mercoledì, gennaio 21, 2015

Trofeo Anglo-Italiano 1969/70 Swindon Town - Juventus 4-0



Per la fortunata serie dellle Grandi Partite Dimenticate ALBERTO GALLETTI ci porta alla fine dei 60's.

Trofeo Anglo-Italiano 1969/70
1° Giornata


Il 2 maggio 1970 la magna Juventus fece visita al County Ground di Swindon per disputare la prima giornata della prima edizione del Torneo Anglo-Italiano, la trasferta in uno dei più inverosimili teatri che abbiano mai ospitato le gesta dei giocatori bianconeri, si rivelò un autentico e disonorevole disastro.

Vista l’incombenza del mondiale messicano i campionati inglese ed italiano erano terminati in largo anticipo sulle date consuete, si decise così di prolungare la stagione a tutto il mese di maggio e giugno, dando la possibilità ad alcuni club di poter giocare ancora e fare qualche incasso in più.
La partecipazione del piccolo Swindon Town alla competizione fu anomala in quanto era l’unica formazione non di primo livello, aveva chiuso il campionato di seconda divisione inglese (da neopromossa) al 5° posto a 3 lunghezze dal Blackpool promosso.
I Robins furono ammessi a partecipare in quanto vincitori della Coppa di Lega inglese del 1969, quando si erano imposti all’attenzione nazionale battendo clamorosamente in finale per 3-1 l’Arsenal, ma essendo una squadra di 3° divisone non poterono essere iscritti alla Coppa delle Fiere, la federcalcio inglese decise così di premiarli con la partecipazione all’Anglo Italiano, creando così un clima di grande entusiasmo intorno alla squadra,entusiasmo che come vedremo si rivelerà travolgente.
Le gesta vittoriose della stagione precedente avevano rivelato agli appassionati giocatori come Horsfield e Noble, due ottimi goleador, ma soprattutto il fuoriclasse Don Rogers che strabilierà poi sui campi della I divisione con la maglia del Crystal Palace.
Le squadre scendono in campo in un sabato pomeriggio nuvoloso, una fiacca Juventus si barcamena per tutto il primo tempo cercando di contenere i volonterosi ed entusiasti attacchi inglesi e riesce nel suo intento di evitare danni senza sporcarsi le mani (e probabilmente neanche le maglie per non abbassarsi al livello di queste squadrette) e va al riposo sullo 0-0.

Alla ripresa del gioco si prosegue con lo stesso tran tran ma quando infine la mezzala Noble fa centro dopo un quarto d’ora i bianconeri crollano, la reazione, appena abbozzata, è sterile e non supportata da una concentrazione rivelatasi approssimativa, passano pochi minuti e il centrattacco Horsfield va in rete di testa raccogliendo un cross dello scatenato Rogers e firma poi la personale doppietta a pochi minuti dal termine, allo scadere va in rete anche Harland e suggella un fantastico 4-0 che manda in visibilio il pubblico di casa presente in buon numero.
Per la Juventus una pagina ignominiosa e una giusta legnata, figlia della solita mentalità secondo la quale si decide prima che certe partite non contano niente, e un incubo che si ripeterà pure nella partita di ritorno che vedrà lo Swindon Town vincente (1-0) anche al Comunale.
Per lo Swindon Town il cammino prosegue fino alla vittoria finale 3-0 al Napoli al San Paolo in una partita sospesa all’ 80’ per lancio in campo di pezzi di cemento (provenienti dalle gradinate, bottiglie e sassaiola).

Swindon, County Ground sabato 2 Maggio 1970
Swindon Town 4-0 Juventus
Swindon Town - Downsborough, Thomas, Trollope, Butler, Burrows, Harland, Smith, Smart, Horsfield, Noble, Rogers.
Juventus – Tancredi, Viganò, Cuccureddu, Roveta, Morini, Salvadore, Leonardi, Vieri, Zigoni, Marchetti Favalli.

Arbitro: Sig. A. D’Agostini di Roma
Reti: 60’ Noble, 66’ e 84’ Horsfield , 89’ Harland
Note: Spettatori 12879

40 commenti:

  1. Avevo vago ricordo piu che altro per la "morale" che ci suggerisci alla fine (pagina ignominiosa e una giusta legnata, figlia della solita mentalità secondo la quale si decide prima che certe partite non contano niente)..ma tant'è.

    Secondo quest'ottica anche l'epilogo "spumeggiante" a Napoli è cosa di cui vergognarsi.

    Un mezzo punto guadagnato nel palmares della modesta Swindon (con poco valore però..)
    Mifa piacere parlare di Swindon città natale degli XTC e capitale dei Treni

    (come sempre applausi al Gallo)

    C

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si ma non fare il condiscendente, altrimenti commetti lo stesso errore della squadra quel giorno.
      Una pagina gloriosa per Swindon Town e basta.

      Elimina
    2. Assolutamente..non volevo sminuire sorry
      C

      Elimina
    3. Si tratta mi pare anche di una delle più rapide disfatte della storia bianconera, quattro gol in 29 minuti.

      Elimina
  2. Mi sono piacevolmente soffermata sulla interessante scelta dei vocaboli con cui hai descritto la Juve, da magna a fiacca...
    Al solito, preciso e incisivo.
    Dimentico che si parla di una débacle (roba rara) dei bianconeri e sorrido, divertita e curiosa di una vittoria (epica) di una outsider.
    Mi unisco, scontata, agli applausi.
    Ciao.Sir

    Cri IE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Miss IE è un po che non ti si sente.
      Magna e pomposa nel presentarsi, di sicuro.
      Fiacchi e con la scusa già pronta in campo.

      In questa partita e più in generale in tutte quelle prime tre edizioni dell'anglo-italiano c'è tutta la differenza tra il calcio inglese, l'unico insieme a quello scozzese che si possa definire autentico e quello italiano, tutt'altro gioco.

      Elimina
  3. qui esistono le "Debacle Cremonini"

    RispondiElimina
  4. Ma le debacle bianconere non hanno prezzo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti io avrei smontato il Comunale come han fatto al San Paolo aha!
      C

      Elimina
  5. non credo che Alberto abbia nulla in contrario se copioincollo il suo "aiku" (tra virgolette) con cui concludeva l'intensa giornata bloggistica di ieri..

    Martedì non si vede a un passo
    Nebbione
    Piante stime e sezioni
    Quotidiane frustrazioni
    Tonyfaceblog voglia di evasione
    Lontani e cari ricordi londinesi
    Unica soluzione

    C

    RispondiElimina
    Risposte
    1. era Haiku..due imprecisioni (ma una tra virgolette) in un commento solo..Casula!
      C

      Elimina
  6. Gloria eterna allo Swindon Town !

    RispondiElimina
  7. grande Swindon Town e Black Sea e i Dukes of Stratosphere:)

    ps: una delle 'rare' débacles juventine?? haha,c'mon...what about questa ai tempi del GtandissimoKALLE? :)

    https://www.youtube.com/watch?v=bw1e8g9K-n8

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero Mich , però a Milano è una cosa che può anche capitare, non foss'altro perché fanno sempre lo stesso campionato.

      Elimina
    2. Orpa Michele, non star a guardare il capello...
      Diciamo che, in bilancio abbiamo più vittorie che sconfitte e che in entrambe le situazioni, lo facciamo alla grande (già che la Francia ci sta a due passi, abbiamo adottato la grandeur...)
      Cri IE

      Elimina
    3. in Ittaglia intendi?? ,...anche in Europa??:)

      Elimina
    4. se la mathématique non è un'opinione ,..3 Coppe dei Campioni noi,..2 voi:),...consolatevi con la 'grandeur' come Marie Antoinette:)

      Elimina
    5. Ma zero Coppe delle Alpi per i bauscia.....

      Elimina
    6. Scudetto incollato dal basso del terzo posto: record unico ed inimitabile.
      Hai ragione Michele, vincete voi ih ih ih
      (si célia, nèh)
      Cri IE

      Elimina
    7. la Coppa delle Alpi??lol,..e chi hanno battuto in finale,..il Brixen?? l'Asiago? :),..l'Ambri Piotta? :) haha

      Elimina
    8. ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha, più o meno, l'Atalanta.

      Elimina
    9. forza Vipiteno,...ahoo , arridatece la TV Svizzera Italiana , Antenne 2 (colnPascal Simon in maglia gialla per qualche giorno e lo scalatore colombiano Luis Herrera , più il velocista belga Hoste,...e TV Koper/ Capodistria,... al posto di certe trasmissioni /reti italane più recenti:)

      Elimina
  8. Della finale del San Paolo esistono foto e forse anche filmato.
    Una pagina solare sulla sportività degli italiani, scolpita nel travertino (gettato in campo dai tifosi a blocchi)nei secoli dei secoli.

    RispondiElimina
  9. ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha..........

    RispondiElimina
  10. Swindon da swine (suini) e dun (collina), letteralmente la Pig Hill, la collina dei maiali, ma anche quella del disonore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non conoscevo il significato..


      La collina del disonore e' anche un bel film del 1965 by S.Lumet con Sean Connery

      C

      Elimina
  11. oops, sorry perlla digitaschjùn :), was Grandissimo KALLE,...per la serie 1980s neo-psychedelic tales The TEXTONES,..notare i 3 goals 'siglati' di ' Téstùn',:)...Ricàrd Fèrr,..uno Stopper una Garanzia:)

    RispondiElimina
  12. Ma consolatevi come citato nel pezzo un'anno prima lo Swindon aveva demolito l'Arsenal in finale di Coppa di Lega a Wembley (98189 spettatori!)

    RispondiElimina
  13. Passano gli anni ma noto che la signorilità di alcune piazze calcistiche tricolori, così capaci di metabolizzare la sconfitta, è rimasta pressochè intatta. Comìè che diceva Churchill sulle capacità tricolori di dare la giusta importanza ai conflitti ed al football?
    Glory glory per i Robins nonostante il passaggio a quelle latitudini di PDC!!!

    Charlie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. italians lose wars as if they were football matches and football matches as if they were wars

      Elimina
    2. Fxxxing damn right
      C

      Elimina
  14. Risposte
    1. Zigoni il più grande:,assolutamente fuori dagli schemi..Legend

      Elimina
  15. Sarà stato magari l'unico a provare qualcosa, o il primo a scazzare.....

    RispondiElimina
  16. Dimenticavo, per meglio digerire:
    Non son degno di te - Gianni Morandi
    Help - Deep Purple
    Ten foot tall - XTC

    Per il bere ciascuno si arrangi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahaha! Grande soundtrack!
      Bere? Cheers!!!!!
      C

      Elimina

Related Posts with Thumbnails