lunedì, ottobre 22, 2007

Appello




Appello a Diliberto, Giordano, Bertinotti, Cossutta.

Cari Compagni
Sono militante comunista da oltre trentanni, ho creduto e credo nei valori alla base dell'ideologia a cui fate riferimento.
Valori per i quali milioni di persone sono morte combattendo, valori per i quali milioni di persone sono state tragicamente uccise e/o segregate.

Non sta a me, nè voglio addentrami in un'analisi storica del comunismo.
Semplicemente credo che il concetto di redistribuzione delle ricchezze in base ai bisogni individuali sia un valore universale, per il quale valga la pena di lottare.
Credo che battersi per i diritti dei più deboli e dei meno abbienti sia un altro valore universale indiscutibile.

E allora vi prego:
lasciate perdere il simbolo della falce e martello, cancellate ogni riferimento al comunismo dal nome dei vostri partiti.
Tranquilli, continuerò comunque a votarvi, non c'è granchè di meglio in giro.

Ma per favore, basta con questa pietosa alleanza con Mastella, Padoa Schioppa, Veltroni, Binetti, Lusetti, Prodi, Boselli etc etc etc.

Torniamo all'opposizione, con i NOSTRI VALORI, cercando di costruire un MONDO MIGLIORE.
La forza, la speranza, gl iideali, l'incoscienza non ci mancano.
E allora saranno di nuovo benvenuti falce, martello e la parola "comunista"

Vi lascio con due frasi di Che Guevara, spero vi bastino....

"Noi, in un mondo di incubi, osiamo sognare ed è per questo che siamo tutti Sovversivi.
Un sogno che osa vivere e' gia' una vittoria, e non ce la faremo scippare mai: continueremo a sognare."

"SIAMO REALISTI , ESIGIAMO L'IMPOSSIBILE !"

17 commenti:

  1. sottoscrivo in toto
    oSKAr

    RispondiElimina
  2. Per la cancellatura dei simboli e del nome "comunista" credo proprio che si adegueranno presto anche loro,visto che "LA COSA ROSSA" se vorrà sopravvivere alla storia odierna e futura,in cui si prospettano DUE grandi partiti:il PIU' razionario e il MENO reazionario(a ruoli interscambiabili,però!)guidati a destra da Berlusca e a sinistra da Veltroni:costoro dovranno scendere a patti con verdi,ex socialisti,rosa nel pugno ed altro...per cui non di cosa rossa si tratterà,ma rosatella,al limite giallo canarino...d'altra parte continuare a chiamarsi comunisti quando a malapena riescono ad essere socialdemocratici,mi pare una incongruenza.
    Io,personalmente concordo nella tua analisi,ma mi chiedo anch'io da tempo se ha ancora un senso il termine "comunista"...NON il concetto fondamentale del comunismo,perchè quello dovrebbe anzi essere attualissimo,così come dovrebbe essere una naturale propensione dell'umanità verso un sentimento di giustizia sociale...ma IL TERMINE,dopo che questi burocrati di merda ne hanno fatto scempio,come lo possiamo spiegare,ad esempio,alla mia badante rumena(e un'altra moldava)che della parola comunista ricorda solo certe cose(polizia politica,rastrellamenti,fucilazioni ecc.)o ai reduci della epurazione in Istria ecc...ma,senza andare tanto lontano,come possiamo spiegarlo agli operai di Mirafiori o ai giovani assunti per tre mesi(e poi?)...le stesse cose le ho dette ai miei ex-compagni(eretici,dissidenti,extraparlamentari,chiamiamoli come si vuole...)MA HA DAVVERO SENSO DIRSI ANCORA COMUNISTI?
    Nutro forti dubbi.URSUS

    RispondiElimina
  3. guardate, la fase che stiamo vivendo oggi e che ci spacciano per nuova, è in realtà vecchia, marcia ed incrostata.
    Il primo tentativo di globalizzazione si andò ad infrangere dapprima nella rivolta dei boxer in Cina, e subito dopo nel girone infernale "grande guerra-totalitarismi a nastro - seconda guerra mondiale", dal quale emerse una realtà "fluida" e piuttosto difficile da controllare dai vari colossi industriali o bancari...
    ora, con il "nuovo ordine mondiale" i faccia di merda sono tornati alla carica.
    Bene, l'unico che ebbe una visione coerente di ciò che voleva dire globalizzazione non fu qualche disinvolto sostenitore del laissez-faire. Non fu nemmeno Keines.
    Ci volle, guarda caso, Karl Marx a prevedere la portata, l'impatto e le implicazioni dell'economia globalizzata.
    E l'economia non è fisiologia, dove un fegato caschi il mondo è un fegato...l'economia è una serie di accordi, presi di solito da 4 gatti super potenti, che finiscono per condizionare tutti quanti. E nessuno di questi 4 gatti ha la verità in tasca, anzi, di solito ha solo un armadio imbottito di scheletri.
    In definitiva, la smettano i neoliberisti, i riformisti, i moderati, i democratici etc etc. di rompere la minchia con la storia che la redistribuzione è impossibile, il socialismo è finito sottraendosi al confronto dicendoci "E' il mercato, bellezza"...
    perchè se la partita è truccata noi abbiamo il diritto di ribaltare il tavolo.

    RispondiElimina
  4. E' un post forte, bello, sincero.
    Lo sai che apparteniamo, politicamente parlando, a due mondi diversi.
    Ma il tuo post ha una grande logica.
    Che rispetto.
    ciao stef

    www.comunicazionepolitica.splinder.com

    RispondiElimina
  5. Quello che ha scritto Pibio è verissimo,il pensiero marxista è più attuale che mai,proprio perchè la società attuale è quella che fu descritta ben 150 anni fa ne "Il capitale",in quelle pagine già si illustrava la globalizzazione,l'espansione del mercato e le conseguenti spartizioni,nonchè le inevitabili contraddizioni...mi pare però che si dovrebbe fare solo qualche sforzo in più per rinverdire il linguaggio,non è detto che le parole possano sempre avere lo stesso significato,è indubbio per esempio che alcuni concetti comunisti,in forma sia pure arcaica,erano già nelle primissime comunità cristiana...eppure la chiesa,che si professa cristiana,è oggi quanto di più reazionario e ottuso ci possa essere...per conto mio si tratta solo di rivedere i termini o i mezzi di espressione,se vogliamo...ma comunque è certo che,al di là di come lo si voglia chiamare,prima o poi la necessità di un nuovo modello di società sarà indispensabile,il modello capitalistico ormai fa acqua da tutte le parti(e diciamo acqua per non dire SANGUE).URSUS

    RispondiElimina
  6. Ha senso definirsi comunisti, proprio perchè il capitalismo fa SANGUE da tutte le parti.

    7 milioni di poveri in Italia !!
    L'acqua che scarseggia in tutto il mondo e tra brevissimo sarà motivo discriminante tra chi la potrà comprare e chi dovrà morire di sete (prima di Evo Morales la Bolivia si stava vendendo tutti i laghi in quota agli USA !!!) , precariato a go go, stipendi da 600 o 800 euro al mese, sfruttamento etc etc.

    Credo che dal Sud e Centro America, come spesso accade, stiano arrivando le prime speranze.
    Il tanto discusso Chavez (di cui ammiro la concretezza) , Evo Morales, il Sub Comandante Marcos, in minor misura Lula e Kirchner e la Bachelet in Cile, la fiera resistenza della Cuba Castrista stanno a dimostrare che cambiare si può, senza continuare a leccare il culo agli americani, al profitto, al guadagno ad ogni costo.

    Un'alternativa è possibile.
    Io credo che passi per il comunismo, in un modo o nell'altro.
    Riveduto, corretto, mod-ernizzato (il famoso comunismo mod !!) , ma da lì, da quelle idee, da quegli ideali, si può (ri) partire e rendere questa fogna di mondo più vivibile.

    Nel frattempo "la rivoluzione inizia ogni mattina, davanti allo specchio del bagno, intanto che ci facciamo la barba" - Bob Mould - Husker Du dalla copertina di "Warehouse"

    RispondiElimina
  7. Frase che mi accompagna (senza la barba) dall'87,appunto.

    Vive libre ou morir

    C

    RispondiElimina
  8. Sottoscrivo l'appello
    Andrew

    RispondiElimina
  9. io invece non potrei esser meno d'accordo... ogni minuto senza berlusconi, bossi e fini è un minuto guadagnato che dobbiamo usare per riparare, ridiscutere, ricostruire... pensavo che la vecchia teoria del "quanto peggio, tanto meglio" l'avessimo seppellita definitivamente... ciao! tommy

    RispondiElimina
  10. Non so se si possa parlare di "Quanto peggio,tanto meglio"...ma è pur vero che sotto il governo di centrodestra il sindacato,perlomeno,mostrava un volto più combattivo,mentre oggi con la scusa del governo amico stanno facendo ingoiare ai lavoratori qualsiasi porcata,con relativo sfascio della cosidettà "unità sindacale"...per cui se è vero che con il catastrofismo non si arriva da nessuna parte,è altrettanto vero che continuare ad accontentarsi del "meno peggio" vuol dire calare le braghe e darla sempre vinta alla classe dominante.
    Tra l'altro,se questo governo avesse dimostrato anche solo una volta di essere meglio del precedente,si potrebbe parlare di "meno peggio" ma in che cosa sono stati meglio degli altri,nella forma?Basta questo per essere di sinistra?Non credo...URSUS

    RispondiElimina
  11. E intanto il vaticano beatifica qualche centinaio di preti spagnoli fascisti,quelli che durante la guerra civile del 36 davano nomi e indicazioni sui miliziani da fucilare o torturare,santi subito.Che bella gente!
    Joe

    RispondiElimina
  12. Caro Tommy
    Ho votato questa sinistra con Prodi, Dini, Mastella, Binetti, Rutelli etc etc, proprio perchè dall'altra pparte c'è quell'ammasso di merda e mafia, per usare un eufemismo.

    Dopo un anno e mezzzo mi ritrovo questo Mastella (e ho detto tutto), Padoa Schioppa che irride precari e giovani operai chiamandoli bamboccioni, costi della politica alle stelle, Pecoraro Scanio che assume 400 consulenti (paghiamo noi), nessuno che a sinistra dica qualcosa sui casi Forleo e De Magistris, stipendi parlaamentari cche aumentano, oltre 100 sottosegretari per accontentare tutti i partiti, soldati italiani in Afghanistan (a difendere la democrazia ???), sottomissione cosstante aalla Chiesa.

    La lista sarebbe lunghissima.

    E allorta mi chiedo ?
    CHE DIFFERENZA C'E' TRA il Centro Sinistra e il Centro Destra ?

    MOLTO POCA.
    E MOLTO POCA E' ORMAI LA FIDUCIA.

    E se l'unico per cui ne ho ancora è Di Pietro (che di sinistra non è di certo) siamo messi molto molto male.

    RispondiElimina
  13. Avevo parlato di fiducia a DiPietro.
    BENE FINITA ANCHE PER LUI....

    Banda di merde !

    Idv e Udeur votano con la Cdl
    Salta la commissione d'inchiesta sul G8


    Luciano Violante
    ROMA - La proposta di legge per istituire una commissione di inchiesta sul G8 di Genova non è stata approvata in prima commissione della Camera. Con 22 voti contrari e 22 voti favorevoli la commissione non è riuscita ad affidare il mandato al relatore a riferire in aula. La Cdl, accorsa in massa a votare, ha salutato il risultato con un lungo applauso. Con la Cdl hanno votato anche Idv e Udeur.

    In particolare il deputato dipietrista Carlo Costantini ha detto 'no', mentre l'altro esponente dell'Idv, il capogruppo alla Camera Massimo Donadi, non si è presentato. I due esponenti della Rosa nel Pugno, Cinzia Dato e Angelo Piazza, non hanno preso parte alle votazioni. E l'unico deputato dell'Udeur ha votato contro.

    Mezz'ora prima che si arrivasse al voto i parlamentari del centrosinistra erano in sovrabbondanza. Nessuno temeva per il peggio visto che mancavano all'appello sette esponenti di Forza Italia. Pochi minuti prima della conclusione dei lavori si è presentata in commissione una nutrita 'pattuglia' di deputati azzurri guidati dal capogruppo Elio Vito. E il loro arrivo ha fatto la differenza. A quel punto anche nell'Unione si è cominciato a telefonare freneticamente agli assenti per vedere di non andare sotto su un provvedimento tanto delicato.

    Ma non c'è stato nulla da fare perché l'ultimo "convocato" dell'Unione è arrivato troppo tardi, subito dopo il voto. Il 'ritardatario' che non è riuscito a votare era l'esponente della Rosa nel Pugno Lello Di Gioia, che avrebbe dovuto sostituire in commissione uno dei due "titolari" del gruppo. Su 44 votanti 22 hanno detto sì e 22 'no' e quando si arriva alla parità, per regolamento, il mandato al relatore a riferire in Aula non viene conferito. La Cdl ha esultato per questa bocciatura, mentre la maggioranza ha lasciato la commissione piuttosto delusa.

    All'ultimo momento, insieme ai rinforzi 'azzurri' è arrivato di corsa anche il deputato dell'Udc Carlo Giovanardi. Mentre il presidente della commissione Affari costituzionali Luciano Violante non ha votato. "Io non prendo mai parte alle votazioni" ha spiegato al termine dei lavori di commissione lo stesso Violante.

    RispondiElimina
  14. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  15. http://www.marxismo.net/content/view/2474/104/
    ti segnalo questo link

    RispondiElimina
  16. Ciao a tutti,
    siete tutti invitati il 16-17-18 novembre a firmare contro l'attuale governo...
    Io la mia parte già l'ho fatta firmando via web.

    Basta tasse su tasse, studi di settore con parametri assurdi. Basta rubare soldi a chi si fa il mazzo ore e ore nell'arco del giornata... per cosa? per finanziare dei disadattati nullafacenti e senza voglia di fare? per sostenere i vari marocchini spacciatori?
    NO se ti fai il mazzo è giusto che guadagni... se non hai voglia di fare nulla mi dispiace per te ma mangia l'erba dei campi...

    Purtroppo finche la gente crede che sia giusto punire con tasse assurde i più volenterosi credetemi che c'è poco da stare allegri...

    Sono capitato su questo blog casualmente e sinceramente mi ha intristito ricordare il G8 di Genova quando un bravo ragazzo con il passamontagna (molto probabilmente per ripararsi dal sole) si è trovato casualmente con un estintore in mano. Poverino lo stava gentilmente consegnando ai carabinieri quando è stato fatto fuori...
    Io personalmente lo considero un delinquente. Steso 1, educati 100. Peccato che c'è gente che lo considera una vittima...

    RispondiElimina
  17. Anonymous, va dar via il culo và

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails