.
Da lì poi nacquero i famosi scontri con i rockers , ma ormai il fenomeno mod era massificato , era moda e gli original mods ne presero le dovute distanze.

In Italia si codificò il Raduno come il momento fulcro dell'attività mod , soprattutto in una situazione , come quella dei primi 80's (periodo in cui non esisteva internet) dove i contatti erano ben più complessi di ora.
I giorni di Pasqua divennero così il momento in cui TUTTI i mods italiani si ritrovavano , incontravano , scambiavano indirizzi , fanzines , esperienze , contatti etc.
Il primo raduno in assoluto si svolse nel 1981 a Viareggio con l'adesione di pochi mods milanesi e romani.
La cosa si ripetè , sempre a Viareggio , a Pasqua 1982 con parecchia più gente , ma che si risolse in alcuni scontri con la popolazione locale.
Nel settembre del 1982 a Gabicce Mare vicino a Rimini ci fu il primo Raduno in qualche modo organizzato , con serata in discoteca e musica da ballare (selezione ancora rozza tra mod 79 , qualche cosa 60's - Who , Small FAces , Kinks , Spencer Davis G , poco altro , ska Two Tone e la quasi totale assenza di soul e rythm and blues).
Fu solo nella primavera 83 che si tenne ancora a Viareggio il primo vero Raduno con concerti (Underground Arrows , Coys , OO Cash ) e selezione musicale accurata.
Un successo.
A quel periodo si riferiscono le foto del sottoscritto.
1983....

Successivamente la scena , gestita dalla DeltaTau Kay , si allargò ed stabilizzò sempre di più , organizzando regolarmente due raduni all'anno , a Pasqua e in settembre , spostandosi a Rimini e solo ccasionalmente tornando ad ovest , sulla Riviera Ligure prevalentemente.
Nel corso degli anni la scena mod si è sempre più frammentata , divisa , contaminata con influenze e riferimenti alieni allo spirito originale.
Spirito originale che una parte della scena porta avanti con stile e adesione alla cultura da cui è nato il modernismo.
Allo stato attuale le correnti sono diverse e difficilmente conciliabili
Cio' nonostante il periodo pasquale rimane da sempre il momento per ogni mod di ritrovarsi con gli altri , nella speranza che prima o poi il Raduno ritorni ad essere uno e solo UNO e con TUTTI
Keep the faith !!!
























32 commenti:

  1. Una curiosità: anche in Inghilterra andavano di moda la vespa e la lambretta? Oppure i mods usavano altri scooter? Ciao

    RispondiElimina
  2. eheheheheheh caro tony,mi sono dovuto piegare alla ragion d stato della quiete domestica!!!!!^^
    capossela?????
    mmmmmhhhhh forse lo vidi una volta a cr,quando ancora qualche concerto bello si faceva!!!!
    il post e' bellissimo,tanto e' vero che a cr faranno un raduno vespa/mod al csa dordoni ed erano interessati a contattarti x un eventuale live dei not moving.come faccio a mettervi in contatto???

    auguri a te e a lil


    adonis

    RispondiElimina
  3. ciao tony, un saluto da coventry, partia del two tone...
    Marco MODS Trieste

    RispondiElimina
  4. Triumph Boneville16 aprile 2006 01:27

    .....Well..........BE BOP A LULA SHE'S MY BABY...
    BE BOP A LULA I DON'T MEAN MAYBE...

    RispondiElimina
  5. Hey Triumph !
    Basta cantare vecchie schifezze !
    You really got me you really got me

    RispondiElimina
  6. Keep The Faith16 aprile 2006 22:37

    ...Anvedi Ao'!Pure li rockers su sto Blogg!!
    "Nowhere to Run Baby....Nowhere to Hide"...(Martha and the Vandellas)

    RispondiElimina
  7. English Mod Joke:
    What makes your eyes full of tears???
    GREEN ONIONS

    RispondiElimina
  8. A Viareggio!??
    Chi l' avrebbe mai detto!
    Come si svolse lo scontro con i bulli da spiaggia del posto?

    RispondiElimina
  9. Per Teddi:
    I mods hanno SEMPRE usato SOLO Vespa o Lambretta. Sono quelli gli scooters...

    Per Adonis:
    Per i Not Moving fammi contattare a tony@linkquartet.com oppure la Blitz Studio (la nostra agenzia) allo 045 6261364 .
    Oppure fammi avere il l oro contatto che ci pensiamo noi...
    Ultrathanx

    Ciao a Marco a Coventry !
    Visto qualche concerto ?

    Per FuzzTone:
    All'epoca il mod-ism italico (e non solo) era molto "quadrophenico"...più che i bulli del posto fu la popolazione locale , cioè un po' tutti , ad essere un attimino incazzata per le scritte sui muri di mezza Viareggio , per i pranzi in una trentina di persone che poi scappavano al momento del conto e varie facezie non propriamente civili....
    Le cose si sono ripetute anche successivamente ma in modo più tranquillo.
    Poi arrivarono le botte tra skins e mods , tra fasci e compagni , tra mods e mods fino alle coltellate di Celle Ligure , i nasi rotti , le fughe in Vespa nelle valli circostanti.....

    RispondiElimina
  10. ma sei miticooooooooooooooo
    grandeil tuo post:))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))))
    un abbraccioe grazie della visita (graditissima9 sul mio blog
    stefano
    www.comunicazionepolitica.splinder.com
    www.rocktime.splinder.com

    RispondiElimina
  11. grande tony!!!!!^^
    sarebbe bello farti passare l' infausto fiume e conquistare la terra del torrone...eheheheheheheheh!
    io ho passato i contatti ai mei amici,speriamo sia fattibile!!!

    buona giornata


    adonis

    RispondiElimina
  12. vai tony lanciagli la spazzola da doccia..!!! you got me so I can't sleep at night..
    cristiano

    RispondiElimina
  13. ..a dire il vero,i mods rappresentati in Quadrophenia(tra l'altro film molto divertente,se visto in lingua originale,l'avro'visto circa piu'di cinquanta volte,e devo dire,che ogni volta che lo guardo, c'e da morire dalle risate)in parte sembrano molto una versione un pochino piu'elegante degli Hooligans da stadio inglesi.Specialmente nelle scene girate a Brighton durante gli scontri con i rockers.Anche se i primi Mod non erano affatto cosi'.......lo stesso come i primi punk,e la seconda generazione,seguaci di gruppi dementi e assurdi stile exploited(tra l'altro cosi'ignoranti da incitare il loro pubblico durante un loro concerto,che guarda caso coincise con un concerto dei Jam in un altro locale,di pestare i Mods all'uscita...)...quando un fenomeno culturale,appartenente a persone con un'ottica e visione diversa dalla massa viene scoperto dai media,di conseguenza il fenomeno diventa una moda,e cosi'il fenomeno perde valore e significato...

    RispondiElimina
  14. ciao Tony,sono francesco da paris,eh si questo é il mio vero nome e nn framod.
    Ti scrivo solamente per informarti che se hai deciso di fare un salto al ristorante nei giorni che sei a parigi, io il lunedi 24 nn lavorero perche ho una serata da recuperare e sarebbe un peccato per me sapere che siete passati e io nn c'ero. Quindi se vuoi il martedi saro presente e se passi nn posso essere altro che contento! a presto dunque e Keep the faith!

    RispondiElimina
  15. Ciao Francesco.
    Dovremmo essere a Parigi proprio il lunedì ma non ti so ancora dire...veniamo su in auto in modo del tutto improvvisato.
    Si decide al momento dove andare.
    In ogni caso vediamo un po'....

    Per l'anonimo precedente concordo.
    I mods raffigurati in Quadrophenia sono in gran parte la rappresentazione di quello che diventò il movimento nei mid 60's (le vicende sono ambientate nel 1965 visto che si ascoltano brani ocme "My generation" e "You really got me").
    La cultura mod "originale" era altra cosa , ovvero la ricerca del "nuovo" , del moderno .
    Successivamente divenne fenomeno di massa , moda , e in mezzo ci finì di tuto , comprese le battaglie con i rockers , che un mod originale MAI avrebbe intrapreso.

    E' altrettanto importante sottolineare che quanto accadde dal 1979 in poi appartiene ad un'altra epoca , ad un'altra visione del modernismo , ad un altro modo di posizionarsi nella società , che non era più quella di ventanni prima .

    RispondiElimina
  16. Come sono andati i vari raduni?

    RispondiElimina
  17. domanda facente parte della serie "ignoranza e curiosità"

    come mai il movimento si è poi distaccato dall'idea originale di modernismo di cui parli?

    cito "Successivamente divenne fenomeno di massa , moda"
    nascono da qui le divisioni che hanno portato a più raduni?
    oggi è ancora modernismo o una sua derivazione?

    mi sa che devo leggere qualcosa così da smettere di fare domande dalla risposta forse ovvia...
    pensavo al libro di Oskar, che ne dici?

    belle le foto, ho sempre più voglia di restaurare la lambretta 150 serie silver...

    ciao
    m.

    RispondiElimina
  18. ciao tony! no, niente concerti per me a coventry... se non sbaglio il sabato dovevano suonare i The Gift, il gruppo di Rick Buckler, ma non sapevamo dove... e quindi niente. me ne ritorno a casa con un paio di sta prest bordeaux, direttamente da carnaby street (that's where I use to be!)...
    Marco MODS Trieste

    RispondiElimina
  19. E' bello ritrovare un "nonno fondatore". Leggo, con una sorta di bonaria ironia, di ben 3 raduni pasquali. La storica implosione della DC ha prodotto meno liste.....
    Sono fuori dalla scena da qualcosa come 18 anni ma se è necessario anche i NONNI Ballano (Alzheimer permettendo). Mi accodo, caro Tony, all'appello per l'unità e serve si scende in campo ( e allora sono cazzi!)

    Marco "Nerone"
    nonno fondatore

    RispondiElimina
  20. quale onore! Nerone non ti conosco di persona ma ho sentito parlare parecchio di te, ed ho presente delle playlist northern magistrali!
    cristiano

    RispondiElimina
  21. ciao, vabbè che il blog è tuo e farai come ti pare, ma parli di come sia cambiato lo spirito mod rispetto agli anni 80, parli di unità e coesione e poi gestisci un blog in cui affianchi modernismo e becera propaganda politica con tanto di pugno chiuso in bella vista, sinceramente mi pare una contraddizione... senza creare una sterile polemica, pensa se fosse fatto al contrario,al posto del pugno chiuso... ma non accade.cià

    RispondiElimina
  22. Carissimo Nerone...quanti secoli !
    Noi padri fondatori che ponemmo le fondamenta di cotanta civitas...
    Tutto bene all'ombra der Colosseo ??
    Nerone fu , TRA L'ALTRO , l'autore di "Spy hole" celeberrima fanzine ironica sui personaggi del modism italico , e non solo , dell'epoca....

    Sulla questione dei tre raduni:
    anch'io sono lontano dalla scena "attiva" anche se ogni tanto torno , bazzico e metto il naso.
    Purtroppo nel corso degli anni una diversa visione del mod-ism ha portato a divisioni e separazioni , talvolta fondate su antipatie personali , altre volte su antitetiche visoni politiche/ideologiche , altre volte su concetti diversi su quello che è MOD e quello che è 60's (non tutto quello che viene dal 1° gennaio 1960 al 31 dicembre 1969 è buono , tantomeno MOD), altre volte ancora sull' "uso" "commerciale" che alcuni hanno fatto del mod e di ciò che ci sta intorno.

    Morale della favola , quest'anno abbiamo avuto tre raduni.
    Tutto quello che posso desiderare è che AL PIU' PRESTO ci si trovi tutti , in uno stesso posto ad ascoltare e ballare la stessa musica , lasciando da parte politica , storie e storiacce ("una volta" si risolvevano a mazzate , ora per fortuna ci siamo evoluti e il tutto si svolge in maniera più "diplomatica").
    Auspicabile un minor uso del web e un maggiore disponibilità al dialogo diretto.

    Per molti di noi mod è uno stile di vita , un modo di vivere e quello che desideriamo (soprattutto per chi ha raggiunto una certa età) sono serate tranquille all'insegna della buona musica (che così raramente puoi ascoltare in giro) , vecchi amici , divertimento , buon vino e/o birra , stare bene.
    Tutto questo dividersi non fa bene a nessuno , ma speriamo che questa sia la scossa finale che permetta una riflessione a tutti e un veloce ricongiungimento.

    Per Marco:
    Il libro di Oskar è eccellente per capire meglio il tutto.
    Il modism divenne fenomeno di massa in Inghilterra nei 60's e perse lo spirito originario.
    In Italia fenomeno di massa non l oè mai diventato

    RispondiElimina
  23. Per Mods
    Innanzitutto sarebbe bello se ti firmassi , mica ti mangio.
    In secondo luogo hai detto giusto : il blog è mio e scrivo e dico quello che voglio.
    Terzo: parlo di mods , di politica , di musica , di calcio , di affari miei.
    MAI , dico MAI , ho mischiato politica e mod-ism.
    Io sono comunista , mica è un segreto , e dal 79 ho a che fare con il modism , ma se leggi bene , questo NON E' un blog MOD , se ne parla e basta , e mai ho scritto che mods e sinistra possano avere cose in comune o che i mods sono comunisti etc etc etc.

    Mi riesce difficile pensare a mods fascisti che ballano musica suonata da neri e che appartengano ad un movimento che nei 60's fu il primo a favorire l'integrazione razziale , ma questa è un'altra faccenda , ognuno se la gestisce come preferisce.
    Ai primi raduni ricordo molti personaggi di estrema destra con cui si conviveva perfettamente.
    Davide , con cui fondai la DTK nei primi 80's non è mai stato di sinistra (attualmente lavora ai vertici di ben altra formazione politica) eppure abbiamo collaborato per anni in armonia a favore dei mods italiani (e degli affaracci porci nostri).

    La mia professione politica è evidente , le mie passioni musicali , di etica , di vita anche...
    Se poi in questo blog si mischiano non so che farci , i osono fatto così....

    RispondiElimina
  24. Tony, questo post del tuo blog è davvero molto bello, e le foto anche.
    Mi chiedevo da un po': perchè tu e altri "oldies but goodies" non recuperate vecchie fanzine MOD degli 80s e le mettete disponibili online?? Sarebbe una cosa davvero molto interessante credo!
    Keep the faith
    Brian - Varese

    RispondiElimina
  25. anch'io saro' di vecchia scuola ma preferirei le fanzine VEDERLE proprio, toccarle..son documenti..io ne ho di alcune a cui son molto affezionato (faces,rabbia mod, ready made,the beat goes on..)
    cristiano

    RispondiElimina
  26. hola brian, è un po' che non ci si sente... e che non ci si vede ancora di più... anche io sono dell'idea che sarebbe interessante poter leggere le fanzine degli 80s, se poi su carta o online mi va bene tutto...
    Marco MODS Trieste

    RispondiElimina
  27. ..........Assolutamente Tony......ancora prima del "Flower Power",'The Summer of Love',etc.etc.(non menziono il rock and roll degli anni cinquanta,per ovvi motivi),sono convinto che i primi mods,visti i locali jazz o r'n'b di soho frequentati da loro stessi,furono i primi a rompere le barriere di"segregazione",i primi ad ascoltare lo ska o il rocksteady jamaicano,e sicuramente il motown sound......senza fare polemiche e tra l'altro mischiarmi in una polemica che non mi appartiene(visto che non mi definisco un mod,ma sono affascinato dal loro universo,il modo di vestire,e chiaramente la musica da loro ascoltata),vorrei chiedere una domanda:(tra l'altro non prendo posizione politica)....siete sicuri che,nel caso vi fosse una dittatura fascista,sareste in grado di vivere un mod lifestyle?Pensate che cio'vi sarebbe permesso?
    Chiedetevelo.....senza giudizio,senza puntare il dito,ognuno fa le sue scelte....
    Saluti Tony

    RispondiElimina
  28. Mah , sinceramente sotto una dittatura fascista io sarei in montagna nascosto da qualche parte o al riparo all'estero.
    Non so , per fortuna non mi sono mai trovato sotto una dittatura fascista (anche se ultimamente un po 'ci hanno provato)

    RispondiElimina
  29. Bank Holiday Track list:
    1)Eton Rifles:The Jam
    2)Heatwave:Martha and the Vandellas
    3)Rumble in Brighton:Stray Cats(whaaaaaaaaatttt????)
    4)Time for action:Secret Affair
    5)Fighting in the streets:Cockney Rejects
    6)Run Run Run:The Who
    7)Shotgun:J R Walker
    8)Here comes the weekend:The Jam
    9)The in Crowd:Dobie Gray
    10)Have more time:Marvin Smith

    RispondiElimina
  30. perchè invece in una dittatura comunista i mod sarebbero stati bene accetti... Peccato che molto probabilmente gli aspiranti mod in stato comunista non avrebbero potuto dilettarsi in questa tendenza dato che non avrebbero avuto alcuna libertà o locale in cui potersi aggregare...
    Inoltre in inghilterra paese in cui il Modernismo è nato il partito laburista non è nemmeno lontanamente accostabile al nostro sinistra-centro di ex democristiani ed ex comunisti (ex per necessità più che per scelta o credo...). Quindi il blog è tuo, è molto frequentato perchè googlando "mod" è uno dei primi risultati ad uscire non certo per altri meriti, e questa amenità di avvecinare il Mod alla sinistra italiota potevi risparmiarcela...

    RispondiElimina
  31. JJ Vianello

    Bello vedere questi battibecchi....sono daccordo politica e mods non sarebbero da mischiare anche perchè secondo me a dirla tutta , ci sono aspetti di uno e dell'altro schieramento nella fede mods. Mi riferisco ad esempio al rigore rispetto a certi aspetti del loock che talvolta arriva
    alla discriminazione.Atteggiamento piuttosto consumista.Però non voglio fare polemiche e visto che anch'io sono di sinistra e sono reborn.Keep the faith da qualsiasi parte stiate, purchè con tolleranza rispetto...e coscienza.

    RispondiElimina
  32. voglio chiarire che la politica ha sempre diviso il movimento dagli inizi anni 80!!comunque penso che se un mod e di destra,credo che no ha capito niente del movimento mod!!
    lupo 1964!

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails