lunedì, ottobre 05, 2009

Roman Polanski





Trentanni fa Roman Polanski abusò, dopo averla drogata, di una ragazzina di 13 anni (figlia di amici di famiglia).
Sfuggì alla giustizia americana espatriando.
Ora è stato arrestato dalla polizia svizzera.
E si sprecano le firme di solidarietà, invocandone la libertà, di intellettuali e cineasti: Woody Allen, David Lynch, Martin Scorsese, Ettore Scola, Giuseppe Tornatore, Paolo Sorrentino, Michele Placido, Monica Bellucci, Asia Argento.

Basta aver firmato capolavori come "Rosemary's Baby" (1968), "Tess" (1979) e altri ottimi lavori come "Frantic" o "Il pianista" per solidarizzare con chi ha commesso una colpa così grave, senza aver scontato alcuna pena ?

11 commenti:

  1. Condivido la tua visione,pur non conoscendo bene i risvolti di quella vecchia vicenda...purtroppo c'è una certa opinione diffusa,secondo cui basti essere famosi e apprezzati artisticamente(nonchè ricchi,magari)per non essere incolpati di nulla,nemmeno delle peggiori nefandezze.
    Avete visto durante i giorni della morte di Jacko quante parole sono state spese per innalzare il "povero" idolo di plastica a martire e santo,perseguitato dai complotti e dalle dicerie di certa informazione "tendenziosa e manovrata da sordide trame" (frasi che mi ricordano un po' certe vicende della politica italiana)...insomma,se uno qualunque viene accusato di pedofilia,abusi su minori e violenze in genere finisce in carcere e nessuno se lo fila...altra cosa invece è se si chiama Michael e vende milioni di dischi,richiama folle di persone e di esaltati che gli perdonano anche il peggio(tanto è un "artista")...anche la vicenda di Polanski ha qualcosa in comune,mi auguro che anche stavolta non se ne escano con le manovre di potenti avvocati e con pagamento di cauzioni varie.
    La legge è uguale per tutti ?
    Sta solo scritto nelle aule di tribunale,ma è un utopia finora mai realizzata.

    RispondiElimina
  2. Pare che lui abbia poi risarcito la vittima (ma non è del tutto appurato).

    Non è tanto il caso giudiziario in sè (che andrebbe conosciuto meglio) ma tutto questo prodigarsi di amici, colleghi e soprattutto COLLEGHE che mi lascia interdetto

    RispondiElimina
  3. robi da mat. In galera anche lui se è vero.

    Anche io sono esterefatto di fronte a tanta solidarietà (certo che come cervelli femminili ci sono la Bellucci e l'Argento... siamo a posto...)

    RispondiElimina
  4. solidarieta' che capisco poco..
    che valga l'effetto "fama"- risarcimento-perdono da parte della vittima ricevuto..?
    basta?? non dovrebbe..
    C

    RispondiElimina
  5. Tony, riadatto le tue parole.

    Silvio sono 15 anni che abusa del popolo italiano (15 anni che ce lo mette in culo, per rendere il tutto meno figurato), dopo averlo drogato (lobotomizzato piu' che altro con le sue tv). Sfugge alla giustizia italiana come tutti ben sappiamo con leggi ad personam. (Magari fosse arrestato dalla polizia, svizzera o altro). Purtroppo anche nelsuo caso si sprecano le firme di solidarieta' di lacche' e scendiletto

    Basta aver firmato capolavori come il Milan di Sacchi (1987-1991), di Capello (1991-1996) e altri ottimi lavori come il Milan di Ancelotti (2001-2009) per solidarizzare con chi ha commesso una colpa così grave, senza aver scontato alcuna pena?

    RispondiElimina
  6. MATTEO !!!
    Sei un genio !!!

    Top comment in assoluto 2009 di questo blog !!!
    Fantastico !!!

    RispondiElimina
  7. sintomatico infatti che anche il Milan faccia cxxxxe

    RispondiElimina
  8. dev'esserci un errore...
    forse volevi dire cagare? devono aver messo delle x a sproposito

    RispondiElimina
  9. o cahare alla toscana

    RispondiElimina
  10. forse si!
    ad ogni modo, non credo si trattasse di cenere, cavese o canile, per intenderci...
    (tanto si puo' dire cagare sul blog di Tony!!!)

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails