martedì, gennaio 10, 2017

Max Roach - We Insist! Max Roach's Freedom Now Suite



We Insist! Max Roach's Freedom Now Suite è un favoloso album, uscito nel 1960, scritto da MAX ROACH in collaborazione con Oscar Brown Jr, autore dei testi (i due litigarono aspramente prima delle fine del disco).
Lavoro esplicitamente politico, incentrato sulla storia dello schiavismo e sulla rivendicazione dei diritti per i neri contribuì all'inserimento di Roach nella "lista nera" dell'industria discografica statunitense nella seconda metà degli anni sessanta, e lo costrinse a diradare la sua presenza in studio d'incisione.

Inizialmente in titolato "The Beat" e concepito come opera che avrebbe raccontato "la storia dell'Africa dai tempi antichi al presente, il tutto al ritmo dei tamburi", pur se attribuito al solo Roach è in realtà un album "collettivo" in cui emerge la voce della sua futura moglie Abbey Lincoln.

Strutturato in cinque tracce separate ma unite in un concetto di suite, racconta l'epopea del popolo afroamericano nel suo lungo cammino storico, dalle piantagioni di cotone alle periferie-ghetto delle città statunitensi, incitando il popolo nero al riscatto e ad una presa di coscienza.

Nel disco suonano Coleman Hawkins, Booker Little, Julian Priester, Walter Benton, James Schenck, i percussionisti africani e caraibici Michael Olatunji, Ray Mantilla, Tomas du Vall, oltre alla già citata Abbey Lincoln.

E' jazz avanguardistico, quasi free a tratti ma con forti componeti afro e blues.
Eccellente.

Alcuni dei brani dal vivo alla televisione belga.

https://www.youtube.com/watch?v=IF6q6XKKrik

https://www.youtube.com/watch?v=EsAnAQfdyKY

https://www.youtube.com/watch?v=SPhA6Ze_rSg



1 commento:

  1. "Lista nera" in tutti i sensi..
    Album da avere
    C

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails