domenica, aprile 22, 2012

Soul Kitchen – The Time of Wine and Roses



Rubrica domenicale di vini e rose a cura di Madame Lilith

Nel giardino del bar era stata appoggiata ad un abete …credo più vecchio di me…e lei ininterrottamente fioriva, fino alla fine dell ultimo sole…….
La rosa Cocktail, piccola rampicante molto resistente a fiori abbastanza semplici, generosa e sinuosa…….
Rossa, con tendenze arancio , a volte virata cremisi………con un occhieggiante cuore giallo…………non profuma….ma rallegra…….
e credo serva…………………

Syrah ……credo vino degli Dei………..con fosche origini in quel di Siracusa…………ignorato, amato, mischiato, dimenticato, riscoperto……….
rosso profondo, rubino, scurissimo, profumo intensissimo, tipico del sud, frutta ricca di sole, selvatica e molto matura………spezie da 1000 e una notte….in risalto il pepe………persistente .sapore morbido, leggermente astringente………….
Pranzo sull’aia ,formaggi stagionati, olive,peperoni ripieni, caponata, carne alla brace, pane di ieri………….
e il mio personale D.J. che fa girare Muddy Waters e Sonny Boy Williamson……………….

8 commenti:

  1. Ma questo splendido posto ?

    RispondiElimina
  2. Complimenti, sciura Rita. Fotografia perfetta di un vino che da' sempre grandi soddisfazioni, almeno al sottoscritto. Bellissima anche la lochescion, la caponata da abbinare al vino, e la musica. Ci metterei anche il primo caldo primaverile, un caciocavallo da sbocconcellare seduto sull'erba e un finale con Willy Deville dalle parti di New Orleans (Victory Mixture). O no? Ah, dimenticavo le balle di paglia su cui pisolere pigramente.

    RispondiElimina
  3. anche a me ha colpito l'aspetto gastronomico..le olive,i peperoni ripieni,la caponata..e' un po presto pe5 avere gia cosi fame?
    tanx lilith!
    C

    RispondiElimina
  4. Ale', e' lunedi'! Pisolere fa' molto Lino Banfi (anzi, Benfi). Cassio, anch'io ho cominciato ad avere l'acquolina in bocca alla lettura. La famosa "fam da sunadu'"?

    RispondiElimina
  5. haha! tutti a mangere eppoi a pisolere!
    C

    RispondiElimina
  6. Vista la natura siciliana del vino consiglierei anche una pastasciutta alla norma : mia nonna faceva la sfoglia per dei maccherroni arrotolati...poi come al solito si condiva con sugo di pomodoro fresco,basilico,olio extravergine a cui si abbinano le melanzane fritte e l'abbondante grattata di ricotta DURA stagionata...
    io vi aggiungo anche il peperoncino (facoltativo)

    RispondiElimina
  7. gratta la ricotta

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails